File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



DEL MARE E DELLA TERRA .pdf



Nome del file originale: DEL MARE E DELLA TERRA.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da Writer / OpenOffice.org 2.4, ed è stato inviato su file-pdf.it il 16/09/2015 alle 21:16, dall'indirizzo IP 37.176.x.x. La pagina di download del file è stata vista 945 volte.
Dimensione del file: 66 KB (13 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


DEL MARE E DELLA TERRA
Mattia Cattaneo

RESISTENZE
Là dove il fiume trabocca
di sguardi, tu ti perdi
nelle mie pupille di color
marrone scuro come il
legno appena bagnato
dalla pioggia.
Là dove il mare inizia
il suo cammino, il tuo
essere combacia con il
mio, in un infinito di
stelle che al passaggio
della luna resistono alla
sua incombenza e sfiorano
la notte.

SOPRA DI NOI
Quando volgo alla fine
della nostra giornata
la mente e il cuore si
rivolgono alla luce
del Cielo, che, sopra
di noi, illumina le vie
dell'amore.
Mi rivolgo all'inizio
del nostro amore
con desiderio e passione
il vento mi culla e mi
dirige a te, regalandomi
sorrisi e baci e sempre,
sopra di noi, il Cielo
rimbomba di felicità.

ESSERE
Sono ciò che mi hai
sempre creduto essere
senza remore o rancori
illumino la tua vita
come la Luna d'estate
rischiara le onde del mare.

TU
Tu, fortezza e speranza
della mia vita.
Tu, anima nobile del
mio cuore.
Tu, sempre e soltanto tu,
corri verso di me
come la rondine raggiunge
il suo nido.
Tu, la parola più bella
che abbia mai sentito dire.

CAREZZE
Quella mattina il grido
del gabbiano sorvola
sulle chiare acque del
mare accarezzandole.
Le carezze che mi
facevi le ricordo come
se fosse ieri, isolate
dal resto del mondo.
Carezze e bontà d'essere
come quando il Sole e
la Luna si abbracciano
nell'infinito astratto.

FAVOLA
Le rocce sono colpite
da manti di neve e
la favola si accende
come il fuoco si anima
dal suo camino.
Desideri di amore
si ergono dalle
cattedrali di neve e
la favola ha il suo
compimento.
Io e te, immersi
nel totale bianco,
giochiamo con i
rumori della natura
e costruiamo la nostra
favola.
LA NOTTE
Giorno dopo giorno, arriva
con il suo freddo colore e
anima i cuori rimasti spenti.
La notte è un passaggio tra
giovani in cerca di festa e
case che spengono i dilemmi.
Solo e condannato vago
senza meta ne successo
con la verità dentro di me
e la notte che se ne va.
BLU PROFONDO
Vortice di acqua che incute
timore e la mia solitudine
persa per le vie ritrova la
sua dimora.
In questo blu profondo
ritrovo la vita che la vita
mi tolse. Cerco, anelo,

sospiro.
E vivo.

SOSPIRI
Fino a quando la natura
mi rende magico e forte
lascio che i sospiri si
ergano di fronte a te.
Amore e passione
magico legame che
protegge e sovrasta
le anime che vanno
sospirando.
Sospiri d'amore tu
o Dea della felicità
che costruisti con me
in un impeto del cuore.
MISTERO
Raccolta nel mistero
della vita, la dolcezza
in te non si misura.
Muovi con il tuo dono
sapiente, le parole
con estremo tatto e con
felicità ti mostri
alla platea dell'umanità.
Rimarrai un mistero
nella mente di chi
ti vuole e di chi
ti ha scoperta
ammirandoti.

GLORIOSO RITORNO
Come il militare ritorna
vittorioso o vinto dalla guerra
tu, sei e sarai un glorioso
ritorno, vasto come il cielo,
chiaro come l'acqua.
Glorioso è il tuo ritorno
perché l'amore ci ha fatti
grandi e forti, senza il
destino, il tuo ritorno
sarebbe stato un semplice
addio.
Favolosa come il mare
nelle notti di luna piena,
rifletti la dolcezza di chi
ti ha concepito.

IL VENTO DEL MARE
Leggero come la tua mano
mi accarezza, il vento marino
con la stessa velocità di un
pesce che ritorna in acqua
e scuote in me timori
e pensieri.
Mi lascio trasportare
dai ricordi e dalle emozioni
che vagano erranti
nella mia mente senza
alcuna meta precisa.
Il vento del mare, eccolo
fermo e deciso che mi
rivolge verso le onde
agitate di un mare in
tempesta con se stesso.
PROMESSE
Ricordo come ieri
le nostre promesse

su baci fugaci e
corse mattutine piene
di sorrisi e abbracci
senza vani malintesi.
Promisi di cercarti
nel cuore di chiunque
facendomi del male
senza accorgermene.
Eri tu, ero io.
TRAMONTO
Rosso come la porpora
come il cuore in fiamme
ti avvicini a me, tramonto.
Distrai la mia anima dal
grigiore dei giorni e
rassicurala che domani tornerai.
Tramonto che cattura i sensi,
sprigiona le emozioni e
vaga, in fiamme, all'orizzonte.
ALBA
Al mattino ti levi senza dire
né proferire parola come
la donna del poeta che si erge,
silenziosa, nel suo cuore.
Il tenue colore del mattino
rinfresca i pensieri della notte
e li colora con toni allegri.
L'alba dei sensi è come il
riso di un bimbo appena
svegliato, dono della natura
fertile del Creato.

MATTINO
Speranze sbiadite come i
colori della soffitta
piena di ricordi e desideri
svaniti nei pensieri.
Lungimiranti e silenziose
avanzano nell'eternità
le luci del primo mattino
ritratte con solenne pace
e brillantezza spettrale.
L'oro dei tuoi baci
mi riscalda sin dall'inizio
del giorno e porta con sé
vento d'estate.
SERA
Il sole torna al suo riposo
quotidiano e si nasconde
dietro ai monti, da sovrano,
e arrivi tu, o Sera.
Il venticello che spoglia
i miei ricordi rende solari
anche gli alberi che si
muovono con delicatezza
come danzando sulla scena
della natura.
Il calar della sera volge
al termine il giorno e
prende ritmo il riposo.
ROSSO
Come il sangue che scorre
nelle vene e mi rallegra
l'animo al vederti.
Come la passione che
avvolge i nostri cuori
all'unisono.

Come l'amore mio che
ho per te.
Semplicemente, rosso
come il cielo del tramonto
che sta per addormentarsi.
ESTATE
La pioggia ha appena
accarezzato le foglie
con le sue dolci gocce
e la vita assume toni
nuovi.
L'estate si appresta ad
arrivare e rallegra le
anime perdute.
Voci esaltanti di bimbi
felici che giocano nel
verde della vita.
AUTUNNO
Colori caldi si sprigionano
dal vento e spazzano le
foglie dai viali come un
concerto.
Autunno sei arrivato
come ogni anno ben o
mal sperato. Ricordi
di una vita che riaffiorano.
Vortici di speranze innate
rimorsi di gioventù
perduti, celebrano
l'autunno della vita.

PRIMAVERA
Le ali delle rondini prendono
la direzione del ritorno al loro
nido con lo sguardo
di un bambino di fronte alla
natura.
La primavera è giunta, si
animano i cuori e rinvigoriscono
i colori, più tersi e variegati
che ravvivano il cielo e le vite.
Persi nell'attimo di poi
mano nella mano due cuori
respirano l'aria nuova, di una
stagione che sa di felicità.
INVERNO
Il freddo cala sulle città e
i cuori si riscaldano facendosi
posto nelle une e nelle altre anime.
Bianco di seta avvolge le vette
e il cielo grigio di pioggia
rattrista chi lo guarda assorto.
Il fuoco del camino ravviva
le sensazioni di calore ed
emozioni.
Veloce, con il ritmo del buon
pastore, sotterro le ansie
che mi avvolgono e lascio
che i ricordi facciano il loro
percorso.
TRAGUARDO
Lontano da me il tuo sguardo
mi suscita tristezza e pensiero
ovunque tu sia raggiungimi col
cuore e saremmo al traguardo
Una vita passata assieme, io e te
senza rimorsi o rimpianti giungiamo
al compimenti del traguardo di vita.

Come la nuvola muore nella pioggia
io affondo nel tuo cuore.
FUTURO
Cosa ne sarà di quel futuro
che presto o tardi ci raggiungerà?
Veloci ripensamenti di una sola
esistenza, colmano il cuore di gioia
e lo rendono fragile ma puro.
Futuro, o altro che sia, accompagna
nella nostra dimensione tutto quello
che ancora dobbiamo fare, come
lo scalatore che non sa quanti
passi compiere per la vetta.
DOMENICA
Le campane siglano la festa
il cuore riempito di gioia
si illumina come il sole
dona le prime luci dell'alba.
E' Domenica e la gente sorride
il dì di festa è a suo compimento.
Fiori primaverili sbocciati, suoni
colorati dalla gioia, canti di bimbi
felici.
E' Domenica, la vita si accende.
SARAJEVO
Sordi rumori attirano le genti
non sanno che sono bombardamenti
il sangue scorre come oro colato
e le macerie cadono in un forte boato.
Nascosti in ripari di fortuna
bimbi tremanti dalla paura
la guerra è l'orrore umano
di chi non ha mai capito
quanto sia importante prendersi
per mano.

Scatti veloci attanagliano i reporter
non facendo attenzione a chi è
armato di revolver.
PACE
Che in simbolo di pace
tutti possano capire
quanto due mani
stretta abbiano un gran
significato.
Che con la pace si
illumini il cuore dei
più duri e abbassino
le armi della morte.
Che senza pace l'odio
distruggerà anche loro
stessi e con le loro stesse
mani sarà troppo tardi.
NELLA LUCE DI CHI
Nella luce di chi impareremo
ad amare senza dimenticare
la dignità di noi stessi?
Nella luce di chi impareremo
a volere il bene di tutti
senza dimenticare la stima di
noi stessi?
Nella luce di quali occhi vivrò
amando e sospirando ogni
giorno, attendendo il suo ritorno
Nella luce di chi potremo
capire che il nostro cuore
non sarò più solo e arrabbiato?
VERITA'
La poesia dona verità
a chi non ne ha, senza

giri di parole dona anche
a chi già sa.
Quella che indica il cuore
non sarà mai semplice
poesia ma amore smisurato
INIZIO
Gloria ai monti e alle loro cime
innevate con l'inizio dei colori
invernali e la fine del tepore
estivo.
L'inizio di una nuova vita
è come il lancio di un nuovo
oggetto: non saprai mai che
destino avrà.
FINE
Non si finisce di amare quando
si ama senza pensiero, ma le anime
si cercano come le rime verso il
poeta.
Non ci sarà mai fine ai ricordi
perché annidati dentro di noi
come piccole gocce d'acqua
in un oceano.
Dimenticare non sarà mai una
fine ma l'inizio di un percorso
di vita come la partenza
da una città per una strada nuova
e sconosciuta.


Documenti correlati


Documento PDF del mare e della terra
Documento PDF giornalino
Documento PDF paulo coelho manuale del guerriero della luce
Documento PDF vademecum referendum abrogativo 17 aprile 2016
Documento PDF congestion charge
Documento PDF presentazione escursioni 2015


Parole chiave correlate