File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



E stato un sogno... o no.pdf


Anteprima del file PDF e-stato-un-sogno-o-no.pdf

Pagina 1 2 3 45652

Anteprima testo


ATTO 1

Mario: Sono le zucche che addobbano la festa di stasera, no? Certo che anche il suo
costume, non è male. Si accomodi pure al tavolo che arrivo subito.
Nino: Zucche... festa in maschera... il mio costume... boh?
(scena quarta)
Mario esce verso il retro. Nino siederà impettito come un paletto. Il tipo al
bancone richiamerà l'attenzione di Nino.
Giò: Pssss... pssss... oéh, figlio dei fiori!
Nino: Chi io?
Giò: Proprio tu. Con quei capelli, tu puoi essere solo un figlio dei fiori. Intanto andrà al
tavolo di Nino.
Nino: Grazie per il complimento. Con tutta modestia posso ritenermi bello, quello sì ma,
non sono un figlio dei fiori. I miei genitori sono belle persone, ma non sono fiori.
Giò: Spiritoso. Porge la mano. Io mi chiamo Giò Dispaccio, per gli amici Giò.
Nino: Piacere, io sono Nino Stissio, per gli amici Nino.
Giò: E bravo Nino... senti, ho qualcosa per te, roba che ti tira su il morale e le membra.
Nino: Ne avrei proprio un gran bisogno. Sentiamo.
Giò: mostra una piccola scatola. Gradiresti un po' di neve da aspirare col naso...
Nino: Vi ringrazio signore ma, gia c'è nebbia e fa un gran freddo, ci mancherebbe solo
la neve, nel naso per di più!
Giò: Che cosa hai capito? Questa è polvere magica da aspirare per sballarsi un po'.
Nino: Non ho mai aspirato neppure il tabacco, figuriamoci la polvere, anche se magica,
chissà quanti starnuti.
Giò porge una scatoletta a Nino con un fare da amicone.
Nino: Mentine? Grazie quelle mi piacciono tanto.
Giò: Macché mentine! Queste sono extasi... acido.
Nino: Temo che poi mi brucerà lo stomaco. L'acido no. Grazie.
Giò: Va be, ho capito. Tu sei un tipo all'antica, e vuoi ancora della vecchia e cara erba.

-2-