File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Tutti i nodi vengono al pettine.pdf


Anteprima del file PDF tutti-i-nodi-vengono-al-pettine.pdf

Pagina 1...4 5 67848

Anteprima testo


Scena 3a
Franco entra dalla porta che conduce alle stanze.
Franco: Buongiorno mamma e papà, ciao Elena. Accenna mestamente un saluto
con il capo.
Anna: Siediti Franco. Il caffè è pronto portandogli la tazzina.
Dai, bevilo che è ancora caldo.
Elena: Io scappo. Ciao papà e nonni e bacia tutti. Noi ci vediamo più tardi.
Tutti salutano Elena. I nonni si prodigano in consigli. Stai attenta, mi
raccomando, ecc.
Scena 4a
Franco: Oggi non esco da casa. Non vado nemmeno in comune.
Anna: Perché? Non stai bene? Hai la febbre? C’è qualcosa che ti fa male?
Giulio: Hai forse passato una notte agitata? Dovresti assentarti qualche volta dai
consigli comunali, almeno quelli che non richiedono la tua presenza di
sindaco. Così potresti andare a letto presto oppure presiedere al consiglio di
una bella signora, che forse riuscirà a farti sorridere.
Anna: Ti prego Giulio. I tuoi consigli tienili per te. Il nostro Franco è l’architetto
dell’Impresa Valdo e sindaco del paese, con tutte le preoccupazioni che ne
derivano, E non è il “Falegname” Giulio Tavelli che tutti i giorni mi porta in
casa tanta segatura da pulire ed è bravo solo a dire la sua frase storica: Allora
bella gente. Si mangia?
Giulio: Anna ascolta. Lui è diventato un architetto e anche sindaco, perché Giulio il
"Falegname”, oltre alla segatura, ha portato in casa anche i soldi per farlo
studiare e per permettergli di sposarsi. Dopo sedici anni, è ritornato in casa
nostra, con Elena. E’ vero, noi siamo sempre la sua famiglia, ma lui, ha
ricominciato a darci le preoccupazioni di un adolescente. Solo che allora,
eravamo giovani anche noi. Invece adesso, avremmo anche tutto il diritto di
non avere certi più problemi.
Franco: Non litigate per favore. Il papà ha ragione, perché in questi ultimi tempi le
cose non stanno andando bene, sia in comune ma, sopratutto in ufficio. La
6