File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Voglio fare una sorpresa.pdf


Anteprima del file PDF voglio-fare-una-sorpresa.pdf

Pagina 1 2 3 45631

Anteprima testo


davanti a loro quando saranno qui tutti assieme. Si voglio proprio fare una grande
sorpresa. Ridendo e sfregandosi le mani torna a letto.
Scena terza
Entra in stanza l'infermiera, nota che il panino non c'è più. Ed è finito pure il vino.
L'infermiera mette le mani sui fianchi. Spazientita. Chiama: Signor Mario?
Si sente una voce da fuori: Si?
Giusy: Può venire qua subito? Anzi dica di venire anche a sua moglie!
Scena quarta
Entrano in camera Mario e Teresa, i genitori di Giovanni.
Mario ironicamente: Ma che succede? S'è svegliato Giovanni?
Teresa: Smettila di fare del sarcasmo! Magari si svegliasse.
Mario: E che ne sai tu? I miracoli sono sempre avvenuti. O no?
Teresa: Magari. Poi rivolgendosi all'infermiera: Giusy, perché ci hai chiamato?
Giusy: Vi ho chiamati per riconfermarvi che oltre che essere la curante di vostro figlio,
sono anche la vostra curante.
Mario: Certo. E allora?
Giusy: E allora signor Mario, io ho in cuore la sua salute, ma se lei di nascosto mi mangia
il pranzo e si beve una bottiglia di vino, la sua salute va in malora.
Mario: Io non so di cosa stai parlando.
Giusy: C'era qui ciò che era il mio pranzo, e non c'è più. La bottiglia era piena, e ora è
vuota.
Mario: E cosa centro io?
Teresa "Cosa c'entro io" dice! Sei sempre il solito avido e ladro e falso. Vergognati!
Mario: Voi pensatela come credete. E dico, non sono stato io. Sarà stato il maggiordomo.
Giusy: Il maggiordomo non c'è. Entra in servizio più tardi.
Teresa: E allora sarà stato Giovanni che s'è svegliato un momento e s'è accorto di avere
una fame da lupi e ha mangiato e bevuto tutto. Sai, dopo tre anni di digiuno.
Mario: Vi dico che io non ho mangiato nulla da stamattina, e adesso sono le tre e ho
fame.
Teresa: Per il tuo bene salterai pure la cena.