File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



LOLITA STORY n°24 .pdf


Nome del file originale: LOLITA STORY n°24.pdf
Autore: franz

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Acrobat PDFMaker 11 per Word / Adobe PDF Library 11.0, ed è stato inviato su file-pdf.it il 26/09/2015 alle 17:00, dall'indirizzo IP 80.181.x.x. La pagina di download del file è stata vista 944 volte.
Dimensione del file: 111 KB (2 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Lolita Story n°24
Autore: P.Ghelardini - M.Truscia; G.Malagutti
Editore: Galax Editrice
Anno di pubblicazione: Aprile 1982
Pagine: 100 (compreso cover)
Tavole: 96T – b/n
Formato: 21 x 15
Rilegatura: Brossurato
Prezzo di copertina: £ 1000
Note: Fumetto pornografico in edizione tascabile facente parte della collana “I Giganti del Fumetto”, pubblicato dalla Galax
Editrice (ex EmmeVi/Galassia), uscito quasi in contemporanea con il numero uno, edizione originale, del mensile Martin
Mystère. “Lussuriose”, il racconto contenuto in questo numero, si segnala per la presenza del detective dell’impossibile
e del suo inseparabile assistente all’interno di una vignetta, seppur (tranquillizzo i puristi del personaggio di formazione
bigotta) in qualità di spettatori passivi. Riflettendoci più attentamente, memori dei trascorsi turbolenti del giovane Martin
con l’altro sesso (per tacer di Java), mai esordio ha trovato terreno migliore. Perché di questo si tratta: il primo CAMEO
assoluto di Martin Mystère, “mysteriosamente” avvenuto all’interno di un porno-fumetto (negli anni ’80 l’erotico evolve in
pornografia esplicita).
Premetto che le informazioni sulla data precisa della distribuzione va presa con “riserva”: la Galax, purtroppo, a differenza
di altre realtà più blasonate come la concorrente Edifumetto, era una piccola casa e, al pari della mediocre “qualità
artistica” del prodotto, non perdeva tempo nella pubblicazione di rubriche, o anche solo dei “credits”. Dai dati frammentari
raccolti, la collana pare essere composta da 24 numeri, aventi periodicità mensile/quattordicinale/varia, nell’arco di tempo
che va dal1979 al 1982. La prova della contemporaneità del “tascabile” col fumetto ufficiale deriva dal fatto che Malagutti
ricorda d’aver visionato Lolite Story n°24 durante il Children Bookfair di Bologna, evento che si svolge da quasi mezzo
secolo la prima settimana di Aprile.
Mystero anche sulla presenza dell’ineffabile duo. Lo stesso Giancarlo Malagutti ricorda l’episodio vagamente. Tuttavia, pur
riconoscendo che i disegni sono al 99% opera di Manlio Truscia, non esclude che la “citazione” possa essere una sua
“zingarata”. Fan/amico di Alfredo Castelli e (lui stesso) futuro autore per Martin, egli ha infatti vissuto in prima persona la
genesi del personaggio, forte anche della collaborazione con Zaniboni, uno dei disegnatori in “prima linea” per tentare di
dare una fisionomia ufficiale al biondo detective. L’ipotesi più plausibile è che quel mattacchione di Giancarlo Malagutti
abbia omaggiato il Maestro (vedi titolo sul quotidiano) e la sua neonata opera con questo “colpo di mano”. Ricordiamo
infatti che, in una sua intervista passata, l’autore dichiarò “non ufficialmente” d’aver inserito una boccetta di pillole
anticoncezionali sul comodino di Eva Kant, in un non precisato numero di Diabolik. Per un genere in cui l’arte del plagio e
l’aggiramento del copyright era una regola, probabile (e scusabilissima) la possibilità di trovarsi di fronte ad un innocente
omaggio “clandestino”.


LOLITA STORY n°24.pdf - pagina 1/2
LOLITA STORY n°24.pdf - pagina 2/2

Documenti correlati


Documento PDF lolita story n 24
Documento PDF n o r m a l 0 0 0
Documento PDF sunto 5 english italiano pdf
Documento PDF fassa news estate 2014
Documento PDF sunto 7 di nuda storia
Documento PDF disegno tecnico chieregato marco


Parole chiave correlate