File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



decreto sempl1 .pdf


Nome del file originale: decreto sempl1.pdf
Titolo: Allegato B.doc

Questo documento in formato PDF 1.3 è stato inviato su file-pdf.it il 16/10/2015 alle 09:50, dall'indirizzo IP 94.39.x.x. La pagina di download del file è stata vista 774 volte.
Dimensione del file: 15 KB (1 pagina).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


B
DECRETO SEMPLIFICAZIONI
DECRETO LEGGE 2 MARZO 2012, N.16

ART.4 FISCALITA’ LOCALE

L’addizionale comunale IRPEF deve essere nota entro il
20 Dicembre dell’anno cui si riferisce;
potrebbero aumentare i tributi locali in attesa del
federalismo fiscale;
è fatto salvo il rimborso sul gettito ICI sulla prima casa
per i Comuni delle regioni a statuto speciale

o
o

o

ART. 7 AMMINISTRAZIONE AUTONOMA DEI
MONOPOLI DI STATO

ART.5 STUDI DI SETTORE

Le integrazioni agli Studi di settore devono essere pubblicate entro il
30/04/2012.
L’accertamento induttivo si applica nei confronti dei seguenti soggetti:
o contribuenti che non presentano il modello per la comunicazione
dei dati richiesti dagli studi di settore;
o contribuenti che presentano il modello con dati omessi o infedeli;
o contribuenti che indicano cause di esclusione o inapplicabilità non
esistenti;
o contribuenti che compilano un modello infedele tale da
comportare una differenza superiore al 15%.

ART.8 MISURE DI CONTRASTO ALL’EVASIONE

A) OMESSA EMISSIONE DI FATTURE, RICEVUTE O SCONTRINI

o Verrà elaborata una lista dei contribuenti segnalati più volte
Il Ministro dell’Economia, dovrà sentire il parere del Consiglio di
Stato per i profili di legittimità relativi agli oggetti:
o schemi degli atti di gara per il rilascio di concessioni
(giochi pubblici);
o schemi di provvedimento.

all’Agenzia delle entrate.
B) PARTITE IVA INATTIVE: CESSAZIONE D’UFFICIO
o Si individuano i titolari di partita IVA che non hanno
presentato la dichiarazione di cessazione e comunica agli stessi
che provvederà alla cessione d’ufficio della partita IVA, salvo che
il contribuente non fornisca informazioni entro 30gg dal
ricevimento della comunicazione.
C) REGISTRO: SOMME DOVUTE A SEGUITO DI ACCERTAMENTO

G) ATTIVITA’ FINANZIARIE DETENUTE ALL’ESTERO
o

prima,a cessioni, risoluzioni o proroghe possono essere
richieste entro il 31/12 del quinto anno successivo alla data di
scadenza.

D) ESTRATTI CONTO BANCARI
o

o

Viene abbassato da 10mila a 5mila euro annui il limite
superato il quale la compensazione può avvenire
esclusivamente attraverso i servizi telematici
dell’Agenzia delle Entrate, a decorrere dal sedicesimo
giorno del mese successivo a quello di presentazione
della dichiarazione/istanza da cui emerge il credito. La
novità si applica ai crediti annuali del 2011 e a quelli
infrannuali del 2012.

Viene modificato il comma n.3 dell’art.64 del d.lgs 30 Luglio 1999
n.300, che definisce le competenze istituzionali dell’agenzia del
territorio in materia di Osservatorio del mercato immobiliare e dai
servizi estimativi.
o Le attività di valutazione immobiliare per le
amministrazioni
pubbliche
sono
di
competenza
dell’Agenzia del demanio;
o Le attività di valutazione immobiliare e tecnico-estimative
richieste dalle amministrazioni pubbliche (art.1, co. 2,
d.lgs 30 Marzo 2001 , n.165) sono di competenza
dell’Agenzia del territorio;
o Le suddette attività sono regolare da accordi che
prevedono il rimborso dei costi sostenuti dall’Agenzia
competente.
o Per le unità immobiliari urbane a destinazione ordinaria,
prive di planimetria catastale, l’Agenzia del territorio
procede alla determinazione di una superficie
convenzionale. Il tributo comunale sui tributo sui servizi
corrispondente viene corrisposto a titolo di acconto (tale
procedimento si applica anche a quelle unità immobiliare
per le quali è stata attribuita la rendita presunta art.19, co.
10, decreto legge 31 Maggio 2010).
o Le dichiarazioni relative all’uso del suolo devono essere
stabilite dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia del
territorio, sentita l’AGEA, entro 90 gg dalla data di entrata
in vigore del medesimo decreto.

ART.9 POTENZIAMENTO DELL’ACCERTAMENTO IN
MATERIA DOGANALE

o Le some dovute, se relative ad annualità successive alla

Sui c/c e libretti di risparmio detenuti in Paesi Ue o in
Paesi aderenti Spazio economico europeo, l’imposta sul
valore delle attività finanziarie sarà di € 34,20.
H) CREDITO IVA: RIDUZIONE DEL LIMITE PER
LACOMPENSAZIONE

ART.6 ATTIVITA’ E CERTIFICAZIONI IN MATERIA
CATASTALE

E)

Gli estratti conto bancari non sostituiranno le scritture
contabili.

BOLLO SU DEPOSITI BANCARI E POSTALI
o

Verrà applicata l’imposto di bollo dell’1%0 per il 2012 e
dell’1.5%0 dal 2013.

F) IMMOBILI SITUATI ALL’ESTERO
o L’imposta non è dovuta se l’importo calcolato non supera i
200€;
o Riduzione dell’aliquota dallo 0.76% allo 0.4% per i soggetti
che lavorano all’estero per l’Italia.

Gli uffici doganali, hanno il potere di svolgere, oltre a
verifiche sulle dichiarazioni doganali relative a merci ancora
presenti negli spazi doganali, controlli successivi sulle
dichiarazioni il cui accertamento è divenuto definitivo e le
merci sono lasciate a disposizione degli operatori
economici.
Con tale articolo si intende estendere questo potere di
controllo infatti a tali uffici è riconosciuta la facoltà di
richiedere agli istituti di credito dati e informazioni utili per
la ricostruzione della provenienza e destinazione delle
merci, nonché informazioni sui soggetti che svolgono tale
attività , l’entità dei flussi finanziari ,etc.


Anteprima del documento decreto sempl1.pdf - pagina 1/1

Documenti correlati


Documento PDF 3840
Documento PDF ispett lavoro
Documento PDF ispett lavoro 1
Documento PDF congedo 2015
Documento PDF parte ii n 32 del 12 08 2015
Documento PDF provvedimento n 114710 2016


Parole chiave correlate