File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



DILAZIONE CARTELLE PAGAMENTO DECRETO ATTUATIVO DELEGA FISCALE Riforma riscossione nuova riammissione dilazione ruoli DLGS 24 09 2015 n159.pdf


Anteprima del file PDF dilazione-cartelle-pagamento-decreto-attuativo-delega-fiscale-riforma-riscossione-nuova-riammissione-dilazione-ruoli-dlgs-24-09-2015-n159.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Anteprima testo


Concentrazione della
riscossione
nell’accertamento

Intervenendo sull’art. 29, D.L. n. 78/2010, viene
modificata la previsione che attribuisce la
qualifica di titolo esecutivo all’avviso di
accertamento trascorsi 60 giorni dalla notifica
dell’atto, collegando il suddetto effetto al termine
utile per la proposizione del ricorso.
Viene poi cancellata la sospensione legale
dell’esecuzione rispetto ad atti di accertamento
esecutivi non impugnati e, dunque, in presenza di
affidamento di somme dovute a titolo esecutivo.

Dal 22 ottobre 2015

In un’ottica di semplificazione del flusso
informativo, il decreto introduce la possibilità
che la comunicazione di avvenuto affidamento
delle somme da parte dell’ente creditore
all’agente della riscossione possa essere
recapitata al debitore, oltre che con
raccomandata semplice, anche con posta
elettronica ordinaria o certificata.
Da ultimo viene eliminata la previsione di
decadenza per l’esercizio dell’attività esecutiva in
precedenza fissato al 31 dicembre del terzo anno
successivo a quello in cui l’accertamento è
divenuto definitivo.

Sospensione
amministrativa e
giudiziale della
riscossione

La sospensione delle sanzioni conseguenti alla
condotta illecita penalmente rilevante dei
professionisti (quali commercialisti e avvocati),
prevista dall’art. 1, legge n. 423/1995, sarà
svincolata dal preventivo pagamento delle
imposte da parte del contribuente
potenzialmente truffato. In un’ottica più generale,
inoltre, il decreto riscrive le fasi procedurali per
l’ottenimento della sospensione, in relazione alla
quale viene eliminato l’obbligo per il
contribuente di prestare opportuna garanzia.

Per le dilazioni
concesse a decorrere
dal 22 ottobre 2015 e
ai piani di rateazione
in essere alla stessa
data

I termini di prescrizione e di decadenza previsti
per l’irrogazione delle sanzioni e per la relativa
riscossione saranno sospesi fino al 31 dicembre
dell’anno successivo alla data in cui è divenuto
definitivo il giudizio penale o civile a carico del
professionista.

Rateazione dell’imposta
di successione

Con la sostituzione dell’intero art. 38, D.Lgs. n.
346/1990, vengono uniformate le disposizioni
sul pagamento e la rateizzazione dell’imposta di
successione alle novità introdotte dal decreto,
inclusa l’applicabilità del nuovo art. 15-ter, D.P.R.
n. 602/1973 in materia di lieveinadempimento.

Dal 22 ottobre 2015

In base alla normativa vigente, per accedere alla
rateazione deve essere effettuato un versamento
non inferiore al 20% dell’imposta liquidata e, per
l’importo residuo, è possibile richiedere la
dilazione del pagamento per un periodo massimo
di 5 anni (con rate annuali), a partire
dall’apertura della successione. Le novità
introdotte prevedono che il debito
4