File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Giornalino definitivo.pdf


Anteprima del file PDF giornalino-definitivo.pdf

Pagina 1 2 3 45616

Anteprima testo


giornalino new volley n2_DEF.pdf

4

28/10/15

16:42

di Ermesto di Girolamo

LA GRINTA DEL VICECAPITANO
ALESSANDRA FOCOSI: “Siamo vive e vogliamo vincere”

A

20 anni si ha una vita davanti. Ci sono obiettivi da raggiungere e sogni da
coltivare. Ma soprattutto è l’età giusta per imparare e crescere. Nello sport, ma praticamente in tutta la nostra esistenza, serve avere al proprio fianco la persona giusta.
Quella che con una mano ti porta a diventare una persona migliore. Una giocatrice in
grado di fare la differenza. Una palleggiatrice eccellente. Alessandra Focosi è una
ragazza solare e timida ma soprattutto una atleta esemplare. Ha avuto la fortuna di
allenarsi con la più brava alzatrice della Serie A2, Elena Drozina, ma il futuro è suo. A 20
anni ha già vinto quello che altri continuano a sognare. La Coppa Italia con il Bisonte
San Casciano e i play off per la promozione con la New Volley Aversa sono per ora
solamente un piccolo palmares di una pallavolista che potrà dire la sua nel mondo del
volley italiano.

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

DALLA PASSIONE
NATA GRAZIE AD
UN CARTONE
ANIMATO:
"MILA E SHIRO
MI HANNO
FATTO SCOPRIRE QUESTO
MERAVIGLIOSO
SPORT"

L'HOBBY È QUELLO
COMUNE A TUTTE
LE DONNE:
"ADORO FARE
SHOPPING".
L'ULTIMO FILM
VISTO?
"I MINIONS,
SONO
FANTASTICI"

Alessandra Focosi inizia a giocare abbastanza presto. Ogni anno gioca in una
categoria superiore. Parte col Fucecchio in Serie D nella stagione 2010/2011 e
viene promossa in Serie C. Poi la B1 con Casciavola e quindi la stagione da
ricordare col San Casciano. Prima dell’approdo nella città normanna alla corte di
coach Luciano Della Volpe. Ma da dove parte questa passione?
“Ho scoperto la pallavolo guardando il pomeriggio il cartone animato “Mila e Shiro”. Mi
ricordo come se fosse ieri che chiesi a mia mamma di portarmi in palestra che era
lontana da casa mia appena due minuti. Mi divertii molto quel giorno e continuai ad
andarci sempre con la voglia di crescere e di imparare. Tutta la mia famiglia è appassionata di pallavolo e quando può mi segue dovunque”.
Quali sono i momenti più belli legati alla pallavolo?