File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



VADEMECUMcamminante.pdf


Anteprima del file PDF vademecumcamminante.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6

Anteprima testo


proprie comodità, in un Cammino tutta la giornata è un’incognita e bisogna calcolare nelle probabilità anche
possibili difficoltà di accoglienza che andranno ad assommarsi a quelle fisiche.
Allenarsi, quindi, almeno per un paio di settimane e per una ventina di chilometri al giorno con diversità
ambientali ed un peso crescente dello zaino, è importante prima di iniziare un Cammino. Si ha, così, anche la
possibilità di provare gli scarponi e l’attrezzatura in genere per evidenziare eventuali problematiche
tecnico/fisiche.

III.

Preparazione tecnica

La regola base da seguire per calcolare l’attrezzatura da mettere nello zaino è tener presente il peso, il
volume e la funzionalità dei singoli elementi. È questa, una delle più importanti fasi per la preparazione di un
Cammino.
Elenco dell’attrezzatura consigliata:
1. zaino 60+10 lt
20. n. 2 pantaloni/calzoncini con cintura omni free
2. poncho antipioggia
21. n. 2 magliette intime
3. sacco a pelo (in alternativa del lenzuolo sacco)
22. n. 3 slip
4. lenzuolo sacco (in alternativa del sacco a pelo)
23. n. 3 calze
5. modulo/materassino sotto sacco a pelo
24. calzoncino pigiama
6. telo di sopravvivenza
25. occhiali da sole
7. cuscino gonfiabile (o federa porta cuscino)
26. caricatore per cellulare
8. asciugamani
27. spina elettrica specifica dei territori da
9. coltello multiuso (con cucchiaio-forchetta)
attraversare con relativa presa
10. fischietto
28. spina/presa tripla
11. torcia frontale
29. cordino per stendere il bucato
12. spry anti cani selvaggi
30. trousse igiene personale
13. scarponi trekking collaudati
31. trousse domestico (spille da balia – ago – un
14. sandali trekking/riposo
rocchetto di filo – bottoni)
15. bastoncini trekking ammortizzati
32. pinzetta per zecche
16. cappellino per sole
33. repellente per insetti
17. giubbotto antivento e antipioggia
34. n. 2 fazzoletti bianchi
18. giacca-pile
35. Collare scaldacollo (temperature basse)
19. n. 2 camicie (anche con maniche lunghe 36. borraccia
accorciabili)

DESCRIZIONE DELL’ATTREZZATURA:
1. Zaino – Lo zaino deve necessariamente svilupparsi in lunghezza. In questo modo non si sottopone il
corpo all’effetto della forza centrifuga determinata dall’oscillazione del passo. Si consiglia una capienza di
60 + 10 lt. La ricerca dello zaino migliore è importantissima perché esso deve diventare un tutt’uno col
proprio corpo. E, quindi, pesare il meno possibile (vuoto intorno a 1 kg) e perciò fatto di materiale
all’avanguardia; gli spallacci imbottiti e tutta la fascia sulla schiena regolabile in lunghezza; fascia ventrale
molto ampia; cordini e fermi sottili e robusti; due sacchette esterne laterali (possibilmente a retina) in cui
posizionare le due bottiglie d’acqua; coprizaino per la pioggia, due cordini pendenti per aggrapparsi e
rilassare i muscoli delle braccia.
2. Poncho antipioggia – si consiglia un poncho con contenitore dello zaino e con maniche apribili con le
clips e cappuccio con cordino per stringerlo attorno al viso e visiera per evitare le gocce negli occhi. Alcuni
tipi sono con interno argentato utile per comporre una tettoia protettiva in caso di sosta al sole.
3. Sacco a pelo – sempre per contenere peso e spazi, vi sono dei prodotti ottimi con imbottitura sintetica
(migliore perché non forma grumi) o di piumino d’oca che, chiusi nel sacchetto, occupano uno spazio di
20x12 cm e pesano circa 600 gr.

3