File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



TIGLIO .pdf


Nome del file originale: TIGLIO.pdf
Autore: Paolo Impellizzeri

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Word 2010, ed è stato inviato su file-pdf.it il 21/01/2016 alle 09:24, dall'indirizzo IP 62.19.x.x. La pagina di download del file è stata vista 507 volte.
Dimensione del file: 223 KB (1 pagina).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


NOME
Tilia (Nome comune Tiglio)

ZONA DI CRESCITA:
Originaria dell'Europa e del Caucaso diffusa nelle zone collinari.

CARATTERISTICHE:
Essenza tenera, della famiglia delle latifoglie. Il legno è di color bianco sfumato di rosa, a fibra
omogenea e sottile, la tessitura è fine e la fibratura generalmente diritta. Il legno è indifferenziato
Gli anelli di accrescimento, discretamente individuabili, sono ampi e di decorso regolare. Le fini
specchiature dei raggi conferiscono alle sezioni radiali un aspetto sericeo.
Scarsamente resistente all'usura ed all'umidità.
Non resiste all'attacco degli insetti xilofagi e dei funghi.

PESO SPECIFICO:
650 Kg/m3

USI PRINCIPALI:
Utilizzato soprattutto nella falegnameria per la costruzione mobili, cornici, sculture, tasti per pianoforti,
oggettistica ecc.
L'utilizzo più caratteristico è quello dell'intaglio, sua caratteristica è infatti l'essere lavorabile sia
longitudinalmente che trasversalmente alle fibre. Nell'età del bronzo veniva utilizzato per la
costruzione di abitazioni, di armi ed anche di canoe, dato che era uno dei pochi legni facilmente
lavorabile con la pietra ed anche robusto, stabile e pieghevole.

LAVORABILITA’:
È ben lavorabile con tutti gli utensili, essicazione facile e rapida, ma con una certa tendenza alla
deformazione. La sfogliatura è possibile ma praticata raramente, la tranciatura non è utilizzata.
Qualche difficoltà nell’incollaggio a causa di un contenuto elevato di sostanze grasse.


Anteprima del documento TIGLIO.pdf - pagina 1/1

Parole chiave correlate