File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



IL LIBERO OSSERVATORE Capitolo III .pdf



Nome del file originale: IL LIBERO OSSERVATORE Capitolo III.pdf

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Office Word 2007, ed è stato inviato su file-pdf.it il 22/01/2016 alle 15:00, dall'indirizzo IP 151.25.x.x. La pagina di download del file è stata vista 465 volte.
Dimensione del file: 599 KB (3 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


CAPITOLO III
Un uomo sta ritirando i suoi bagagli all’aeroporto di Berlino, dopo aver fatto la tratta WashingtonBerlino. Ritirati i bagagli l’uomo si avvia verso l’uscita quando una voce gli fa “E’ così che si saluta un
vecchio amico Morrison?” quella voce proviene proprio da Opfer, che gli viene incontro abbracciandolo.
I due si conoscono. Morrison è un agente della Cia, è con Opfer ha lavorato a stretto contatto in Libia,
durante l’operazione Anatra.
Morrison- “Come hai fatto a sapere che sarei arrivato a Berlino?”
Opfer- “Sono pur sempre un agente segreto no?”
Morrison- “Già il migliore! Sono arrivato a Berlino per la storia della cellula terroristica che ha ucciso
l’ambasciatore russo. Brutta storia. A Washington sono preoccupati dal fatto che una cellula terroristica sia
potuta passare così inosservata. Vogliamo capire dove voi tedeschi e noi come supporto abbiamo sbagliato
affinchè non succeda più”
Opfer e Morrison passano la mattinata insieme pranzando in un noto ristorante della città, rammentando
dei vecchi tempi passati insieme e discutendo del recente caso dell’ambasciatore Ubitenkov.
Morrison rivela ad Opfer che Fawaz, l’irakeno che ha organizzato l’attentato, era fortemente sospettato
dalla stessa Cia di essere stato un combattente in Iraq e che più volte secondo quanto ne è a conoscenza
Morrison, la Cia avrebbe segnalato il sospetto ai Servizi segreti tedeschi, ma senza prove certe la Giustizia
tedesca non si era potuta muovere.
Opfer chiede a Morrison “Sai nulla di cosa sia Kaspar?”
Morrison lo guarda un po’ stizzito ma poi risponde “No! Perchè”
Opfer- “Mah nulla. Ho visto che un nostro funzionario aveva una cartella con questo nome”
Prima di congedarsi, Morrison abbraccia forte Opfer e gli fa “Nonostante tutto ricordati che tu mi hai
salvato la vita, e per questo te ne sarò sempre grato”

OPERAZIONE ANATRA, LIBIA
Il Servizio segreto tedesco, con Opfer tra i maggiori protagonisti, era riuscito ad infiltrarsi e a stringere
rapporti con alcuni combattenti libici. I tedeschi, sotto il patrocinio della Cia, forniva a tali ribelli armi e
soldi. In cambio essi informavano i tedeschi su armi, flussi di denaro e strategia di numerosi gruppi
terroristici che operavano dal Marocco all’Iraq e che in un modo o nell’altro si erano trovati a che fare con
i libici. L’operazione Anatra era dunque un ponte, un cavallo di Troia all’interno del terrorismo
internazionale di matrice musulmana. L’operazione Anatra era il vanto dell’Intelligence tedesca. Un
successo che le permetteva un rapporto dorato con i suoi colleghi americani.
Un giorno però un’importante funzionario americano, insieme al suo staff di 6 persone cui faceva parte lo
stesso agente segreto americano Morrison, fu catturato da quelli stessi ribelli libici per conto della cellula
terroristica araba Al-Alssahra. Non tutti i combattenti libici erano a conoscenza dell’accordo con i
tedeschi, e perciò l’opportunità di catturare degli americani, per di più pagati profumatamente dagli arabi
di Al-Alssahra, era stata per loro un’opportunità troppo ghiotta.
Per non compromettere i rapporti con i ribelli libici e per far si che il patto segreto tra servizi tedeschi e
libici non venisse alle orecchie dei terroristi di Al-Alssahra, l’Intelligence tedesca era disposta a
sacrificare quei prigionieri americani e a lasciare che i libici consegnassero i prigionieri a quelli di
Al-Alssahra sapendo che sarebbero finiti tutti uccisi.
Opfer però non ci stette. Provò comunque a contattare i capi libici con i quali c’era l’accordo
dell’operazione Anatra, affinchè essi richiamassero all’ordine il nucleo “impazzito” dei ribelli e non

consegnassero più loro i prigionieri a quelli di Al-Alssahra. Così infatti avvenne, e i prigionieri americani
furono tratti in salvo. Ma il segreto del patto tra servizi tedeschi e combattenti libici saltò perché ormai
sia quelli di Al-Alssahra nonché altri gruppi terroristici lo erano venuti a sapere, e l’operazione Anatra
dovette essere annullata.
Al suo rientro in Germania la posizione di Opfer fu vagliata attentamente dai suoi superiori, si pensò
addirittura di licenziarlo, ma poi la sua posizione fu ammorbidita e rimase operativo nell’Intelligence.

“Dobbiamo continuare ancora a cercare Fawaz?” chiede l’agente Regenschirm ad Opfer non appena esso è
rientrato nel suo ufficio.
Opfer- “Si, se riusciamo ad arrivarci prima noi. Perfino la Cia è sulle sue tracce, e quando oggi il nostro
responsabile della sicurezza riferirà il punto della situazione ai russi, anche il Servizio segreto russo si
metterà sulle sue tracce”
Intanto l’altro collega Mitarbeit propone “Possiamo intercettare la moglie dell’ambasciatore russo per
saperne di più sui giri del marito. Tecnicamente lei non è coperta dall’immunità diplomatica”
Opfer- “No. Evitiamo delle gaffe con i russi. La pista del terrorismo fondamentalista mussulmano è quella
giusta. Piuttosto ti ho chiesto di indagare sui conti correnti di Fawaz. Hai scoperto nulla? Irregolarità?
Fondi strani?”
Mitarbeit- “Ci sto lavorando. Sarà fatto”
Opfer- “In giornata voglio novità sull’argomento”

Qualche ora dopo, Opfer è in un furgoncino anonimo parcheggiato proprio fuori la moschea. Poco prima,
un marocchino è entrato nella moschea, ha lasciato le proprie scarpe sulla mensoletta dove ci sono le
scarpe di tutti i fedeli, ha recitato la sua preghiera e poi è uscito. Scalzo.
Quel marocchino è un collaboratore dei servizi segreti tedeschi, e non appena è uscito dalla moschea è
salito anche lui sul furgoncino. Egli ha lasciato nelle scarpe una microspia grazie alla quale Opfer,
Regenschirm, e altri 2 agenti possono ascoltare le intercettazioni ambientali tra i fedeli. Il furgoncino è
allestito come una stazione di ascolto e proprio il marocchino sta facendo loro da traduttore.
Opfer riceve una chiamata da Mitarbeit,
Mitarbeit- “Capo forse ci sono. Forse ho trovato delle stranezze nei conti correnti di Fawaz”
Opfer- “Non ora. Ti richiamo io più tardi”
Ma cosa distoglie così tanto Opfer proprio da un’informazione cui lo stesso teneva molto solo poche ore
prima?
Accade che il traduttore marocchino ha iniziato ad ascoltare e tradurre importanti frasi: “E’ stato davvero
lui”, “Ha sparato proprio lui”, “E’ stato Basel Bilal”, “E’ stato Bilal sicuramente l’ho sentito”
Spettegolando, alcuni fedeli con legami più o meno vaghi e ambigui con esponenti fondamentalisti, si
dicono certi che a sparare sia stato un certo Basel Bilal, un egiziano residente a Berlino.
Opfer è al settimo cielo. Opfer- “Presto informate la Base. Il presunto esecutore materiale è Bilal”
Opfer uscendo dal furgoncino richiama Mitarbeit.
Opfer- “Allora dimmi tutto”
Mitarbeit- “Ecco……… in realtà a dire il vero……… ecco mi sono sbagliato. Pensavo di aver trovato delle
stranezze nei conti di Fawaz invece mi sbagliavo”

Opfer- “Come? Ma che vuol dire?”, Opfer è in un misto di delusione e disincanto, sconfortato dall’illusoria
informazione che pensava di aver trovato, “Va bene. Non fa niente. Ci sentiamo dopo”
Dall’altro lato della cornetta intanto Mitarbeit riattacca, si guarda indietro e il colonnello americano
Whilegun gli da una pacca sulla spalla, rassicurandolo “Tranquillo”


IL LIBERO OSSERVATORE Capitolo III.pdf - pagina 1/3
IL LIBERO OSSERVATORE Capitolo III.pdf - pagina 2/3
IL LIBERO OSSERVATORE Capitolo III.pdf - pagina 3/3

Documenti correlati


Documento PDF il libero osservatore capitolo i
Documento PDF la scala del tono di ruth mintshull
Documento PDF estratto manuale amore infedele completo
Documento PDF mein kampf adolf hitler
Documento PDF alien interview 1947
Documento PDF oltreterra capitolo 1 2


Parole chiave correlate