File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



WILLIS GEORGE EMERSON, Il Dio fumoso o Il viaggio nella terra cava. Chicago, Forbes & Company, 1908..pdf


Anteprima del file PDF willis-george-emerson-il-dio-fumoso-o-il-viaggio-nella-terra-cava-chicago-forbes-company-1908.pdf

Pagina 1 23426

Anteprima testo


Dedicato
A
Il mio Amico intimo e Compagno
BONNIE EMERSON
Mia Moglie

IL DIO FUMOSO o il Viaggio nella Terra Cava

"È Dio che siede nel centro, sull'ombelico della terra, e lui è l'interprete della religione per tutta l'umanità".
Platone

PARTE PRIMA :
Prefazione dell'autore

Temo che questa storia, apparentemente incredibile, che mi accingo a raccontare, sarà considerata come il
risultato di una mente distorta, indotta, probabilmente, dall'attrazione che ha nel togliere il velo di un
meraviglioso mistero, invece di una sincera testimonianza, di un'esperienza ineguagliabile, raccontata da un
uomo: Olaf Jansen, la cui pazzia si è appellata alla mia immaginazione, nella quale i pensieri di un criticismo
analitico, si sono efficacemente dileguati. Marco Polo si rivolterà sicuramente nella tomba a questa strana
storia che sono chiamato a raccontare; una storia così strana, come un racconto di Munchausen. È anche
inopportuno che io, un miscredente, debba essere il solo a raccontare la storia di Olaf Jansen, il quale nome
è ora per la prima volta dato al mondo, e che tuttavia nel futuro, dovrà considerarsi come persona eminente
della Terra. Ammetto liberamente che il suo racconto non consente un'analisi razionale, ma ha a che fare
con il profondo mistero riguardante il gelato Nord, che per secoli ha ricevuto l'attenzione in uguale misura, di
scienziati e profani. Comunque, molte sono le differenze con i manoscritti cosmografici del passato, questi
scritti possono essere di riferimento con le cose che Olaf Jansen reclama di aver visto con i propri occhi. Mi
sono chiesto un centinaio di volte, se la geografia della Terra fosse incompleta e se lo sconvolgente
racconto di Olaf Jansen, possa essere un fatto dimostrabile. È comunque lontana la certezza che il narratore
possa aver raggiunto la convinzione che sia vero.
Può essere che la vera casa di Apollo non sia Delfi, ma in quel vecchio centro della Terra del quale Platone
parla: "La vera casa di Apollo è in mezzo agli Iperborei, in una terra di vita perpetua", dove la Mitologia ci
dice di due spiriti Santi che, volando dalle due opposte parti del mondo, si incontrano in questa bella regione,
la casa di Apollo. Davvero, secondo Hecataues, Leto: la madre di Apollo nacque in un'isola dell'Oceano
Artico, molto lontano dal Vento del Nord". Non è mia intenzione tentare una discussione della teogonia della
divinità, riguardante una precedente parte sconosciuta di questa terra, come venne vista e descritta dal
vecchio normanno, Olan Jansen.
L'interesse nelle ricerche del profondo Nord è di tutte le Nazioni. Undici Stati sono impegnati, o hanno
contribuito a farlo, nel pericoloso lavoro di cercare di risolvere uno dei misteri cosmologici rimasti, la Terra.
C'è un proverbio antico delle montagne che dice "la verità è più inspiegabile della finzione".