File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Nevicate nella Piana di Gioia Tauro .pdf



Nome del file originale: Nevicate nella Piana di Gioia Tauro.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da Writer / OpenOffice.org 3.0, ed è stato inviato su file-pdf.it il 03/02/2016 alle 20:13, dall'indirizzo IP 95.239.x.x. La pagina di download del file è stata vista 550 volte.
Dimensione del file: 63 KB (4 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Le ondate di gelo che hanno portato la neve
anche nella Piana di Gioia Tauro
Qui sotto c'è la lista completa delle nevicate che hanno colpito la Piana di Gioia Tauro
nell'ultimo secolo:



7 Febbraio 1901:
quel giorno una temperatura di -10°C a 850 hPa, apportò intense nevicate, come
accaduto 6 anni prima, in Sicilia e in Calabria fin sulle coste più miti. Nella Piana di
Gioia Tauro, la neve cadde sottoforma di nevischio a: Oppido Mamertina, a Palmi, a
Gioia Tauro, a Taurianova e Varapodio. Caddero 3 cm di neve a Cittanova.



1-2 Febbraio 1915:
una termica di -13°C a 850 hPa e -48°C a 500 hPa, apportò intense bufere di neve fin
sul porto di Gioia Tauro entrambi i giorni con 3 cm di accumulo, nelle altre località:
Oppido Mamertina e Varapodio 3 cm, a Palmi 5 cm, a Taurianova 4 cm, a Cittanova
10 cm e persino 36 cm a Delianuova. Nevicate che non si faranno più vedere nel
novecento



1-2-3 Gennaio 1942:
il giorno 1 Gennaio una sciabolata artica colpisce la Piana di Gioia Tauro con una
-10°C a 850hPa e -44°C a 500 hPa, apportando nevicate che raggiunsero 4 cm a
Cittanova, 22 cm a Palmi, 1 cm a Taurianova e nevischio a Oppido Mamertina,
Gioia Tauro e Varapodio. Il 2 il freddo si intensifica ulteriormente, ma con cieli
sereni, facendo in modo che le temperature si abbassano di più, e provocando gelate
diffuse a Rosarno e Rizziconi con -0,2°C, Cittanova +0,8°C, Palmi +2°C,
Taurianova +2,4°C, Oppido Mamertina, Varapodio e Gioia Tauro +4,8°C. Il 3
Gennaio arriva un'altra perturbazione, provocando nevicate a partire dai 600 metri di
Delianuova.



3-5 Marzo 1949:
questo fu il mese di Marzo più freddo del novecento (superato successivamente da
quelli del 2005 e del 2011), che apportò, per la prima e l'ultima volta nel novecento
neve a Marzo fin sulle coste, e persino con accumulo; la neve cadde a Delianuova già
il 2, ma furono il 3, che apportò nevicate a Cittanova e Palmi (senza accumulo), e il 5
quando nevicò, in mattinata perfino a Oppido Mamertina, Varapodio e Gioia Tauro,
anche con un accumulo di circa 1 cm. Tuttavia con il sole di Marzo la neve al suolo
non rimase più di mezz'ora e la temperatura massima raggiunse anche +17°C.













9-10 Febbraio 1956:
fu un'ondata di freddo che portò la neve fin su coste e pianure, ricoprendole per
qualche ora di bianco. Con un'isoterma di -9°C a 850 hPa e cieli sereni, il gelo
dominava la situazione. La temperatura scese abbondantemente sottomedia in tutta la
Piana di Gioia Tauro; +6°C a Oppido Mamertina, Gioia Tauro, Varapodio,
Taurianova e Palmi e +4°C a Cittanova, -0,4°C a Rosarno. Ma fu il 10 Febbraio il più
freddo di quell'inverno. Nella notte tra il 9 e il 10 già scese alla quota di Cittanova; in
mattinata scese ulteriormente imbiancando l'Aspromonte dalle sue pendici. In serata
la neve raggiunse persino Palmi, Oppido Mamertina, Gioia Tauro, Taurianova e
Varapodio. In queste località un accumulo di quasi 1 cm durarono circa fino alla
mattinata dell'11, e fino al 15 sui tetti, in quanto le temperature massime non salirono
sopra +15°C in questi 5 giorni.
30 Gennaio 1963:
il 1963 era iniziato molto mite, con temperature che rangiunsero anche +24/25°C.
Tuttavia, la fine del mese di Gennaio si presentò piuttosto fredda, se non gelida, tanto
che nella Piana di Gioia Tauro era assimilabile a quella del 1956. Il giorno 30
nevicava contemporaneamente in tutta la Piana, da Delianuova a Gioia Tauro. A
Delianuova l'accumulo fu di 10 cm, mentre a Cittanova e Taurianova di 2 cm, a
Palmi 1 cm, a Varapodio, Oppido Mamertina e Gioia Tauro 0,5 cm.
30-31 Gennaio e 1 Febbraio 1999:
fu la terza ondata di freddo più forte dell'intero novecento, sotto solamente a quella
del 1915 e del 1949, ma non per intensità di neve, ma soprattutto per durata e per le
temperature. Infatti l'accumulo di neve c'è stato solo a Delianuova (15 cm) e
Cittanova (1cm), ma i giorni di neve (3) e le temperature sono scese per 3 giorni di
fila sotto i +4°C e le massime non superarono +14°C. Ma il freddo continuò fino alla
fine di Febbraio, con due brevi tregue intorno al 10 e al 21. In questo frangente le
minime sono quasi sempre state sotto +12°C e le massime sotto +17°C.
22 Gennaio 2002:
in quel giorno la neve scese per la prima volta nel XXI secolo sulla Piana. Caddero
18 cm a Delianuova, 70 cm a Gambarie d'Aspromonte e 5 cm a Cittanova. Ma ci fu
pioggia mista a nevischio e graupel persino a Palmi, Taurianova, Oppido Mamertina,
Gioia Tauro e Varapodio. Comunque, fa impressione vedere la neve nella Piana dopo
solo 3 anni.
8 Marzo 2005:
fu il Marzo più freddo dal 1900 nella Piana; in questa ondata di gelo la neve cadde
solamenta il giorno 8, con 2 cm a Cittanova e 10 cm a Delianuova; nel resto della
Piana solo graupel. Ma i giorni più freddi furono il 9, ma soprattutto il 10 Marzo,
uando a causa di cieli sereni, in occasione di correnti più miti, si venne a creare un
cuscinetto freddo, che apportò un'inversione termica, e quindi freddo e gelo fuori
stagione. Le temperature minime si mantennero molto basse in tutte le zone, dai
-0,7°C di Delianuova ai +7,6°C di Varapodio, Gioia Tauro e Oppido Mamertina del
giorno 9, e dai -1,8°C di Delianuova ai +7°C di Varapodio e Oppido Mamertina del
giorno 10.
14-15 Febbraio 2009:
fu la più forte ondata di freddo verificatesi nel secolo in corso (inferiore solo ai
successivi Febbraio 2012, Dicembre 2014 e Febbraio 2015), anche se la quota neve









fu superiore del 2002, ma rispetto a quest'ultima la temperatura rimase più fredda per
più giorni. Il 14 la neve mattina la neve scese già ai 800 metri di Delianuova
superiore; in serata era già arrivata la prima spruzzata a Delianuova. Ma il vero gelo
fu tra la notte del 14 e la mattina del 15, quando cadde nevischio, tuttavia senza
accumulare e durato solo 2 minuti, a Cittanova; graupel persino più in basso, fino a
Gioia Tauro, ma soprattutto a Delianuova, che fu sotto una storica nevica di 40 cm di
accumulo (misura superata solo nel Febbraio 2015), che la fa risultare la più grande
dal 1900 fino al 2009.
16 Dicembre 2010:
pur non essendo stata molto significativa, quel giorno provocò una nuova
intensissima nevicata nella zona di Delianuova, soprattutto alla zona chiamata in
dialetto locale ''puntuni di scutu'', che come ha dimostrato il reportage di IlMeteo, la
neve ha raggiunto 30 cm.
14-15 Febbraio 2012:
fu la terza più grande ondata di freddo degli anni 2000. Il 14 la neve scese a
Delianuova già in mattinata, con 2 cm di accumulo. La sera, verso le 19, la neve
cominciò a cadere molto fitta, con 5 cm di accumulo; sepre in serata verso le 23, la
neve raggiunse anche Cittanova (1-2 cm di accumulo) e addirittura Palmi (solo
nevischio), imbiancando quindi l'Aspromonte dalle pendici. Per le restanti zone è
caduto graupel o gragnola. Il 15 la quota neve salì già dalla mattinata, ma un'altra
spruzzata c'è stata a Delianuova verso le 7. Per quanto riguarda le temperature, le
minime sono andate dai -2°C di Delianuova ai +5°C di Gioia Tauro, Taurianova,
Oppido Mamertina e Varapodio.
30-31 Dicembre 2014 e 1 Gennaio 2015:
fino a quel momento era stata la più grande ondata di freddo che abbia colpito la
Piana dai tempi del 1915 (rimasta inferiore solo a quest'ultima per via delle intense
nevicate). Il 30 Dicembre cominciò a nevicare a in tutta la Piana con accumuli tra i
10 cm di Palmi e Cittanova e i 20 cm di Delianuova; nelle restanti zone nevischio. Il
31 la neve cessò a Palmi e Cittanova, oltre che nelle altre zone della Piana, tranne che
a Delianuova, quando continuò fino a Capodanno. Anche se non nevicò, le teperature
scesero molto, ancor più di quanto siano scese il 30, con +1,6°C a Oppido Mamertina
e Varapodio, +1,4°C a Gioia Tauro, +0,5°C a Taurianova, +0,2°C a Palmi e Cittanova
e -3°C a Delianuova. L'1 Gennaio 2015 le temperature minime furono ancora molto
basse, anche se non ai livelli dei giorni precedenti, mentre le massime furono
superiori ai +16°C.
8-9-10 Febbraio 2015:
è stata la più grande ondata di freddo della storia conosciuta per tutta la Piana, con
accumuli eccezionali dappertutto e in queste medesime zone le temperature e
l'intensità delle nevicate fu talmente forte che hanno letteralmente distrutto i
precedenti record. L'8 Febbraio la neve scese a Palmi, Cittanova, Taurianova e
Delianuova, con accumuli tra i 10 e i 35 cm. Il 9 mattina, verso le ore 3, la neve
arrivò a 15 cm a Palmi e Cittanova, 11 cm a Taurianova, 44 cm a Delianuova, e
cominciò ad esserci pioggia mista a neve a Oppido Mamertina, Varapodio e Gioia
Tauro. Verso le 4:47 la neve raggiunse 18 cm a Palmi e Cittanova, 13 cm a
Taurianova, 47 cm a Delianuova, e cominciò a cadere da sola anche dove fino a
un'ora fa era mista. Le ore 5 furono le più decisive, in tutta la Piana si riversarono
immense bufere di neve, di un'intensità mai vista prima per queste zone; caddero 15
cm a Gioia Tauro, tra 4 e 10 cm a Oppido Mamertina e Varapodio, tra 20 e 30 cm a

Palmi e Cittanova, 15 cm a Taurianova e addirittura tra 50 e 65 cm a Delianuova.
Alle ore 6 continuavano ad imperversare le bufere d'appertutto, solo a Oppido
Mamertina e Varapodio si fermò tutto, e le precipitazioni si fecero solo di nevischio,
che finì a partire dalle 6:30. A Gioia Tauro finì tutto alle 7, a Palmi e Taurianova alle
7:45, a Cittanova alle 8:20, mentre a Delianuova solo alle 14. La neve a Gioia Tauro,
Oppido Mamertina e Varapodio era già quasi completamente sciolta nelle strade alle
ore 10, mentre a Palmie Taurianova alle 12 e a Cittanova alle 13. La neve ricominciò
a cadere alle ore 5 a Palmi, Cittanova e Taurianova (ricominciando anche ad
accumulare), e alle ore 6 a Oppido Mamertina, Varapodio e Gioia Tauro ma che durò
solamente una decina di minuti. Infine la neve si ripresentò in nottata a Palmi e
Cittanova, anche se solo nevischio. La mattina successiva il nevischio fece
nuovamente la sua compersa a Palmi e Cittanova, mentre Delianuova era alle prese
con 60 cm di neve. Cessò tutto alle ore 9-10 del 10 Febbraio.


Nevicate nella Piana di Gioia Tauro.pdf - pagina 1/4
Nevicate nella Piana di Gioia Tauro.pdf - pagina 2/4
Nevicate nella Piana di Gioia Tauro.pdf - pagina 3/4
Nevicate nella Piana di Gioia Tauro.pdf - pagina 4/4

Documenti correlati


Documento PDF nevicate nella piana di gioia tauro
Documento PDF il clima nella piana di gioia tauro
Documento PDF untitled pdf document
Documento PDF clima della calabria 1parte
Documento PDF ondata di freddo marzo 1829
Documento PDF le nevicate a lampedusa


Parole chiave correlate