File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Rifiniture tutorial .pdf



Nome del file originale: Rifiniture tutorial.pdf
Autore: Irina Umnova

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Word 2013, ed è stato inviato su file-pdf.it il 07/02/2016 alle 11:29, dall'indirizzo IP 82.53.x.x. La pagina di download del file è stata vista 608 volte.
Dimensione del file: 419 KB (5 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Tutorial: Rifiniture
Modellamenti:
Fissare il filo nella zona del collo- Punto 1, è il punto di partenza.
I modellamenti e la quantità delle cuciture dipendono dalla grandezza della testa.
Se la testa è piccola può bastare di eseguire le cuciture Punto 1-occhio destro- Punto 1-occhio
sinistro per modellare le cavità oculari e occhio destro-occhio sinistro per definire il ponte nasale.
Se la testa è grossa si può optare per i modellamenti più complessi:
Modellare un occhio:
Inserire l’ago nel Punto 1 e farlo uscire nel Punto 2 (vedi la foto). Inserire l’ago nel Punto 3 e farlo
uscire nel Punto 1. Tirare un po’ il filo, ripetere il procedimento dopo di che fissare il filo.
La distanza tra i Punti 2 e 3dipende dalla grandezza dell’occhio e può variarsi da 2 maglie a qualche
cm.

Modellare l’altro occhio:
Inserire l’ago nel Punto 1 e farlo uscire nel Punto 4. Inserire l’ago nel Punto 5 e farlo uscire nel
Punto 1. Tirare un po’ il filo, ripetere il procedimento dopo di che fissare il filo.
Delineare il pone nasale:
Inserire l’ago nel Punto 1 e farlo uscire nel Punto 3. Fissare il filo. Inserire l’ago e farlo uscire nel
Punto 4. Tornare indietro. Tirare un po’ e fissare il filo. Tornare nel Punto 1.
Formare la bocca:
Inserire l’ago nel Punto 1 e farlo uscire nel Punto 6. Inserire l’ago, prendendo un paio di maglie, e
farlo uscire nel Punto 1. Tirare un po’ il filo, ripetere il procedimento dopo di che fissare il filo.
Inserire l’ago nel Punto 1 e farlo uscire nel Punto 7. Inserire l’ago, prendendo un paio di maglie, e
farlo uscire nel Punto 1. Tirare un po’ il filo, ripetere il procedimento dopo di che fissare il filo.
Eseguire la linea divisoria dal naso alla bocca:
Inserire l’ago nel Punto 1 e farlo uscire nel Punto 8. Inserire l’ago nel Punto 9 (2-3 maglie sopra alla
linea della bocca) e farlo uscire nel Punto 1. Tirare un po’ il filo, ripetere il procedimento dopo di
che fissare, tagliare e nascondere il filo.

Se non ci sono delle particolari indicazioni, ognuno decide come, dove e quanti modellamenti
eseguire.
Per modellare il sedere fissare il filo tra le gambe, nel Punto 1. Inserire l’ago nel Punto 2 e farlo
uscire nel Punto 1. Tirare un po’ il filo, ripetere il procedimento dopo di che fissare il filo.

Per fare l’ombelico inserire l’ago nel Punto 1 e farlo uscire nel Punto 2. Fissare il filo. Inserire l’ago
nel Punto 2 e farlo uscire nella zona dell’ombelico. Reinserire l’ago 2 maglie più in là e farlo uscire
nel Punto 2. Tirare un po’ il filo, ripetere il procedimento dopo di che fissare, tagliare e nascondere
il filo.

Gli occhi:
Esistono moltissimi trucchetti per rendere particolari gli occhi:
1. Inserire sotto alle perle un pezzo del feltro bianco.

2. Fare un contorno in pasta polimerica bianca

3. Incollare un pezzo del filo bianco per il bianco del occhio o di colore base per la palpebra

4. Con 5-6 pb eseguire sopra all’occhio una palpebra

5. Con l’attrezzatura da felting fare il bianco del occhio in lana bianca. Nello stesso nodo si può
fare i contorni scuri, infeltrendo una striscia sottile di lana scura.

6. Fare le palpebre con un pezzo di feltro

7. Ricamare attorno

8. Attaccare le ciglia
9. Dipingere gli occhi sulla pasta polimerica o sui marbles (sassolini da acquario)

Refiniture generali:
Una volta finiti i modellamenti, si può fare le ombreggiature con il metodo a scelta tra:
 Ombretti
 Pastelli
 Colori o pennarelli per il tessile
 Colori ad olio
 Coloranti naturali come caffè, cannella, zafferano e carry
Sta a voi provarli e decidere le preferenze.
Si può pettinare il pupazzo con il velcro o la spazzola per i gatti. L’intensità ed il tempo d’impiego
dipende dal filato scelto. Lana e mohair si pettinano facilmente. Acrilico richiede più tempo.
Facilita molto il compito pettinare il pezzo in acrilico sopra al vapore caldo (la pentola o il
bollitore).
Vi ho dato soltanto qualche spunto, sfrenate la vostra fantasia!
Buon lavoro!


Documenti correlati


Documento PDF rifiniture tutorial
Documento PDF maga pistoia 15 04 2014
Documento PDF geocasa magazine 01 web 1


Parole chiave correlate