File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Paolo Franceschetti Smentita .pdf



Nome del file originale: Paolo Franceschetti - Smentita.pdf
Autore: Valeria

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Acrobat PDFMaker 10.1 per Word / Adobe PDF Library 10.0, ed è stato inviato su file-pdf.it il 02/03/2016 alle 21:32, dall'indirizzo IP 93.48.x.x. La pagina di download del file è stata vista 904 volte.
Dimensione del file: 128 KB (3 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Smentita alle false affermazioni contenute nell’articolo pubblicato sul “Blog di Paolo Franceschetti” in
data 2 marzo 2016
http://paolofranceschetti.blogspot.it/2016/03/il-diritto-e-la-supercazzola-della.html?m=1
ora visibilmente modificato, ma la cui copia cache è ancora visibile scaricandola da qui:
https://drive.google.com/folderview?id=0B1zHVL1aFF3jRHNmemtUNzFmckk&usp=sharing
Si richiede all’autore urgente e immediata correzione delle affermazioni di cui all’articolo citato per
evidente loro falsità nel merito e nella sostanza, con richiesta formale di pubblicazione della presente
smentita nel corpo del testo dello stesso pezzo redatto e non nei commenti.
L’articolo in questione, a firma dello stesso Paolo Franceschetti, dal titolo “Il diritto e la supercazzola della
legale rappresentanza”, riporta come veritiere e verificate dall’autore una serie di informazioni facilmente
ravvisabili come diffamatorie e mendaci all’indirizzo di un gruppo di studio dal nome “Popolo Unico”, che
sta, da anni, dedicandosi allo studio approfondito dei Diritti Umani inalienabili, dei Trattati internazionali a
tutela di tali universalmente riconosciuti diritti ed alle possibilità individuali di correzione legittima e
doverosa di un “sistema” che procede a passi lunghissimi verso la cancellazione della dignità umana e dei
bisogni primari dei “cittadini”. E’ sotto gli occhi di ogni onesto intellettualmente.
Posso dire, senza tema di alcuna smentita che di base e a monte della stesura dell’articolo in oggetto non
v’è stata alcuna ricerca, non si sono verificate le fonti, non sono stati visionati i documenti, non sono stati
letti gli studi, non sono stati ascoltati i podcasts e i video presenti sul sito www.popolounico.org, non sono
stati citati i format adeguati, sebbene sia possibile un elementare ed agevole, quanto accessibile a tutti
download dalle sezioni deputate del sito.
E’ stato piuttosto sbandierato in occhiello un file immagine di un non meglio identificato documento
sbianchettato nei dati sensibili, FARNETICANTE e fortemente ALCOLEMICO negli assunti e nelle
dichiarazioni, di un poveretto che verga cose astruse e a noi totalmente ESTRANEE, accomunandolo allo
studio di Popolo Unico e facendo intendere si trattasse di un documento scaricato dal nostro sito, che
peraltro Franceschetti si guarda bene dal citare in calce. Peculiare dimenticanza per un blogger, devo
dire. Detto documento senza capo né coda è visibile nella copia cache del blog che potete trovare sul
repository Google linkato nel titolo del presente scritto.
Tale gruppo spontaneo di persone e tale sito ufficiale che non viene menzionato, invece, non è
associazione, non è movimento, non è politica “mascherata”, né alcuna forma ipotizzabile dai più
“fantasiosi” di eventuale eversione di stampo anarchico, anzi! ….oltre allo studio delle norme del Diritto
internazionale, Costituzionale e Positivo, ha inteso intraprendere una via consuetudinaria ed applicativa
degli strumenti che ha messo a punto e perfeziona progressivamente, rendendoli applicati alla vita
quotidiana degli individui sotto forma di Affidavit, pubblici, legittimi e debitamente notificati in “pubblicità”
(specifico che detto termine ha valenza giuridica molto precisa per chi conosce il valore di un “atto”
notificato e non starò certo qui a precisarne il contorno tecnico. Vi invito semplicemente ad informarvi per
vostro conto.)
Quanto descritto nell’articolo in questione travisa gravemente la realtà, ingenera paura, si basa su
commistioni inesistenti tra varie teorie “libertarie” circolanti nel web italiano, segnatamente Sovranità
Individuale e OPPT e confonde il lettore, puntando proditoriamente l’indice unicamente contro
un’articolata e complessa sperimentazione perfettamente lecita, posta in atto da Persone Umane che
intendono continuare a sentirsi LIBERE di praticare e testare quanto in loro animo desiderino, senza

sentirsi additati nè come stupidotti ignoranti di diritto, né complottari di bassa lega (è sul reale significato
di questo aggettivo piuttosto che lei dovrebbe scrivere, avvocato Paolo Franceschetti) , né “criminali”
nell’intento di mandare persone ignare a farsi fare un TSO. Casomai, l’esatto contrario, come spiego di
seguito.
La “sovranita’ individuale” con Popolo Unico non c’entra assolutamente NULLA, è LONTANA LE MILLE
MIGLIA. Lo si può leggere anche sullo stesso sito di riferimento. Lo studio del diritto da noi condotto su
questi temi fa comprendere molto bene ai più avveduti che dichiararsi “sovrano” e rifiutarsi, ad esempio,
di fornire le proprie generalità alle forze dell’ordine in caso di identificazione, non conduce ad altro che ad
ulteriori verifiche, fermi di polizia, arresti, condanne, pignoramenti ed ai temuti quanto criminali, in termini
di rispetto dell’Individuo e delle sue Libertà innegabili, “Trattamenti Sanitari Obbligatori”.
In passato noi stessi abbiamo assistito DALL’ESTERNO a diversi di questi casi nelle “parallele”, ma MAI
“secanti” fallaci ed illusorie strade verso una presunta “liberazione” da un sistema vessatorio e fintamente
democratico, tra i sovranisti per intenderci. Ci siamo anche impegnati fortemente per tentare, con una
pressione forte nei confronti di sindaci ed ASL, di limitare questi danni, ove si fossero già concretizzati e le
persone coinvolte fossero su un lettino di un reparto psichiatrico con dosi di Serenase da cavallo in vena, su
un letto di contenzione. Abbiamo diffidato formalmente gli attori di queste pratiche che consideriamo
INUMANE e in TOTALE VIOLAZIONE DEI TRATTATI INTERNAZIONALI. Non le servirà che le ricordi come e
quanto l’Italia compaia in testa alle classifiche europee per violazioni di tale fatta, credo. Sono di dominio
pubblico queste vergognose statistiche, oramai.
Su questo spero lei possa convenire almeno. O li giudica necessari ed istruttivi per gli ARMENTI DI STATO,
ovvero per i cittadini? …Saremmo al COLMO per un “cercatore di Giustizia e Verità”!
Utilizzando il “Mandato di Legale Rappresentanza” invece, noi siamo perfettamente nel nostro, nel diritto
e nella liceità, tanto vero che non si sono MAI verificati “incidenti” di alcuna sorta, mancate identificazioni,
segnalazioni o fermi e tantomeno TSO. Anzi, piuttosto dette autocertificazioni hanno generato curiosità,
attenta lettura e spesso palese apprezzamento e COMPLIMENTI da parte di Polizia, Carabinieri, Cancellerie,
Comuni, Enti e persino giudici ed avvocati. Curioso come la sua reazione, da avvocato peraltro e giurista
quindi, sia così violentemente stizzita, sardonica e trancheant. Forse perché ha preso letteralmente “fischi
per fiaschi”, come si evince?
La ringrazio comunque quando ci definisce “esperti non solo di diritto, ma anche di psicologia”, quando
dice che chi ha ideato la Legale Rappresentanza “dimostra inoltre di conoscere molto bene il diritto, ha
utilizzato delle leggi e degli articoli effettivamente esistenti (non come nel caso della dichiarazione di
sovranità” (si rende conto di cadere in palese contraddizione col MINESTRONE preparato per i suoi lettori
solo tre paragrafi prima, vero?), un po’ meno quando ci dipinge come “sadici e criminali”, forse non
tenendo conto delle conseguenze sul piano giuridico. Penso che saprà porvi immediato rimedio nel migliore
dei modi.
Ah.. e riguardo alla “confusione negli uffici della Pubblica Amministrazione e agli intasamenti e ai ritardi
delle cause in tribunale”, le rispondo così. Alla prima osservazione, meno male! Il caos è già in atto ed è
totalmente paralizzante per la funzione pubblica, quello generato da questa presa di Coscienza
esponenziale ha almeno la possibilità di dare adito ad un’apertura del ristretto campo visivo di chi è
costretto ad applicare supinamente circolari e codicilli, senza pensare alla loro ripercussione sulla vita della
gente. Possibilità che speriamo divenga merito ben presto.

Alla seconda osservazione rispondo così. Se i tribunali civili e specialmente quelli amministrativi,
attualmente, hanno come impegno primario quello di PRIVARE GLI INDIVIDUI DELLE LORO UNICHE
ABITAZIONI, con titoli di credito in mano alle banche in virtù di un DENARO CREATO DAL NULLA e non più di
proprietà del POPOLO SOVRANO e per una CRISI ARTIFICIALE ED INESISTENTE creata ad arte con sottili
manovre occulte del vero Governo plenipotenziario, ovvero quello della FINANZA INTERNAZIONALE, beh,
allora, caro Franceschetti, il suo è un AUGURIO GRADITO per noi.
Muoia Sansone con tutti i FARISEI (alcuni sono già ai ferri, comunque).
Si spera che perdonerà la licenza.
In ultimo, dato il suo skill professionale di giurista, mi sarei aspettata da lei una disamina più attenta,
intrigante, con confutazione precisa, punto per punto, delle dichiarazioni che ora ha pubblicato nella
stesura corretta ed originale nella sua revisione dell’articolo (quella che ora è visibile è finalmente la
“nostra”).
Non devo suggerirle io che non basta dire che si tratti di una “supercazzola” di fronte ad un’affidavit
legittimo, né ricordarle che unicamente un giudice potrebbe farlo, dimostrandone la falsità in modo certo e
probatorio, come previsto dalla 445 del 2000 in materia di autocertificazioni.
Non credo che un giudice si esprimerebbe mai con una battuta di “Amici Miei” di fronte ad un documento
simile. Finora non è MAI accaduto. Dovrebbe dimostrare che per un Individuo è IMPOSSIBILE amministrarsi
da solo, evocando una fisiologica domanda, in istanza per giudizio di merito: “E quindi? Di grazia…Chi è il
solo ad amministrarmi?”
Con sollecito per immediata pubblicazione
Valeria Gentili – una (a caso) di Popolo Unico


Paolo Franceschetti - Smentita.pdf - pagina 1/3
Paolo Franceschetti - Smentita.pdf - pagina 2/3
Paolo Franceschetti - Smentita.pdf - pagina 3/3

Documenti correlati


Documento PDF paolo franceschetti smentita
Documento PDF aggiornamento iscritti notturna 1pdf
Documento PDF curriculum europeo 3
Documento PDF jobs balls di marco travaglio fatto quotidiano 2 4 2015
Documento PDF 08 16 12 2013 c5 c8 1
Documento PDF guida mediazione per il web


Parole chiave correlate