File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



7 mesi a Licata .pdf



Nome del file originale: 7_mesi_a_Licata.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da Draw / LibreOffice 5.1, ed è stato inviato su file-pdf.it il 12/05/2016 alle 00:27, dall'indirizzo IP 82.185.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1738 volte.
Dimensione del file: 51.9 MB (49 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


7 MESI AL
COMUNE DI LICATA
COMMISSARIO STRAORDINARIO

On. Maria Grazia Elena Brandara

COMUNE DI LICATA - COMMISSARIO STRAORDINARIO

Maria Grazia Elena Brandara nasce a Naro (AG) il 29 agosto del 1956
ed è un funzionario dell’Agenzia delle Entrate di Canicattì oltre che
giornalista pubblicista dal 2003.
L’associazionismo, il volontariato, la democrazia e la partecipazione
condivisa in politica hanno da sempre segnato il suo impegno per il
territorio e per il popolo siciliano.
Donne e Legalità le sue più grandi battaglie, per le prime infatti crea nel
1995 Agorà delle Donne: associazione culturale che da più di vent’anni opera sul territorio agrigentino promuovendo attività, iniziative, e
campagne di sensibilizzazione in favore di tutte le donne del territorio e non solo. “Occorreva un luogo in cui le donne dell’agrigentino
si potessero incontrare. Perché democrazia significa esserci” dichiara
Maria Grazia Brandara nel giorno della fondazione dell’associazione.
Sul tema delle Pari Opportunità e della Condizione Femminile viene
nominitata esperta, dal 2002 al 2004, a titolo gratuito, al Comune di
Porto Empedocle.
Per la Legalità invece è Presidente dell’Assemblea del Consorzio
Agrigentino Legalità e Sviluppo, dal 2006 al 2008, e Presidente del
CDA – dello stesso consorzio - dal 2009 sino ad oggi. Il recupero di
beni confiscati alla Mafia è stato obiettivo principale sin dall’inizio
della sua attività come presidente del Consorzio ed oggi, grazie a tenacia e determinazione, molti luoghi, strutture ed edifici sono rinati
creando lavoro e speranza. Ricopre anche, dal 2009 al 2011, il ruolo
di consulente del gruppo UDC al Senato della Repubblica italiana in
merito alle tematiche di Beni Confiscati.
L’impegno politico sul territorio le farà ricoprire la carica di consigliere provinciale di Agrigento nel 1980 mentre arriva all’ARS, come
deputato regionale nell’aprile del 2004 dove sarà componente della
Commissione Servizi Sociali e Sanità e, nello stesso anno viene eletta
sindaco del suo paese natale: Naro.
“Il futuro di una terra passa attraverso i giovani, e per loro è importante
creare una cultura sana, una scuola innovativa ed una giusta formazione”, da questo pensiero Maria Grazia Brandara si occupa anche di
Scuola ed Università. Sarà rappresentante ANCI Provinciale per l’osservatorio sulla dispersione scolastica e si batterà per la creazioni di un
Polo Universitario ad Agrigento. Dal 1997 al 2001 sarà componente
del CDA del nuovo Consorzio Universitario della città dei Templi.
A Licata è Presidente del CDA Dedalo Ambiente ATO Rifiuti AG3
dal 2006 al 2008, ma l’amore con questa città scatta il 3 dicembre del
2014 quando viene nominata con decreto del Presidente della Regione
n.419/Serv.1/S.G. Commissario straordinario del Comune con i poteri
del sindaco e della giunta.
1

COMUNE DI LICATA - COMMISSARIO STRAORDINARIO

TIMELINE DI INCARICHI POLITICI ED ISTITUZIONALI RICOPERTI:
Attualmente
Capo della Segreteria Particolare dell’Assessore Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale
Regione Siciliana
Dal Dicembre 2014 a Giugno 2015
Nominata, con decreto del Presidente della Regione Siciliana n. 419/Serv. 1/S.G del 13/12/2014,
Commissario straordinario del Comune di Licata con i poteri del Sindaco e della Giunta
Dal dicembre 2009 al 2011
Consulente del gruppo UDC al Senato per le tematiche relative ai Beni Confiscati
Dal 13 ottobre ad oggi
Presidente CDA Consorzio Agrigentino Legalità e Sviluppo – Gestione Beni Confiscati alla Mafia
(Consorzio composto dai Comuni di Agrigento, Canicattì, Favara, Licata, Naro, Palma di Montechiaro,
Siculiana) per un totale di n° 200.763 (duecentomilasettecentosessantatre) abitanti.
Dal 18 giugno 2004 al 10 giugno 2009
Sindaco della Città di Naro
Dal 13 dicembre 2006 al marzo 2008
Presidente Assemblea Consorzio Agrigentino Legalità e Sviluppo – Gestione Beni Confiscati alla Mafia
Dal 28 agosto 2006 al marzo 2008
Presidente CDA Dedalo Ambiente ATO Rifiuti AG3 Licata
Da aprile 2004 a maggio 2006
Deputato Assemblea Regionale Siciliana
Da novembre 2004 a maggio 2006
Componente Commissione Servizi Sociali e Sanità ARS
Dal novembre 2004 al maggio 2006
Componente Commissione Speciale per la riforma dello Statuto
Dal novembre 2002 al marzo 2004
Esperta, a titolo gratuito, della Condizione Femminile e delle Pari Opportunità,
nonché in Pubbliche Relazioni Comune di Porto Empedocle
Dal 1998 al 2000
Rappresentante dell’ANCI Sicilia nell’osservatorio Provinciale sulla
Dispersione Scolastica del Provveditorato agli Studi di Agrigento
Dal 1980 al 1985
Consigliere Provinciale di Agrigento

2

COMUNE DI LICATA - COMMISSARIO STRAORDINARIO

7 MESI AL COMUNE DI LICATA
COMMISSARIO STRAORDINARIO
On. Maria Grazia Elena BRANDARA

Chiamata ad Amministrare la Città, l’impegno primario è stato quello
di rappresentare con orgoglio Licata, e di adoperarmi per raggiungere
gli obiettivi posti nel massimo rispetto dei principi di legalità e
trasparenza.
Proficuo, in questo breve ma intenso periodo di vita amministrativa, è
stato il confronto con i rappresentanti del mondo dell’associazionismo,
con i rappresentanti dei sindacati, delle categorie produttive e della
politica, con i cittadini.
Voglio prioritariamente ringraziare tutti quanti per l’impegno e la
dedizione profusa nella partecipazione di ognuno, significativa ed
indispensabile per potere garantire ai cittadini servizi di qualità e una
Città vivibile e più sicura.
La presente relazione dell’attività svolta ha lo scopo di informare sulle
attività più salienti che sono state disposte e portate avanti e sulle
iniziative poste in essere con lo scopo di avvicinare i cittadini alle
istituzioni per una partecipazione democratica alla vita amministrativa
della Città.

SIN DALL’INIZIO...
Il primo impegno, ancora prima
di procedere alla sottoscrizione
dell’atto di insediamento,
l’incontro con i dipendenti non
di ruolo riuniti in assemblea
permanente all’interno dell’aula
consiliare, per portare a termine il
percorso per la stabilizzazione dei
136 dipendenti. Impegno che si è
concretizzato con l’approvazione
dell’Atto di Giunta Municipale
N. 481 del 31/12/2014.

On. Maria Grazia Elena Brandara

3

LEGALITÀ E SICUREZZA

INIZIATIVE FINALIZZATE ALL’AFFERMAZIONE
DELLA LEGALITÀ E DELLA SICUREZZA IN CITTÀ

NESSUN ATTO CONTRO
LA VITA PUÒ RIMANERE IMPUNITO
E’ mio desiderio, in primis, portare alla vostra attenzione, il testo della
nota indirizzata al Ministro dell’Interno On. Algelino Alfano:
“Onorevole Ministro,
il 5 dicembre del 2014 mi sono insediata al Comune di Licata quale
Commissario Straordinario, incaricata dalla Regione Siciliana dopo le
dimissioni del sindaco pro tempore Angelo Balsamo. In questi mesi ho
potuto conoscere ed apprezzare la tempra di una popolazione laboriosa
e dignitosa nonostante le difficoltà storiche che non risparmiano un
territorio socialmente ed economicamente vulnerabile. Nel corso
del mio mandato, ho condiviso l’apprensione per la scomparsa di
un giovane licatese: Angelo Truisi. Qualche settimana dopo, in una
località periferica è stato ritrovato crudelmente martoriato quello che
poi gli esami del DNA hanno confermato essere il corpo di Truisi.
Mi auguro che le indagini sappiano assicurare presto alla giustizia il
responsabile o i responsabili di queste atrocità, ma ho notato nella gente
di Licata quasi come una fatale rassegnazione, generata dai precedenti
fatti di sangue irrisolti.
La Città infatti è segnata da altri omicidi che chiedono ancora giustizia:
il delitto di Angelo Aiola, un minorenne scomparso il 16 agosto del
2004, il cui corpo è stato ritrovato carbonizzato;
il delitto di Gaetano Bottaro, un commerciante incensurato di 59 anni,
ucciso a colpi d’arma da fuoco in contrada Montegrande nel 2006;
il delitto dei coniugi Antonino e Rita Timoneri, due anziani coniugi
sgozzati nella loro casa di via Marotta il 20 ottobre del 2010;
e infine il citato delitto di Angelo Truisi.
Recidere vite umane è una macchia che chiama condanna e non
vendetta. Lo dobbiamo ad una società fondata sul diritto, lo dobbiamo
4

Nota indirizzata al Ministro
dell’Interno On. Algelino Alfano
per chiedere di valutare l’invio in
città del corpo speciale
dell’Unità Delitti Insoluti
della Polizia di Stato.

LEGALITÀ E SICUREZZA

ai familiari che oltre il lutto patiscono il disorientamento per una doppia
assenza: quella del loro caro e quella di un colpevole.
Pur apprezzando l’impegno investigativo profuso in questi anni da
Carabinieri e Polizia a Licata, Le chiedo di valutare l’invio in città del
corpo speciale dell’Unità Delitti Insoluti della Polizia di Stato, istituita
nel 2009 presso la Direzione Centrale Anticrimine, per tentare di
ridestare tra i licatesi la speranza nelle Istituzioni, nella consapevolezza
che nessun atto contro la vita può rimanere impunito”.

COSTITUZIONE
PARTE CIVILE

Costituzione Parte Civile
del Comune di Licata
per i reati di mafia, corruzione
e per i reati contro
la Pubblica Amministrazione e
di particolare allarme sociale.

Con una direttiva inviata all’Avvocatura Comunale, è stato disposto
all’Ufficio Avvocatura di predisporre gli atti per la costituzione di parte
Civile del Comune di Licata per i reati di mafia, corruzione e per tutti
i reati contro la Pubblica Amministrazione e per tutti gli altri reati di
particolare allarme sociale.
L’iniziativa rientra nel più vasto programma dell’Amministrazione
comunale, avviato al fine di incentivare la cultura della legalità,
quale valore primario per un serio contrasto a fenomeni quali la
mafia e la corruzione.

PIANO ANTICORRUZIONE

Piano Anticorruzione e
conseguente applicazione per
evitare incrostazioni all’interno
degli uffici della P.A.

In attuazione di quanto previsto dal Piano Comunale Anticorruzione,
di concerto con il Direttore Generale, è stata disposta l’applicazione
del principio di rotazione dei dipendenti comunali operanti in aree
particolarmente sensibili al rischio di corruzione.
Il provvedimento in itinere, verrà adottato al fine di aderire a quanto
previsto dal codice anticorruzione espressamente voluto dalla legge, e
precisamente la legge n° 190 del 6/11/2012, ed alla sua conseguente
applicazione per evitare incrostazioni all’interno degli uffici della P.A..

5

LEGALITÀ E SICUREZZA

TARGA DI RINGRAZIAMENTO
ALL’IMPRENDITORE
FRANCESCO URSO
Questo il testo della targa consegnata, nel corso di una breve ma
significativa cerimonia tenutasi all’interno della Sala Consiliare del
Palazzo di Città, all’imprenditore licatese Francesco Urso, vittima di
estorsione ad opera degli imputati, riconosciuti colpevoli, al cosiddetto
processo “Ouster”.

“Targa all’imprenditore licatese
FRANCESCO URSO per il suo
contributo nel processo OUSTER.

Oltre a dare un giusto e doveroso riconoscimento all’imprenditore
Francesco Urso, per il coraggio, l’alto senso civico e morale dimostrati,
la cerimonia ha avuto lo scopo di far capire a tutta la cittadinanza che
non bisogna avere paura a denunciare le illegalità alle forze dell’ordine,
per combattere la mafia e/o qualsiasi altra forma di criminalità singola
o associata, che penalizza il lavoratore, l’imprenditore onesto. Licata
deve essere orgogliosa di avere concittadini come l’imprenditore
Francesco Urso per sperare e, soprattutto far capire che altri che si
sono trovati, o che si trovano, nella sua stessa situazione, possono
seguirne l’esempio, nella certezza che le Forze dell’Ordine, alle quali
va il pubblico riconoscimento per l’opera svolta quotidianamente a
difesa della sicurezza, dell’incolumità pubblica dei singoli cittadini, e
lo Stato, gli saranno a fianco, così come accaduto in questa occasione.

AZIONE DI CONTRASTO
AL RACKET E ALL’USURA
Altra iniziativa nel prosieguo della incessante azione tesa al
rispetto delle regole ed alla tutela di chi si schiera a fianco della
legge e contrasta la criminalità organizzata.
Con una direttiva indirizzata al dirigente dei servizi finanziari del
Comune, è stata disposta la stesura di uno “schema di regolamento che
disciplini le modalità di esenzione per i tributi locali di competenza,
per un periodo predeterminato di tempo, a favore degli esercenti
di un’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o liberi
professionisti che subiscono un danno a beni mobili o immobili, ovvero
lesioni personali, in conseguenza di azioni commesse allo scopo di
costringerli, anche tramite propri rappresentanti o collaboratori, ad
6

Stesura di “schema di
regolamento” che disciplini le
modalità di esenzione per i tributi
locali di competenza, a favore
degli esercenti di un’attività
imprenditoriale, commerciale,
artigianale o liberi professionisti
che subiscono un danno a beni
mobili o immobili, ovvero lesioni
personali.

LEGALITÀ E SICUREZZA

aderire a richieste estorsive, o, per ritorsione alla mancata adesione
a tali richieste e che abbiano fornito all’Amministrazione Giudiziaria
tramite notizie di reati, denuncia, o querela, elementi decisivi per la
ricostruzione dei fatti e per l’individuazione o la cattura degli attori
delle richieste estorsive.
La finalità quella di dare un
concreto contributo all’azione
di contrasto ai gravi fenomeni
del racket e dell’usura, nella
consapevolezza che lo Stato,
come già dimostrato nel caso
Urso, tramite le forze dell’ordine,
è pronto a stare vicino a chi,
nonostante le pressioni, decide
di stare dalla parte della legalità
e della ragione. E su questa
iniziativa, Licata ha attirato
l’attenzione dei media che ne
hanno parlato a livello nazionale.

Il Presidente della Regione Siciliana
On. Rosario Crocetta
in visita al comune
per complimentarsi dell’iniziativa

PARTECIPAZIONE ALLA
MARCIA ANTIVIOLENZA
ORGANIZZATA DAGLI STUDENTI
DEGLI ISTITUTI SUPERIORI CITTADINI
<<La violenza è l’ultima risorsa degli incapaci>>.
E’ con questa frase di Isaac Asimov, che è stata motivata la
partecipazione alla “Marcia contro la Violenza”, organizzata dagli
studenti degli Istituti Superiori cittadini.
E’ stato dimostrato il sostegno incondizionato delle istituzioni locali
ad una iniziativa che va elogiata perché induce a riflettere sul difficile
momento che sta attraversando la nostra società. La presenza a questa
manifestazione ha voluto anche significare l’invio di un messaggio a
tutte le forze sane della Città, ed ai giovani in particolare, per dare vita
ad un percorso di ricostruzione del pensiero che abbia come scopo
quello di ridare piena dignità e benessere all’uomo, in quanto tale, ed
alla vita in generale, pur consapevole del fatto che quello che stiamo
attraversando è un momento particolarmente difficile anche dal punto
di vista economico, oltre che sociale e morale.
7

LEGALITÀ E SICUREZZA

GESTIONE
BENI CONFISCATI
Con direttiva, indirizzata al dirigente del Dipartimento Affari Generali,
nelle cui competenze ricade anche l’Ufficio Patrimonio, è stata disposta
l’immediata adozione dei provvedimenti necessari alla applicazione
delle modalità di gestione delle attività finalizzate all’utilizzo dei
Istituzione dell’albo speciale e la
beni confiscati alla criminalità organizzata ed assegnati al Comune di
mappatura georeferenziata,
Licata.
disponibile all’indirizzo
E’ stata disposta l’istituzione dell’albo speciale, che rimarrà
HYPERLINK
http://www.comune.licata.sitr.it
permanentemente pubblicato sul sito web istituzionale del Comune,
www.comune.licata.sitr.it
in cui catalogare con il relativo stralcio planimetrico, ai fini dell’esatta
individuazione, tutti i beni confiscati alla mafia con l’esatta indicazione
delle generalità del prevenuto, della natura del bene, della sua estensione,
LO STATO È PRESENTE
del suo valore, della sua destinazione d’uso, nonché, in caso di
concessione di beni a terzi, dell’indicazione della tipologia dell’attività
svolta sul bene, dei dati identificativi dell’Ente concessionario, degli
estremi dell’atto di concessione, la sua durata e il termine di scadenza.
E’ stata, inoltre, prevista la mappatura georeferenziata, per identificarlo
con precisione tramite immagine satellitare di google maps, con lo
scopo, anche, di integrare i dati con una serie di notizie specifiche del
bene: fotografie, dati catastali, eventuali pratiche edilizie che hanno
interessato l’immobile, copia dei decreti di sequestro e di confisca,
che permetterà non solo l’individuazione fisica del bene, ma anche
la comprensione delle sue caratteristiche, dello stato in cui si trova
e delle possibilità di recupero dello stesso in vista di un’eventuale
assegnazione.
La stessa è oggi disponibile all’indirizzo HYPERLINK “http://
www.comune.licata.sitr.it/”www.comune.licata.sitr.it, accedendo alla
sezione “Consultazione cartografica”.
La finalità di questo atto, quella di disciplinare l’adozione di tutti
quegli adempimenti necessari all’applicazione ed al rispetto di
precise disposizioni di legge, a conferma degli obiettivi posti e
finalizzati alla tutela del pubblico interesse.
E’ stato, inoltre, trasmesso all’Ufficio di Presidenza lo schema di
“Regolamento per la disciplina della concessione dei beni confiscati
alla mafia ai sensi del decreto legislativo 159/2011 del patrimonio
indisponibile del Comune di Licata”.
E, il Comandante della Polizia Municipale nell’ambito dei servizi di
controllo del territorio, ha monitorato costantemente i beni confiscati
alla mafia facenti parte del patrimonio dell’Ente.

8

LEGALITÀ E SICUREZZA

OSTELLO DELLA GIOVENTÙ
IN UN LOCALE CONFISCATO ALLA MAFIA

Con una direttiva indirizzata ai dirigenti dei dipartimenti Affari
Generali, Servizi Sociali, Lavori Pubblici e Finanze, è stato disposto
l’avvio della procedura per destinare un locale confiscato alla mafia ad
“Ostello della Gioventù”.
Si tratta di un locale ubicato in contrada Pisciotto, a circa otto chilometri
dal centro abitato di Licata, composto da piano terra e primo piano, da
affidare alla gestione di una cooperativa di tipo B da costituire mediante
procedura di evidenza pubblica.
Scopo dell’iniziativa quello di avviare il recupero e la valorizzazione
del patrimonio comunale, ed in particolare di quello confiscato alla
mafia.

CENTRALE UNICA
DI COMMITTENZA

Richiesta al
Libero Consorzio di Agrigento.

Con una nota indirizzata al Libero Consorzio di Agrigento, è stato
chiesto al Commissario Straordinario D.ssa Alessandra Di Liberto, di
farsi promotrice di un’intesa che abbia lo scopo di fare esercitare all’ex
Provincia le funzioni di Centrale Unica di Committenza, consentendo
così alle Pubbliche Amministrazioni Locali di acquisire, senza difficoltà
o ritardi, i beni e i servizi che sono necessari per l’espletamento delle
proprie attività istituzionali.
L’iniziativa prevista nel codice dei contratti, è scaturita dalla
considerazione che i Comuni hanno difficoltà nell’approvvigionamento
dei beni e dei servizi necessari per l’espletamento dei propri compiti
istituzionali, a seguito dell’entrata in vigore delle nuove norme in base
alle quali, dall’inizio dell’anno per procedere all’acquisizione di beni e
servizi è necessario fare ricorso alle centrali di committenza.

9

LEGALITÀ E SICUREZZA

ATTIVAZIONE DEL
PROTOCOLLO INFORMATICO
L’attivazione del protocollo informatico, così come previsto per legge,
fortemente voluto dopo averne sperimentato già nel 2005 a Naro i
benefici in termini di trasparenza, insieme alla fatturazione elettronica,
ha permesso di rendere limpide le procedure.

POTENZIAMENTO SQUADRA
ANTICRIMINE
Grazie all’intervento del Prefetto di Agrigento, Nicola Diomede,
che è stato prontamente informato sulla necessità di rendere sicuro il
territorio, è stato potenziato il contingente della squadra anticrimine
della Polizia di Stato, in modo da incrementare l’attività di prevenzione
e di controllo del territorio.
“Al dottor Diomede, che sicuramente non ha dimenticato i suoi
trascorsi alla guida della nostra Città unitamente ad altri due
ex commissari prefettizi, ed a cui va il riconoscimento della città
di Licata per la solerzia con la quale ha risposto al nostro grido
d’aiuto, il mio grazie più sincero e quello di tutta la società civile
licatese”.

SOSTEGNO ALLE INIZIATIVE
DI CITTADINANZATTIVA
Ampio sostegno è stato dato alle iniziative e alle istanze che sono
pervenute dai rappresentanti di CittadinanzAttiva, nel merito delle
evidenziate problematiche che attengono la tutela della salute e della
sicurezza pubblica.
E’ stato garantito un incondizionato appoggio e l’intervento presso il
Commissario dell’Ato Idrico, presso l’Autorità Nazionale per l’Energia
Elettrica, il Gas e l’Acqua, oltre che chiedere un incontro a Siciliacque
per quanto attiene le problematiche inerenti la potabilità dell’acqua in
10

Richiesta potenziamento squadra
anticrimine della Polizia di Stato,
per incrementare l’attività di
prevenzione e di controllo del
territorio.

LEGALITÀ E SICUREZZA

distribuzione.
“Il tutto nella consapevolezza che, anche in previsione di una breve
permanenza alla guida della cosa pubblica licatese, sono e sarò sempre
determinata ad operare con decisione, chiarezza, trasparenza e legalità
in ogni campo, ed in particolare modo quando si toccano argomenti
forti che attengono la salute e la sicurezza dei cittadini”.

ELABORAZIONE DOSSIER SULLE
INADEMPIENZE DI GIRGENTI ACQUE
E INVIO ALL’AUTORITY

Dossier all’Autorità per l’Energia
Elettrica, il Gas e i Servizi Idrici.

Alla luce delle gravi e reiterate inadempienze rilevate nell’attività
svolta dalla Società di gestione del servizio idrico integrato del Comune
di Licata, allo scopo di dare un concreto riscontro alle aspettative della
collettività, e tutelare gli interessi generali, è stato chiesto ufficialmente
un intervento di verifica e controllo dell’Autorità per l’Energia
elettrica ed il gas e i servizi idrici alla luce di una fitta documentazione
trasmessa, dalla quale si rilevano le inefficienze lamentate nei confronti
dell’ente gestore del servizio idrico, il tutto in relazione ai rischi per la
salute pubblica, i danni ambientali e i pregiudizi causati all’utenza per
la negativa gestione del depuratore comunale, che risulta incerta anche
per gli aspetti relativi alla conduzione .
Si tratta del massimo organo deputato ad intervenire in materia, ai
sensi di quanto espressamente disposto dall’art. 2 del D.P.CM. del
20/7/2012, in piena autonomia ed indipendenza di giudizio e
valutazione, nel quadro dei principi, delle finalità e delle attribuzioni
stabilite dalla legge 14 novembre 1995, n° 481, a tutela dei diritti e
degli interessi degli utenti e con la finalità di garantire una gestione
dei servizi idrici in condizioni di efficienza e di equilibrio economico
e finanziario.
“Ho ritenuto opportuno e doveroso, invitare tutti i sindaci della
nostra provincia, le associazioni, organismi vari, ed anche i
singoli cittadini, ad avviare analoga procedura presso la suddetta
Autorità”.
Contestualmente, è stato chiesto l’intervento dell’Autorità d’Ambito
di Agrigento, perché avvii l’attività di accertamento di eventuali
inadempienze da parte del gestore del Servizio idrico, ai sensi di
quando disposto dal Decreto legislativo 152/60.
11

LEGALITÀ E SICUREZZA

“Di fronte agli interessi, ma soprattutto alla tutela della salute dei
cittadini, chiaramente, non possiamo restare inermi, ma chiedere
qualunque forma di intervento previsto dalla legge affinchè
tutto vada secondo i crismi della ragione, del buon senso, della
tutela della salute e degli interessi economici di singoli cittadini
ed enti. Chiediamo, in pratica, il rispetto delle norme legislative e
contrattuali a tutela degli interessi collettivi”.
In considerazione delle accertate interruzioni del funzionamento
del depuratore, all’ATO Idrico di Agrigento è stato, anche, chiesto
ufficialmente, ai sensi dell’art. 8-sexies del D.L. 30.12.2008, n.208,
emanato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del
Mare, avente per oggetto: “individuazione dei criteri e dei parametri
per la restituzione agli utenti della quota di tariffa non dovuta riferita al
servizio di depurazione”, di conoscere quali iniziative abbia intrapreso
per verificare la sussistenza di quanto contestato dal Comune e
l’adozione degli adempimenti consequenziali per la restituzione ai
cittadini contribuenti di quanto loro dovuto, in virtù della specifica
normativa che prevede tali adempimenti.

PUBBLICA DENUNCIA PER
LE CONDIZIONI DELLA
S.STATALE 115
“Ho ritenuto di adempiere con dovere al compito di denuncia della
non più accettabile situazione da parte di una intera comunità
che, oltre a gridare giustizia, vuole quella serenità che fino ad oggi
nessuna istituzione sembra avere garantito.
Indubbiamente, se, da un lato, non si ritiene accettabile un sistema
viario che di fatto isola la nostra comunità, poiché obsoleto e
assolutamente insufficiente alle esigenze del territorio, dall’altro, non
si può rimanere impassibili di fronte a continue inadempienze che
hanno reso impercorribile l’importante arteria di collegamento della
Città e che sono costati la vita a due giovani fidanzati e a due giovani
cognati che percorrevano la Strada Statale 115, da sempre considerata
tra le meno sicure della Sicilia.

12

LEGALITÀ E SICUREZZA

Invito chi mi sostituirà alla guida della Città a vigilare perché
siano eseguiti i necessari ed indispensabili lavori di manutenzione,
già progettati e programmati per i Km dal 221,00 al 240 + 315, con
gara esperita lo scorso 26 febbraio, prima ancora di chiedere con
forza l’ammodernamento dell’importante arteria di collegamento.
A tal proposito, nel 2008 l’Anas ha trasmesso al Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti ed alla Regione Sicilia lo studio di
fattibilità relativo all’ammodernamento del tratto Gela- Agrigento
– Castelvetrano della S.S. 115. L’intervento è inserito nel I°
Programma delle Infrastrutture Strategiche della Legge Obiettivo
n° 433/2001”.

OPERAZIONE
ACCALAPPIAMENTO
CANI RANDAGI
A seguito di quanto concordato con i responsabili dell’Associazione di
Volontariato “I Delfini”, che hanno in gestione il Canile municipale,
nei giorni 28, 29 e 30 aprile, si è proceduto ad un servizio di
accalappiamento cani randagi nelle zone di Via Principe di Napoli,
Marianello, Marconi ed aree limitrofe.
L’attività rientra nel più vasto programma di prevenzione dal fenomeno
del randagismo che in Città ha assunto proporzioni notevoli tali da
coinvolgere le varie autorità presenti sul territorio a tutela della salute
e della incolumità pubblica, così come peraltro assicurato nel corso
di un’apposita conferenza di servizio tenutasi al Palazzo di Città. In
occasione del suddetto incontro, oltre a sollecitare gli uffici comunali
a reperire eventuali finanziamenti finalizzati alla costruzione di un
canile rifugio, i rappresentanti delle forze dell’ordine sono stati invitati
ad intensificare l’attività di controllo e ispezione dei cani privati, per
evitare che gli animali, dopo essere stati adottati vengano abbandonati.
Infine, avendo assunto l’impegno a intensificare la campagna di
informazione è stato reso noto il numero telefonico pubblico, (numero
verde 800550670 o il numero fisso 0922.893454), al quale i cittadini
24 ore su 24 potranno rivolgersi per segnalare la presenza di eventuali
cani randagi o situazioni di pericoli da essi provocati.

13

SANITÀ

SANITÀ

POTENZIAMENTO DEI SERVIZI
OSPEDALIERI DEL SAN
GIACOMO D’ALTOPASSO
“Gli interventi finalizzati al miglioramento dei servizi sanitari del
pronto soccorso, l’esiguo numero dei posti letto nei reparti, l’assenza di
una astanteria, l’esiguo numero degli operatori sanitari, le lunghe attese
che generano una serie di disagi mettendo a rischio i livelli essenziali
di assistenza”, sono gli argomenti portati all’attenzione del Direttore
Generale dell’Asp di Agrigento, Salvatore Lucio Ficarra, e sollecitati
durante un proficuo incontro svolto alla presenza dei componenti
della Commissione Consiliare Sanità, a seguito delle recenti decisioni
adottate dal Governo regionale in merito alla ristrutturazione dei
servizi sanitari in Sicilia.
Un primo risultato raggiunto è stato quello del potenziamento del
reparto di Cardiologia, al quale sono stati assegnati due nuove unità
mediche, che vanno ad affiancare il primario.

INTERVENTI PER IL
MANTENIMENTO DEL PUNTO
NASCITA A LICATA
“Gli interventi finalizzati al miglioramento dei servizi sanitari del
pronto soccorso, l’esiguo numero dei posti letto nei reparti, l’assenza di
una astanteria, l’esiguo numero degli operatori sanitari, le lunghe attese
che generano una serie di disagi mettendo a rischio i livelli essenziali
di assistenza”, sono gli argomenti portati all’attenzione del Direttore
Generale dell’Asp di Agrigento, Salvatore Lucio Ficarra, e sollecitati
durante un proficuo incontro svolto alla presenza dei componenti
della Commissione Consiliare Sanità, a seguito delle recenti decisioni
14

Decreto di Proroga

SANITÀ

adottate dal Governo regionale in merito alla ristrutturazione dei
servizi sanitari in Sicilia.
Un primo risultato raggiunto è stato quello del potenziamento del
reparto di Cardiologia, al quale sono stati assegnati due nuove unità
mediche, che vanno ad affiancare il primario.

IL COMUNE SPOSA IL
PROGETTO DEL 118:
“TI ABBIAMO A CUORE”
Grazie alla disponibilità data dal Direttore Generale del Seus –
Sicilia Emergenza Urgenza Sanitaria, meglio noto come 118 Sicilia,
Angelo Aliquò, nell’ambito del progetto “Ti abbiamo a Cuore”, è
stato destinato a Licata un DAE, (defibrillatore per esterno, è uno
strumento che consente di erogare una scarica elettrica dosata, in
grado, in determinate condizioni, di far riprendere l’attività cardiaca
spontanea) nonchè la formazione e l’addestramento di cinque operatori
da scegliere tra il personale dipendente del Comune.
Il progetto “Ti abbiamo a cuore”, promosso dal Seus, è finalizzato al
posizionamento di defibrillatori semiautomatici – DAE – in luoghi
pubblici mirati, oltre che alla trasmissione e diffusione delle conoscenze
necessarie sulle tecniche di rianimazione cardiopolmonare. Si tratta di
un progetto interamente finanziato dal Ministero dell’Economia e fatto
proprio dall’Assessorato Regionale alla Salute con decreto del 2011.

15

ATTIVITÀ

PARTICOLARI ATTIVITA’ PORTATE AVANTI
IN 5 MESI DI ATTIVITA’

INIZIATIVE PER IMPEDIRE LA
CHIUSURA DEL POLO
UNIVERSITARIO DI AGRIGENTO
“Tra i primi firmatari della petizione organizzata in P.zza
Sant’Angelo dall’Associazione “Vivere Licata”, per dire no alla
chiusura del Polo Universitario di Agrigento”.
Non è stata una adesione formale, ma sostanziale, dovuta al fatto
che, come alcuni magari ricorderanno, la sottoscritta all’epoca è
stata, assieme ad altri noti personaggi del mondo politico e culturale
agrigentino, tra i promotori del Comitato istituito con l’obiettivo di
sollecitare la creazione di un Polo Universitario ad Agrigento, per
andare incontro alle esigenze di tutti quegli studenti che, una volta
raggiunto il diploma di maturità, per ragioni familiari ed anche
economici, avrebbero avuto difficoltà ad intraprendere la carriera
universitaria.

Firma petizione per dire NO
alla chiusura del
Polo Universitario di Agrigento
Adesione:
Delibera N. 12 del 19/03/2015.

ADESIONE
Il Consiglio Comunale ha approvato la proposta dell’Amministrazione
per l’adesione a decorrere dall’anno 2015 al CUPA- Consorzio
Universitario della Provincia di Agrigento. Delibera N. 12 del 19/03/2015.

FINANZIAMENTO
RISTRUTTURAZIONE CASA
Allo scopo di dare un impulso all’attività edilizia, con conseguente ricadute
positive in termini economici generali ed occupazionali, oltre che favorire
il miglioramento delle condizioni di vivibilità, igiene e sicurezza connesse
alla situazione immobiliare cittadina, con particolare riferimento a quella
del centro storico, ci si è fatti promotori di un’iniziativa che coinvolge tutte
le banche presenti sul territorio comunale. La finalità quella di stipulare
apposita convenzione con quelle banche che, nel dare la loro adesione
16

ATTIVITÀ

all’iniziativa, concederanno agli interessati apposito finanziamento che
preveda un ammortamento in cinque anni, con rate mensili o trimestrali, a
tasso variabile e con uno spread massimo di tre punti percentuali.

APPLICAZIONE L. 717/49
REALIZZAZIONE OPERE D’ARTE

Il Comune si fa mecenate.

Richiamando la Circolare del Ministero delle Infrastrutture e trasporti
28 maggio 2014, n. 3728 riguardante le modalità di attuazione
della
HYPERLINK “http://www.bosettiegatti.eu/info/norme/
statali/1949_0717.htm” \n _blanklegge 29 luglio 1949, n. 717 e s.m. e i.
avente per oggetto «Norme per l’arte negli edifici pubblici», nonché le
“Linee guida per l’applicazione della HYPERLINK “http://www.
bosettiegatti.eu/info/norme/statali/1949_0717.htm” \n _blanklegge
n. 717/1949” recante norme per l’arte negli edifici pubblici emanata
dal MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
DECRETO 23 marzo 2006 (G.U. n. 23 del 29 gennaio 2007 - S.o.
n. 21), è stato disposto al Dirigente del Dipartimento LL.PP. di
individuare tutti i progetti in corso di realizzazione o già approvati o
in corso di approvazione soggetti alla previsione della citata legge e
di prevedere per ognuno di essi, che trovi copertura nelle percentuali
previste dalla legge, la realizzazione di opere d’arte, nel rispetto delle
linee guida indicate. Il Dirigente del Dipartimento Lavori Pubblici, da
una prima ricognizione, ha individuato nel progetto di finanziamento
per l’area del mercato polifunzionale di Via Salso, le condizioni per
l’applicazione della norma.

PULIZIA STRAORDINARIA
DEL TERRITORIO
A seguito di quanto riportato da una apposita relazione redatta dal
Comando di Polizia Municipale in merito alle condizioni igienico –
sanitarie in cui versa il territorio comunale di Licata, ivi compreso
il centro abitato, è stata chiesta, alla Dedalo Ambiente, la pulizia
straordinaria del centro abitato, allo scopo di prevenire rischi per la
salute pubblica. E’ stato chiesto di attivare, interventi finalizzati ad una
pulizia straordinaria della Città, anche attraverso il potenziamento, se
del caso, mediante l’utilizzo di ulteriori unità di personale, dei servizi
di raccolta, spazzamento e discerbatura dell’intero centro abitato.
17

ATTIVITÀ

PULIZIA E DECORO
DELLA CITTÀ
Con l’approssimarsi della stagione calda, gli uffici comunali sono stati
attivati a porre in essere tutti quei provvedimenti ed accorgimenti
necessari a rendere pulita ed accogliente la Città: disinfestazione,
derattizzazione, scerbatura, diffida ai proprietari dei terreni interclusi,
ricadenti all’interno dell’abitato, tenuti in cattivo stato di cura e
manutenzione o, comunque, degradati dal punto di vista igienico –
sanitario, alla pulizia e bonifica degli stessi, nonché alla collocazione
della recinzione, laddove mancante. Ed anche: sollecito alla Società
d’Ambito Dedalo Ambiente che gestisce il servizio di pulizia e raccolta
dei rifiuti, a garantire la pulizia del centro abitato, la eliminazione di
tutte le erbacce presenti ai bordi della strade, dei marciapiedi e degli
spazi liberi, oltre che predisporre un servizio di manutenzione e pulizia
di tutte le aiuole presenti nel territorio comunale, dando precedenza
a quelle poste all’interno o prossime al centro abitato e agli ingressi
della città. Interventi necessari e la cui realizzazione non è di sola
competenza dell’amministrazione comunale ma anche dei singoli
cittadini ai quali completa l’onere di collaborare per il decoro della
loro Città, perché sia mantenuta bene, ordinata, pronta ad accogliere
quanti decideranno di trascorrere le loro ferie a Licata, portando,
quindi, benessere a tutti.
E, a seguito della Direttiva N° 23 del 03.04.2015, è stata attivata una
verifica dei lotti interclusi e sono state emesse le necessarie ordinanze
nei confronti dei privati per la pulizia dei lotti di proprietà. E’ stata data
attuazione alla Direttiva N° 118 DEL 17.06.2014 “ABBANDONO
DI RIFIUTI”, riguardante i sopralluoghi per accertare discariche
di amianto ed emanazione dei conseguenti provvedimenti. E’ stata
redatta la perizia con allegate fotografie di tutto il materiale riscontrato
sul territorio comunale, redatte le perizie per lo smaltimento e sono in
corso le procedure per le gare.
E’ stato anche proposto al Commissario della Dedalo Ambiente uno
schema di convenzione per il recupero, attraverso la biotriturazione,
dello scarto proveniente dal verde, da riutilizzare come concimazione
e da distribuire, a chi ne dovesse fare richiesta. Il Comune si
impegnerebbe a conferire tutti gli arbusti provenienti dall’attività di
potature o dalla scerbamento al C.C.R. di Licata sito in contrada Piano
Bugiades, ad utilizzare il truciolo, quale ammendante, nell’attività di
coltivazione del verde pubblico nelle aree verdi della Città, e a dare la
massima diffusione alla cittadinanza del servizio reso. Si spera, per il
buon fine dell’iniziativa nella collaborazione della stessa Società, nella
gestione del servizio di triturazione degli arbusti, utilizzando propri
uomini e mezzi.
18

ATTIVITÀ

MASSIMA ATTENZIONE
ALLA PULIZIA SPIAGGE
E’ stato affrontato con il Libero consorzio di Agrigento, ente a cui
spetta il servizio, la questione legata alla pulizia delle spiagge del
litorale costiero licatese. Sono già state destinate le somme necessarie
da parte degli uffici provinciali.

SOPRALLUOGHI
SUL TERRITORIO
E PROGRAMMAZIONE
INTERVENTI
DI PUBBLICA UTILITÀ
Una serie di sopralluoghi all’interno del territorio comunale hanno
permesso di prendere conoscenza diretta della situazione in merito ad
alcune emergenze e degli interventi di pubblica utilità da adottare al
fine di porre fine alle stesse.

RIPRISTINO STAZIONE
FERROVIARIA DI LICATA
I vertici di Rete Ferrovia Italiana hanno assicurato il ripristino del
fabbricato viaggiatori della stazione ferroviaria di Licata recentemente
andato a fuoco.
Un impegno assunto nelle ore immediatamente successive all’incendio
che ha devastato lo storico edificio principale della stazione licatese,
a seguito della pronta richiesta per chiedere il ripristino dei luoghi ed
una maggiore vigilanza.

19

ATTIVITÀ

POTENZIAMENTO ITINERARIO
CANICATTÌ- LICATA - GELA-VITTORIA-COMISO
Presente a Gela, accompagnata dal Comandante della P.M., per
partecipare alla manifestazione di presentazione del progetto di
potenziamento dell’itinerario Canicattì – Licata- Gela- Vittoria –
Comiso.
Potenziare i collegamenti Canicattì – Licata - Gela – Vittoria – Comiso,
significa, soprattutto per noi, potenziare i collegamenti con la struttura
aeroportuale di Comiso, che dista appena 70 chilometri da Licata,
lenire i disagi dei nostri concittadini costretti a lunghe trasferte prima
di raggiungere un aeroporto vicino con i mezzi pubblici o privati, o a
recarsi a quello di Comiso esclusivamente con mezzi propri, e dare,
altresì, anche un notevole impulso alle attività turistiche della nostra
zona.
Quindi, tutto il mio impegno affinchè ogni opera presentata e
proposta, sia operativa al più presto.

PRESENTAZIONE PROGETTO
“5 SECONDI PER PENSARE”
Campagna Social Antidiscriminazione denominata “5 secondi per
pensare - 5 parole per non discriminare” lanciata in occasione di
un Convegno tenutosi presso l’Istituto Tecnico “Filippo Re Capriata”.

20

ATTIVITÀ

INIZIATIVA
“M’ILLUMINO DI MENO”
Durante tale iniziativa nazionale, e, in adesione alla campagna
Nazionale “Climate in Action - M’illumino di meno 2015” indetta da
Croce Rossa Italiana, le luci di Castel S. Angelo sono state spente.
La crescita del territorio passa anche attraverso la riduzione e
razionalizzazione dei consumi energetici.

MANUALE DELLE
BUONE PRATICHE
L’Ufficio Europa del Comune, nell’ambito del più vasto progetto
previsto dal PAES – Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile - che
mira alla riduzione del 20% delle emissioni di CO/2 entro il 2020, ha
stampato e diffuso due opuscoli con i quali indica i comportamenti da
tenere per il raggiungimento dell’obiettivo nella città di Licata.
Il primo dei due opuscoli ha per oggetto: “Manuale delle buone
pratiche PAES della città di Licata”, che dà indicazioni su come
risparmiare energia in casa, nei luoghi di lavoro sostenibili; contiene
consigli rivolti agli automobilisti per ridurre il consumo di carburante
e le emissioni di CO/2, sulla manutenzione degli autoveicoli e sullo
stile di guida.
Il secondo opuscolo “Manuale delle buone pratiche ambientali da
adottare negli uffici comunali della città di Licata”, contiene tutta
una serie di suggerimenti su comportamenti da adottare ai fini del
risparmio di consumi di energia elettrica, energia termica, trasporti,
verde in ufficio e rifiuti.

RIQUALIFICAZIONE ZONA
MONTECATINI E VILLA ELENA
Azione di pulizia straordinaria con decespugliamento e riqualificazione
delle zone: Montecatini e Villa Elena.
21

ATTIVITÀ

MUSEO
DEL MARE
Allo scopo di conservare e valorizzare il sempre più ricco patrimonio
archeologico rinvenuto nel mare di Licata, ed a seguito di quanto
concordato con la Soprintendenza del Mare di Palermo, è stato
disposto l’avvio delle procedure per l’allestimento di un Museo del
Mare all’interno del Chiostro di Sant’Angelo.
L’iniziativa è stata possibile grazie al fatto che tra l’Amministrazione
comunale e la suddetta Soprintendenza è stato sancito il formale
passaggio, in consegna temporanea, al Comune di Licata dei
reperti archeologici, peraltro già custoditi all’interno del Chiostro
di Sant’Angelo, rinvenuti nel mare licatese con la collaborazione
dell’Associazione GAI Finziade di Licata.
Oltre alla disponibilità del locale, l’Amministrazione comunale
dovrà provvedere alla realizzazione degli allestimenti espositivi, di
installazioni multimediali per la proiezione di filmati storici, di angoli
per l’esposizione delle immagini fotografiche, di pannelli didattici e di
quanto altro necessario per la fruizione della struttura.
L’obiettivo è quello non solo di valorizzare e custodire il ricco
patrimonio archeologico, testimonianza della ricca e prestigiosa
storia di Licata, ma anche di aggiungere un ulteriore elemento alle già
diverse potenzialità esistenti per incrementare sempre più l’offerta e la
presenza turistica a Licata.

A SOSTEGNO DELLA
LOTTA DELL’ORDINE DEI
GIORNALISTI E DELL’ASSOSTAMPA
Intervento a sostegno della battaglia intrapresa dall’Ordine dei
Giornalisti e dall’Associazione Siciliana della Stampa, a favore del
mantenimento, laddove già esistono, e dell’istituzione, laddove, invece,
ancora mancano, degli Uffici Stampa negli Enti pubblici in Sicilia, ed
in particolare, in quelli dipendenti direttamente dalla Regione Sicilia.
La lotta portata avanti dall’Ordine dei Giornalisti, e dal più importante
sindacato di categoria, mi trova perfettamente d’accordo, perché, da
sempre, sono stata e sono sostenitrice dell’istituzione degli uffici stampa
negli enti pubblici, sia per dare esecuzione a precise disposizioni di
legge che disciplinano la materia in Sicilia come nel resto d’Italia, sia
22

ATTIVITÀ

per affidare la gestione della comunicazione pubblica a professionisti
regolarmente iscritti all’ordine e, in quanto tali, esperti della materia.
Sono del parere, convinto, che non ci si può improvvisare professionisti
in qualsiasi campo, ed in particolare, in un settore delicato quale è
appunto quello della comunicazione pubblica, un settore in cui, a
mio avviso, le Amministrazioni dovrebbero investire maggiormente,
nell’ottica di quello che è lo spirito delle varie leggi che disciplinano la
materia che, come è noto, mirano a rendere partecipi il cittadino delle
scelte fatte dalle istituzioni, dagli enti locali, dalle aziende sanitarie,
dalle scuole, dalle stesse organizzazioni sindacali.

AVVIO AUDIZIONE CON
MINAMBIENTE SU CENTRALE
EOLICA OFF SHORE
Su incarico dei soggetti facenti parte del Coordinamento No Peos, con
una nota indirizzata ai Ministri dell’ambiente e della tutela del territorio
e del mare, e delle infrastrutture e trasporti, è stata chiesta audizione
presso la Commissione Via/Vas per presentare un’opposizione alla
richiesta di esclusione a procedura Via del progetto eolico off shore
presentato dalla Mediterranea Wind off shore da realizzare nel Golfo
di Gela.

23

ATTIVITÀ

REGOLAMENTO
TUTELA ANIMALI
E’ stata ordinata la predisposizione degli atti per l’adozione del
Regolamento per la Tutela degli Animali proposto dall’Associazione
Nazionale Comuni italiani e dalla Federazione Italiana Associazioni
Diritti Animali e Ambiente.
Le regole presenti nel regolamento-tipo, si possono così riassumere: la
detenzione di cani e di gatti secondo standard minimi (con il divieto
assoluto di usare la catena o di lasciare i pet a lungo soli), il libero
accesso degli animali domestici sulle spiagge, nei luoghi pubblici, nei
luoghi aperti al pubblico (compresi case di riposo, ospedali, cimiteri)
e sui mezzi di trasporto pubblico, la tutela della fauna selvatica, la
detenzione di animali esotici, e tutti gli altri aspetti della convivenza
tra uomini ed animali nelle città.
Il testo proposto venuto fuori dall’accordo quadro è fortemente
innovativo, perchè ribalta la tradizionale prospettiva proibizionista e
punta a migliorare la qualità della vita di tutti, proprietari di animali
o meno. Si tratta di un regolamento che rovescia completamente
l’impostazione adottata finora: si parte non dai divieti, ma dall’idea
che - in linea generale, con motivate eccezioni - l’animale domestico
possa accompagnare il proprietario dovunque, senza ledere i diritti di
nessuno. Da ciò anche un rovesciamento della valenza sociale del
rapporto tra esseri umani e animali d’affezione ed opera perché il
rispetto verso i nostri amici a quattro zampe sia promosso anche nel
sistema educativo, a partire dalla scuola dell’infanzia ed elementare.
Ed ancora il regolamento ha l’obiettivo di promuovere il benessere
degli animali che vivono in città, favorendo allo stesso tempo la
corretta convivenza tra uomo e animale, anche in funzione del rispetto
dell’ambiente, dell’igiene e della sanità pubblica.
Il Dirigente del Dipartimento LL.PP. ed Urbanistica ha già provveduto
a formulare una bozza sulla quale gli Uffici competenti stanno
verificando eventuali modifiche ed integrazioni.

24

ATTIVITÀ

PROBLEMATICHE
TARI
Si è intervenuto incisivamente sull’acceso dibattito registrato in Città
in merito alle problematiche TARI: continue segnalazioni di disagio
sono pervenute da parte della popolazione per le interminabili code
che giornalmente si registrano presso gli sportelli della Società
Engeneering che gestisce il servizio di riscossione per conto del
Comune, e per presunti errori nell’applicazione delle stesse tariffe.
La Società che gestiste il servizio di riscossione, è stata quindi
sollecitata all’adozione di interventi urgenti mirati ad evitare i disagi
che hanno causato notevoli difficoltà a tutta la collettività licatese e che
non si ritengono accettabili da una società che si definisce civile, ad una
maggiore attenzione nell’emissione delle bollette, ed al potenziamento
degli sportelli aperti al pubblico per poter fornire quelle doverose
delucidazioni a tutte le richieste di chiarimenti.
Il Dirigente del Dipartimento Finanze, è stato invece invitato ad
intervenire per procedere alle doverose verifiche, e, a mettere in atto
tutti gli adempimenti di competenza finalizzati a tutelare il cittadino e
a prevenire l’insorgere di contenzioso con il Comune.

RIQUALIFICAZIONE E
VALORIZZAZIONE DEL
POZZO “GRADIGLIA”
Sono state avviate le procedure necessarie alla realizzazione di un
progetto per la riqualificazione e valorizzazione del Pozzo Gradiglia,
l’importante opera idraulica di grandissimo valore storico, culturale
ed artistico, che sorge all’inizio della strada San Michele. Un’opera
perfettamente funzionante ed azionata da un animale da soma che, con
il suo movimento permette di prelevare acqua dal pozzo, e che, una
volta rimessa in funzione, attrarrà visitatori e turisti.
Il progetto, abbastanza articolato, prevede che possa sorgere il “sito
dell’acqua”, sfruttando l’originaria storica presenza del pozzo, le
fontanelle pubbliche presenti, che saranno riattivate, e il locale
25

ATTIVITÀ

comunale attiguo alla struttura. Tale locale, da affidare tramite bando
pubblico, sarà parte destinato a chi andrà a gestire la struttura e parte
destinato ad un progetto di vendita di acqua minerale a basso costo.
Si è inteso dare prova pratica di amministrazione attiva ed efficiente, dal
momento che si intende riqualificare e valorizzare un’opera idraulica
di grande valenza storica – artistica e antropologica; recuperare e
valorizzare locali che ad oggi sono utilizzati come semplici depositi;
sgravare l’ente di oneri di gestione dell’intera struttura; stimolare
l’avvio di nuove attività con la conseguente nascita di nuovi posti di
lavoro.
L’atto di riferimento è la Direttiva N. 26 del 16/04/2015. Sono state
predisposte le procedure di gara per l’affidamento del servizio e
l’Ufficio Lavori Pubblici sta attivando le procedure necessarie per
realizzare la divisione dei locali siti lungo la Strada provinciale San
Michele, attigui al Pozzo Gradiglia. Con Delibera di G.M. N. 53 del
18/05/2015 è stato disposto l’affidamento per anni cinque dei locali in
questione.

VISITA
SITI ARCHEOLOGICI
Su input dell’Amministrane, il Dirigente del Dipartimento Servizi
Sociali, ha emanato un avviso che ha per oggetto il coinvolgimento
delle associazioni di archeologia e culturali che abbiano nel loro
statuto lo scopo precipuo di diffondere ed ampliare la conoscenza
della cultura storica, archeologica, letteraria ed artistica in genere e la
valorizzazione dei beni culturali presenti sul territorio.
L’Associazione che sarà selezionata organizzerà, a fronte del
pagamento di un ticket, un giro turistico, di almeno tre ore, all’interno
del centro storico, una degustazione di prodotti tipici, un piccolo
spettacolo di intrattenimento mirato a far conoscere le tradizioni locali
e gli artisti locali (esempio lo spettacolo del cantastorie, o la mostra
o lo spettacolo teatrale dei pupi, ovvero lo spettacolo folkloristico,
spettacolo dei fiscalettari, ecc.), una visita nei principali siti di interesse
storico e/o archeologico della Città, messi gratuitamente a disposizione
dall’Amministrazione comunale, che ne assegnerà la custodia, la cura
e la manutenzione ordinaria.
I siti storici messi a disposizione dall’Amministrazione comunale sono
la Grangela, i Rifugi antiaerei, la Tholos, il Teatro Re ed il Museo, non
appena sarà riaperto al pubblico.

26

ATTIVITÀ

CREAZIONE
APP TURISTICA
E’ stata disposta la creazione di una App – (variante delle applicazioni
informatiche dedicate ai dispositivi di tipo mobile, quali smartphone
e tablet) – turistica, in italiano e in inglese, per offrire molteplici
possibilità fruitive per visitare in un unico prodotto la città di Licata
e le sue meraviglie, proponendo un itinerario che possa promuovere
contenuti relativi a monumenti, strade, piazze, palazzi, musei, ecc.
mediante una mappa geolocalizzata che possa offrire una visione
chiara dei percorsi e dei punti di maggiore interesse, e, supportata da
una mappa cartacea da collocare all’ingresso della Villa Regina Elena
per illustrare il percorso.
“Nella consapevolezza che Licata ha veramente tanto da offrire
ai suoi cittadini ed ai visitatori, basta soltanto valorizzarla con
l’impegno e il contributo di tutti, a seconda delle proprie competenze
e dei ruoli che ognuno occupa in questa nostra società. Il progetto
proposto, ha come finalità la valorizzazione della cultura, della
ricerca, del paesaggio e del patrimonio storico ed artistico”.

CONVENZIONE
ESIEA CPT AG
E’ stata stipulata il 07.05.2015 la CONVENZIONE ESIEA CPT AG,
riguardante l’informazione relativa alle fasi lavorative delle attività di
cantieri edili, alla formazione, alla assistenza e consulenza tecnica in
cantiere, all’aggiornamento normativo in materia di sicurezza e salute.

TINTEGGIATURA ATRIO E
SCALE DEL PALAZZO DI CITTÀ
Pulizia straordinaria e ritinteggiatura degli spazi interni, zone ingresso
e atrio scale del Palazzo di Città.

27

ATTIVITÀ

VERIFICA PONTI
SUL FIUME SALSO
Sono state attivate le procedure per il progetto di collaudo, sono state
redatte le necessarie perizie ed effettuati i sopralluoghi tecnici.

BONIFICA AMIANTO
MERCATO ORTOFRUTTICOLO
E’ stata espletata gara ed è prossimo l’inizio dei lavori di stabilizzazione
copertura di circa mq. 4.000.

PROGETTO BIBLIOFREE
WIFI GRATIS IN BIBLIOTECA
Realizzate tre postazioni internet con collegamento WiFi gratuito
all’interno della biblioteca comunale. Libri e WiFi in Comune.

BIBLIOFREE
WiFi & BOOKS

28

in COMUNE

FINANZIAMENTI

FINANZIAMENTI E LAVORI DURANTE
IL PERIODO DI GESTIONE COMMISSARIALE



FINANZIAMENTO TRATTO
DI FOGNATURA VIA GUIDO D’AREZZO
Grazie al personale interessamento, è stato recuperato presso la Regione
Siciliana il finanziamento di euro 270.000 (duecentosettantamila),
per la realizzazione di un progetto redatto dalla Direzione
Generale dell’Ufficio di Protezione Civile Regionale e voluto dalla
Amministrazione Comunale che mi ha preceduto, per il ripristino e
la normalizzazione di un tratto di fognatura di via Guido D’Arezzo,
prospiciente la Chiesa di San Giuseppe Maria Tomasi. Ricordiamo che
la realizzazione dei lavori servirà ad evitare possibili allagamenti della
zona Playa.
Il lavoro svolto dimostra il concreto impegno per dare, nel più
breve tempo possibile, risposte utili e positive alla cittadinanza
Licatese.

GAC - SOSTITUZIONE
BOX PESCATORI PORTO
Utilizzazione fondi GAC per importo di €. 250.000,00 sostituzione
box pescatori Porto Licata. Firmata convenzione con il Presidente del
GAC., unicità del Golfo di Gela, Avv. Angelo Fasulo.

MANUTENZIONE
TORRI FARO PORTO
Finanziamento concesso dal Genio Civile di Agrigento importo
€. 100.000,00.
29

FINANZIAMENTI

FINANZIAMENTO ASILO NIDO
SAN GIUSEPPE
Sottoscritta e restituita all’Assessorato Regionale della Famiglia, delle
Politiche Sociali e del Lavoro, la copia della convenzione, accompagnata
da una dichiarazione di impegno previsto dal regolamento C.E.
n° 1828/2006 – art. 8 – con la quale il Comune di Licata accetta il
finanziamento di Euro 593.165,75, per la realizzazione dei lavori di
ristrutturazione dell’asilo nido comunale San Giuseppe, che sorge in
via Gela. Il progetto, nel suo complesso, prevede anche la fornitura di
arredi, macchinari, attrezzature.

RICHIESTA FINANZIAMENTO PER
LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA
DI DUE PLESSI SCOLASTICI
Presentate le istanze di finanziamento di due progetti per la realizzazione
di lavori di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico
in altrettanti plessi scolastici cittadini: “Don Lorenzo Milani” di
Via Campobello e Scuola materna “Olimpia” di Via Castello,
rispettivamente di euro di euro 452.170,00 e di euro 593.252,51. Per il
primo, è stato già assicurato il finanziamento ed il decreto è in corso di
registrazione, l’altro è in graduatoria e già esitato positivamente.
L’impegno è nato dalla consapevolezza di ritenere un dovere quello
di adoperarsi per sfruttare le norme vigenti allo scopo di reperire
quei finanziamenti necessari a ridare lustro all’edilizia scolastica
cittadina, ma soprattutto intervenire per la sicurezza dei bambini

LAVORI ASILO NIDO
SANT’ANGELO
Lavori di ristrutturazione ed adeguamento Asilo Nido Sant’Angelo
(Fondi Pac) importo €. 320.000,00.
30

FINANZIAMENTI

PROGETTO ESECUTIVO
LAVORI MESSA IN SICUREZZA
PLESSO SCOLASTICO G. DE PASQUALI
Con una Deliberazione di Giunta, è stato preso atto del progetto
esecutivo realizzato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti –
Provveditorato Interregionale Opere Pubbliche Sicilia – Calabria –
Settore Tecnico Provinciale di Agrigento, per la realizzazione dei lavori
di messa in sicurezza dell’edificio scolastico “G. De Pasquali” di via
San Francesco, facente parte dell’Istituto comprensivo “F. Giorgio”.
L’importo complessivo di questo secondo stralcio dei lavori è di
€ 100.000,00 (centomila), ed è finanziato con fondi del Programma
Straordinario interventi urgenti sul patrimonio scolastico finalizzati
alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio
connesso alla vulnerabilità degli elementi, anche non strutturali, degli
edifici scolastici – secondo stralcio di cui alla Delibera CIPE n° 6 del
20 gennaio 2012.

MANUTENZIONE STRAORDINARIA
EDIFICI SCUOLA MEDIA
“S. QUASIMODO”
Finanziamento int. edilizia scolastica ed universitaria finanziato Dip.to
Reg.le Istruzione e Formazione Professionale. Importo €. 500.000,00.

LAVORI DI COMPLETAMENTO E DI
ADEGUAMENTO A NORME
DEL PALAZZETTO DELLO SPORT
Finanziamento Assessorato Turismo Sport e Spettacolo.
Importo €. 367.270,00

31

POLIZIA MUNICIPALE

PARTICOLARI E SIGNIFICATIVE INIZIATIVE
DEL COMANDO DI POLIZIA MUNICIPALE

SERVIZIO VOLONTARI DELLA
POLIZIA MUNICIPALE
E’ stata esitata favorevolmente dal Consiglio Comunale la proposta per
l’istituzione del servizio volontari della Polizia Municipale. Ex agenti,
ma anche simpatizzanti e giovani volenterosi potranno prestare
la loro collaborazione del tutto gratuita al comando di Piazzale
Libia. L’obiettivo principale della proposta, già sperimentata con
discreto successo da altri comuni italiani, è quello di rimpolpare
l’organico della Municipale. Ovviamente i servizi in cui verrà
impiegato il personale volontario non saranno quelli più “esposti”.

DOPPIO SENSO DI CIRCOLAZIONE
IN VIA MAZZINI
E’ stata condivisa l’importante decisione adottata dal dirigente della
Polizia Municipale Giovanna Incorvaia dell’introduzione del doppio
senso di circolazione in via Mazzini, Oggi solo in fase sperimentale.
Il provvedimento rientra nella prospettiva dello sviluppo della rete
ferroviaria, in fase di ammodernamento e servirà ad evitare le attese e le
conseguenti code al passaggio al livello di corso Umberto. Utilizzando
il ponte di via Mazzini (oggi sottoutilizzato per la difficoltà di imbocco),
infatti sarà possibile bypassarlo agevolmente.

32

POLIZIA MUNICIPALE

INAUGURAZIONE
FUORISTRADA
Ho avuto l’onore di presenziare all’inaugurazione del nuovo mezzo
fuoristrada Pick Up in dotazione al Comando di Polizia Municipale,
il cui acquisto era stato disposto dall’Amministrazione che mi ha
preceduto. Inutile rimarcare l’utilità di tale mezzo che, ad esempio, ha
già contribuito a salvare vite umane, in occasione di eventi atmosferici
particolarmente significativi.

Il Percorso Didattico permanete
EduCar risulta a COSTO ZERO
per le casse comunali grazie
alla generosità degli sponsor che
hanno condiviso subito il progetto.

PROGETTO DI
EDUCAZIONE STRADALE
E’ continuato, fino alla fine di Aprile, l’importante progetto di
educazione stradale che ha coinvolto, dall’inizio dell’anno scolastico,
diverse classi di scuola primaria cittadine. E, nello spazio frontale
del Comando di Polizia Municipale è stato creato un circuito urbano
(Progetto EduCar), che riproduce segnaletica, semafori, e che, con
l’ausilio di mezzi in movimento, contribuirà alla lodevole iniziativa.
Il parco EduCar è stato inaugurato dalla Vice Presidente della Regione
Siciliana Mariella Lo Bello.

33

POLIZIA MUNICIPALE

ADESIONE AL
CLUSTER BIO-MEDITERRANEO
EXPO MILANO 2015
Il Comune di Licata con D. D. n°755 del 28/11/2014, ha aderito
all’avviso pubblico della Regione Siciliana - Assessorato Regionale
dell’Agricoltura dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea,
- Cluster Bio-Mediterraneo Expo Milano 2015, per la presentazione
di manifestazione di interesse e prequalificazione per collaborare
alla realizzazione del Cluster Bio-Mediterraneo in attuazione della
convenzione tra Expo 2015 S.p.A. e Regione Siciliana- Assessorato
Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea, impegnandosi a
versare il contributo di partecipazione per come previsto dall’avviso
pubblico entro 15 giorni dalla comunicazione dell’ammissione tra i
soggetti che collaboreranno alla realizzazione del Cluster e a fornire i
materiali di comunicazione (video, foto, libri, etc.) che saranno richiesti
dall’organizzazione secondo format specifico per l’inserimento nelle
piattaforme di comunicazione del Cluster.
Successivamente a seguito di avviso pubblico emanato dalla Regione
Siciliana – Assessorato Regionale dell’Agricoltura dello sviluppo
Rurale e della Pesca Mediterranea – Cluster Bio-Mediterraneo EXPO
Milano 2015, il Comune di Licata con Deliberazione della Giunta
Municipale N. 209 del 30/12/2014, ha aderito alla manifestazione
di interesse “EXPO 2015: “una grande alleanza per lo sviluppo di
sinergie tra il Cluster del Bio-Mediterraneo e AnciSicilia a EXPO
Milano 2015”.
L’ufficio Europa ha provveduto a pubblicare dal 02/02/2015 al
17/02/2015, sul sito dell’ente e all’Albo Pretorio l’avviso pubblico
dell’Assessorato Regionale dell’Agricoltura dello Sviluppo Rurale
e della Pesca Mediterranea per la ricerca di sponsor per il Cluster
BioMediterraneo EXPO 2015.
Il Comune di Licata è stato presente con i propri rappresentanti nei
giorni 10, 11 e 12 giugno a EXPO Milano 2015, il palinsesto dedicato
al Comune di Licata per il giorno 11 giugno 2015, prevede dalle ore
12.00 alle 14.00 lo Show Cooking da parte del cuoco licatese Giovanni
Morello, titolare dell’Oasi Osteria del mare di Licata e lo spettacolo
musical- teatrale Pirati a Palermo dalle ore 20.30 alle ore 23.00.

34

INIZIATIVE SOLIDALI

INIZIATIVE SOLIDALI

REDDITO
DI DIGNITÀ
Con atto di Giunta Municipale N. 31 del 07/04/2015 è stata
deliberata l’adesione Ufficiale del Comune di Licata, alla campagna
per l’istituzione del “Reddito di Dignità”, a favore dei più poveri,
lanciata da Libera, l’associazione di promozione sociale, composta dal
coordinamento di oltre 1.500 associazioni varie, gruppi, scuole, realtà
di base sparse su tutto il territorio nazionale.
Nessuna esitazione nell’aderire all’iniziativa, affinchè anche
Licata, seconda città in Italia dopo Monterotondo, desse il proprio
contributo, avviando l’iter con l’adozione formale di un atto
assunto con i poteri della Giunta e con l’augurio che anche
l’Amministrazione comunale che si insedierà nel prossimo mese di
giugno, possa portarla avanti. Il reddito di dignità diventa anche
uno strumento fondamentale di contrasto alle mafie, in questa fase
di grave crisi e di aumento della povertà e delle disuguaglianze
sociali, perché toglie ossigeno a chi sfrutta il bisogno della gente
trasformandolo in ricatto economico, alimentando, così, circuiti
criminali che approfittano della povertà, o, per fare dei posti
di lavoro merce di scambio. Questo strumento deve servire per
imporre un diritto che renda le persone meno deboli anche di
fronte a chi ne vuole sfruttare i bisogni e le fragilità.

35

INIZIATIVE SOLIDALI

ATTIVITÀ RICREATIVE PER ANZIANI
E PORTATORI DI HANDICAP
Con l’utilizzo delle somme a destinazione vincolata del 5 x mille
dell’Irpef sono stati approvati e affidati due progetti in favore dei
diversamenti abili: “Secondo laboratorio teatrale per l’integrazione
sociale” e “Il mio territorio, colori, suoni, sapori e tradizioni”.
Nell’ambito delle iniziative rivolte agli anziani e ai soggetti
diversamente abili, è stata organizzata “La ballata del liscio”,
La manifestazione ha lo scopo di migliorare la qualità della vita,
mediante il superamento del senso di solitudine ed emarginazione che
conduce spesso all’allontanamento della vita sociale, promuovendo
occasioni di incontro e di vita collettiva per favorire il benessere psico
– fisico e scambio relazionale.

ATTIVITÀ PER PARTICOLARI
RICORRENZE
In occasione dei festeggiamenti del Santo Natale:
• Illuminazione Palazzo di Città;
• Sfilate gruppi folkloristici;
• Presepe vivente;
• Sfilate dei zampognari per le vie del centro;
• Addobbo albero di Natale in P.zza Progresso;
• Sfilate dei cavalli nel centro storico;
• Concerti di musiche sacre nelle chiese;
• Rappresentazioni teatrali ed eventi culturali presso il Teatro Re;
• Spettacolo di Capodanno 2015 con l’Ass. Casa e Putia;
• Accoglienza del Simulacro della Madonna Pellegrina.
• Rappresentazione teatrale “Quella sera … sono diventata
“Rosa Balistreri” a cura dell’Ass. Culturale “LiberaMente”.
• Luminarie per le festività di San Giuseppe, Madonna Addolorata,
Settimana Santa, Pasqua e Sant’Angelo.
• Servizio bandistico per la Madonna Addolorata, Settimana Santa e Pasqua.
• Schermo gigante in occasione della celebrazione della Santa Messa
nella Chiesa di Sant’Agostino per la tradizionale “Scinnuta” della
madonna Addolorata.
• Celebrazione ricorrenze del 25 Aprile e 2 Giugno.

36

INIZIATIVE SOLIDALI

SERVIZI GARANTITI
DALL’UFFICIO ASSISTENZA
Ricovero di N. 19 minori sottoposti a provvedimento dell’autorità giudiziaria: di cui N. 7 collocati in
strutture denominate “Case di accoglienza” e N. 12 collocati in Comunità alloggio per minori.
Ricovero di N. 46 minori stranieri non accompagnati.
Ricovero di N. 3 minori stranieri non accompagnati per i quali è stata disposta la prosecuzione delle
misura educativa oltre la maggiore età.
Ricovero di N. 1 gestante, ragazza madre in difficoltà presso una Casa di accoglienza.
Servizio di ricovero disabili mentali.
Attività amministrativa relativa al servizio di lavori di pubblica utilità.
Servizio di trasporto ph.
Servizio ricovero anziani.
Servizio di trasporto urbani per anziani.
Impegnata con determina dirigenziale N. 801 del 17/12/2014 la somma di Euro 1.917,82, erogata
dall’Assessorato Reg.le delle Infrastrutture e della Mobilità in favore dell’Ente per i contributi integrativi
pagamento canone di locazione per l’anno 2011.
Bonus tariffe elettriche e gas.
Il servizio sociale professionale si è occupato di tutti i servizi inerenti le fasce deboli. Contributi economici,
ricovero anziani, disabili, tribunale per i minorenni, segnalazioni Giudice Tutelare, segnalazioni U.E.P.E.,
U.S.S.M., e soprattutto ha collaborato con i servizi territoriali quali C.S.M., consultorio familiare, N.P.I., SERT.
Sono stati avviati al lavori Progetto Legge 328/2000 (Borsa Lavoro) diversi soggetti appartenenti a nuclei
ad alto rischio di marginalità sociale.
Gestione servizio Affido familiare minori: in atto 5 famiglie affidatarie per n. 8 minori.
Assegno di maternità, assegno per nucleo familiare con tre figli minori e bonus di € 1.000,00 per la
nascita di un figlio.

37

INIZIATIVE SOLIDALI

ATTIVITÀ SVOLTA
DAL DISTRETTO D5
Avvio progetto di zona Minori Disabili.
Avvio procedure di gara per attività ricreative disabili mentali.
Avvio progetto di Zona Borse di Lavoro III annualità-rimodulazione.
Bonus Socio Sanitario.
Avvio progetto PAC Infanzia e Anziani I e II riparto.
Avvio servizio Autonomia e Comunicazione e Igienico Personale nelle scuole per minori disabili.
Avvio progetto Piano di Zona “ADI”.
Avvio progetto Sostegno economico ai familiari affetti da sclerosi laterale amiotrofica SLA.
Avvio gestione progetto Home Care Premium.
Avvio procedure di N. 3 gare per Assistenza educativa Domiciliare Minori, Progetto PUA,
Equipe Multidisciplinare, Assistenza Domiciliare ph.

ADESIONE CAMPAGNA PREFETTURA
DI AGRIGENTO E CONFARTIGIANATO
“SICUREZZA ANZIANI”
Promozione sportello assistenza anziani di
ANAP Confartigianato Persone con numero telefonico dedicato per
contrasto a minacce o reati nei confronti di persone della terza età.

38

RICORRENZA DEL SANTO PATRONO

RICORRENZA DEL SANTO PATRONO
SANT’ANGELO

GRUPPO DI LAVORO
Allo scopo di pianificare la gestione della tradizionale Fiera di
Sant’Angelo, è stata disposta la costituzione di un gruppo di lavoro,
sottoposto alla dirigenza del Comandante della Polizia Municipale,
con lo specifico compito di pianificare la fiera sotto tutti gli aspetti di
competenza dell’Ente.
Grande attenzione è stata posta a questo appuntamento molto sentito
non solo dagli operatori commerciali, e dai licatesi, ma anche dai
cittadini dei centri viciniori, attratti dal fascino di questo tradizionale
appuntamento annuale che si tramanda ormai da tantissimi decenni.
INVITO A TUTTE LE COMUNITÀ AGRIGENTINE A
STRINGERSI IN UN IDEALE FRATERNO ABBRACCIO
Singolare iniziativa: invitare tutti i sindaci della Provincia, con
gonfalone e fascia tricolore, a partecipare alla processione in onore del
Santo, “per stringere in un ideale fraterno abbraccio tutte le Comunità
agrigentine ed i rispettivi Membri, a qualunque Credo appartengano”.
Nel mondo è presente oggi odio e efferata violenza, basata ed alimenta
sull’assurdo assunto che a volerlo sia un Dio. Cogliendo l’occasione
della festività di S. Angelo, Martire Carmelitano, Patrono della Città,
si è ritenuto opportuno avviare una iniziativa che permettesse che da
Licata si levasse forte e chiaro, e si espandesse, il messaggio che una
convivenza civile, seppure nelle diversità, è possibile. E’ stato abbinato
al momento di festa un momento di meditazione e di testimonianza di
tutte le donne e gli uomini di buona volontà, concordi nell’affermare
che tutte le religioni non possono che convergere nell’auspicare la
fratellanza e la cooperazione fra i Popoli nel rispetto delle idee che ben
possono essere diverse.

39

A MISURA DI BAMBINO

UNA CITTÀ A MISURA DI BAMBINO

PERCORSO
DIDATTICO / TURISTICO
E, pur nella consapevolezza che si tratti di una piccola cosa, rispetto a
quel tanto che si potrebbe fare, è stato disposto l’iter per la realizzazione
di un percorso didattico/turistico interattivo per i bambini della città e
del turismo familiare, che rappresenterà, all’interno della villa comunale
“Regina Elena”, il patrimonio artistico-culturale della Città, mediante
riproduzioni, pannelli esplicativi, plastici, disegni delle numerose chiese,
torri, castelli, palazzi del seicento, delle ville liberty e dei principali
monumenti cittadini.
Al fine di “assicurare l’effettivo rispetto” alla legge N. 113/92 modificata
con la N.10 del 14 gennaio 2013, che introduce l’obbligo per il Comune
di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato, compresi
i minori adottati, è stata individuata e bonificata un’area di proprietà
comunale, dove sono stati piantumati n° 117 alberi di agrumi. Nella
medesima area, si è previsto un percorso didattico culturale che promuove
i valori della tutela dell’ambiente e della natura. Ogni bambino ha avuto
il proprio alberello, ed un’apposita etichetta ne indica, oggi, il nome.
Ma, non mi sono voluta fermare e, visto l’entusiasmo con il quale è stata
accolta l’iniziativa, per ricordare i bambini nati durante il mese di Maggio
2015, e restituire alla Città, un’area che è stata interamente bonificata,
sono stati piantumati
20 alberelli di ulivo
in una area attigua al
Comando di Polizia
Muncipale che è
stata completamente
bonificata per la
realizzazione di un
piccolo parco ed un
percorso naturalistico
(Progetto EduCity),
per educare i più
piccoli a vivere la
Città.

40

Il Percorso Didattico permanete
EduCity risulta a COSTO ZERO
per le casse comunali grazie
alla generosità degli sponsor che
hanno condiviso subito il progetto.

A MISURA DI BAMBINO

“BENVENUTO A LICATA”
Ma non solo, con il cuore, ho voluto porgere loro, personalmente, il
“Benvenuto a Licata”, durante una cerimonia appositamente organizzata
e durante la quale ho omaggiato i piccoli neonati con un simpatico
dono, che segnerà la loro crescita, offerto da me personalmente.

VISITA AI BAMBINI
RICOVERATI IN PEDIATRIA
Visita ai bambini ricoverati presso l’unità di pediatria del San
Giacomo D’Altopasso, dove, in occasione della ricorrenza del Natale,
unitamente al Presidente del Consiglio Comunale e al Comandante
della Polizia Municipale sono stati anche offerti dei doni. “Ho voluto,
simbolicamente essere vicina ai bambini della Città, durante una
ricorrenza tanto sentita”.

41

A MISURA DI BAMBINO

LETTERA AI 740 GIOVANI
CHE HANNO COMPIUTO 18 ANNI
E CHE ANDRANNO,
PER LA PRIMA VOLTA A VOTARE
“Avete raggiunto l’importante traguardo che segna una tappa
fondamentale nella vostra vita. L’art. 48 della Costituzione Italiana
vi ha attribuito il diritto al voto. Ed è proprio in virtù di questo nuovo
diritto/dovere che oggi mi rivolgo a voi, non solo come primo cittadino
e rappresentante di una Istituzione, ma, come farebbe un genitore, per
spronarvi ad agire, in questo particolare momento di vita politica che
vive la Città, con coscienza, con la consapevolezza di essere liberi, e
perseguendo l’alto fine della legalità.
Con la maggiore età, secondo l’ordinamento italiano avete
acquisito la capacità di agire. Vi esorto, oggi, a fare il più grande
investimento della vostra vita. Agite con la consapevolezza di dovere
essere i costruttori di un mondo migliore. Investite il vostro impegno
nei valori più alti: onestà, rispetto, fiducia, coerenza e conquisterete
la stima di ognuno. Fate dipendere da essi e solo da essi ogni vostra
azione, comportamento, pensiero e ogni scelta.
Il diritto al voto è una conquista fondamentale: esercitatelo per non
delegare agli altri questo grande potere ed esercitatelo esprimendo
un voto libero, libero da soprusi, condizionamenti esterni, agite con
la vostra testa, secondo gli alti valori della democrazia, sanciti nella
Costituzione Italiana (la più bella al mondo) che regola il nostro vivere
civile.
Andate a votare, e, permettetemi in due parole di rimarcare il senso di
questo mio messaggio: Votate Liberi”.
Sono stati 7 mesi intensissimi, vissuti con la grande soddisfazione
per avere avuto modo di stare tra di voi, ponendo al centro del mio
lavoro la necessità di mettere la cultura della legalità alla base di
un programma di attività, consapevole che è l’unica certezza per
contrastare la mafia e la corruzione.

42

A MISURA DI BAMBINO

Non a caso, a conclusione della presente relazione, il testo della
nota indirizzata ai giovani licatesi, che vuole essere un inno alla
“libertà”, l’invito ad esser liberi, per crescere e rivestire all’interno
della società quel ruolo che spetta ad ognuno, perseguendo i
propri desideri, affermando la propria professionalità e portando
alti i valori di pace, convivenza civile, onestà, e, con l’immenso
desiderio che la strada tracciata durante questa amministrazione,
possa essere percorsa e valorizzata da chi a breve mi sostituirà alla
guida del governo della Città.
Grazie a tutti.
Giugno 2015
On. Maria Grazia Elena Brandara
Commissario Straordinario della città di Licata

43

COMUNE DI LICATA - COMMISSARIO STRAORDINARIO

MOMENTI

44

COMUNE DI LICATA - COMMISSARIO STRAORDINARIO

45

COMUNE DI LICATA - COMMISSARIO STRAORDINARIO

46

COMUNE DI LICATA - COMMISSARIO STRAORDINARIO

47

COMUNE DI LICATA - COMMISSARIO STRAORDINARIO

RINGRAZIAMENTI

In 7 mesi di attività ho lavorato intensamente al fine di cancellare atti di illegalità e corruzione,
ripristinando l’ordine, la sicurezza e la pulizia della città. Licata ha una grande squadra che sin
dall’inizio del mio mandato ha collaborato con entusiasmo e competenza.
Non posso che ringraziare per questo, le Istituzioni, tutto il personale del comune e i miei più stretti
collaboratori, in particolare:
il Segretario Generale Lucio Guarino
i Dirigenti Enzo Ortega, Giovannella Incorvaia, Franca Santamaria,
Andrea Occhipinti, Pietro Carmina
la mia segretaria Marisa Lauricella
Peppe Ferraro e a tutto il comando dei vigili urbani in particolare per la realizzazione dei percorsi
educativi permanenti: EduCar ed EduCity.
Addetto Stampa del Comune Franco Morello e Tiziana Callea
tutto il Consiglio Comunale con il Presidente Saverio Platamone
il Baby Sindaco Angelo Maria Licata
la Stampa
Peppe Cellura, Angelo Augusto, Paolo Picone,
Assunta Bonfirraro, Enzo Montana per l’affettuosa e puntuale collaborazione
il Clero e tutte le Forze di Polizia e i Rappresentanti delle Associazioni Culturali.
Davide Antonuccio per l’affettuosa e gratuita collaborazione
Sergio Vincenti per il sostegno e la partecipazione.

Ma il mio GRAZIE più sentito va a tutti i CITTADINI
che mi hanno fatto subito sentire LICATESE
ed insieme a loro spero di aver lasciato una LICATA migliore.
48


Documenti correlati


Documento PDF 7 mesi a licata
Documento PDF monitor emilia romagna settembre 2016
Documento PDF beneficiari 31agosto2016
Documento PDF istat com ottobre 2016 pdf
Documento PDF 22327decreto 25 06 13
Documento PDF versione online diac


Parole chiave correlate