File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Libretto resilienza 2.pdf


Anteprima del file PDF libretto-resilienza-2.pdf

Pagina 1...4 5 67834

Anteprima testo


Sebastiano Aglianò
Il problema siciliano
Le ragazze siciliane hanno gli occhi fermi e seducenti, ma come
velati da una malinconica apatia: quel colore suggestivo, vario
di iridescenze e di toni opachi, che ti lascia subito distinguere il
“tipo” anche fra le cime delle Alpi o in mezzo alla vita turbinosa di
una città moderna. In quegli occhi sono stratificati le sofferenze,
l’ansia e il torpore di infinite generazioni, tutta la storia del
popolo siciliano, che è una successione ininterrotta di impulsi
disperati e di sottomissioni supine, di momenti rapidi pieni di
luce e di zone interminabilmente oscure. La Sicilia è famosa per i
suoi Vespri, per i Fasci del 1893-94, per le frequenti rivolte, per il
carattere ardente dei suoi abitanti; e tuttavia non si direbbe che la
fisionomia complessiva della regione sia proprio rivoluzionaria.
Anzi nel quadro generale della vita italiana la Sicilia rappresenta
la zona dove la reazione ha spiegato maggiormente le sue forze.
Pensate: sullo scorcio del Settecento, mentre nell’Europa colta,
in Francia, a Milano e a Napoli si proclamavano le nuove verità
rivoluzionarie che avrebbero dato un nuovo volto al mondo,
a Palermo si discuteva ancora con accanimento sui privilegi
nobiliari e sui diritti della case patrizie, stabiliti da vecchi
diplomi di regnanti spagnoli; l’economia rurale del Settentrione
si avviava a procedimenti moderni, in Sicilia si manteneva il
latifondo; mentre altrove 1’operaio, il contadino, le classi umili
insomma, e sin allora le più ignorate, acquistavano nuovi diritti
alla vita, attraverso una continua lotta contro i privilegi dei ceti
dirigenti tradizionali, qui ogni tentativo di rinnovamento veniva
condannato dall’ opinione pubblica o era soffocato nel sangue; e
ancora oggi il rapporto delle forze politiche e morali esistenti in
Sicilia non è tale da far concepire le migliori speranze: nonostante
i sensibili progressi ottenuti dai partiti e, ciò che più conta, dalle
idee d’avanguardia, l’Isola rimane sempre - in una gran massa
dei suoi abitanti e soprattutto nelle persone che ne reggono
6