File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



INDIRE RELAZIONE COMPLETA .pdf



Nome del file originale: INDIRE RELAZIONE COMPLETA.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato inviato su file-pdf.it il 07/07/2016 alle 09:29, dall'indirizzo IP 78.193.x.x. La pagina di download del file è stata vista 6984 volte.
Dimensione del file: 217 KB (22 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Neoassunti a.s. 2015/16

Relazione finale attività in
piattaforma
ADRIANO ADAMO
Codice fiscale: DMADRN65D28L966P

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

Neoassunti a.s. 2015/16

Portfolio del docente
Il portfolio del docente costituisce la documentazione da presentare al
comitato di valutazione per la discussione finale dell’anno di prova.

Dati del docente neoassunto
Nome: ADRIANO
Cognome: ADAMO
Codice fiscale: DMADRN65D28L966P
Dati del tutor accogliente
Nome: GIANNICOLA
Cognome: CABONI
Codice fiscale: CBNGNC66S24I443W

2

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

Portfolio del docente

#1. Curriculum formativo
Le esperienze che ho fatto in passato significative per la mia professionalità.

Esperienza 1
Ambito della esperienza:
Ambito educativo: Docente a tempo determinato nella scuola italiana di Madrid
Anno di inizio:
2014
Durata (in mesi):
10
Breve descrizione:
Insegnamento all'estero
Cosa ho imparato?:
Lo scorso anno scolastico avuto la fortuna di insegnare nella scuola primaria
del Liceo Italiano di Madrid, una delle istituzioni straniere più rispettate non
solo a Madrid ma anche in Spagna, dove è presente un altro liceo italiano, a
Barcellona. Questi licei sono frequentati non soltanto da italiani, ma anche e
soprattutto da alunni spagnoli, dato che, per quanto riguarda l'impostazione
dei curriculum didattici, il nostro metodo di studio viene ritenuto uno dei
migliori. A quanto dicono gli spagnoli, darebbe infatti un'ottima preparazione
sia nelle materie scientifiche sia in quelle umanistiche (la percentuale di coloro
che passano l'esame di Selectividad per l'ammissione alle università spagnole
è praticamente del 100%). La differenza starebbe anche nell'impostazione del
pensiero, che educherebbe a libertà e liberalità. La scuola si trova in un
elegante edificio adiacente al consolato italiano nel centro della megalopoli.
Come ha inciso sulla mia professionalità?:
Un'esperienza interculturale di questa portata, ha senza dubbio inciso molto
positivamente sulla mia professionalità.
Ho avuto l'opportunità di acquisire nuove esperienze che non dimenticherò
mai e che mi hanno permesso di maturare come persona e come docente.
Lontano dalla mia solita quotidianità ho imparato a meglio comprendere me
stesso, a conoscere nuove persone ed ad accettarle così come sono.
L'aspetto più significativo del vivere questa esperienza è riconducibile al
particolare stato d'animo relativo a chi, trovandosi fuori dal suo ambiente

3

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

abituale, potrebbe non sentirsi a proprio agio e provare una sensazione di
imbarazzo. Comprendere questo singolare aspetto, allarga gli orizzonti e ti
prepara ad affrontare la globalizzazione scolastica con maggiore serenità.
E' stato un anno di esplorazione, di scoperta, di apertura e di scambio.
Mi sono arricchito umanamente e professionalmente e sono tornato in Italia
carico di entusiasmo e di nuove idee.

Esperienza 2
Ambito della esperienza:
Genitorialità
Anno di inizio:
2001
Durata (in mesi):
180
Breve descrizione:
Sono diventato "papà"
Cosa ho imparato?:
La genitorialità è un processo dinamico, che si sviluppa nel tempo e si nutre di
tante fasi tra loro strettamente collegate. E’ molto diverso vivere con un
neonato di poche settimane con bisogni primari, o con un bambino di sei anni
che scopre la lettura, o con un adolescente che vuole diventare grande in
fretta. Ognuna di queste fasi mi ha insegnato molto su me stesso e su come
rapportarmi con mia figlia Viola, piuttosto che con mio figlio Tommaso. Gioco
con loro al "triangolo del cuore", un triangolo (il cuore) di amore, pazienza e
fermezza (i vertici), all'interno del quale si apre un intero mondo, il nostro.
Come ha inciso sulla mia professionalità?:
Trasportare l'esperienza genitoriale in ambito scolastico mi ha aiutato a
comprendere meglio le esigenze e i tempi dei bambini e a trovare un giusto
compromesso fra pazienza e fermezza.
I ruoli del genitore e dell'insegnante si assomigliano, si compensano e si
arricchiscono di giorno in giorno, in quanto sia in un caso che nell'altro,
dobbiamo essere "guide affidabili" per indicare ai nostri figli e ai nostri allievi
quale sia la strada più giusta da percorrere, gioendo dei loro successi e
incoraggiandoli nei momenti di difficoltà.

4

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

Portfolio del docente

#2. Attività didattica 1
Descrizione e documentazione di un’attività didattica che ho realizzato in
collaborazione con il tutor accogliente.

A) PROGETTAZIONE - ATTIVITÀ PROGETTUALE
Titolo dell'attività: QUADRATI QUADRATONI QUADRATINI E QUADRETTI
Sintesi dell'attività: ACQUISIZIONE DI UNA TECNICA DI CALCOLO MENTALE
AVANZATO
- IL QUADRATO DI UN NUMERO E' IL QUADRUPLO DEL QUADRATO DEL
NUMERO CORRISPONDENTE ALLA SUA META'
Gli argomenti trattati in questa sessione di lavoro saranno i seguenti:
- QUADRATO DEI NUMERI E CONCETTO DI POTENZA
- CONFRONTO FRA POTENZE
- SVILUPPO GRAFICO GEOMETRICO DI DUE NUMERI AL QUADRATO IN
RELAZIONE FRA LORO
- ESPRESSIONE ARITMETICA PER SCOMPORRE UNA POTENZA
- CALCOLO MENTALE AVANZATO
- CONCETTO DI ALGORITMO
- RELAZIONI SINERGICHE TRA ARITMETICA E GEOMETRIA
- PROBLEM SOLVING
Nome file caricato: Documento di Progettazione peer to peer.docx

B) PROGETTAZIONE - RIFLESSIONE SULLA PROGETTAZIONE
Ideazione.
Come hai costruito il progetto, con quale percorso? Quali processi hai attivato?
Da quale problema/stimolo sei partito?
Come hai tenuto conto del contesto (classe/sezione, singoli allievi, scuola)?
(curricolare) Se nella classe/sezione è presente il docente di sostegno come hai collaborato con lui
per strutturare il/i percorso/i in un’ottica inclusiva?
(sostegno) Come hai condiviso con il/i docenti curricolari il progetto e come lo hai integrato nel
percorso della classe/sezione?
(max 2500 caratteri, spazi compresi):

La progettazione delle attività didattiche ideate con la supervisione del mio

5

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

tutor sono state svolte durante il corso del secondo bimestre, conformemente
a quanto previsto dalle Indicazioni Nazionali 2012.
All'inizio dell'anno scolastico era necessario conoscere la situazione di
partenza degli alunni. Sono state, pertanto, somministrate diverse prove
d'ingresso per valutarne il livello di conoscenze ed abilità: schede, domande
orali e prove su LIM.
Seppure dotati in logica, erano deboli nel calcolo aritmetico e nella conoscenza
della geometria di base. La grande maggioranza non ricordava bene le
tabelline e alcuni di loro faticavano nell'eseguire semplici calcoli mentali. Prima
di sviluppare alcuni punti della programmazione ispirata alle indicazioni
nazionali sulle competenze della classe quinta, ho ritenuto opportuno colmare
queste lacune, proponendo un lavoro sistematico e calibrando gli obiettivi con
il fine di adeguare le attività ai bisogni ed ai tempi di apprendimento degli
alunni.
Ho, inoltre, voluto conoscere personalmente il docente di matematica della
scuola media dove studieranno i miei alunni e, confrontandomi e
consultandomi con lui, che si è mostrato molto collaborativo e disponibile, ho
potuto comprendere con più chiarezza quali fossero le sue aspettative riguardo
le competenze di base che gli alunni avrebbero dovuto avere per affrontare il
nuovo percorso di studi. Lo stesso mi ha confermato che si richiede una
conoscenza adeguata delle quattro operazioni ed un lessico adatto alla
comprensione del linguaggio matematico. Ho, pertanto, ritenuto opportuno
attivare processi di comprensione, di memorizzazione e calcolo a mente non
puramente meccanico ma utilizzando la logica.

Concetti chiave e nuclei tematici
(infanzia) Quali sono i concetti chiave/nuclei tematici del campo di esperienza che hai pensato di
affrontare? Sono presenti nodi che connettono più campi di esperienza?
(primaria, secondaria) Quali sono i concetti chiave/nuclei tematici della disciplina che hai pensato
di affrontare? Hai inserito nella progettazione aspetti interdisciplinari?
(sostegno) Quali sono le problematiche che hai pensato di affrontare?
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

I nuclei tematici che ho pensato di affrontare con i miei alunni sono vari ma
tutti collegati fra loro:
- QUADRATO DEI NUMERI E CONCETTO DI POTENZA
- CONFRONTO FRA POTENZE
- SVILUPPO GRAFICO GEOMETRICO DI DUE NUMERI AL QUADRATO IN
RELAZIONE FRA LORO
- ESPRESSIONE ARITMETICA PER SCOMPORRE UNA POTENZA
- CALCOLO MENTALE AVANZATO

6

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

- CONCETTO DI ALGORITMO
- RELAZIONI SINERGICHE TRA ARITMETICA E GEOMETRIA
- PROBLEM SOLVING
Questa procedura non si limita ad aiutare i bambini solamente in ambito di
calcolo veloce, ma anche ad approcciarsi, creando un conflitto cognitivo, ad un
modo di ragionare "alternativo" e creativo.
I bambini devono imparare a esplorare il mondo della cultura, ma anche a dare
il loro contributo. Se capiscono come ragionare e acquisiscono forza da ciò che
imparano, riusciranno anche a mettere in campo la soggettivizzazione delle
loro conoscenze. E' molto gratificante sentirsi utili, creare, imparare a creare e
non subire passivamente la cultura trasmessa meccanicamente da terzi.
Attivare meccanismi metacognitivi è un modo per attivare e velocizzare questo
processo.
I nodi che connettono più campi di esperienza sono evidenti in questa attività
che, attraverso la geometria insegna a capire l'aritmetica in perfetta sinergia
logico-arimetica e le stesse sono state usate trasversalmente in altri ambiti
concretizzando così vari aspetti interdisciplinari:
- Arte e immagine, nella rappresentazione grafica abbiamo seguito percorsi
cromatici predefiniti tenendo conto delle proporzioni, fondamentali nell'arte.
- la geografia in merito alla topografica
- l'informatica in quanto anch'essa richiede procedure ed algoritmi
- la musica. Ritmi e algoritmi, le emissioni sonore sono intervallate da pause
più o meno lunghe
L'ordine, la precisione e la progettazione, sono elementi fondamentali per
creare forme, movimenti, simmetrie, armonie e altre attività ad esse correlate.
Tutte queste attività devono essere insegnate in maniera consapevole,
affinché si concretizzino e permettano al bambino di spaziare anche in altre
direzioni disciplinari e sociali, in quanto " la matematica dà strumenti per la
descrizione scientifica del mondo e per affrontare problemi utili nella vita
quotidiana", è, pertanto, un insegnamento fondamentale che ci rende
autonomi in quanto immediatamente spendibile nella vita di tutti i giorni.

Obiettivi e competenze
(curricolari) Indica a quali aree delle indicazioni nazionali/linee guida hai fatto riferimento nella
progettazione della tua attività e nella configurazione dell'ambiente di apprendimento.
(curricolari) Hai tenuto conto delle diversità (culturali, sociali e di abilità) presenti nella
classe/sezione? Hai previsto obiettivi e attività personalizzate?
(sostegno) Quali obiettivi hai previsto per il tuo percorso? Quale connessione con gli obiettivi della

7

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

classe/sezione? Quali obiettivi della classe/sezione (se connessi) hai selezionato e hai dovuto
personalizzare?
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

Quando ho iniziato la stesura della mia programmazione didattica annuale, ho
fissato gli obiettivi per raggiungere i traguardi di sviluppo delle competenze
individuati nelle nuove indicazioni nazionali. Dalle prove di ingresso ho
purtroppo rilevato che buona parte degli alunni non possedevano i requisiti per
affrontare gli obiettivi della programmazione della classe quinta, alcuni di loro
non riuscivano ad organizzare adeguatamente il lavoro sul quaderno di
matematica, scrivevano le cifre fuori dai quadretti e incolonnavano in maniera
erronea. Dopo aver considerato le capacità e le potenzialità di ogni singolo
studente, ho alleggerito il carico cognitivo, riducendo lo studio estensivo di
troppi contenuti e distribuendo gli obiettivi specifici di apprendimento negli
obiettivi formativi, per dare a tutti gli allievi la possibilità di impadronirsi di un
nucleo di competenze di base. Infine, ho scelto di lavorare su quaderni a
quadretti con lato 0,5 cm per agevolare il lavoro dei bambini come segue:
- i bambini più disordinati e graficamente immaturi hanno potuto organizzarsi
meglio sul foglio
- quattro di questi quadretti corrispondono ad un cm2, che usiamo per
misurare piccole superfici del mondo circostante
- disegnare le figure geometriche risulta più semplice
Una volta che il gruppo classe ha acquisito sicurezza nel calcolo mentale è
stato possibile progettare delle lezioni che prevedevano un avanzamento in
calcoli mentali più complessi, fino ad arrivare al calcolo mentale avanzato. Ciò
ha permesso, non solo di acquisire nuove abilità, ma anche di aumentare la
loro autostima.
E’ previsto dalle indicazioni nazionali che al termine della scuola primaria
“L’alunno si muova con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri
naturali e sappia valutare l’opportunità di ricorrere a una calcolatrice”.
Le “meraviglie” delle nuove tecnologie dovrebbero facilitare i processi di
apprendimento e di ricerca ed il loro utilizzo dovrebbe essere finalizzato ad un
equilibrato sviluppo delle capacità cognitive. L'utilizzo sconsiderato delle
stesse può indurre, al contrario, ad un impigrimento mentale.
Il docente, deve contribuire a combattere questa dipendenza, insegnando agli
alunni schemi, procedure e metodi che permettano di sviluppare le loro
potenzialità e di soggettivizzare i loro saperi in modo da riconoscere e valutare
l’opportunità di ricorrere all'utilizzo di strumenti di calcolo tecnologici.

Valutazione

8

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

(curricolari) Quali strumenti di valutazione hai previsto per la tua attività (prove strutturate, prove
tradizionali, verifiche autentiche, compiti, rubriche di osservazione, ecc.)?
(sostegno) Quali strumenti di valutazione hai previsto per l’attività (prove strutturate, prove
tradizionali, verifiche autentiche, compiti, rubriche di osservazione, ecc.)? La valutazione è
comune/parallela a quella della classe/sezione oppure è completamente differente? Se ha punti di
contatto con la valutazione della classe/sezione la prova è uguale o ha degli elementi di
differenza? È previsto l’uso di strumenti compensativi? È prevista una scala differente di
misurazione?
(solo scuola infanzia): Quali strumenti di osservazione, documentazione, verifica hai previsto per
\"regolare\" il contesto di lavoro e di esperienza dei bambini?
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

Valutazioni orali e scritte, immediate e cadenzate.
Dopo una prima spiegazione, ho assegnato un’attività che si è svolta sotto la
mia guida; successivamente hanno svolto un’attività da me supportati e
monitorati; infine hanno svolto l’attività in piena autonomia. La correzione di
quest’ultima è avvenuta dando ampio spazio alla rielaborazione orale e
all’autovalutazione. In questa fase li ho invitati a esporre i concetti chiave alla
lavagna. Alcuni di loro, quelli più estroversi e disinvolti, hanno accolto la
proposta con molto entusiasmo , rivestendo per un attimo il ruolo di “docenti”.
Il gioco di ruolo ha contribuito a rendere formativa la valutazione. Gli altri
bambini infatti, emulando il compagno, si sono recati spontaneamente alla
lavagna, permettendo di verificare i progressi lontano dalla loro sicura
postazione di lavoro. Due di loro, più timidi, hanno preferito rispondere dal
proprio banco dimostrando però di aver compreso al pari degli altri.
Ho previsto, infine, di valutare il livello di apprendimento, somministrando in
data successiva un compito scritto per rilevare i loro progressi e le loro
eventuali difficoltà.

Ruolo del tutor
Come il tutor accogliente ha contribuito alla tua progettazione e come l'esperienza specifica di
progettazione documentata pensi abbia influito sulla tua professionalità?
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

Il tutor mi ha affiancato durante il lavoro in maniera discreta, apportando
informazioni dettate dalla propria esperienza, ma senza mai sostituirsi a me
nel compito.
Normalmente tengo nota dello svolgimento di ogni attività didattica, dovessi
trovarmi a riproporre lo stesso argomento in classi successive.

Attività e mediatori
(Curricolare) Quali attività hai previsto per attivare gli allievi? Hai previsto dei mediatori e

9

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

strumenti (supporti testuali, schede, uscite, utilizzo di laboratorio, oggetti o modelli, LIM, app e
programmi per computer o tablet, video, immagini, ecc.)?
(sostegno) Quali attività hai previsto per attivare gli allievi? Hai previsto specifici mediatori
(supporti testuali, schede, uscite, utilizzo di laboratorio, oggetti o modelli, LIM, app e programmi
per computer o tablet, video, immagini, ecc.) o ausili (comunicatori, strumenti compensativi,
software specifici, schede ristrutturate, ecc.)?
(solo scuola infanzia): "Quali situazioni di apprendimento (formali e informali) hai promosso per
coinvolgere i bambini? Come hai allestito l'ambiente-sezione (angoli, spazi aperti, materiali
strutturati e non, ecc.)?
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

Per rendere interessante e stimolante la lezione ho utilizzato i seguenti
strumenti e mediatori:
- LIM programma Activinspire
- Mediatori attivi – esercitazione per applicare e controllare, metro quadrato
- Mediatori iconici – disegno preordinato
- Mediatori analogici – role play
- Mediatori simbolici – definizione di concetto, discussione e riflessione
- Documentazione di lavoro già collaudato in altra classe quinta
- Materiale strutturato: quadratoni di cartone e rompicapo logici
- Carta colorata
- Matite, matite colorate, righelli ed evidenziatori
- Libri : Aritmetica razionale – Autori Nicosia-Cordova – Editore Soc. Editrice
Internazionale
Docenti oggi - Autori Bucchioni-Ceruti – Editore Giunti Scuola

Simulazione della sessione di lavoro?
In fase di progettazione come ti immagini si svolga la sessione di lavoro? Come la hai simulata?
Descrivila brevemente e indica quali pensi saranno i punti più critici, le difficoltà che incontreranno
gli allievi, i passaggi più semplici? Indica anche se per alcune fasi hai previsto piste alternative o
materiali supplementari per gestire meglio le difficoltà o il tempo.
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

La simulazione prende spunto da una lezione già collaudata in altra classe
quinta. E si dovrebbe sviluppare come segue:
Attiro l'attenzione con una domanda - "Sapreste calcolare a mente il quadrato
di 16, ovvero 16 elevato 2?"
"Sembra difficile ma, seguendo una procedura che vi indicherò, sarete in grado
di farlo...spero!"
Invito gli alunni a scrivere la seguente definizione che potranno evidenziare

10

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

con colori e decorare a piacere:
"Il quadrato di un numero equivale al quadruplo del quadrato del numero
corrispondente alla sua metà"
Scrivo un esempio semplice su LIM e invito i bambini a ricopiarla sul quaderno:
(2)2 = 4 (1)2 = 1
Proseguo con un esempio lievemente più complesso:
(4)2 = 16 (2)2 = 4
Invito un bambino a leggere la definizione a voce alta per poi dare spazio a
dubbi e domande e relative risposte
Invito un altro bambino alla rilettura e pongo loro domande stimolo per invitarli
alla riflessione
Procedo con la rappresentazione grafico/geometrica su LIM della relazione fra
le due potenze indicate dalla definizione affinché venga copiata dai bambini
sul quaderno, aiutandoli all'occorrenza.
Trasformo la relazione tra le due potenze in un'espressione aritmetica su LIM,
che verrà copiata dai bambini sul quaderno e li inviterò alla riflessione
Assegno un'attività da svolgere col mio supporto e, successivamente, un'altra
da svolgersi in autonomia.
Infine porgerò loro domande per verificare chi è in grado di applicare
l'algoritmo mentalmente.
Faremo una riflessione sulla scoperta del nuovo algoritmo e ripasseremo il
concetto dello stesso
Nella sintesi finale farò un collegamento con la lezione precedente e li inviterò
ad applicare il vecchio algoritmo che permette di calcolare mentalmente "più
velocemente della calcolatrice" moltiplicazioni con fattori a due cifre. Esempio
25 x 25
I momenti più semplici saranno: scrivere la definizione, ricopiare dalla lavagna
e colorare la parte grafica.
I punti più critici potrebbero essere individuati nei singoli tempi di
apprendimento e nella trasformazione della relazione tra le due potenze in

11

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

espressione aritmetica. Ma per gestire meglio il tempo e le difficoltà porterò
con me dei cartoncini quadrati.

C) DOCUMENTAZIONE – MATERIALE DIDATTICO
Materiali utilizzati dal docente durante la lezione
Materiali prodotti dagli studenti nell'attività
Titolo:Algoritmo
Descrizione: Lavoro sul quaderno
Tipologia di upload: gallery
Documentazione dell'attività

Riflessioni a caldo sull'attività

D) RIFLESSIONE COMPLESSIVA SULL’ATTIVITA'
La sessione di lavoro si è sviluppata come avevi previsto? Hai potuto sviluppare tutti i punti del
percorso come avevi previsto? Se no quali modifiche e perché?
(max 2500 caratteri):

Questa attività didattica era già stata da me proposta e collaudata con
successo due anni fa in un’altra quinta con alunni più numerosi e problematici.
Con questa classe ho potuto sviluppare tutti i punti del percorso come avevo
previsto senza incontrare ostacoli o difficoltà particolari. Ho addirittura potuto
ampliare la lezione frontale inserendo il role-playing in maniera del tutto
naturale e strutturato in modo tale da essere coinvolgente dal punto di vista
emozionale.

12

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

In particolare quale/i attività che avevi previsto nella progettazione sono state modificate durante
l'esperienza?
(max. 2500 caratteri)

Dopo una prima spiegazione, gli alunni erano particolarmente attenti e
concentrati e, intuendo che alcuni avevano compreso i concetti chiave, ho
posto loro una domanda estemporanea: “Qualcuno di voi vuole provare a
spiegare nuovamente ai compagni i concetti della lezione al posto mio?”.
Prontamente un bambino si è proposto con molto entusiasmo, rivestendo per
un attimo il ruolo di “docente”. Il gioco di ruolo ha contribuito a infondere
fiducia negli altri bambini, rendendo possibile l’intervento di tutti e il prezioso
supporto dell’apprendimento fra pari.

Quali sono state le ragioni del cambiamento? (eventi imprevisti, stimoli costruttivi emersi durante
la lezione, domande degli allievi, una non adeguata previsione dei tempi, una non adeguata
valutazione delle difficoltà che avrebbero incontrato gli allievi...).
(max. 2500 caratteri)

Il role-playing è uno strumento prezioso per la formazione. Le caratteristiche di
questa tecnica forniscono molteplici stimoli all'apprendimento attraverso
l'imitazione, l'azione, l'osservazione del comportamento degli altri e i
commenti ricevuti sul proprio, attraverso l'analisi dell'intero processo.
L'inserimento dello stesso nelle mie lezioni è stato prezioso nel momento delle
valutazioni.

Gli obiettivi previsti sono stati tutti raggiunti? Se no, quali non sono stati raggiunti o sono stati
raggiunti in modo diverso da quanto previsto?
(max. 2500 caratteri)

Con gli alunni avevamo già parlato di algoritmi e del loro utilizzo, in
quest’attività il concetto è stato ripreso e rinforzato, la vera difficoltà era
fissare, far interiorizzare i concetti spiegati ai bambini, in quanto molti tra loro
sottovalutano l’importanza del ripasso a casa. Ho dovuto quindi reiterare la
lezione per consolidare gli apprendimenti e potenziare le loro competenze.
Alcuni bambini hanno dimostrato maggiore sicurezza rispetto ad altri, ma gli
obiettivi sono stati tutti raggiunti dalla globalità gli studenti.

Quali attività hanno avuto maggiore successo? Quali mediatori hanno meglio funzionato?
(max. 2500 caratteri)

13

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

Le attività ludiche e di laboratorio hanno suscitato maggior interesse da parte
degli allievi che si sono sentiti parte attiva. E' stato così prodotto un
apprendimento significativo che ha creato aspettative positive nei confronti di
questa materia, non sempre amata.

La valutazione ha fornito informazioni adeguate sugli apprendimenti? Se no, perchè? Che
cambiamenti proporresti?
(max. 2500 caratteri)

Sì. Grazie ad un’attenta valutazione delle conoscenze di base prima e ad una
sistematica e costante valutazione degli alunni in itinere, si possono capire i
traguardi raggiunti e i nuovi punti di partenza su cui strutturare nuovi e più
complessi apprendimenti. Posso, pertanto, affermare con certezza che
l’attività è stata recepita dalla totalità degli alunni in maniera soddisfacente.

Come miglioreresti la sessione di lavoro? Con particolare riferimento (1) alla progettazione iniziale,
(2) alla rispondenza dell'attività alle linee guida/indicazioni nazionali, (3) alla sostenibilità, (4) alla
adeguatezza della proposta in relazione ai bisogni e ai livelli della classe/sezione, dello studente.
(max. 2500 caratteri)

Inserirò il role-playing anche in fase di progettazione perché permette una
maggiore partecipazione degli alunni ed una più ampia valutazione da parte
mia.

Come le osservazioni del tutor hanno contribuito a vedere sotto una luce diversa la tua azione e
come l'esperienza specifica documentata pensi possa influire sulla tua futura modalità di agire in
classe/nella sezione?
(max. 2500 caratteri)

Ho sempre documentato le mie esperienze didattiche su un quaderno, in una
prima fase solo come lavoro da far svolgere dagli alunni, indicando quali
metodologie, parole chiave, esperienze inserire ed infine, a lezione
ultimata,arricchendo le mie pagine dei feedback ottenuti dagli allievi riguardo
le loro
difficoltà, punti di forza o semplicemente curiosità che hanno influenzato
l'andamento della lezione stessa.
Il tutor ha appoggiato questo mio modus operandi, ritenendo le mie attività
pienamente motivanti per gli alunni.

14

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

15

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

Portfolio del docente

#2. Attività didattica 2
Descrizione e documentazione di un’attività didattica che ho realizzato in
collaborazione con il tutor accogliente.

A) PROGETTAZIONE - ATTIVITÀ PROGETTUALE
Titolo dell'attività: IL QUADRATO MAGICO
Sintesi dell'attività: Un quadrato magico è uno schieramento di numeri
interi distinti in una tabella quadrata tale che la somma dei numeri presenti in
ogni riga, in ogni colonna e in entrambe le diagonali dia sempre lo stesso
numero; tale intero è denominato la costante di magia o costante magica o
somma magica del quadrato.
Nome file caricato: Documento di Progettazione peer to peer 2.docx

B) PROGETTAZIONE - RIFLESSIONE SULLA PROGETTAZIONE
Ideazione.
Come hai costruito il progetto, con quale percorso? Quali processi hai attivato?
Da quale problema/stimolo sei partito?
Come hai tenuto conto del contesto (classe/sezione, singoli allievi, scuola)?
(curricolare) Se nella classe/sezione è presente il docente di sostegno come hai collaborato con lui
per strutturare il/i percorso/i in un’ottica inclusiva?
(sostegno) Come hai condiviso con il/i docenti curricolari il progetto e come lo hai integrato nel
percorso della classe/sezione?
(max 2500 caratteri, spazi compresi):

La progettazione di tale attività è stata ritenuta dal mio tutor molto creativa e
divertente ed in linea con le indicazioni nazionali del 2012.
L'ideazione di questa attività mi è venuta grazie al gioco del Sudoku, ovvero la
lettura in chiave moderna di uno schema vecchio di millenni. Mi piace l'idea di
poter insegnare la logica ai miei alunni in maniera del tutto ludica e altresì la
possibilità di collegarmi alla storia e al magico mistero che diverse tavole
antiche possiedono.

Concetti chiave e nuclei tematici
(infanzia) Quali sono i concetti chiave/nuclei tematici del campo di esperienza che hai pensato di

16

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

affrontare? Sono presenti nodi che connettono più campi di esperienza?
(primaria, secondaria) Quali sono i concetti chiave/nuclei tematici della disciplina che hai pensato
di affrontare? Hai inserito nella progettazione aspetti interdisciplinari?
(sostegno) Quali sono le problematiche che hai pensato di affrontare?
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

I concetti chiave trattati in questa attività sono legati all'applicazione delle
addizioni e all'utilizzo della logica; ma non dimentichiamo la "magia" e la
riconducibilità della stessa alla Storia e al misticismo (Religione), attraverso la
moltitudine di tavole contenenti antichi e misteriosi palindromi, reperite in
moltissimi luoghi di culto medioevali, concretizzando così anche l'aspetto
interdisciplinare.

Obiettivi e competenze
(curricolari) Indica a quali aree delle indicazioni nazionali/linee guida hai fatto riferimento nella
progettazione della tua attività e nella configurazione dell'ambiente di apprendimento.
(curricolari) Hai tenuto conto delle diversità (culturali, sociali e di abilità) presenti nella
classe/sezione? Hai previsto obiettivi e attività personalizzate?
(sostegno) Quali obiettivi hai previsto per il tuo percorso? Quale connessione con gli obiettivi della
classe/sezione? Quali obiettivi della classe/sezione (se connessi) hai selezionato e hai dovuto
personalizzare?
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

Quando ho iniziato la stesura della mia programmazione didattica annuale, ho
fissato gli obiettivi per raggiungere i traguardi di sviluppo delle competenze
individuati nelle nuove indicazioni nazionali. Dalle prove di ingresso ho
purtroppo rilevato che buona parte degli alunni non possedevano i requisiti per
affrontare gli obiettivi della programmazione della classe quinta, alcuni di loro
non riuscivano ad organizzare adeguatamente il lavoro sul quaderno di
matematica, scrivevano le cifre fuori dai quadretti e incolonnavano in maniera
erronea. Dopo aver considerato le capacità e le potenzialità di ogni singolo
studente, ho alleggerito il carico cognitivo, riducendo lo studio estensivo di
troppi contenuti e distribuendo gli obiettivi specifici di apprendimento negli
obiettivi formativi, per dare a tutti gli allievi la possibilità di impadronirsi di un
nucleo di competenze di base. Infine, ho scelto di lavorare su quaderni a
quadretti con lato 0,5 cm per agevolare il lavoro dei bambini come segue:
- i bambini più disordinati e graficamente immaturi hanno potuto organizzarsi
meglio sul foglio
- quattro di questi quadretti corrispondono ad un cm2, che usiamo per
misurare piccole superfici del mondo circostante
- disegnare le figure geometriche risulta più semplice
-Ottenere risultati delle somme aritmetiche risulta più agevole
L'utilizzazione, infine, di attività di tipo ludico, ha contribuito a tenere sempre

17

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

viva l'attenzione e la partecipazione attiva dei bambini.

Valutazione
(curricolari) Quali strumenti di valutazione hai previsto per la tua attività (prove strutturate, prove
tradizionali, verifiche autentiche, compiti, rubriche di osservazione, ecc.)?
(sostegno) Quali strumenti di valutazione hai previsto per l’attività (prove strutturate, prove
tradizionali, verifiche autentiche, compiti, rubriche di osservazione, ecc.)? La valutazione è
comune/parallela a quella della classe/sezione oppure è completamente differente? Se ha punti di
contatto con la valutazione della classe/sezione la prova è uguale o ha degli elementi di
differenza? È previsto l’uso di strumenti compensativi? È prevista una scala differente di
misurazione?
(solo scuola infanzia): Quali strumenti di osservazione, documentazione, verifica hai previsto per
\"regolare\" il contesto di lavoro e di esperienza dei bambini?
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

Ho assegnato agli alunni stimolanti esercizi con addizioni da risolversi su
quadrato magico e richiesto il completamento di quadrati magici attraverso la
scoperta del numero magico. Infine, abbiamo realizzato insieme dei manufatti
con la pasta DAS, che hanno determinato una conoscenza attiva
dell’argomento e dato più respiro all'acquisizione dei concetti permettendone
l'interiorizzazione.
La logica usata dai bambini nella risoluzione dei quiz ludico-educativi, la
precisione e la correttezza nell’esecuzione delle operazioni e l’impegno e la
creatività dimostrati nell’elaborazione del manufatto, si sono rivelati preziosi
elementi per una valutazione degli stessi a 360°.

Ruolo del tutor
Come il tutor accogliente ha contribuito alla tua progettazione e come l'esperienza specifica di
progettazione documentata pensi abbia influito sulla tua professionalità?
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

Il tutor, in questa specifica attività, ha accolto le mie idee con entusiasmo,
senza apportare modifiche in quanto ne ha riconosciuto da subito la validità.
Normalmente tengo nota dello svolgimento di ogni attività didattica e conservo
alcune produzioni manuali, dovessi trovarmi a riproporre lo stesso argomento
in classi successive.

Attività e mediatori

18

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

(Curricolare) Quali attività hai previsto per attivare gli allievi? Hai previsto dei mediatori e
strumenti (supporti testuali, schede, uscite, utilizzo di laboratorio, oggetti o modelli, LIM, app e
programmi per computer o tablet, video, immagini, ecc.)?
(sostegno) Quali attività hai previsto per attivare gli allievi? Hai previsto specifici mediatori
(supporti testuali, schede, uscite, utilizzo di laboratorio, oggetti o modelli, LIM, app e programmi
per computer o tablet, video, immagini, ecc.) o ausili (comunicatori, strumenti compensativi,
software specifici, schede ristrutturate, ecc.)?
(solo scuola infanzia): "Quali situazioni di apprendimento (formali e informali) hai promosso per
coinvolgere i bambini? Come hai allestito l'ambiente-sezione (angoli, spazi aperti, materiali
strutturati e non, ecc.)?
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

Per rendere interessante e stimolante la lezione ho previsto di utilizzare i
seguenti strumenti e mediatori:
- LIM programma Activinspire
- Mediatori attivi – esercitazioni su schede
- Mediatori iconici – disegno preordinato
- Mediatori simbolici – esposizione verbale dei concetti
- Documentazione e manufatti relativi a lavori già collaudati in altre classi
- Materiale strutturato: rompicapo logici
- Pasta DAS, colori e pennelli per la realizzazione di un manufatto

Simulazione della sessione di lavoro?
In fase di progettazione come ti immagini si svolga la sessione di lavoro? Come la hai simulata?
Descrivila brevemente e indica quali pensi saranno i punti più critici, le difficoltà che incontreranno
gli allievi, i passaggi più semplici? Indica anche se per alcune fasi hai previsto piste alternative o
materiali supplementari per gestire meglio le difficoltà o il tempo.
(max 2500 caratteri, spazi compresi)

La lezione verrà svolta in classe, in due fasi temporali distinte:
Attirare l'attenzione con una domanda (Sudoku) - Interazione verbale fra
alunni e docente
Breve introduzione sui quadrati magici e dettato in merito alla storia dei
quadrati magici.
Rilettura del dettato e piccolo spazio dedicato a domande e curiosità.
Esempio semplice commentato su LIM da ricopiare sul quaderno – Costruzione
di un quadrato magico decorato a piacere
Si organizza la classe in piccoli gruppi per l’attività manuale, che consisterà nel
produrre un quadrato magico in tre dimensioni.
Il lavoro verrà portato a termine due giorni più tardi, ovvero quando il
manufatto sarà completamente asciutto. Prima si procederà a disegnare sul

19

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

foglio una figura che permetterà di usare addizioni e logiche procedurali più
complesse. Dopodiché si lascerà spazio all’attività manuale, che verrà
utilizzata per ultimare il lavoro dei manufatti prodotti (decorazioni
personalizzate) e per produrre un altro quadrato magico, costruito con
materiali di recupero (legno).

C) DOCUMENTAZIONE – MATERIALE DIDATTICO
Materiali utilizzati dal docente durante la lezione
Materiali prodotti dagli studenti nell'attività
Titolo:I quadrati magici
Descrizione: Manufatti realizzati in pasta DAS
Tipologia di upload: gallery
Documentazione dell'attività

Riflessioni a caldo sull'attività

D) RIFLESSIONE COMPLESSIVA SULL’ATTIVITA'
La sessione di lavoro si è sviluppata come avevi previsto? Hai potuto sviluppare tutti i punti del
percorso come avevi previsto? Se no quali modifiche e perché?
(max 2500 caratteri):

La sessione di lavoro si è sviluppata ottimamente e con un feedback molto
positivo anche da parte dei bambini che si sono divertiti nella realizzazione del
manufatto e interessati ai racconti storici e un "po' magici" ad esso correlati.
Questa attività didattica era già stata da me proposta e collaudata con
successo anche in altre classi.

In particolare quale/i attività che avevi previsto nella progettazione sono state modificate durante
l'esperienza?

20

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

(max. 2500 caratteri)

Non ho dovuto apportare modifiche. Le lezioni si sono svolte in serenità e con
l’attenta partecipazione di tutti gli alunni.

Quali sono state le ragioni del cambiamento? (eventi imprevisti, stimoli costruttivi emersi durante
la lezione, domande degli allievi, una non adeguata previsione dei tempi, una non adeguata
valutazione delle difficoltà che avrebbero incontrato gli allievi...).
(max. 2500 caratteri)

Gli obiettivi previsti sono stati tutti raggiunti? Se no, quali non sono stati raggiunti o sono stati
raggiunti in modo diverso da quanto previsto?
(max. 2500 caratteri)

Gli obiettivi sono stati raggiunti e superati. Posso, pertanto, ritenermi
pienamente soddisfatto.

Quali attività hanno avuto maggiore successo? Quali mediatori hanno meglio funzionato?
(max. 2500 caratteri)

La realizzazione del manufatto in particolare è stata un'attività particolarmente
apprezzata dai bambini, ma ho percepito molto entusiasmo anche durante
l'assegnazione di schede contenenti piccoli rompicapo da risolvere. I bambini
hanno affrontato i rebus con concentrazione e logica per poi confrontarsi con
una sana e divertente competizione.

La valutazione ha fornito informazioni adeguate sugli apprendimenti? Se no, perchè? Che
cambiamenti proporresti?
(max. 2500 caratteri)

Le scrupolose analisi delle competenze di base e le attente valutazioni in
itinere hanno contribuito ad una valutazione completa degli obiettivi raggiunti
da ogni singolo alunno. Non intendo apportare modifiche, ma, bensì, arricchire
le lezioni con l’utilizzo dei quadrati magici anche per la comprensione della
geometria.

21

Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 18-06-2016

Come miglioreresti la sessione di lavoro? Con particolare riferimento (1) alla progettazione iniziale,
(2) alla rispondenza dell'attività alle linee guida/indicazioni nazionali, (3) alla sostenibilità, (4) alla
adeguatezza della proposta in relazione ai bisogni e ai livelli della classe/sezione, dello studente.
(max. 2500 caratteri)

L’entusiasmo dimostrato in questa specifica attività mi stimola ad una
continua ricerca di metodi di insegnamento creativi e alternativi, perché gli
stessi riescono a trasformare la matematica da materia ostica a materia
“magica”.

Come le osservazioni del tutor hanno contribuito a vedere sotto una luce diversa la tua azione e
come l'esperienza specifica documentata pensi possa influire sulla tua futura modalità di agire in
classe/nella sezione?
(max. 2500 caratteri)

Il tutor, in questa specifica attività, ha osservato con ammirazione il lavoro
svolto ed ha ritenuto lo stesso divertente, coinvolgente e stimolante.
Normalmente tengo nota dello svolgimento di ogni attività didattica, dovessi
trovarmi a riproporre lo stesso argomento in classi successive.

22


Documenti correlati


Documento PDF indire relazione completa 1
Documento PDF elaborato n 01 relazione
Documento PDF relazione sull amministrazione della giustizia anno 2015 del primo presidente giovanni canzio
Documento PDF relazione rivista in pdf
Documento PDF 088 15 a 0215 01 es t01 a relazione generale
Documento PDF relazione disciplina 2011 pres dic 2012


Parole chiave correlate