File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Paratia A .pdf



Nome del file originale: Paratia_A.pdf
Titolo: Fax

Questo documento in formato PDF 1.6 è stato generato da Adobe Acrobat 8.0 Combine Files / Adobe Acrobat 8.0, ed è stato inviato su file-pdf.it il 29/07/2016 alle 09:24, dall'indirizzo IP 188.13.x.x. La pagina di download del file è stata vista 2022 volte.
Dimensione del file: 3 MB (58 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


01

Analisi di una Paratia Libera

Diagramma Momento - Altezza scavo

Scavo 2 m
Scavo 3 m
Scavo 4 m
Scavo 5 m
Scavo 6 m
Scavo 7 m

40,00

20,00

0,00

-20,00

-40,00
Momento [kNm/m]

-60,00

-80,00

-100,00

-120,00

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Introduzione
Si vuole analizzare il comportamento di una paratia in c.a., costituita da pali del
diamentro di 600 mm con interasse di 1 metro, di altezza totale di 12 m. Si
considereranno varie altezze di scavo e differenti proprietà dell’inrtefaccia terrenostruttura.
È stata eseguita un’analisi numerica con il metodo degli elementi finiti mediante il
codice di calcolo Plaxis. Il programma consente la modellazione e l’analisi in stato di
sforzo piano permettendo la riproduzione del comportamento dell’intero sistema
terreno-struttura in corrispondenza delle sezioni di maggior rilievo progettuale. Il codice
di calcolo implementa svariate leggi costitutive che permettono di modellare il
comportamento tensio-deformativo non lineare del terreno a livelli di complessità
progressivamente crescente.
- Modellazione terreno [Mohr-Coulomb]
Il modello richiede cinque parametri, che sono il modulo di Young E, il coefficiente di
Poisson ν, la coesione c, l’angolo di attrito φ, e l’angolo di dilatanza ψ.
- Modellazione paratia [Elastico lineare]
Questo modello rappresenta la legge di Hooke dell’elasticità isotropa lineare. Il
modello richiede due parametri di rigidezza elastici, che sono il modulo di Young E, ed il
coefficiente di Poisson ν.
- Interfaccia
Ciascun oggetto interfaccia ha uno 'spessore virtuale' che è una dimensione fittizia
utilizzata per definire le proprietà dell’interfaccia. Maggiore è lo spessore virtuale,
maggiori sono le deformazioni elastiche generate. In generale, si suppone che gli
elementi interfaccia generino deformazioni elastiche molto piccole e per questo
anche lo spessore virtuale deve essere piccolo. D’altro canto, se lo spessore virtuale è
troppo piccolo, è possibile che si verifichi un cattivo condizionamento della matrice
delle rigidezze.
Una tipica applicazione degli elementi interfaccia è la modellazione dell’interazione tra
una paratia ed il terreno nel caso in cui questa dia luogo ad un comportamento
intermedio tra un contatto perfettamente liscio ed un contatto perfettamente scabro.
La scabrezza dell’interazione è modellata mediante un opportuno valore del fattore di
riduzione della resistenza all’interfaccia (Rinter). Questo fattore mette in relazione la
resistenza all’interfaccia (attrito ed adesione con il muro) con quella del terreno
(angolo di resistenza a taglio e coesione).

_______________________________________________________________
Introduzione

Pag.1

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Per descrivere il comportamento delle interfacce nella modellazione dell’interazione
terreno-struttura, viene utilizzato un modello elasto-plastico. Il criterio di Coulomb viene
utilizzato per distinguere tra comportamento elastico, quando possono verificarsi
piccoli spostamenti in corrispondenza dell’interfaccia, e comportamento plastico
dell’interfaccia, quando possono verificarsi scorrimenti permanenti.
Il comportamento di un’interfaccia si mantiene in campo elastico se la tensione
tangenziale è data da:

mentre in campo plastico è data da:

dove φi e ci e ci sono l’angolo di attrito e la coesione (o adesione) dell’interfaccia. Le
proprietà di resistenza delle interfacce sono legate alle proprietà di resistenza dello
strato di terreno adiacente. A ciascun set di dati di materiale tipo terreno ed interfacce
è associato un fattore di riduzione della resistenza per le interfacce (Rinter). Le proprietà
d’interfaccia vengono calcolate a partire dalle proprietà del set di dati di materiale ad
esse assegnato e del fattore di riduzione della resistenza applicando le seguenti regole:

Oltre al criterio di Coulomb sulle tensioni tangenziali, il criterio Tension cut-off, come
descritto sopra, si applica anche alle interfacce (se esse non sono disattivate):

ove σt,soil è la resistenza a trazione del terreno.
La resistenza d’interfaccia può essere impostata utilizzando le seguenti opzioni:
Rigid (Rigida): Questa

opzione

viene

utilizzata

quando

l’interfaccia

non

deve

influenzare la resistenza del terreno circostante. Ad esempio, le
interfacce estese attorno agli spigoli di oggetti strutturali non sono intese
a simulare l’interazione terreno-struttura e non devono avere parametri
di resistenza ridotti. A queste interfacce si deve assegnare l’impostazione
Rigid (Rigida, che corrisponde a Rinter = 1,0); come risultato, le proprietà
dell’interfaccia, incluso l’angolo di dilatanza ψi, sono le stesse di quelle
del terreno, eccetto per il coefficiente di Poisson νi.

_______________________________________________________________
Introduzione

Pag.2

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Manual (Manuale):

Se la resistenza all’interfaccia è impostata su Manual, il valore di
Rinter

può

essere

inserito

manualmente.

In

generale,

per

un’interazione terreno-struttura reale l’interfaccia è più debole e
più deformabile del terreno ad essa assegnato, ciò significa che il
valore di Rinter deve essere minore di 1,0. In letteratura è possibile
rinvenire i valori da assegnare ad Rinter in relazione al tipo di
terreno ed al materiale costituente le strutture. In assenza di
informazioni dettagliate si può assumere che Rinter è dell’ordine di
2/3. Di norma non dovrebbero essere adoperati valori di Rinter
maggiori di 1,0.
Se l’interfacia è sollecitata in campo elastico si possono verificare sia scorrimenti
(spostamenti

relativi

nella

direzione

parallela

all’interfaccia)

sia

distacchi

o

sovrapposizioni (cioè spostamenti relativi nella direzione normale all’interfaccia).
L’entità di questi spostamenti è fornita dalle relazioni:

In cui Gi è il modulo elastico di taglio dell’interfaccia, Eoed,i è il modulo di compressione
monodimensionale (modulo edometrico) dell’interfaccia e ti è lo spessore virtuale
dell’interfaccia, stabilito durante la generazione delle interfacce nel modello
geometrico. Il modulo di compressione monodimensionale e quello di taglio sono legati
dalle relazioni:

Da queste equazioni risulta chiaro che, qualora ai parametri elastici siano asseganti dei
valori bassi, gli spostamenti elastici potrebbero risultare eccessivamente grandi. D’altra
parte se i valori dei parametri elastici sono troppo grandi, può verificarsi un un cattivo
condizionamento della matrice delle rigidezze. Il fattore chiave nella determinazione
della rigidezza dell’interfaccia è il suo spessore virtuale. Questo valore è scelto in modo
automatico dal programma così da ottenere una rigidezza adeguata. In ogni caso
l’utente può modificare lo spessore virtuale.

_______________________________________________________________
Introduzione

Pag.3

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Spessore reale dell’interfaccia (δinter):
Il parametro Real interface thickness δinter è un parametro che rappresenta lo spessore
reale della zona nella quale si concentrano le deformazioni di scorrimento tra la
struttura ed il terreno. Il valore di δinter è importante quando le interfacce vengono
adottate in combinazione con il modello Hardening Soil. Lo spessore reale
dell’interfaccia è espresso nell’unità di lunghezza ed è generalmente pari ad alcune
volte il diamtero medio dei grani. Questo parametro viene adottato per calcolare la
variazione dell’indice dei vuoti nelle interfacce per l’opzione Dilatancy cut-off
(Limitazione della dilatanza). La limitazione della dilatanza nelle interfacce può essere
rilevante ad esempio nel calcolo del carico limite di pali soggetti a trazione.
PHI-C REDUCTION
La Phi-c reduction (Riduzione dei parametri di resistenza) è un’opzione disponibile in
PLAXIS per calcolare fattori di sicurezza. Nell’approccio Phi-c reduction i parametri di
resistenza tanφ e c del terreno vengono ridotti fin quando avviene la rottura della
struttura; anche la resistenza delle interfacce, se utilizzata, è ridotta nello stesso modo;
invece la resistenza di oggetti strutturali come le piastre e gli ancoraggi non è
influenzata dalla procedura Phi-c reduction.
Il moltiplicatore totale ΣMsf viene utilizzato per definire il valore dei parametri di
resistenza del terreno in un dato stadio dell’analisi:

dove i parametri di resistenza con il pedice 'input' si riferiscono alle proprietà del
materiale introdotte ed i parametri con il pedice 'reduced' si riferiscono ai valori ridotti
utilizzati nell’analisi. All’inizio di un calcolo a ΣMsf è assegnato il valore 1,0 per impostare
tutte le resistenze dei materiali ai loro valori originali.
Si deve comunque sempre controllare che nello step finale si sia sviluppato
completamente un meccanismo di rottura; in questo caso, il fattore di sicurezza è dato
da:

L’approccio Phi-c reduction comporta una definizione del coefficiente di sicurezza
simile alla definizione che si adopera convenzionalmente nei calcoli eseguiti con i
metodi dell’equilibrio limite globale.

_______________________________________________________________
Introduzione

Pag.4

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Si è analizzata la paratia considerando vari valori di Rinter (Rinter =1,00-0,80-0,60-0,40-0,20),
per varie altezze di scavo (h=3,00-4,00-5,00-6,00-7,00).
In particolare:
- paratia A1 [Rinter =1,00];
- paratia A2 [Rinter =0,80];
- paratia A3 [Rinter =0,60];
- paratia A4 [Rinter =0,40];
- paratia A5 [Rinter =0,20];
Si sono poi messi a confronto i principali parametri per i vari casi analizzati.
Di seguito si riporta la rappresentazione grafica della geometria, della mesh utilizzata
nelle elaborazioni e le principali caratteristiche .

Geometria

Mesh Elementi Finiti

_______________________________________________________________
Introduzione

Pag.5

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Units
Type
Length
Force
Time

Unit
m
kN
day

Model dimensions
X
Y
Model
Model
Element

min.
0,000
0,000

max.
60,000
36,000

Plane strain
15-Noded

Mesh data

Plot of the mesh with significant nodes
Numbers, type of elements, integrations
Type
Type of element
Soil
Plate
Interface

15-noded
5-node line
5-node line

Type of integration
12-point Gauss
4-point Gauss
4-point Newton-Cotes

_______________________________________________________________
Introduzione

Total
no.
1720
22
44

Pag.6

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Material data
Soil data sets parameters
Mohr-Coulomb
Type
γunsat
γsat
kx
ky
einit
ck
Eref
ν
Gref
Eoed
cref
ϕ
ψ
Einc
yref
cincrement
Tstr.
Rinter.
Interface
permeability

1
Paratia-A
Drained
[kN/m³]
16,40
[kN/m³]
18,70
[m/day]
0,001
[m/day]
0,001
[-]
1,000
[-]
1E15
[kN/m²]
5450,000
[-]
0,350
[kN/m²]
2018,519
[kN/m²]
8746,914
[kN/m²]
15,00
[°]
19,00
[°]
0,00
[kN/m²/m]
0,00
[m]
0,000
[kN/m²/m]
0,00
[kN/m²]
0,00
[-]
Var(1,00-0,80-0,60-0,40-0,20)
Neutral

Beam data sets parameters
No.
Identification
1

Paratia-D60

List of phases
Phase

Ph-No.

Initial phase
<Phase 1>
<Phase 2>
<Phase 3>
<Phase 4>
<Phase 5>
<Phase 6>
<Phase 7>
<Phase 8>

ν
[-]
0,15

Mp
[kNm/m]
1E15

Np
[kN/m]
1E15

Load input

First
step
0
1
3
6
10
14
19
29
76

Last
step
0
2
5
9
13
18
28
75
175

176

275

276

375

376

475

EA
EI
w
[kN/m] [kNm²/m] [kN/m/m]
5,0886E6 1,1452E5
4,25

Calculation type

0
1
2
3
4
5
6
7
8

Start
phase
0
0
1
2
3
4
5
6
4

<Phase 9>

9

5

Phi/c reduction

<Phase 10>

10

6

Phi/c reduction

<Phase 11>

11

7

Phi/c reduction

Plastic
Plastic
Plastic
Plastic
Plastic
Plastic
Plastic
Phi/c reduction

Staged construction
Staged construction
Staged construction
Staged construction
Staged construction
Staged construction
Staged construction
Incremental
multipliers
Incremental
multipliers
Incremental
multipliers
Incremental
multipliers

_______________________________________________________________
Introduzione

Pag.7

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia A1 [Rinter =1,00]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.8

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia A2 [Rinter =0,80]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.9

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia A3 [Rinter =0,60]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.10

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia A4 [Rinter =0,40]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.11

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia A5 [Rinter =0,20]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.12

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia altezza di scavo 2 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.13

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia altezza di scavo 3 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.14

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia altezza di scavo 4 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.15

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia altezza di scavo 5 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.16

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia altezza di scavo 6 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.17

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia altezza di scavo 7 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.18

Analisi paratia libera

________________________________________________________________

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.19

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Introduzione
Si vuole analizzare il comportamento della paratia precedente in presenza della falda,
nell’ipotesi di condizioni non drenate e drenate. Questa impostazione viene utilizzata
per simulare la generazione di sovrappressioni neutre in condizioni di flusso idraulico
impedito. Tali condizioni possono verificarsi per la bassa permeabilità dei terreni (argille)
e/o per l’elevata velocità di applicazione dei carichi. Si noti che devono essere inseriti i
parametri di modello efficaci.
Oltre alla rigidezza ed alla resistenza dello scheletro solido del terreno, PLAXIS aggiunge
un modulo di compressibilità volumetrica per l’acqua e distingue tra tensioni totali,
tensioni efficaci e sovrappressioni neutre:

dove Δp è un incremento della tensione totale media, Δp ' è un incremento della
tensione efficace media e Δp

w

è un incremento della sovrappressione neutra. B è il

parametro di Skempton, che mette in relazione l’incremento della tensione totale
media con l’incremento delle sovrappressioni neutre. Ku è il modulo di rigidezza
volumetrica non drenato, K' è il modulo di rigidezza volumetrica dello scheletro solido
del terreno, K w è il modulo di rigidezza volumetrica del fluido interstiziale, n è la porosità
del terreno e Δεv è l’incremento della deformazione volumetrica.
Per simulare il comportamento non drenato PLAXIS non usa un valore realistico per il
modulo di rigidezza volumetrica dell’acqua, in quanto questo potrebbe condurre al
cattivo condizionamento della matrice delle rigidezze ed a problemi numerici. Infatti, in
caso di compressione isotropa, la rigidezza del mezzo monofase equivalente è, per
default, assunta pari ad un modulo di rigidezza volumetrica non drenato:

L’acqua interstiziale è quindi considerata leggermente compressibile ed il coefficiente
B appena inferiore a 1,0. Quindi, in condizioni di carico isotrope, una piccola
percentuale del carico sarà trasferito alle tensioni efficaci, almeno nel caso di piccoli
valori del coefficiente di Poisson efficace. Per simulare correttamente comportamenti
non drenati dei materiali il coefficiente di Poisson efficace inserito dall’utente dovrebbe
essere più piccolo di 0,35. L’uso di valori più elevati del coefficiente di Poisson
comporterebbe assumere l’acqua non sufficientemente rigida rispetto allo scheletro
solido del terreno.

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.20

Analisi paratia libera

________________________________________________________________

Si è analizzata la paratia considerando vari valori di Rinter (Rinter =1,00-0,80-0,60-0,40-0,20),
per varie altezze di scavo (h=3,00-4,00-5,00-6,00-7,00).
In particolare, per la paratia in condizioni non drenate:
- paratia B1 [Rinter =1,00];
- paratia B2 [Rinter =0,80];
- paratia B3 [Rinter =0,60];
- paratia B4 [Rinter =0,40];
- paratia B5 [Rinter =0,20];
In particolare, per la paratia in condizioni drenate:
- paratia C1 [Rinter =1,00];
- paratia C2 [Rinter =0,80];
- paratia C3 [Rinter =0,60];
- paratia C4 [Rinter =0,40];
- paratia C5 [Rinter =0,20];
Si sono poi messi a confronto i principali parametri per i vari casi analizzati.

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.21

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia B1 [Rinter =1,00]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.22

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia B2 [Rinter =0,80]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.23

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia B3 [Rinter =0,60]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.24

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia B4 [Rinter =0,40]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.25

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia B5 [Rinter =0,20]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.26

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia altezza di scavo 2 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.27

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia altezza di scavo 3 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.28

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia altezza di scavo 4 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.29

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia altezza di scavo 5 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.30

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia altezza di scavo 6 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.31

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia altezza di scavo 7 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.32

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia C – condizioni drenate

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.33

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia altezza di scavo 2 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.34

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia altezza di scavo 3 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.35

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia altezza di scavo 4 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.36

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia altezza di scavo 5 m

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.37

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Moto di filtrazione in regime transitorio
Oltre al moto di filtrazione in regime stazionario, PLAXIS consente di eseguire un calcolo
delle pressioni neutre in funzione del tempo a seguito della variazione nel tempo delle
condizioni al contorno della quota piezometrica. I risultati di una simile analisi del moto
di filtrazione in regime transitorio, cioè la distribuzione delle pressioni neutre in funzione
del tempo, possono essere utilizzati come dati di input per un’analisi di deformazione.
Si è analizzata la paratia considerando un valore di Rinter =1,00, per un’altezza di scavo
h=5,00 metri, per vari rapporti del coefficiente di permeabilità orizzontale e verticale.
In particolare:
- paratia D1 [Kx=Ky

con Ky=1,000 E-03 m/day];

- paratia D2 [Kx=2Ky con Ky=1,000 E-03 m/day];
- paratia D3 [Kx=4Ky con Ky=1,000 E-03 m/day];
- paratia D4 [Kx=6Ky con Ky=1,000 E-03 m/day];
- paratia D5 [Kx=8Ky con Ky=1,000 E-03 m/day];
- paratia D6 [Kx=10Ky con Ky=1,000 E-03 m/day];
Si sono poi messi a confronto i principali parametri per i vari casi analizzati.

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.38

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia D1- Distribuzione delle sovrappressioni neutre – Kx=Ky

Excess Pore Pressures T=30 g

Excess Pore Pressures T=60 g

Excess Pore Pressures T=90 g

Excess Pore Pressures T=120 g

Excess Pore Pressures T=150 g

Excess Pore Pressures T=180 g

Excess Pore Pressures T=360 g

Excess Pore Pressures T=2 anni

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.39

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia D2- Distribuzione delle sovrappressioni neutre – Kx=2Ky

Excess Pore Pressures T=30 g

Excess Pore Pressures T=60 g

Excess Pore Pressures T=90 g

Excess Pore Pressures T=120 g

Excess Pore Pressures T=150 g

Excess Pore Pressures T=180 g

Excess Pore Pressures T=360 g

Excess Pore Pressures T=2 anni

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.40

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia D3- Distribuzione delle sovrappressioni neutre – Kx=4Ky

Excess Pore Pressures T=30 g

Excess Pore Pressures T=60 g

Excess Pore Pressures T=90 g

Excess Pore Pressures T=120 g

Excess Pore Pressures T=150 g

Excess Pore Pressures T=180 g

Excess Pore Pressures T=360 g

Excess Pore Pressures T=2 anni

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.41

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia D4 - Distribuzione delle sovrappressioni neutre – Kx=6Ky

Excess Pore Pressures T=30 g

Excess Pore Pressures T=60 g

Excess Pore Pressures T=90 g

Excess Pore Pressures T=120 g

Excess Pore Pressures T=150 g

Excess Pore Pressures T=180 g

Excess Pore Pressures T=360 g

Excess Pore Pressures T=2 anni

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.42

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia D5 - Distribuzione delle sovrappressioni neutre – Kx=8Ky

Excess Pore Pressures T=30 g

Excess Pore Pressures T=60 g

Excess Pore Pressures T=90 g

Excess Pore Pressures T=120 g

Excess Pore Pressures T=150 g

Excess Pore Pressures T=180 g

Excess Pore Pressures T=360 g

Excess Pore Pressures T=2 anni

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.43

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
Paratia D6 - Distribuzione delle sovrappressioni neutre – Kx=10Ky

Excess Pore Pressures T=30 g

Excess Pore Pressures T=60 g

Excess Pore Pressures T=90 g

Excess Pore Pressures T=120 g

Excess Pore Pressures T=150 g

Excess Pore Pressures T=180 g

Excess Pore Pressures T=360 g

Excess Pore Pressures T=2 anni

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.44

Analisi paratia libera

________________________________________________________________

Paratia D- Distribuzione delle sovrappressioni neutre – T=30 g

Excess Pore Pressures Kx=Ky

Excess Pore Pressures Kx=2Ky

Excess Pore Pressures Kx=4Ky

Excess Pore Pressures Kx=6Ky

Excess Pore Pressures Kx=8Ky

Excess Pore Pressures Kx=10Ky

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.45

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia D1 [Kx=Ky]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.46

Analisi paratia libera

________________________________________________________________

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.47

Analisi paratia libera

________________________________________________________________
paratia D2 [Kx=2Ky]

_______________________________________________________________
Analisi dei Risultati

Pag.48


Documenti correlati


Documento PDF paratia a
Documento PDF elenco analisi
Documento PDF analisi di sicurezza stradale
Documento PDF elaborato aar
Documento PDF arsialpp4itcasostudio
Documento PDF equilibre report


Parole chiave correlate