File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



Settembre nutrizione .pdf



Nome del file originale: Settembre nutrizione.pdf
Titolo: Settembre nutrizione

Questo documento in formato PDF 1.3 è stato generato da Pages / iPhone OS 9.3.5 Quartz PDFContext, ed è stato inviato su file-pdf.it il 02/09/2016 alle 09:47, dall'indirizzo IP 5.2.x.x. La pagina di download del file è stata vista 4085 volte.
Dimensione del file: 4.4 MB (7 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


2 SETTEMBRE 2016

I NUMERO/ SETTEMBRE

Il mensile che
pensa alla tua
alimentazione
LE FAVOLE E IL CIBO

STAGIONALITÀ

ALIMENTAZIONE IN
GRAVIDANZA

L'ANGOLO DELLA
NUTRIZIONISTA

Il lavoro si condivide
Cari lettori, sono lieta di presentarvi il primo numero del mio mensile di
approfondimento. L'estate volge al termine e l'arrivo di Settembre ci porta a rincorrere
diete fai da te e programmi di dimagrimento, che possono gravemente compromettere la
nostra salute. Vi ricordo che per perdere peso non serve eliminare alcuni cibi, ma
apprendere uno stile alimentare da perseguire sempre. Non esistono diete con risultati
permanenti e definitivi, ma solo lo stile di vita a tavola può condurci a quella felicità che
stiamo cercando. In questo primo numero diamo spazio al colore Viola e parliamo di
melanzane. Troverete poi una piccola finestra sull'arte e il suo legame con il cibo, alcuni
consigli per le future mamme e suggerimenti per i bambini.
Buona lettura!

Fa' che il cibo sia
la tua medicina e
che la tua medicina
sia il tuo cibo
Immagine in
evidenza realizzata
da Giusy Siesti

!1

2 SETTEMBRE 2016

I NUMERO/ SETTEMBRE

Una finestra sull'arte

Arte e Cibo

A cavallo tra due secoli di vitale importanza, il XVI e il
XVII secolo e a seguito di tensioni religiose, l'oggetto
predominante dei dipinti francesi diviene la vita
quotidiana e il cibo con tutta la sua valenza affettiva e
conviviale da cui attingere ispirazione.
Nell'Allegra famiglia di Jan Steen, pittore fiammingo,
vediamo comparire sulla scena prodotti affumicati e
conservati sotto sale su una tavola in cui regna la
confusione. Lo stare insieme nell'arte della convivialità
sovrasta ogni cosa.
La presenza di cibi affumicati,
affettati e salumi, è molto ricorrente nei dipinti del secolo,
in cui l'attenzione si sposta sul ritrarre occasioni speciali,
lauti convivi dell'alta nobiltà, presenza di champagne per
accompagnare le fragole e tanto altro. Nello stesso
periodo nasce il vero Pic Nic, ritratto in molte opere
francesi del secolo ottocentesco. La sua origine è di epoca
romana poiché gli abitanti di città amavano pranzare
all'aria aperta per sottrarsi alla calura estiva e sceglievano
le gite fuori porta. Solo nel Settecento iniziamo però a
vederlo protagonista delle opere d'arte.
Sempre in questo secolo, i pittori amano dipingere
l'interno di ristoranti, come accade per Van Gogh che,
nell'interno del ristorante ama esplorare un ambiente
ricco di ornamenti pronto per l'arrivo dei commensali.
Nell'Ottocento il Ristorante è il luogo di scambi culturali
tra pubblico e privato e favorisce relazioni di affari e di
amicizia. Un'altra opera molto bella che ritrae la vita
quotidiana dell'epoca è l'Interno con cucina di Marten van
Cleve, in cui viene raffigurata una taverna con grande
confusione di cibi e di tavole imbandite, simile alle
taverne romane. Molti dipinti raffigurano l'antica
borghesia del tempo e le scene di vita quotidiana ritratta
vedono non tanto il cibo protagonista ma il modo in cui
condividerlo. Purtroppo alcuni cibi sofisticati e alcune
modalità di banchetto erano un'udienza esclusiva della
nobiltà del tempo.

!2

2 SETTEMBRE 2016

I NUMERO/ SETTEMBRE

Il viola delle melanzane
Dedichiamo il mese di settembre a un ortaggio di stagione: le melanzane.
Appartengono alla famiglia delle Solanaceae e hanno origine nel sub continente indiano,
ma oggi sono molto diffuse nel bacino del Mediterraneo e trovano pieno spazio in
moltissime ricette del Sud dello stivale: parmigiana, pasta alla norma è tanto altro. Le
ritroviamo per tutta la stagione estiva e con il loro colore deliziano la vista e il palato.
Contengono poche calorie (24 per circa 100g) e per questo sono un ottimo contorno di
stagione, ma godono di molteplici proprietà benefiche.
Sono ricche di vitamine e minerali, tra cui la vitamina K e la C, antiossidanti per
eccellenza e le vitamine del gruppo B che contrastano la stanchezza. Sono ricchissime di
acqua e per questo si rivelano degli ottimi diuretici naturali; inoltre, grazie alla presenza
delle fibre combattono la stitichezza.
Dietro il loro colore violaceo si nascono di antiossidanti alleati del cuore: gli antociani,
molecole che proteggono le cellule dai danni dell'ossidazione. Infine, grazie alla presenza
dell'acido clorogenico combattono i valoridi colesterolo alto ed esercitano un'azione
antimicrobica e antivirale.
Consiglio il consumo delle melanzane grigliate o lessate. Si possono adoperare per creare
primi piatti fantasiosi, pasta alla norma e risotti.
Attenzione invece al consumo delle melanzane fritte che assorbono molto olio e per
questo motivo suggerisco un consumo molto moderato della parmigiana.

!3

2 SETTEMBRE 2016

I NUMERO/ SETTEMBRE

Accortezza in gravidanza: la listeriosi
Poche donne sanno che alcuni batteri possono essere responsabili di patologie durante i
mesi di gestazione con conseguenza più o meno gravi.
La listeria monocytogenes è un bacillo che causa listeriosi, anche causa di aborto. Gli
alimenti più a rischio sono il latte e i latticini, ma un'eventuale contaminazione batterica
può far riscontare il batterio anche nei prodotti da forno o da pasticceria. La listeria è
spesso presente nel salmone imbustato e affumicato, penetra attraverso l'epitelio
intestinale e arriva attraverso il circolo sanguigno ai linfonodi, che infine la trasportano al
cuore, ai polmoni, al cervello e alla placenta.
La listeriosi in gravidanza è molto pericolosa poiché può causare parti prematuri di
neonati infetti, meningite neonatale e, nei casi più gravi, aborto.
Ovviamente la contaminazione alimentare e l'infezione sono conseguenze di una scarsa
igiene alimentare che una buona mamma non deve mai avere!
Attenzione dunque, future mamme, ai cibi che scegliete. Abbiate cura di lavare bene
ortaggi e frutta, evitate latte non pastorizzato e alimenti crudi.

!4

2 SETTEMBRE 2016

I NUMERO/ SETTEMBRE

Comunicare il cibo attraverso le favole
Se volete che vostro figlio sia intelligente, raccontategli delle fiabe. Se volete che sia molto
intelligente, raccontategliene di più” Albert Einstein.Spesso la comunicazione con i nostri
bambini manca di fantasia, ma basta poco per parlare loro di cose importanti.
La favola è il modo più antico e allo stesso tempo più semplice e significativo per
comunicare qualcosa di serio e importante. leggere vecchie favole dimenticate con i nostri
bambini può essere un modo per insegnare loro il valore di una corretta alimentazione per
la salute. Il cibo nelle favole può avere diversi significati: è talvolta il protagonista
indiscusso della storia, il mezzo per raggiungere un obiettivo, lo sfondo in cui è
ambientata la favola. La storia raccontata in modo semplice e con parole povere può
essere analizzata insieme ai nostri bimbi per affrontare i problemi alimentari che
affliggono una società in cui sempre più persone sono affette dall’obesità.
Basta fare una semplice ricerca su internet per trovare numerosissime favole utili per voi
mamme e papà, ma la mia scelta e il mio consiglio ricadono su queste tre storie:
1) La favola di Pollicino, che con la sua astuzia e brillantezza, ritrova la strada di casa
seguendo un percorso fatto di briciole di pane.
2) La favola di “Brodo Stecchino” di Andersen, che parla di una tavola povera, costruita
con alimenti semplici, da cui è possibile riuscire ad ottenere molte prelibate pietanze.
3) La storia/romanzo “Cuore di Ciccia” di Susanna Tamaro, che affronta il rapporto
conflittuale di amore e odio nei confronti del cibo, attraverso il racconto di un adolescente
attratto in modo compulsivo dal frigorifero.
Vi basta soltanto scegliere la vostra favole e iniziare a leggerla ai vostri figli: ciò che conta
è il significato che, insieme a loro e per Voi stessi, riuscirete a trarne.

LA MIA ATTIVITÀ E I MIEI RECAPITI
La dr.ssa Rosa Giovanna Pinizzotto si occupa di educazione
alimentare dal 2013 e riceverà Genzano di Roma. È nutrizionista
per l'Arma dei Carabinieri e la S.S. Lazio scherma di Ariccia. Si
occupa anche di divulgazione scientifica e ha seguito il master "la
scienza nella pratica giornalistica" dell'Università la Sapienza di
Roma. Attualmente sta lavorando alla favola "lo specchio di Sara"
che tratterà i disturbi del comportamento alimentare nella fascia
pediatrico-adolescenziale.
!5

2 SETTEMBRE 2016

I NUMERO/ SETTEMBRE

!6

2 SETTEMBRE 2016

I NUMERO/ SETTEMBRE

Per concludere il Calendario dell'orto di Settembre per
conoscere la frutta e la verdura di stagione.
Buon inizio dell'autunno e arrivederci a Ottobre!

!7


Documenti correlati


Documento PDF il cantar bene numero 15
Documento PDF binocolo n 34 dicembre 2014 1 2
Documento PDF binocolo n 33 novembre 2014 10
Documento PDF la stampa 17 05 2014
Documento PDF 217
Documento PDF prof cinquegrana prontuario di medicina naturale


Parole chiave correlate