File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Affari d' oro (e d argento).pdf


Anteprima del file PDF affari-d-oro-e-d-argento.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

Anteprima testo


9

FOCUS COMMODITY

Argento: il parente povero
dell’oro splende sempre più
Il metallo bianco batte l’oro. Le quotazioni dell’argento hanno messo a segno
nel mese di settembre un balzo del 14%, toccando i massimi dal 1980. Gli
investitori guardano all’argento come valida alternativa all’oro

DI TITTA FERRARO

N

on solo oro. Il metallo giallo mantiene il proprio appeal da prima pagina a suon di record,
ma andando a guardare le performance c’è chi
è riuscito a fare meglio. E’ il caso dell’argento che da inizio anno vanta un saldo positivo del 29%, decisamente
meglio rispetto al +19% circa messo a segno dall’oro. Il
prezzo spot del metallo bianco a fine settembre ha aggiornato i propri massimi a 30 anni toccando quota 22
dollari l’oncia. Nel solo mese di settembre il saldo risulta
positivo del 14%. Guardando alle performance dei principali ETF quotati sui due metalli, l’ETFS Physical Silver
(PHAG) da inizio 2009 ha sovraperformato l’ETFs Physical Gold (PHAU) del 42%. Nonostante negli ultimi 18
mesi l’argento abbia decisamente sovraperformato l’oro,
le sue quotazioni risultano ancora a meno della metà del
record storico (49,45 $ toccati nel gennaio 1980, ndr).
Forza relativa del metallo bianco che ha portato il rap-

porto tra i prezzi di oro e argento scendere sotto quota
60, sui minimi a un anno, ma ancora sopra la media storica che è di circa 55. “Gli operatori iniziano a percepire
l’oro come troppo costoso, interessandosi all’argento”,
rimarca David Choe di IG Markets. Considerando gli
ultimi 4 anni, le quotazioni del’argento si sono raddoppiate con un ritmo di crescita annua pari al 10% circa
nell’ultimo decennio.

Quotazioni argento ultimi 5 anni (prezzo spot)
22
20
18
16
14
12
10
8
2005

2006

2007

2008

2009

2010
Fonte: Bloomberg

Dollari l’oncia