File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



l'animale la vera storia dell'anarchico nikos maziotis.pdf


Anteprima del file PDF l-animale-la-vera-storia-dell-anarchico-nikos-maziotis.pdf

Pagina 1 2 34598

Anteprima testo


3

PROLOGO

Erano bastati centocinquant'anni, solamente
centocinquant'anni per demolire e corrompere, petalo dopo
petalo, l'intelligenza e la speranza e poi trasformarle in oggetti
da mercato. Erano bastati centocinquant'anni, e quel sentiero
tracciato dai greci era stato cancellato.
Centinaia di milioni di morti erano stati sacrificati all'altare del
capitalismo perchè satanici profeti che fan morire moltissimi
con loro, spesso prima di loro, talvolta al posto loro avevan
deciso che la verità era cosa per pochi eletti, e chi ne
pronunciava una diversa doveva essere annientato.
Ma nel 1989 la Grecia non poteva avere già dimenticato i
colonnelli, le minigonne vietate, i capelli corti per legge, i libri
censurati, i Papadopoulos, i Makerezos, i Ladas, il re Costantino
II e la sua fuga a Roma; non poteva avere già scordato gli
omicidi, le torture nelle caserme, la legge marziale, la violenza
della polizia, i partiti vietati e tutto quel lordume fascista della
dittatura. Nel 1989 tutto questo doveva ancora gridare per le
strade e i vicoli di Atene, nei quartieri della capitale del mondo
antico che aveva ospitato filosofi capaci, con il loro genio, di
cambiare, condizionare, evolvere, educare alla libertà della
mente metà della terra e fare invidia alla metà restante. Il
terrore di quei sette anni, la paura di quei
duemilacinquecentocinquantacinque giorni, il dolore di quelle
sessantunmilatrecentoventi ore, era per forza, per natura,
ancora vivo nelle menti e nei cuori degli eredi e figli di Pericle,
di Achille, di Omero, di Socrate. Il ricordo del Politecnico in
fiamme, della scomparsa di Panagulis e il milione di uomini e
donne al suo funerale era, necessariamente, ancora l'incubo
che turbava il sonno di un popolo così grande per sapienza e
cultura, custode dei segreti più cercati dall'umanità. Nel 1989
non cadeva solo il muro della follia che divideva il mondo in
due parti distinte ma violentate allo stesso modo con metodi
diversi ma egualmente crudeli e vigliacchi; nel 1989 non finiva