File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



FdS Livi .pdf



Nome del file originale: FdS Livi.pdf
Autore: Samuele Milone

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Word 2016, ed è stato inviato su file-pdf.it il 16/10/2016 alle 18:25, dall'indirizzo IP 83.149.x.x. La pagina di download del file è stata vista 1011 volte.
Dimensione del file: 754 KB (5 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Lista FdS – Federazione degli Studenti
Sfondiamo il muro dell’indifferenza!
Quest'anno al Liceo “Carlo Livi” c'è vento di novità e di proposte concrete, serie, e ben strutturate!
C'è bisogno di un cambiamento, e anche alla svelta! Perchè?..
..Perché non ne possiamo più di una Giunta Studentesca costruita sulla base delle amicizie personali dei
Rappresentanti di Istituto!
I membri della Giunta hanno il diritto di essere scelti sulla base di meriti e capacità!
..Perché vogliamo una Scuola che sia Palestra di Cittadinanza, non un semplice distributore di nozioni didattiche. E per
questo vorremmo organizzare un ciclo di assemblee a tema civico-socio-culturale! Tutti i giorni sentiamo parlare di
temi che in alcuni casi ci riguardano da vicino, in altri casi meno, e pensiamo che sia la Scuola stessa a doversi fare
promotrice di dibattito e confronto su questi temi!
..Perché vorremmo creare un Circolo Letterario, dove noi ragazzi potremmo innanzitutto esprimerci, con la forma del
giornalismo, sui temi che più ci stanno a cuore, e contemporaneamente essere seguiti e formati in questo percorso!
Per questo abbiamo avviato un progetto in collaborazione con “L’Eco del Nulla”!
..Perché non vogliamo più sprecare soldi ogni anno per dover acquistare nuove edizioni di libri scolastici, poi identiche
a quelle vecchie, solo a causa delle case editrici che vogliono boicottare il mercatino dell'usato! Per questo vorremmo
collaborare col Collegio Docenti affinché venga data la possibilità, e il suggerimento, per l'acquisto delle vecchie
edizioni compatibili con quelle nuove!
..Perché siamo stanchi di sentirci disorientati nella scelta del percorso di studio Universitario che vorremmo portare
avanti una volta diplomati! Per questo vorremmo dialogare con le Università del territorio (UniFi, UniPi, UniBo, UniSi..)
per costruire insieme percorsi di formazione e orientamento che avvengano all'interno della nostra scuola!
..Perché vogliamo un servizio di trasporti pubblici che sia davvero a misura di Studente! E per questo abbiamo già
intrapreso una collaborazione con la Consulta Provinciale degli Studenti di Prato per ascoltare le esigenze degli
Studenti che fanno uso di mezzi pubblici, e proporre un'innovazione radicale sul territorio!
..Perché vorremmo espandere la rete di esercenti convenzionati per gli acquisti tramite la Carta IoStudio, che ogni
anno viene emanata dal Ministero dell'Istruzione, ma che attualmente non trova utilità vista la mancanza di
informazione e collaborazione con le aziende presenti sul territorio.
..Perché vogliamo una Scuola solidale, dove poter anche sviluppare valori di collaborazione e cooperazione fra le sue
parti. E per questo abbiamo pensato a un servizio di Tutoraggio che permetta agli Studenti del triennio di offrire
ripetizioni ai ragazzi del biennio!
In questo modo valorizzeremmo i nostri spazi, come ad esempio la Biblioteca, e riusciremo a tenere aperta la Scuola
tutto il giorno, anche grazie agli Studenti della Facoltà di Lettere dell'Università di Firenze.
..Perché non ne possiamo più di una biblioteca composta da quattro mura vuote e lasciata a se stessa! Vorremmo una
biblioteca ricca di volumi utili per i nostri studi, che possa diventare luogo di incontro e scambio ideologico! In più
vorremmo che il catalogo venisse reso disponibile per la consultazione on-line, grazie al Sistema Bibliotecario del
Comune di Prato.
..Perché la Scuola deve formare non solo degli Studenti, ma dei Cittadini consapevoli, non deve guardare al passato,
ma slanciarsi verso il futuro! Ed è per questo che deve rimanere aperta tutto il giorno, tutto l'anno, tutta la vita!

Quest'anno, al Consiglio di Istituto del Liceo "Carlo Livi", VOTA Giulia Mazzeo e Franceska Toska!
E alla Consulta Provinciale degli Studenti di Prato, VOTA Angela Cuzzavaglio!
Quest'anno le cose possono cambiare, abbiamo l'opportunità di costruire, tutti insieme, la Scuola del
Futuro, una Scuola a misura di Studente.
La Nostra Scuola.

Quest'anno, al Consiglio di Istituto del Liceo "Carlo Livi", VOTA Giulia Mazzeo e Franceska Toska!
E alla Consulta Provinciale degli Studenti di Prato, VOTA Angela Cuzzavaglio!

Lista FdS – Federazione degli Studenti
Sfondiamo il muro dell’indifferenza!
Viaggio della Memoria
“Ricordare per non dimenticare”
Nel 2014 è nata una solida collaborazione, che sta perdurando nel tempo, e continuerà a farlo, fra la
Federazione degli Studenti di Prato, la Consulta Provinciale degli Studenti di Prato, il Comune di Prato,
l’Associazione Nazionale Ex Deportati e il Museo della Deportazione di Figline.
L’idea è quella di permettere a sette studenti delle scuole superiori pratesi di prendere parte al Viaggio della
Memoria che annualmente viene organizzato dall’ANED di Prato, in genere verso la metà di Aprile. Il viaggio
prevede la visita ai campi di concentramento e sterminio nazisti presenti sul territorio Austriaco. Ha una
durata di quattro giorni, e si pone come obiettivo il perpetuare una sensibilizzazione sull’orrore di quello che
è
successo
proprio
in
quei
luoghi
durante
la
Seconda
Guerra
Mondiale.
Ad un ciclo di assemblee su questo tema, organizzate dall’ANED Prato, segue la presentazione di un concorso
in cui si chiede agli Studenti delle Scuole superiori di presentare degli elaborati, che abbiano come tema la
Deportazione
e
le
atrocità
che
sono
state
commesse.
Una Giuria di valutazione, composta da dirigenti dell’ANED Prato e del Museo della Deportazione di Figline,
sceglie gli elaborati vincitori e si occupa di comunicare ai ragazzi i vincitori.

Sistema bibliotecario
Per parlare di Sistema Bibliotecario vorremmo prima soffermarci sulla riflessione che abbiamo fatto a monte,
prima
della
concretizzazione
del
progetto
stesso.
La nostra idea è che la Scuola debba essere un luogo aperto tutto il giorno, tutti i giorni, tutta la vita. Perché
la Scuola non è solo il luogo dove una ragazza o un ragazzo va per apprendere nozioni, ma quel Mondo che
lo aiuterà a diventare un Cittadino Consapevole di ciò che lo circonda, un luogo dove possa confrontarsi con
i
propri
coetanei.
La
scuola
deve
essere
Palestra
di
Cittadinanza!
Continuando ad argomentare questa riflessione, siamo arrivati a creare una Collaborazione fra gli Studenti
della Facoltà di Lettere dell’Università di Firenze, che si sono prestati, anche per formarsi personalmente, a
tenere aperte le Scuola Superiori, in particolar modo per far sì che possa diventare un luogo dove gli Studenti
possano venire per approfondire, ad esempio un argomento affrontato in Aula, per studiare insieme, ma
anche e soprattutto per creare laboratori che possano aiutare a comprendere meglio alcuni argomenti di cui
non si parla mai all’interno della Scuola.
Il progetto è stato presentato due anni fa al Dagomari, che ha dato una risposta positiva, e infatti è ancora in
corso. Stessa cosa vale per l’Istituto Buzzi, che rimane aperto tutti i giorni, fino alla sera, e gli Studenti possono
recarvici
per
partecipare
ad
attività/forum
di
loro
gradimento.
Attualmente è in corso una collaborazione fra le varie parti del Liceo Copernico affinché il progetto venga
realizzato pure lì.
Non si tratta di fondi, non si tratta dell’impiego di personale retribuito aggiuntivo. Si tratta di voler costruire,
tutti insieme, la Scuola del Futuro. Si tratta di averne voglia, e il semplice fatto che il progetto sia già andato
in porto nelle altre Scuole, dimostra che sia tutto possibile, basta essere determinati. E lo siamo, crediamo
davvero in una Scuola Aperta, che sia Palestra di Cittadinanza per gli Studenti.

Orientamento Universitario
Tutti gli anni le Università locali organizzano degli Open Day in cui gli studenti possono recarsi nelle varie
facoltà, per farsi un’idea di come funzioni innanzitutto il sistema Universitario, e anche e soprattutto per
orientarsi e capire per quale Facoltà si è più portati, oppure più semplicemente li aggrada.

Quest'anno, al Consiglio di Istituto del Liceo "Carlo Livi", VOTA Giulia Mazzeo e Franceska Toska!
E alla Consulta Provinciale degli Studenti di Prato, VOTA Angela Cuzzavaglio!

Lista FdS – Federazione degli Studenti
Sfondiamo il muro dell’indifferenza!
Noi vorremmo affiancare a questo progetto, che comunque siamo favorevoli a portare avanti e che siamo
anzi favorevoli a migliorare, dei forum formativi/di orientamento, in cui sono gli stessi docenti delle
Università presenti sul territorio (ad esempio PIN, l’Università di Firenze, di Bologna, di Pisa, di Siena...) a
venire nella nostra Scuola. Il progetto è già in corso all’Istituto Buzzi, e gli Studenti rimangono sempre
soddisfatti
dall’ottima
preparazione
e
formazione
che
questi
corsi
offrono.
In più le Università sottopongono agli Studenti dei test attitudinali, comunicando poi i risultati che riportano
quali, secondo le tabelle di valutazione, sono le facoltà che meglio potrebbero accogliere il percorso di Studi
Universitario dello Studente, in base alle proprie attitudini.

Potenziamento della Carta IoStudio
La Carta IoStudio, che viene emanata annualmente dal Ministero dell’Istruzione, è una tessera magnetica,
che da due anni può anche essere utilizzata come carta prepagata, grazie ad una collaborazione fra il MIUR
e Poste Italiane. Il suo scopo sarebbe quello di offrire sconti rivolti agli studenti che frequentano le Scuole
superiori, grazie a delle convenzioni fatte con le aziende e i fornitori di servizi presenti sul territorio.
Purtroppo però nel territorio non sono state fatte queste convenzioni, quindi gli Studenti si trovano in tasca
una
carta
che
non
trova
la
sua
utilità
in
nessun
settore.
Abbiamo pensato che, collaborando con la Consulta Provinciale degli Studenti, che già ha preso in mano
l’argomento inserendolo nei progetti da portare avanti durante questo anno scolastico, avremmo potuto
estendere la rete di esercenti convenzionati per dare effettivamente un’utilità a questa tessera, che
racchiude al suo interno un potenziale enorme.
Ci tenevamo anche a precisare che la Carta IoStudio è attiva in questo momento, e continuerà ad esserlo nei
prossimi anni, in quanto il Ministero dell’Istruzione non ha ancora previsto quando verrà fermata la
distribuzione nazionale. Ci teniamo a specificarlo perché nei giorni scorsi ci è stato detto, per smontare questa
idea, che le tessere perderebbe il suo valore nel Dicembre 2016. Abbiamo deciso di documentarci, e a queste
persone vorremmo rispondere che quando si leggono le notizie, non basta leggere il titolo, ma approfondire
l’argomento. Nella nostra opinione questa critica è venuta fuori dopo un’ errata interpretazione nella lettura
di una circolare del Ministero dell’Istruzione dove si afferma che nel Dicembre 2016 terminerà una
promozione che prevede la ricarica gratuita presso gli uffici Postali. La carta Postepay standard prevede un
costo di ricarica di 1,00 €; quando nacque la collaborazione fra Poste Italiane e MIUR venne stabilita una
convenzione per cui le ricariche sarebbero state gratuite per un periodo limitato, con lo scopo di promuovere
maggiormente l’attivazione della carta digitale.

Contro il caro libri
Ogni anno, a Settembre, gli Studenti delle Scuole Superiori si trovano a dover affrontare spese enormi per
l’acquisto di libri scolastici, principalmente per un’azione intrapresa negli ultimi anni dalle case editrici, che
per boicottare la compravendita dell’usato, da cui non ricavano nessun profitto, ogni anno decidono di
pubblicare nuove edizioni dei libri scolastici, senza però che effettivamente ci sia un cambiamento nei
contenuti.
In questa battaglia abbiamo deciso di schierarci dalla parte degli Studenti, soprattutto di quelli che non hanno
le
possibilità
economiche
per
affrontare
ogni
anno
spese
così
grandi.
Per questo abbiamo pensato ad intraprendere una collaborazione con il Collegio Docenti, invitando i
Professori ad inserire nella lista dei libri scolastici adottati per l’anno scolastico, il suggerimento (quando
possibile) all’acquisto della vecchia edizione.
Vogliamo essere chiari, in quanto crediamo che la trasparenza debba essere uno dei valori fondamentali
quando
si
presentano
le
proposte.
Noi non pensiamo che sia obbligatorio acquistare le vecchie edizioni, perché dobbiamo ammettere che a
Quest'anno, al Consiglio di Istituto del Liceo "Carlo Livi", VOTA Giulia Mazzeo e Franceska Toska!
E alla Consulta Provinciale degli Studenti di Prato, VOTA Angela Cuzzavaglio!

Lista FdS – Federazione degli Studenti
Sfondiamo il muro dell’indifferenza!
volte le nuove edizioni di alcuni libri scolastici siano effettivamente necessario, in quanto portatrici di nuovi
contenuti o aggiornamenti (vedi libri di Geografia). Allo stesso tempo però pensiamo che i Docenti
dovrebbero interessarsi in prima persona al bene dei propri studenti, e perciò non possono ignorare anche il
problema che si cela dietro all’acquisto delle nuove edizioni.

Trasporto Pubblico
All’inizio dell’anno scolastico 2015/16 la Consulta Provinciale degli Studenti ha sottoposto agli Studenti della
Provincia di Prato dei questionari relativi al progetto “Mobility Young – Prato”, organizzata dalla CPS stessa.
Durante l’anno scolastico però si è svolta la gara di appalto per l’assegnazione del servizio dei trasporti
pubblici. Per questo motivo non è stato possibile trovare un interlocutore con cui discutere i risultati dei
sondaggi. E’ di pochi giorni fa la notizia che la CAP ha vinto il ricorso presentato qualche mese fa, ed ecco che
abbiamo
un
interlocutore.
Il nostro progetto prevede innanzitutto un secondo giro di sondaggi, con domande anche più inerenti alla
nostra scuola, e un successivo dialogo con CAP Autolinee Prato. Perché pensiamo che il Livi abbia tutto il
diritto a sedersi nel tavolo delle discussioni fra CPS Prato e CAP, in quanto rappresenta geograficamente uno
dei punti più centrali della Città.

Basta Giunta Fuffa!
Sono oramai diversi anni che la Giunta Studentesca, a nostro avviso, viene costruita sulla base di amicizie e
favoritismi da parte dei Rappresentanti di Istituto. Partendo da questa piccola ma fondamentale
constatazione ci sentiamo di dire NO. Semplicemente NO. Perché pensiamo che la Giunta abbia un potenziale
davvero enorme, che in tante scuole ci invidiano, e ultimamente stiamo rischiando di perdere
definitivamente il suo potere. Per questo pensiamo che i membri della Giunta abbiano il diritto di essere
scelti sulla base di meriti e capacità, proprio perché questo organo possa rappresentare una leva di forza
importante all’interno delle dinamiche scolastiche.

Assemblee a tema culturale
Tutti i giorni sentiamo parlare di argomenti di vasto genere, che a volte ci toccano da vicino, altre volte meno.
Purtroppo però in questo momento la Scuola non è attrezzata per permettere agli Studenti di argomentare
e
discutere
di
questi
temi
all’interno
di
Forum
e
Assemblee.
Noi riteniamo che la Scuola debba non solo impartire ai propri Studenti nozioni e concetti teorici, ma deve
anche formare i Cittadini del Futuro. Cittadini consapevoli del mondo che li circonda, che durante il proprio
percorso di studi formino al proprio interno una coscienza critica, che permette di guardare al mondo che ci
circonda con uno sguardo a volta anche di dubbio. Ed è da qui che partiamo, dall’innesto del dubbio. Da qui
partiamo
per
discutere
questi
temi.
Abbiamo il diritto di essere consapevoli di ciò che ci circonda, e la Scuola che vogliamo deve accompagnarci
in questo cammino.
Per questo vorremmo proporre dei Forum e delle Assemblee in cui gli Studenti non saranno più spettatori
passivi, di lezioni impartite da dietro un tavolo, ma bensì protagonisti di quelli che sono i temi affrontati.
Perché crediamo in una scuola che abbia per protagonisti gli Studenti, e non li consideri solo scatole vuote
da riempire con lezioni e didattica.

Tutoraggio scolastico
Circa due anni fa, come Federazione degli Studenti di Prato, creammo un sondaggio a cui parteciparono la
maggior parte degli Studenti della Provincia. Il tema era quello delle ripetizioni scolastiche e tutto il mondo
che vi è connesso. Un dato, in particolare, ci allarmò. In media gli Studenti che fanno uso di ripetizioni,
Quest'anno, al Consiglio di Istituto del Liceo "Carlo Livi", VOTA Giulia Mazzeo e Franceska Toska!
E alla Consulta Provinciale degli Studenti di Prato, VOTA Angela Cuzzavaglio!

Lista FdS – Federazione degli Studenti
Sfondiamo il muro dell’indifferenza!
spendono 15,00 € all’ora. E così le cose non possono continuare, perché per assistere uno studente in
difficoltà
non
tutte
le
famiglie
possono
permettersi
di
supportare
tali
spese.
Per questo abbiamo pensato di creare un servizio di Tutoraggio Scolastico, in cui gli studenti del triennio
offrono ripetizioni gratuite a quelli del biennio. In questo modo creeremmo un circolo virtuoso con una serie
di vantaggi per entrambi le parti messe in gioco: gli studenti che offrono, e quelli che ricevono ripetizioni. Lo
studente del biennio che usufruisce del servizio ha innanzitutto un vantaggio economico, in quanto il servizio
è gratuito; in più potrà anche iniziare a confrontarsi con gli studenti del triennio, fatto che in questo momento
si sta verificando sempre meno. Dall’altra parte abbiamo uno studente del triennio che innanzitutto avrà
l’opportunità di ripassare e approfondire argomenti che magari potrebbe trovare utili all’interno del proprio
programma, ma che aveva già studiato nel corso del biennio. In più pensiamo che sia necessario premiare
questi Studenti con l’offerta di un credito formativo aggiuntivo, poiché hanno deciso di mettersi in gioco in
prima persona.
Crediamo in una scuola solidale, dove tutte le sue parti e componenti collaborino per sviluppare insieme
valori di collaborazione e cooperazione.
Questo progetto è facilmente ricollegabile anche all’idea di valorizzazione degli spazi della biblioteca, e di
una Scuola aperta tutto il giorno.

Laborinthus
Come Federazione degli Studenti ci dichiariamo più che favorevoli con l’organizzazione e l’offerta del
Laborinthus, in quanto pensiamo che sia un’ottima iniziativa in grado di offrire agli studenti spunti di
riflessione sui temi che vengono affrontati. Ci terremmo in particolar modo dunque ad aumentare l’interesse
e la partecipazione di tutti gli Studenti, organizzando confronti e dibattiti che coinvolgano tutte le parti della
Scuola.

I Candidati
CONSIGLIO DI ISTITUTO
Giulia Mazzeo

Franceska Toska

CONSULTA PROVINCIALE DEGLI STUDENTI
Angela Cuzzavaglio

Quest'anno, al Consiglio di Istituto del Liceo "Carlo Livi", VOTA Giulia Mazzeo e Franceska Toska!
E alla Consulta Provinciale degli Studenti di Prato, VOTA Angela Cuzzavaglio!


Documenti correlati


Documento PDF fds livi
Documento PDF dep fn def ok
Documento PDF dep fn def ok
Documento PDF codice di comportamento dei candidati primarie presidenza regione
Documento PDF presentazione lista reset
Documento PDF macerataracconta 2013


Parole chiave correlate