File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



ISTAT com ottobre 2016 pdf.pdf


Anteprima del file PDF istat-com-ottobre-2016-pdf.pdf

Pagina 12327

Anteprima testo


14 ottobre 2016

Settembre 2016

PREZZI AL CONSUMO
Dati definitivi
Nel mese di settembre 2016 l’indice nazionale dei
prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo
dei tabacchi, registra una diminuzione dello 0,2% su
base mensile e un aumento dello 0,1% rispetto a
settembre 2015 (era -0,1% ad agosto). La stima
preliminare è confermata.
Dopo sette mesi consecutivi di diminuzioni
tendenziali, i prezzi al consumo tornano a crescere
seppur di poco. Questa inversione di tendenza è
dovuta principalmente al marcato ridimensionamento
della flessione dei prezzi dei Beni energetici sia non
regolamentati (-2,7%, da -7,0% di agosto) sia
regolamentati (-3,8%, da -5,9%) e, in misura minore,
alla ripresa della crescita tendenziale dei prezzi dei
Servizi relativi ai trasporti (+1,1%; la variazione era
nulla il mese precedente).
Al netto degli alimentari non lavorati e dei beni
energetici, l’“inflazione di fondo” sale a +0,5% (da
+0,4% di agosto); al netto dei soli beni energetici si
attesta a +0,5% registrando, rispetto al mese
precedente (+0,6%), un rallentamento di lieve entità.
L’inflazione acquisita per il 2016 risulta pari a -0,1%
(era nulla il mese precedente).
Rispetto a settembre 2015, i prezzi dei beni fanno
registrare una flessione pari a -0,2% (era -0,5% ad
agosto), mentre il tasso di crescita dei prezzi dei
servizi scende a +0,4% (da +0,5% del mese
precedente). Di conseguenza, rispetto ad agosto 2016,
il differenziale inflazionistico tra servizi e beni si riduce
di quattro decimi di punto percentuale.
La diminuzione su base mensile dell’indice
generale dei prezzi al consumo è principalmente
ascrivibile ai cali congiunturali, in larga parte dovuti a
fattori stagionali, dei prezzi dei Servizi relativi ai
trasporti (-3,0%) e dei Servizi ricreativi, culturali e per
la cura della persona (-0,8%).
I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e
della persona diminuiscono dello 0,1% su base
mensile e registrano una variazione nulla su base
annua (da +0,6% di agosto).
I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto
aumentano dello 0,1% in termini congiunturali e dello
0,2% in termini tendenziali (era +0,1% ad agosto).
L’indice dei prezzi al consumo armonizzato (IPCA)
aumenta dell’1,9% su base mensile e dello 0,1% su
base annua, con un’inversione di tendenza dal -0,1%
di agosto, confermando la stima preliminare.
L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le
famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei
tabacchi, diminuisce dello 0,2% su base mensile e
aumenta dello 0,1% nei confronti di settembre 2015.
Prossima diffusione: 31 Ottobre 2016

INDICE GENERALE NIC
Settembre 2015-settembre 2016, variazioni percentuali congiunturali

0,3
0,2

0,2

0,2

0,2

0,1

0,0
-0,1

-0,4

S

-0,2

-0,2

G

F

-0,2

-0,4

O

N

D

M

A

M

G

L

A

S

INDICE GENERALE NIC
Settembre 2015-settembre 2016, variazioni percentuali tendenziali

0,2

0,3

0,1

0,1

0,3
0,1
-0,1 -0,1

-0,3 -0,2

-0,3
-0,5

S

O

N

D

G

F

M

A

M

-0,4

G

L

A

S

INDICI DEI PREZZI AL CONSUMO
Settembre 2016, (base 2015=100) (a)
INDICI

VARIAZIONI %

settembre
2016

set-16
ago-16

set-16
set-15

Indice nazionale
per l’intera collettività NIC

100,1

-0,2

0,1

Indice armonizzato IPCA

100,7

1,9

0,1

Indice per le famiglie di
operai e impiegati FOI
(senza tabacchi)

100,0

-0,2

0,1

(a) le variazioni tendenziali per gli indici NIC e FOI, con l’aggiornamento della base di
riferimento all’anno 2015 (base precedente 2010=100), sono calcolate utilizzando il
coefficiente di raccordo (si veda la Nota metodologica alla fine del comunicato) mentre
quelle dell’indice IPCA (base precedente 2005=100) sono state calcolate utilizzando
indici slittati nella nuova base di riferimento.