File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



RISOLUZIONE+ +N+98 E+DEL+27+OTTOBRE+2016.pdf


Anteprima del file PDF risoluzione-n-98-e-del-27-ottobre-2016.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8

Anteprima testo


2

politiche agrarie e forestali, riportate dall’Agenzia nella circolare 6 luglio 2009, n.
32/E.
Dall’anno 2016, la società dichiara che sussisterà uno dei parametri
individuati dalla citata circolare, in quanto, il volume d’affari derivante dall’attività
agricola (esclusa la produzione di energia fotovoltaica) risulterà - sicuramente superiore al volume d’affari della produzione di energia fotovoltaica eccedente i 200
kW, calcolato, quest’ultimo, senza tenere conto degli incentivi erogati per la
produzione di energia fotovoltaica. Precisa, inoltre, che anche negli anni successivi,
il volume d’affari derivante dall’attività agricola risulterà certamente superiore.
La società osserva che con la circ. 1° ottobre 2010, n. 50/E, l’Agenzia ha
precisato che una società agricola che intenda esercitare l’opzione per la tassazione
catastale, ai sensi dell’art. 1, comma 1093, della legge 27 dicembre 2006, n. 296,
“deve possedere i requisiti richiesti fin dall’inizio del periodo d’imposta”.
Pertanto, chiede di sapere se l’attività fotovoltaica possa considerarsi come
attività connessa a quella agricola già a partire dall’anno 2016 e per l’intero anno
(dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016) e, di conseguenza, se la società possa per
tale periodo di imposta (sussistendo gli ulteriori presupposti):
- esercitare l’opzione per la determinazione del reddito e delle imposte su
base catastale, assoggettando, in particolare, a tale regime fiscale, la produzione di
energia nel limite di “260.000 kWh anno”;
- assoggettare ad imposizione la parte di produzione eccedente il predetto
limite, sulla base delle diposizioni previste sempre dall’art. 1, comma 423 del 23
dicembre 2005, n. 266.

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE

L’istante ritiene che la produzione di energia da fonte fotovoltaica possa
considerarsi come attività connessa a quella agricola già a partire dal 1° gennaio