File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Saluto Ignazio 24 ottobre .pdf


Anteprima del file PDF saluto-ignazio-24-ottobre.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7

Anteprima testo


Ila: 160), della chimica (Vesuvius: 105 / Ottana Polimeri: 120 / 1.400 CIG chimici / 1.000 tessili
usciti dal bacino ammortizzatori), dei trasporti (Meridiana: 396), dell'energia (Ottana Energia: 60),
dei servizi (Parco Geominerario: 522 / Nuova Karel: 142 / Aias: 143), che dovranno continuare a
trovare il massimo riscontro nella vertenzialità con Regione e Stato. Aspetti che ribadiamo, alla
presenza della nostra Segretaria generale Annamaria Furlan, riproponendo una linea sindacale
improntata, fin da subito, a una rinnovata intransigenza in ordine a un piano straordinario per la
gestione e il superamento delle emergenze dell’Isola, che potranno contare, fin da oggi, in un ruolo
attivo del Segretario generale della USR.
Sfide che attendono un Sindacato regionale capace di incidere sulle criticità di quest’Isola non
escludendo la promozione di una azione di mobilitazione in maggiore convergenza con il progetto
della Confederazione nazionale sul fronte delle politiche ridistributive. Prime fra tutte la questione
fiscale, contrattuale e sociale, rispetto alle quali la Cisl sarda plaude al ruolo propulsivo della nostra
Confederazione, nella convinzione che dopo la modifica della legge Fornero, sul fisco si giochi
l’equità e su questa, il nostro essere sindacato.
Appuntamenti fondamentali anche in Sardegna per un Sindacato, che nella complessità delle
relazioni unitarie, non ha potuto andare oltre un’azione di denuncia, anche per una manifesta
difficoltà interlocutoria con una Giunta regionale finora poco incline al dialogo sociale. Un
confronto da rilanciare con pazienza, ma con altrettanta determinazione, alla ricerca di una nuova
via utile a rafforzare le condizioni di giustizia sociale su quest’Isola.
E’ naturale che per sostenere le ragioni di un confronto complesso come quello appena accennato, la
Cisl sarda dovrà darsi al più presto una Segreteria necessaria a rafforzare il progetto politico
dell’Organizzazione. Aspetto che mi vedrà impegnato fin dalle prossime ore per arrivare a un
quadro condiviso in tempi brevissimi.
Come sarà mia cura assicurare, insieme a tutti voi, un convinto sostegno al progetto politico della
Cisl confederale e della sua Segretaria generale Annamaria Furlan, secondo lo stile leale dei nostri
progenitori nuragici, costruttori di torri ma anche indomiti guerrieri.
Aspetti che chiamano all'impegno per una nuova e propositiva stagione dell'Organizzazione in
Sardegna capace di rinsaldare il tessuto della Cisl in un clima positivo fra USR, UST, Categorie,
Enti di emanazione sindacale, dirigenti sindacali e associati. Un'attenzione tesa a rinforzare la
coesione, le relazioni interpersonali e consolidare un ambiente sereno, favorevole e di reciproca
condivisione ma soprattutto teso a privilegiare il gioco di squadra all'interno degli organismi della
Cisl sarda. Una sensibilità che non potrà prescindere da un’oculata politica dei quadri e da una
visione strategica capace di espandere la nostra rappresentatività alle nuove frontiere del lavoro che
sollecita anche la Cisl sarda ad un investimento sul sindacato territoriale e aziendale.
Per questo, condivisione, contrattazione, corresponsabilità, partecipazione, solidarietà, comunione,
e, soprattutto confederalità, continueranno a rappresentare le parole maestre che ci hanno
accompagnato nel tempo e che identificano la CISL di ieri con quella che cercheremo di
promuovere insieme.

!3