File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Invito McGuire.pdf


Anteprima del file PDF invito-mcguire.pdf

Pagina 1 2 3 45625

Anteprima testo


«Perché sei la migliore», commentò alle mie spalle. Kirby
accompagnò i nuovi arrivati all’ultimo tavolo libero
di mia competenza. Tre di loro, sudati e sporchi di fuliggine,
parevano stanchi ma contenti di aver concluso un lun- go turno
di lavoro; il quarto, pulito e con i capelli appena lavati che gli
ricadevano sugli occhi, dava l’impressione di essersi aggregato
al gruppo.
Solo i turisti li fissarono. La gente del posto sapeva chi erano
e perché si trovavano lì. Dagli scarponi impolverati e dai
caschi azzurri con il logo del dipartimento dell’agricoltura che
tenevano sulle ginocchia si capiva subito che appartenevano
a una squadra antincendio boschivo, forse della divisione
dell’Estes Park.
In quella stagione gli incendi erano particolarmente vio- lenti
e il Servizio forestale aveva mobilitato squadre di altri distretti,
addirittura del Wyoming e del South Dakota. Colorado Springs
era rimasta avvolta nella caligine per settimane, e la cappa
di fumo degli incendi a nord aveva trasformato il sole del
pomeriggio in una palla rossa infuocata. Non vedevo le stelle
dall’ultima volta che avevo preso la paga.
«Cosa bevete?» chiesi dopo averli salutati con cortesia. «Hai
proprio dei bei capelli, sai?» esclamò uno.
Abbassai il mento e inarcai un sopracciglio.
«Chiudi il becco e ordina, Zeke. Tra poco probabilmente
ci richiameranno.»
«Maledizione, Taylor!» Zeke, irritato, guardò nella mia
direzione e aggiunse: «Per favore, portagli qualcosa da
mangiare. È scontroso quando ha fame».
«Si può fare», replicai, già infastidita dai loro modi.
Taylor mi fissò e per un attimo rimasi ammaliata dai suoi occhi,
che avevano un non so che di familiare. Poi lui batté le palpebre
e riprese a studiare il menu.
Per quanto fossero interessanti, attraenti e muscolosi, gli
uomini con gli scarponi sporchi che soggiornavano per
qualche tempo in città si potevano ammirare solo da lontano.
Nessuna ragazza con un po’ di amor proprio si sarebbe lasciata

4