File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Memoria e tradizione delle sepolture dei vescovi di Roma di Monsignor Giovanni Carrù.pdf


Anteprima del file PDF memoria-e-tradizione-delle-sepolture-dei-vescovi-di-roma-di-monsignor-giovanni-carru.pdf

Pagina 1 2 3

Anteprima testo


Memoria e tradizione delle sepolture dei vescovi di Roma di
Monsignor Giovanni Carrù
Monsignor Gianni Carrù, Segretario della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra ripercorre i
luoghi in cui i Pontefici furono sepolti, attraverso il Liber Pontificalis. Giovanni Carrù identifica
quindi 4 gruppi: aggregazione intorno alla tomba-simbolo del principe degli apostoli, il tempo
dell'autocoscienza comunitaria, il tempo dell'«attrazione devozionale», e infine, la civitas leoniana.

Memoria e tradizione delle sepolture dei vescovi di Roma
Tutte le tombe dei Papi (da Pietro a Felice III)
di Giovanni Carrù
Il Liber Pontificalis, un'opera composta nel VI secolo per raccogliere i dati relativi alle biografie dei
primi Pontefici e alla loro attività, riporta, in chiusura di ogni «vita», il luogo in cui ciascun Papa fu
sepolto. L' attento esame di questi dati d' archivio suggerisce una suddivisione di questi luoghi in
quattro grandi gruppi, che seguono una coerente cronologia e un'omogenea organizzazione
interna delle notizie, tanto che gli archeologi e gli storici della Chiesa antica hanno sempre
guardato a questo prezioso documento, come alla testimonianza-base per giudicare il riscontro e
la giustapposizione della fonte e dei monumenti conservati e rinvenuti, oppure irrimediabilmente
perduti.
La prima notizia riguarda, ovviamente, Pietro che, secondo il Liber Pontificalis: sepultus est via
Aurelia, in templo Apollinis, iuxta locum ubi crucifixus est, iuxta palatium neronianum in
Vaticanum, in territorium Triumphale, via Aurelia. A questo dettagliato resoconto, che disegna le
coordinate topografiche e monumentali della tomba del principe degli apostoli, fa seguito il primo
dei quattro gruppi, che raccoglie i primi quattordici successori di Pietro, da Lino a Vittore, i quali,
con l'unica eccezione di Clemente, che fu sepolto in Grecia, e di Alessandro che fu tumulato al
settimo miglio della via Nomentana, sono tutti ricordati come inumati iuxta corpus beati Petri in