File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Procedura di gioco .pdf



Nome del file originale: Procedura di gioco.pdf
Autore: Francesco

Questo documento in formato PDF 1.5 è stato generato da Microsoft® Word 2010, ed è stato inviato su file-pdf.it il 06/01/2017 alle 15:17, dall'indirizzo IP 93.35.x.x. La pagina di download del file è stata vista 633 volte.
Dimensione del file: 177 KB (4 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Scopo del gioco
Scopo del Burraco è quello di liberarsi delle 11 carte che si hanno inizialmente in mano creando dei
giochi di carte (sequenze o combinazioni) o legando delle carte a giochi già iniziati. I giocatori possono
aggiungere carte solo ai giochi iniziati da loro stessi o dal proprio compagno. Il primo giocatore della
coppia che termina le carte riceve un nuovo gruppo di 11 carte da giocare. Quando uno dei due
giocatori della coppia termina le carte per una seconda volta la partita si conclude. Per chiudere è però
necessario aver fatto almeno un Burraco, ovvero un gioco (sequenza o combinazione) di almeno 7
carte!

Preparazione
I giocatori di ogni coppia si dispongono uno di fronte all’altro. Per decidere le posizioni al tavolo si
pesca una carta a testa: il giocatore che pesca la carta più alta sarà il primo ad essere servito, il suo
compagno siederà di fronte, il giocatore dell’altra coppia che ha pescato la carta più bassa sarà il
mazziere e siederà alla destra di quello che deve essere servito. In caso di parità di valore si segue
l’ordine cuori, quadri, fiori, picche. In caso di ulteriore parità si pescano nuovamente le carte.
Il mazziere batte le carte e le fa tagliare dal giocatore alla sua destra. Quest’ultimo dovrà quindi formare
due mazzetti, detti “pozzetti”, da 11 carte prendendole una alla volta dal fondo del mazzo che ha in
mano. Alla fine i mazzetti andranno disposti a croce uno sull’altro e posizionati ad un angolo del tavolo.
Nel frattempo il mazziere distribuisce 11 carte a ogni giocatore in senso orario e una alla volta.
Al termine della distribuzione delle carte, e della formazione di pozzetti, il mazziere posiziona le carte
rimaste sopra a quelle rimaste al giocatore alla sua destra andando a formare il “tallone” e lo pone al
centro del tavolo. Quindi girerà la prima carta che andrà a formare il primo “monte degli scarti” e il primo
giocatore di mano può cominciare a giocare.

La fase di gioco
Pescare dal tallone o prendere il monte degli scarti
Ad ogni turno il giocatore di mano deve prendere la prima carta del tallone oppure tutte le carte del
monte degli scarti. In questo secondo caso dovrà prenderle obbligatoriamente tutte!

Giocare le carte
Come detto nel Burraco occorre liberarsi delle 11 carte che si hanno in mano inizialmente iniziando dei
giochi o legando delle carte a giochi già iniziati. Vediamo come.

Iniziare dei giochi
Il giocatore di mano, dopo aver pescato o preso il monte degli scarti, può decidere di iniziare dei giochi.
Ogni gioco si compone di un minimo di 3 carte.
Esistono due tipologie di giochi che possono essere creati a Burraco: le combinazioni e le sequenze.
Le combinazioni sono gruppi di carte dallo stesso valore nominale. Per esempio un gruppo di 3 assi, o
di quattro K, o di cinque 7. Essendo che complessivamente ci sono sempre 8 carte con lo stesso valore
(una per ognuno dei quattro semi in ogni mazzo) realizzare delle combinazioni risulta abbastanza
facile.

Le sequenze (scale) sono gruppi di carte con valore crescente e dello stesso seme. Quindi in questo
caso si possono avere, per esempio, un 3-4-5 di cuori o un 8-9-J-Q di picche, o un 9-J-Q-K-A di quadri
o ancora un A-2-3-4 di fiori. Come in altri giochi di carte l’asso può essere la carta più alta e quella più
bassa, ma nella stessa sequenza non possono esserci due assi e non si posso fare sequenze del tipo
Q-K-A-2-3.
Non esiste un punteggio minimo per creare un gioco, ma solo il vincolo di usare almeno 3 carte.
Poiché i giochi sono della coppia, e non del singolo giocatore, vengono tenuti vicini da un solo
giocatore, a scelta, della coppia, che li dispone in vista davanti al proprio posto.

Legare carte ai giochi
In alternativa il giocatore di mano ha la possibilità di aggiungere carte ai giochi che ha iniziato in
precedenza o che sono stati iniziati dal suo compagno.
Nel caso delle combinazioni è possibile aggiungere una carta dello stesso valore.
Nel caso delle sequenze è possibile aggiungere una o più carte, ma queste devono essere consecutive
a quelle già presenti, sia in un verso crescente che in quello decrescente. La sequenza non deve quindi
presentare interruzioni nei valori.

Usare le matte nei giochi
Nel Burraco esistono due matte: i jolly e i 2 (“pinelle”). Queste carte posso essere utilizzate per
sostituire una qualsiasi altra carta in una combinazione o in una sequenza. Ogni gioco può contenere al
massimo una matta.
Nel caso delle combinazioni il loro uso è semplice perché la matta è semplicemente una carta in più nel
gioco. Non si possono però fare combinazioni di matte, quindi niente combinazioni di 2 o di jolly.
Nelle sequenze invece la matta sostituisce una carta mancante. Quindi si può avere una sequenza
composta da 4-Jolly-5 o J-2-K o 2-9-10.
Ci sono dei casi particolari che riguardano il 2 nel caso delle sequenze. Nel suo uso come matta può
essere di qualsiasi seme e funziona esattamente come il jolly. Se però viene inserito nella sua
“posizione naturale”, quindi prima di un 3 e dello stesso seme della sequenza, allora quel 2 non è più
un matta, ma una carta normale e quindi, e solo in questo caso, si potrà usare in quella sequenza
un’altra matta.
Attenzione però! Nelle sequenze una matta può essere sostituita solo dalla carta naturale! In nessun
caso una matta può essere sostituita da un’altra matta.
Per convenzione le carte sul tavolo vengono disposte secondo una fila verticale, dalla più alta alla più
bassa, la matta, quando si trova agli estremi, è sempre posizionata in basso, sia nelle combinazioni che
nelle sequenze.

Chiudere il proprio turno
Quando il giocatore di mano ha terminato di iniziare giochi e di legare carte, ammesso che abbia potuto
o voluto farlo, chiuderà il proprio turno scartando una delle carte che ha in mano e posizionandola,
scoperta, sul monte degli scarti.
Il giocatore può scegliere liberamente la carta da scartare tra quelle che ha in mano con una sola
eccezione: se ha preso un monte degli scarti composto da un’unica carta non può scartare quell’unica

carta. L’eccezione dell’eccezione è il caso in cui il giocatore aveva già in mano la stessa carta (valore e
seme) e in quel caso dovrà dimostrarlo.

Chiudere per prendere il pozzetto
Il primo obiettivo della coppia è quello di prendere il pozzetto. Quando uno dei due giocatori della
coppia chiude terminando le carte avendo scartato l’ultima che aveva in mano o giocandole tutte allora
riceve il pozzetto.
Nel primo caso, se ha chiuso scartando, il giocatore riceve il pozzetto, ma potrà guardare le carte solo
quando il suo compagno avrà scartato a sua volta, quindi dopo mezzo giro.
Se invece ha terminato le carte giocandole tutte potrà guardarle e giocarle immediatamente perché è
ancora di mano. In questo caso si parla di chiusura “diretta” (o “al volo”) ed è un notevole vantaggio.
Ogni coppia può prendere solo uno dei due pozzi. Se la coppia che ha preso un pozzetto chiude
nuovamente, con uno qualsiasi dei due giocatori, la partita termina, a condizione però di avere almeno
un Burraco!

Fare Burraco
Come detto poco sopra fare Burraco è la seconda condizione per chiudere vittoriosamente una partita.
La prima era prende il pozzetto. Si può anche fare Burraco prima di prendere il pozzetto, ma dal punto
di vista delle priorità il Burraco arriva dopo.
Fare Burraco vuol dire fare una combinazione o una sequenza di almeno sette carte, matte incluse.
Esistono tre tipologie di Burraco: pulito, sporco e semi-pulito.
Il Burraco pulito è composto esclusivamente da carte normali senza matte, quindi al limite con il 2 nella
sua posizione naturale.
Il Burraco sporco comprende invece una matta.
Il Burraco semi-pulito è invece un Burraco che comprende una matta e presenta una sequenza pulita di
almeno 7 carte. Per esempio 3-2-4-5-6-7-8-9-10 di picche. Si tratta di una variante alle regole classiche
che ha però dei risvolti interessanti durante il gioco.
La differenza principale dei vari tipi di Burraco è il loro valore ai fini del punteggio.
Un Burraco sporco o semi-pulito può diventare pulito se una pinella viene sostituita dalla carta naturale
e finisce a sua volta nella sua posizione naturale. Un burraco sporco può diventare semi-pulito se
vengono aggiunte carte in modo da avere almeno una sequenza di sette carte senza matta.

Chiudere per vincere la partita
Terzo e ultimo obiettivo della coppia è chiudere una seconda volta. Come detto può chiudere uno
qualsiasi dei due giocatori, non importa chi ha preso il pozzetto.
Però a differenza della prima chiusura si può chiudere la partita solo scartando una carta e questa non
deve essere una matta. Quindi non si può chiudere giocando tutte le carte né si può chiudere scartando
come ultima carta una pinella o un jolly.

Una volta scartata l’ultima carta il gioco termina e si passa al calcolo dei punteggi.

Calcolo dei punteggi
Il calcolo del punteggio avviene sommando le diverse categorie di punti. I punti possono essere sia
positivi che negativi.

Il valore delle carte
Ai fini del punteggio le carte assumono dei valori particolari:






3, 4, 5, 6 e 7 valgono 5 punti
8, 9, 10, J, Q, K valgono 10 punti
Asso vale 15 punti
Il 2 (pinella) vale 20 punti a prescindere dall’uso che se n’è fatto
Il jolly vale 30 punti

Punti Base
Alla coppia che ha chiuso la partita vengono assegnati 100 punti.
Ogni Burraco pulito vale 200 punti.
Ogni Burraco sporco vale 100 punti.
Ogni Burraco semi-pulito vale 150 punti.
I punti per i Burraco vengono assegnati sia alla coppia che ha chiuso che all’altra.

Punti negativi
Sono punti negativi la somma dei punti delle carte rimaste in mano ai giocatori. L’unico giocatore che
non avrà punti negativi è quello che ha chiuso la partita.
Se la coppia perdente non ha preso il pozzetto vengono assegnati -100 punti.
Se un giocatore ha preso il pozzo, ma non lo ha ancora giocato, dovrà comunque contarlo
negativamente.

Punti positivi
Sono invece punti positivi la somma dei punti delle carte giocate, sia dei giochi che sono diventati
Burraco sia di quelli che non lo sono.

Totale
Alla fine per ogni coppia si sommano punti base, negativi e positivi. In genere un incontro termina
quando dopo una serie di partite una coppia raggiunge i 2005 punti complessivi. Il limite dei 2005 punti
non vale per la fase a gironi; si consiglia, quindi, di consultare il REGOLAMENTO GENERALE.
E’ possibile che una coppia possa trovarsi con un punteggio totale negativo!


Procedura di gioco.pdf - pagina 1/4
Procedura di gioco.pdf - pagina 2/4
Procedura di gioco.pdf - pagina 3/4
Procedura di gioco.pdf - pagina 4/4

Documenti correlati


Documento PDF c u n 7
Documento PDF anci   nota dindirizzo articolo 181 dl 34 2020 1
Documento PDF giorgio
Documento PDF voluntary00 testo approvato
Documento PDF verbale accordo cie
Documento PDF la procedura di collaborazione volontaria


Parole chiave correlate