File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



ORIENTE VS OCCIDENTE PDF.pdf


Anteprima del file PDF oriente-vs-occidente-pdf.pdf

Pagina 1 23414

Anteprima testo


CLAUDIO PIRA
13/8/16
ORIENTE VS OCCIDENTE: SVILUPPI SEPARATI MA DESTINI INCROCIATI

come, nell'attuale periodo storico, le differenze tra il mondo orientale e quello occidentale tendano
sempre più ad assottigliarsi a causa di un sempre più forte processo di globalizzazione che sembra
non avere di fronte a sé alcun tipo di confine storico e culturale pronto a fermarlo.1

1) Le origini della tradizione confuciana e taoista in Asia orientale.

“Zengzi disse: Ogni giorno esamino me stesso su tre questioni: Se agendo per gli altri sono stato
leale. Se trattando con gli amici sono stato sincero. Se metto in pratica ciò che trasmetto agli
altri.”
La tradizione culturale dell'estremo oriente, trae le sue origini dalla dottrina filosofica ed etica
confuciana 儒家, creatasi più di un millennio prima di Cristo principalmente in Cina (poi esportata
in tutto il continente ed in Giappone) e portata avanti successivamente da uno dei più grandi
pensatori asiatici di tutti i tempi: Confucio 孔夫子 (e dai suoi discepoli). Essa si basa sulla tradizione
del monismo organicistico. Inoltre, i cardini principali (potremmo definirli basi filosofiche e norme
di comportamento cui attenersi) di questa etica religiosa si sostanziano in: Yi (senso di
giustizia), Li (rispetto dei rituali), Zhi (onorare la saggezza) e Xin (fiducia nel prossimo). Nel mondo
confuciano non esiste, come in occidente, una separazione dualistica tra corpo e spirito, tra uomo e
natura, tra res cogitans e res extensa ma al contrario un principio di continuità e di unione che non
vede scindere il corpo dallo spirito, l'uomo dalla natura e la res cogitans dalla res extensa.
Fondamentale, per spiegare meglio il concetto di monismo, risulta per questo motivo la figura
del Tao 道, un cerchio diviso in due da una parte bianca e una parte nera, che hanno raffigurate in sé
rispettivamente un piccolo puntino nero e un piccolo puntino bianco. Nato come simbolo della più
famosa dottrina filosofico/religiosa taoista, si può utilizzare tale immagine per descrivere
perfettamente la cultura e l'etica estremo orientale. Il taoismo infatti, riuscì solo per poco tempo ad
avere prestigio politico e sociale all'interno della storia cinese: in particolare nell'VIII sec d.C.,
quando nella dinastia Zhou orientale i testi classici del taoismo vennero equiparati a quelli del
confucianesimo per una più completa preparazione agli esami di stato. Proprio per tale interscambio
culturale tra le due dottrine, spesso simboli, citazioni ed ideologie taoiste vengono
accomunate anche alla tradizione confuciana. Cosa sta a significare però la figura del Tao? Esso ci
spiega essenzialmente che nel mondo confuciano non esiste il concetto di puro bene e puro male