File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Il Cantar Bene numero 15 .pdf



Nome del file originale: Il_Cantar_Bene_numero_15.pdf
Titolo: Il Cantar Bene numero 15 .pub
Autore: Patrizio

Questo documento in formato PDF 1.6 è stato generato da Il Cantar Bene numero 15 .pub / doPDF Ver 6.3 Build 310 (Windows Vista x64), ed è stato inviato su file-pdf.it il 02/02/2017 alle 23:27, dall'indirizzo IP 79.40.x.x. La pagina di download del file è stata vista 975 volte.
Dimensione del file: 5 MB (35 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Sommario:
Calendario
Regionale
a cura
della Redazione

2

L’Angolo
della Partitura
di Mario Lanaro

4

I 90 anni del
Coro della SAT
di Patrizio Paci

8

I cori delle
Marche per
Arquata del
Tronto
a cura della
Redazione

Il Cantar Bene
Periodico trimestrale della Coralità Marchigiana
Numero 15

Associazione
Regionale
Cori
Marchigiani

Novembre 2016

Coralità e Solidarietà nel segno del Natale

10

Il Coro Giovanile 12
delle Marche
di Massimiliano
Fiorani
Milano Choral
Academy
di Marco Berrini

13

L’angolo della
Vignetta
di Sara Perugini

14

Proposte di
Ascolto
a cura della
Redazione

15

Il ricordo di
Adriano Speri
di Roberto Buondi

16

L’Angolo
17
del CD
a cura della Redazione
Notiziario

18

www.corimarche.it

L'Associazione Regionale dei Cori Marchigiani, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura della Regione Marche e l'Assessorato alla Cultura del Comune di Porto Sant'Elpidio, organizza per il giorno 7 gennaio 2016 alle ore
21,00 a Porto Sant'Elpidio (FM) una grande “Maratona di Canto Corale”. L'
evento si terrà al Palazzetto delle Sport di Porto Sant'Elpidio (città in cui sono ospitate più di 1.500 persone provenienti dalle zone terremotate) e concluderà la campagna di Raccolta Fondi promossa da tutti i Cori delle Marche.
Lo spettacolo sarà guidato da un presentatore che introdurrà ed intervisterà
i vari Cori. Sono inoltre previsti intervalli fra le esibizioni corali che saranno
curatI da vari artisti e sportivi fra i quali Cesare Bocci, Neri Marcorè
e Roberto Macini. La serata si concluderà con un “Open Singin” di canti natalizi. E’ il modo migliore per augurare a tutta la coralità marchigiana di trascorre un Buon Natale ed un sereno Anno 2017.

Pagina 2

Il Cantar Bene

Calendario Regionale

a cura della Redazione

Anno 2016 - 2017
Sab 10 dicembre - ore 21.00 - Teatro “Moriconi” - Jesi
“NEL MARE DELLA MEMORIA” - Musiche di Luciana Tosti Mariotti, Testi di
Maria Grazia Maiorino - Eseguito dal Coro Regina della Pace.
Clicca MI PIACE
ed
attiva le notifiche
sulla pagina Facebook
de Il Cantar Bene

Il Segretario
Federico Vita

Sab 17 dicembre - ore 21.00 - Palazzo Terni - Monte Porzio
“CONCERTO NATALIZIO” - Eseguito dal Coro Giovanile Malatestiano.
Dom 18 dicembre - ore 16.00 - Con. Serviti Maria - Monteciccardo
“CONCERTO NATALIZIO” - Eseguito dal Coro Malatestiano.
Gio 5 gennaio - ore 17.30 - Palazzo Ducale - Pesaro
“LE PAGINE PIÙ BELLE “ - 20 anni del coro, musica e storia.
Organizzato dai Cantori della Città Futura.
Mer 7 dicembre - Sab 7 gennaio - Teatri e Chiese delle Marche
“PUER NATUS EST” - Concerti corali e tradizioni natalizie nelle Marche.
Organizzato dall’ARCOM. (Vedi Calendario pag. 26)

Scriveteci per inserire i
vostri eventi corali nel
Calendario Regionale:
segreteria@corimarche.it

Foto in copertina:
Il logo della Maratona
di Canto Solidale

Pagina 3

Numero 15

Per aggiornamenti su
eventi corali nazionali
scrivete ad
Ettore Sisino
e chiedete di essere inseriti
in mailing list:
ettore.sisino@gmail.com

INTER CHOROS
è online:
http://
interchoros.wordpress.com/

Gli eventi del calendario
regionale possono essere
pubblicati nella rivista
Corriere Proposte,
inviandoli entro il 18
del mese precedente a:
redazione@corriereproposte.it

(Vedi dettagli a pag.19)

Pagina 4

Il Cantar Bene

Numero 15

Pagina 5

Pagina 6

Il Cantar Bene

Numero 15

Pagina 7

Pagina 8

Il Cantar Bene

I magnifici 90 anni del Coro della SAT di Trento
di Mauro Pedrotti
La storia del Coro della SAT è ormai conosciuta in tutta Italia: nel maggio del 1926 ebbe luogo
il primo concerto di quell’esiguo gruppetto di cantori stretti attorno ai fratelli Pedrotti che, con
il nome di “Coro della SOSAT”, tenne a battesimo la coralità popolare. Le vicende storiche
portarono – nei primi anni ’30 - al cambio del nome in quello attuale. Novant’anni, quindi: una
lunga vita! Come si fa a presentare una vita – la vita del Coro della SAT - in poche righe? Potremmo affidarci ai numeri: in novant’anni di attività si possono contare a decine i paesi europei
ed extraeuropei in cui il coro ha cantato, così come le edizioni discografiche realizzate e i coristi
che si sono succeduti in formazione; a centinaia le città toccate, i teatri prestigiosi e i canti del
repertorio; a migliaia le prove ed i concerti effettuati. Sono dati importanti, ma sono solo numeri. Guardiamo, allora, alla sostanza. Dopo il 1926 e fino agli anni ’50, nell’ambito dei cori amatoriali popolari, oltre al Coro della SAT
c’era ben poco e quel poco si muoveva solo
a livello locale. Poi il modello “Coro della
SAT” fece scuola; le iniziative corali, al seguito di quel modello, si moltiplicarono; molti
cori parrocchiali si sciolsero e si trasformarono in cori amatoriali a carattere popolare.
E così ebbe luogo la proliferazione dei cori e
di varie forme di associazionismo “corale”
oggi assai diffuso e vivace. Ma il Coro della
SAT non si limitava a cantare: sino dal 1935,
attraverso l’attività editoriale dei fratelli Pedrotti raccoglieva i canti, li faceva armonizzare, li stampava e li metteva a disposizione in volumi. E dalle pagine di quei volumi attinsero, in
prima battuta, moltissimi cori italiani: erano le uniche raccolte di canti popolari armonizzati
allora disponibili. La qualità delle armonizzazioni – firmate da illustri musicisti – e delle esecuzioni permise poi a quella musica, fina ad allora considerata “povera”, di entrare in contatto con la
musica “colta”; si aprirono ai cori – al Coro della SAT per primo - le porte di sale e di teatri
prestigiosi, in Italia ed all’estero; e i musicisti si unirono al pubblico di appassionati. Fra questi
ultimi, ricordiamo un nome per tutti: il grande pianista Arturo Benedetti Michelangeli, che spinse la sua ammirazione nei confronti degli amici della SAT sino ad armonizzare per essi ben 19
canti popolari: l’unica attività compositiva conosciuta del grande interprete. Accanto all’attività
intensa e continua di conservazione e di divulgazione, è da segnalare un importante capitolo nella storia del coro degli ultimi anni: la partecipazione ai grandi concorsi corali internazionali: Busan (Corea del Sud) nel 2019, Praga nel 2011, Llangollen (Galles, Regno Unito) nel 2012 e,
nell’anno del 90°, il World Choir Games di Interkultur a Sochi (Russia). Il coro della SAT esce
da queste significative esperienze con grandi risultati: 2° posto a Busan, medaglia d’oro a Praga,
4° posto a Llangollen e, prestigiosissima, la medaglia d’oro a Sochi. Quali le ragioni di questa
“svolta”? In primo luogo la sfida di presentare il repertorio satino – notissimo in Italia, specialmente nell’arco alpino, ma pressoché sconosciuto all’estero – in contesti diversi, dove ha giocato un ruolo fondamentale l’orgoglio di stupire giurie, pubblico e coristi avvezzi a Palestrina, Bach

Numero 15

Pagina 9

o Brahms, ad altri autori moderni, con dosoline, angioline, pastore e montanare, nel gioco leggero
del canto popolare adagiato su armonie di grande valore artistico. Poi l’imponente rinnovamento degli ultimi 1° anni tra le fila dei coristi – una vera e propria successione generazionale, un
fatto fondamentale nella vita del coro – richiedeva un impegno particolare per consolidare
l’impasto, per affinare l’amalgama; per ridefinire il “suono” partendo da una nuova forza, da una
nuova brillantezza. Lo stimolo e la tensione del concorso, la consapevolezza di misurarsi a testa
alta con compagini canore di indiscusso valore rappresentavano uno strumento ideale per la
realizzazione di questo scopo. Infine, la partecipazione ai concorsi internazionali è stata anche il
suggello ad un processo di sviluppo tecnico-artistico cui il coro si è sottoposto negli ultimi anni,
ad un’azione di “rimodellamento”, si potrebbe dire, per la definizione di una “terza via” del Coro della SAT: dopo quella classica di Pigarelli e Pedrotti, dopo quella rivoluzionaria di Dionisi e
Benedetti Michelangeli, la via moderna del coro di oggi. Il tutto con la massima fedeltà alle origini. Il fattore tempo e l’evoluzione artistica hanno certamente influito sul piano interpretativo.
Non dobbiamo stupircene: anche nella musica “classica” troviamo oggi interpretazioni assai differenti rispetto a qualche decennio fa; frutto di sensibilità diverse, plasmate da molteplici influenze, più aderenti al momento attuale. Se questa è la sostanza credo che, dopo novant’anni, abbiamo il diritto di porci qualche domanda. Se non ci fosse stato il Coro della SAT, quale sarebbe oggi, in generale, la situazione del canto popolare italiano? Sarebbero così conosciuti oggi i
canti popolari (trentini e non) o i canti degli Alpini? E sarebbero entrati nei templi della musica
“seria”? Sarebbero così vive e così corpose le federazioni che raggruppano, in molte regioni
italiane, i cori amatoriali?Forse qualcuno potrebbe ritenere queste domande – o meglio: le risposte insite - frutto di presunzione o di spocchia. Non è così. Oggi noi, non inventori ma eredi
di una tradizione che ci è stata consegnata già squisitamente tracciata, possiamo rivendicare con
giusto orgoglio il significato profondo della presenza del Coro della SAT nella musica popolare,
nella cultura e nella tradizione trentine; ci inchiniamo ai Fondatori, dai quali abbiamo ricevuto
questa magnifica eredità; rendiamo loro riconoscente omaggio; e ci impegniamo, con tutte le
nostre forze, al proseguimento ed alla valorizzazione della loro opera.

Pagina 10

Il Cantar Bene

Numero 15

Pagina 11

Un canto di speranza.
Feniarco solidale con le popolazioni colpite
dal terremoto.
Carissimi presidenti, direttori e cantori dei cori associati a Feniarco, dopo aver subito espresso
la nostra sentita solidarietà ai Presidenti delle Associazioni Regionali Corali di Abruzzo, Lazio,
Marche e Umbria, dobbiamo anche muovere la nostra generosità così come abbiamo fatto a suo
tempo per l'Abruzzo e per l'Emilia. Di comune accordo con i Presidenti delle Regioni interessate, FENIARCO si fa quindi promotrice di una raccolta fondi a livello nazionale dove far confluire
le donazioni che i nostri cori associati vorranno raccogliere e offrire; queste somme saranno
destinate secondo specifici obiettivi che le Regioni stesse ci indicheranno. Confidando nella solidarietà del nostro mondo corale, sempre molto sensibile in situazioni di emergenza e sconforto,
vi invitiamo a promuovere e sollecitare iniziative* di raccolta fondi che farete poi confluire
sull'apposito conto corrente speciale intestato a:

Feniarco pro terremoto Italia Centrale presso
Banca Prossima per le Imprese Sociali e le Comunità
Filiale di Milano
IBAN IT29Y0335901600100000145999

Pagina 12

Il Cantar Bene

Il Coro Giovanile delle Marche
di Massimiliano Fiorani
Carissimi Presidenti e Direttori, con la presente vi anticipo un importante progetto a cui la nostra Associazione Corale Regionale ha deciso di aderire, su proposta della Federazione Nazionale dei Cori FENIARCO in accordo con il Ministero delLavoro e delle Politiche Sociali. Il Progetto denominato “Officina Corale del Futuro” tende a favorire l'istituzione di Cori Giovanili
per ogni Regione italiana mettendo a disposizione risorse economiche (esigue ma non trascurabili) e l'organizzazione di un Festival Nazionale in cui saranno coinvolti tutti i cori. L'Arcom in
rappresentanza dei Cori marchigiani, ha deciso di partecipare al progetto (destinando risorse
economiche e organizzazione logistica) e di sfruttare la propizia occasione per dare l'opportunità a giovani coristi di fare un'esperienza indubbiamente importante sia da un punto di vista musicale che da un punto di vista sociale. A tal proposito, a breve, vi verrà inviato il bando di partecipazione con tutti i dettagli del progetto, nel frattempo vi prego di diffondere tale importante
notizia fra tutti i giovani che potrebbero essere interessati, sia facenti parte del vostro coro che
di cori giovanili di vostra conoscenza. Entro fine ottobre dovremmo definire l'organico del Coro
che dovrà essere composto da giovani di età compresa dai 18 ai 30 anni e provenienti da tutte
le provincie della Regione. In breve alcuni dettagli significativi del progetto:
• Il coro dovrà essere formato da un minimo di 24 ad un massimo di 30 elementi;
• Le prove saranno effettuate 1 volta al mese, avranno una durata di una intera giornata (a meno
di
esigenze artistiche del maestro del coro), nel periodo compreso fra novembre 2016 e aprile
2017 in sedi che varieranno di volta in volta a rotazione;
• I coristi dovranno arrivare alle prove preparati (lo studio delle singole parti dovrà essere effettuato
autonomamente) in base al programma definito dal Direttore;
• Partecipazione al Festival Nazionale di Montecatini Terme dal 24 al 27 aprile 2017, in cui
saranno presenti tutti i Cori delle Regioni italiane che hanno aderito al progetto (circa 15). Il
Coro
giovanile oltre ad esibirsi in Concerti al Festival, potrà partecipare a laboratori corali ed atelier
con
Direttori di fama internazionale e quindi fare esperienze musicali importanti insieme a tanti altri
giovani coristi provenienti da tutta Italia.
*** OSPITALITA' GRATIS: Per i tre giorni del Festival Nazionale a Montecatini Terme, l'ospitalità
sarà a carico di FENIARCO.
Sarà cura dell'Arcom, organizzare i trasporti dalle Marche (Città da definire) a Montecatini
Terme e ritorno.
• Prima della data del Festival Nazionale saranno effettuati concerti in tutte le province delle
Marche.
IL CORO GIOVANILE DELLE MARCHE
un'opportunità che non possiamo perdere
Montegiorgio, li 15 settembre 2016
Il Presidente

Numero 15

Pagina 13

Riparte l’attività didattica
della Milano Choral Academy
di Marco Berrini
Dopo il pieno successo del primo triennio di attività didattica che ha visto perfezionarsi e diplomarsi in direzione corale allievi provenienti dall’Italia, dalla Svizzera e dalla Spagna, oltre ad
un numero cospicuo di coristi che hanno seguito proficuamente il corso di alfabetizzazione corale, riparte a Milano, l’attività didattica della Milano Choral Academy. Progetto didattico avviato
nel 2009 a Milano, la Milano Choral Academy è un’eccellenza assoluta nel panorama della formazione musicale corale nazionale. L’accademia presenta elevate caratteristiche di professionalità e comprende nel suo percorso educativo e formativo un ricco e completo programma di esperienze teorico-pratiche. La direzione artistica è sempre affidata a Marco Berrini, direttore di
coro e didatta. La Milano Choral Academy sarà suddivisa in due differenti ambiti tematici: il primo, Choral Lab, è un triennio di formazione per cantori, professionisti e non, che fornisce ai
propri partecipanti una mirata formazione attraverso il conseguimento di specifiche competenze
nell’ambito della teoria e della pratica della musica e del repertorio corale. Il secondo ambito, Conducting Lab, si rivolge invece a direttori di coro, o aspiranti tali, che intendano acquisire
e approfondire una specifica competenza in relazione alla delicata arte del “guidare un coro”;
sarà caratteristica peculiare di Conducting Lab offrire ai propri partecipanti la possibilità di verificare ed esercitare le competenze man mano acquisite, grazie alla collaborazione di diverse formazioni corali di alto livello musicale, professionali e amatoriali. Grazie a queste caratteristiche
ed avvalendosi di docenti di assoluto prestigio e di livello internazionale, Milano Choral Academy rappresenterà, con pochi eguali su scala nazionale, il miglior percorso didattico e formativo per tutti coloro che intendano fare della propria attività corale un’esperienza di qualità professionale, acquisendo una approfondita preparazione teorica e pratica. Le lezioni del Choral
Lab e del Conducting Lab avranno inizio da Gennaio 2017 e si svolgeranno il sabato pomeriggio
con cadenza quindicinale per il Choral Lab e con un impegno di un week-end al mese per il
Conducting Lab.

Pagina 14

Il Cantar Bene

L’ Angolo della Vignetta
di Sara Perugini

Numero 15

Pagina 15

Proposte di ascolto
a cura della Redazione

Bohemian Rhapsody - Queen
Echos Vocal Ensemble
Alice Madeddu - Tiziana Pani
Eva Pagella- Marta Melis
Manolo Pisano - Gabriele Broccia
Manuel Cossu - Rodrigo Rojas
Video: https://www.youtube.com/watch?v=ySUZd075rHo
Partitura: http://www.queensongs.info/instrumental-guides/queen/a-night-atthe-opera/bohemian-rhapsody/sheet/33

Concerto del 90° di Fondazione
Aula Magna Conservatorio di Milano
Coro della SAT

Video: https://www.youtube.com/playlist?
list=PL3AbUT6YWlA0Ziq4bCJuq4X6gkHPj8HSK

Guillaume de Machaut
Messe de Notre Dame
Kyrie
Ensemble Gilles Binchois
Conductor Dominique Vellard
Abbaye de Thoronet
Video: https://www.youtube.com/watch?v=5GgkAM8crbU
Partitura: http://imslp.org/wiki/Missa_de_Notre_Dame_
(Machaut,_Guillaume_de)

Pagina 16

Il Cantar Bene

Il ricordo di Adriano Speri
di Roberto Buondi
Domenica 4 dicembre è tornato alla casa del Padre il Presidente
Onorario Adriano Speri. È stato il fondatore e l'animatore della
Corale Polifonica Cento Torri rappresentandola come Presidente
per quasi 20 anni. È stato un motore forte per l'associazione contribuendo, insieme al compianto M° Bernardo Azzara, al raggiungimento di traguardi importanti sia in Italia che all"estero. Ha fatto
in modo che la corale fosse un punto di riferimento non solo sul
piano artistico e musicale, ma anche su quello sociale e culturale. Tutti i coristi che si sono impegnati nell'associazione in questi
44 anni di attività lo ricordano con stima ed affetto.

Numero 15

Pagina 17

L’ Angolo del CD
a cura della Redazione
Claudio Monteverdi
CANZONETTE A TRE VOCI
(1584)
Armoniosoincanto
Franco Radicchia, director.
Caterina Becchetti, soprano.
Elisabetta Becchetti, contralto.
Francesca Piottoli, soprano.
Paola Incani, mezzo-soprano.
Andreina Zatti, contralto.
Giovanni Brugnami, flauto diritto.
Marco Agostineli, flauto diritto.
Emiliano Finucci, viola da braccio.
Jasmina Capitanio, viola da gamba.
Fabiano Merlante, tiorba, baroque guitar.
Sauro Argalia, harpsichord.

Ensemble del Giglio
Livio Cavallo Direttore
Luca Cerelli Clarinetto
LAMENTATIO
"Responsori delle Tenebre"
T. L. de Victoria
"Drere II" per clarinetto solo
A. Baudino

Pagina 18

Il Cantar Bene

Notiziario

Sospesi gli eventi, tranne il concerto
del 17 dicembre a S. Benedetto del Tronto
a cura della Redazione

Numero 15

Capanna Sanda a Montalto Marche
Canti Natalizi della Tradizione Popolare

Pagina 19

di Patrizio Ciotti

Capanna Sanda, potrebbe sembrare un errore grammaticale, invece è la storpiatura dialettale
di una frase del canto popolare natalizio marchigiano più conosciuto “Natu natu Nazzarè”,
recuperato da Giovanni Ginobili nelle campagne di S. Severino Marche ed armonizzato per il
celebre Coro della SAT di Trento da Lino Liviabella negli anni ‘50. Il messaggio spontaneo del
popolo settempedano è riassunto appunto con le semplici parole:” Capanna Sanda, ndò che che
ci stà Gisù se sona e canda”. Come dire dove c’è Gesù c’è gioia e voglia di vivere. Il Coro “La
Cordata” di Montalto Marche ed il Coro “S. Maria in Viminatu di Patrignone, nell’organizzare
la 12^ edizione di Canti Natalizi della Tradizione Popolare hanno scelto questo passo, come
suggestivo ed immediato titolo della manifestazione, inserita nella più ampia ottica del Puer
Natus Est, il calendario regionale di eventi corali legati al Natale, curato dall’ARCOM, in collaborazione con vari enti locali, in questo caso l’Amministrazione Comunale di Montalto Marche. Nella Cattedrale S. Maria Assunta, sabato 7 gennaio 2017 alle ore 21.15 si esibiranno cori
dalle pregevoli qualità vocali e musicali:
Coro “La Cordata” Montalto Marche (AP) M° Patrizio Paci
Corale “S. Maria in Viminatu” Patrignone (AP) M° Marco Fazi
Coro Femminile “Sine Nomine” Teramo – M° Ettore Sisino

La Cattedrale S. Maria Assunta di Montalto Marche,
luogo della Rassegna Canti Natalizi della Tradizione Popolare “Capanna Sanda”

Pagina 20

Il Cantar Bene

Attività del Filarmonico di Pesaro
a cura della Redazione
Il 2016 segna il 20°
anno delle attività
musicali del Coro Filarmonico Rossini.
Oltre 2800 ore di
prove, centinaia di
concerti nazionali e
internazionali, più
di 300 coristi che si
sono avvicendati dal
1996 ad oggi nelle
formazioni dirette dal
Maestro Roberto Renili. Proprio il 1996
rappresenta il momento di svolta ed
evoluzione delle formazioni dirette dal
Maestro pesarese già
dai primi anni ’80.
“Filarmonico” perché
la continua ricerca
musicale si è svolta
sempre e alla continua scoperta della
musica in tutte le sue
accezioni: nella polifonia classica così come
nella
sinfonica,
dall’esecuzione di opere liriche complete,
alla musica contemporanea, dal sacro al profano, dal musical, al gospel e agli spiritual. Per la città di Pesaro il Coro
cittadino in questi 20 anni ha costantemente allestito e proposto “Estate Musicale Pesarese” e “I
Concerti del Filarmonico” coinvolgendo Orchestre e musicisti di fama nazionale e mondiale.
L’edizione del ventennale é iniziata Sabato 5 Novembre con la partecipazione alla prima esecuzione assoluta di Sinfonia Mariana composta dal Maestro Padre Armando Pierucci per solisti coro e orchestra a Pesaro ore 21 Santuario B.V. Maria delle Grazie. Ecco di seguito un link ad un
articolo apparso sulla stampa locale on-line: http://www.viverepesaro.it/2016/11/07/grandesuccesso-per-la-sinfonia-mariana-al-santuario-della-madonna-delle-grazie/614084/

Numero 15

Pagina 21

Bella esecuzione del Coro La Cordata
ad Ala di Trento
di Patrizio Ciotti
Sabato 24 settembre alle ore 20.45, presso la Chiesa Parrocchiale di Ala (Trentino), il Coro “La
Cordata” di Montalto Marche, diretto dal M° Patrizio Paci, ha partecipato alla Rassegna di Canti
popolari “L’amicizia vien cantando”, organizzata dal Coro “Città di Ala”, una formazione maschile che partecipò, nel maggio del 2006, al 19° Festival degli Appennini, presso la Cattedrale S.
Maria Assunta di Montalto Marche. La coralità trentina, ben rappresentata da illustri maestri e
dal grande pubblico presente, ha avuto modo di apprezzare le qualità del coro montaltese, unitamente a quelle del prestigioso Coro “Penne Nere” di Aosta e a quelle del coro ospitante. Il
concerto ha messo in evidenza un alto livello di preparazione dei tre cori, seppur diversi per
vocalità e repertorio, con grande soddisfazione del maestro e dei cantori montaltesi, per gli elogi ricevuti.

Pagina 22

Il Cantar Bene

La coralità di Porto S. Elpidio per i terremotati
di Sauro Argalia
La IV edizione del Concerto “Sacro&Profano”, evento organizzato dalla Corale Polifonica “Città
di Porto Sant’Elpidio” in occasione della 27a festa del Patrono San Crispino, è stato un evento
che ha coinvolto l’interà coralità cittadina. Difatti hanno preso parte al concerto le 3 realtà corali ormai affermate da diversi anni: per l’appunto la Corale Polifonica “Città di Porto
Sant’Elpidio”, il Coro “Le Voci dell’Unìsono” e il Coro Polifonico dell’”Annunziata”. I Presidenti
e i Direttori Sauro Argalia, Laura Pennesi e Samuele Giacomozzi hanno voluto dar vita a
quest’evento collettivo che ha visto la partecipazione di circa 100 coristi riuniti la sera di lunedi
24 ottobre presso la Chiesa della SS.Annunaziata a Porto sant’Elpidio per un grande concerto
corale. Ciascun coro ha fatto ascoltare al numeroso pubblico presente parte del proprio repertorio fino al gran finale che ha visto la riunione delle 3 compagini per una emozionante esecuzione collettiva di alcuni brani preparati per l’occasione. L’evento rientrava nell’iniziativa “I Cori
delle Marche x Arquata”, promossa dall’Arcom e dalla Feniarco; in seguito al terremoto di fine
agosto tutti i proventi dei concerti dei cori marchigiani fino al prossimo 6 gennaio saranno destinati alle popolazioni colpite dal sisma. Purtroppo i successivi tragici eventi del 26 e 30 ottobre
hanno colpito molte altre realtà marchigiane quindi le offerte, come ha sottolineato l’Arcom,
verrano redistribuite a favore di più realtà in situazioni di disagio. E’ stata un’occasione per dimostrare, casomai ce ne fosse ancora bisogno, che la musica è aggregazione e può in certi casi
diventare veicolo per manifestazioni di solidarietà ai bisognosi. La cifra raccolta (€ 501,63) è stata interamente devoluta all’Arcom che provvederà fino al 6 gennaio a raccogliere le offerte derivanti dall’attività concertistica della coralità marchigiana.

Numero 15

Pagina 23

Intensa attività del Coro S. Maria in Viminatu
di Sara Angiolelli
Passata l’estate si torna a cantare! E lo si fa nel migliore dei modi, partecipando alla 4^ Rassegna
“Cori nella Nebbia”, manifestazione itinerante organizzata dal Coro CAI di Piacenza, diretto dal
M° Corrado Capellini. Sabato 15 ottobre, nella suggestiva Sala Consiliare del Comune di Ferriere, splendido paese dell’entroterra piacentino, il M° Capellini ha illustrato la storia di questa
Rassegna che ogni anno vede location diverse, con temi diversi, mentre il Sindaco Giovanni Malchiodi ha descritto la storia del Comune, tristemente noto per esser stato colpito assieme a
Piacenza, alla Valtrebbia e alla Valnure da un’alluvione nello scorso anno. Visti gli ultimi eventi
sismici che hanno colpito le comunità marchigiane, i cori si sono trovati, in qualche modo, legati
dalla sorte. Al concerto, svoltosi nella Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista, oltre al CAI
di Piacenza, ha partecipato il Coro “Sancta Maria in Viminatu” di Patrignone (AP), diretto dal M°
Marco Fazi, ed il Gruppo Spontaneo “Eco di Valle” di Farini (PC), una realtà folkloristica che ha
lasciato tutti a bocca aperta. Nella serata, vissuta certamente come momento d’unione, si sono
alternate le esibizioni dei tre cori presenti, per poi concludere con l’esecuzione collettiva del
brano “Benìa Calastoria”, rivolgendo un pensiero ai tanti migranti ed alle loro storie che quotidianamente si vivono nella realtà contemporanea. Dopo aver ringraziato il Coro “CAI” di Piacenza per l’ospitalità ricevuta, il Coro “S. Maria in Viminatu si prepara al prossimo evento, quando sarà di scena nel Teatro di Tesero (TN), nella splendida Val di Fiemme, sabato 26 e domenica 27 novembre, su invito del locale Coro “Slavaz”.

Il Coro S. Maria
in Viminatu,
nella Chiesa
S. Giovanni di
Ferriere (PC).

Pagina 24

Il Cantar Bene

Dicembre ricco del Coro Malatestiano
a cura della Redazione
Da poco conclusasi la 43° edizione dell’Incontro Internazionale Polifonico “Città di Fano”,
l’atmosfera natalizia si diffonderà ben presto e il Coro Polifonico Malatestiano sta preparandosi
a vari appuntamenti musicali per celebrare insieme il tempo d’Avvento:
Domenica 4 dicembre si terrà il concerto degli Auguri organizzato da Lions Club, presso la
Basilica di San Paterniano di Fano alle ore 16; sarà presente anche il Coro Giovanile Malatestiano, che si esibirà sia con brani propri sia in sinergia con il Polifonico, spazializzando voci e fascinazione.
Giovedì 8 dicembre alle ore 17, presso la chiesa di Montemaggiore, il Coro prenderà parte
al tradizionale mercatino natalizio organizzato dalla Pro Loco di Montemaggiore al Metauro.
Domenica 11 dicembre, di nuovo a San Paterniano alle ore 16, si canterà per il consueto
concerto organizzato da UNITALSI; insieme al Malatestiano e al gruppo Giovanile, parteciperanno anche le Voci Bianche Incanto.
Domenica 18 dicembre alle ore 16, il Malatestiano si esibirà a Monteciccardo presso il suggestivo Conventino dei Serviti di Maria, in occasione delle festività natalizie.
Sabato 17 dicembre, ore 21, il Coro Giovanile Malatestiano si esibirà a Monte Porzio in un
concerto natalizio, organizzato dall’Ass. Culturale L’Origine, all’interno di una mostra
nello storico Palazzo Terni.
L’ingresso è libero a tutti i concerti.

Pagina 25

Il Cantar Bene

Pagina 26

Il Cantar Bene

Pagina 27

Il Cantar Bene

Pagina 28

Il Cantar Bene

Festival e Concorsi

Di seguito la classifica con i cori vincitori della 6ª Edizione del Concorso
Corale Internazionale “Antonio Guanti”, tenutasi nell’Auditorium “R.
Gervasio” di Matera Domenica 13 Novembre 2016.

I cori sono stati giudicati dai Maestri Walter Marzilli (Presidente della
Giuria), Andrea Angelini, Giovanni Conti, Manolo Da Rold e Stefano Da
Ros.

Numero 15

Pagina 29

Festival e Concorsi
Risultati del VI Concorso Corale Nazionale “Città di Fermo” - Concorso Corale Voci Bianche
"Incanto Piceno" organizzato dall'Associazione “Vox Poetica” di Fermo e dall'Associazione Culturale "La Corolla" di Ascoli Piceno. Sabato 15 ottobre 2016 - Auditorium San Martino - Fermo.
Primo premio con punti 94
CORO DI VOCI BIANCHE “GLI HARMONICI” - Bergamo
Direttore Fabio alberti
Secondo premio con punti 90
Coro Voci Bianche “NISEA” - Teramo
Direttore Claudia Morelli
Terzo premio con punti 86
Coro Voci Bianche
“I PICCOLI CANTORI DELLE
COLLINE DI BRIANZA”
La Valletta Brianza (LC)
Direttore Flora Anna Spreafico
Premio speciale A.R.CO.M
Direttore Jessica Lot
Coro “VOCI BIANCHE DEL CONTRA” di Fontanafredda
“Per il lavoro didattico - musicale e per l’entusiasmo trasmesso.”
Menzione speciale
Coro "ORLANDINI - I. C. SCOCCHERA" di Ancona
Direttore Laura Ricciotti
"Per la coinvolgente esecuzione del brano ‘Chi ha paura del buio’ “
Menzione speciale
Coro Voci Bianche “AKADEMIA" di Fabriano
Direttore Milly Balzano
"Per il lavoro musicale svolto nel breve tempo trascorso dalla sua fondazione”

Grande affluenza di pubblico e grande entusiasmo durante la premiazione, alla quale ha partecipato l’Assessore alla Cultura del Comune di Fermo Francesco Trasatti. Presente il Sindaco di
Fermo Paolo Calcinaro che non ha fatto mancare il suo saluto alla manifestazione intervenendo
tra la prima e la seconda sessione del concorso. La splendida giornata corale è terminata presso
il Teatro Comunale di Porto San Giorgio, gentilmente messo a disposizione dalla locale Amministrazione Comunale, dove i cori hanno dato sfoggio ancora una volta prova dell’alto valore artistico.

Numero 15

Dalle Regioni vicine

Pagina 30

Numero 15

Dalle altre Regioni

Pagina 31

Pagina 32

Il Cantar Bene

Dalla coralità popolare

Concerto

Sabato 10 dicembre 2016 - ore 21.00
Aula magna
Conservatorio “G. Verdi”
Torino

Coro della SAT Trento
Direttore M° Mauro Pedrotti

Concerto

I Crodaioli
di Arzignano

Sab 17 dicembre 2016 ore 20.45
Chiesa S. Maria Nascente
Edolo (Brescia)

Concerto
Coro”Valsella”
di Borgo Valsugana (TN)
Chiesa S. Sisto
Caldonazzo (TN)
Sabato 17 dicembre 2016 - ore 20.30
Sabato 17 dicembre - ore 20.30
Chiesa Parrocchiale
Martignano (TN)
Rassegna Canti Natalizi

Concerto di Natale
Coro “Aqua Ciara”
di Recoaro Terme Coro “Cima Tosa”

Direttore Valli Giudicarie
M° Franco Zini Direttore M° Piergiorgio Bartoli

Domenica 18 dicembre 2016
Ore 15.30
Chiesa Arcipretale
Recoaro Terme (VI)

Pagina 33

Il Cantar Bene

Ci lascia un giovane corista del Coro della SAT
di Patrizio Paci
È scomparso all’improvviso lasciando nello sconforto amici, familiari ed i coristi del Coro della
SAT di Trento. Stefano Bottura, 53 anni, residente a Man (TN), tenore primo che da vent’anni
dava il suo appassionato contributo nel celebre coro trentino. Stefano aveva nel suo dna il canto: quando aveva 7 anni cantava nel Coro dei Minipolifonici, poi da adulto nel Coro della SAT.
Stefano era una persona ironica comunicativa e molto diretta. Con il Coro della SAT aveva
cantato pochi giorni fa in occasione del Concerto per il 90° di Fondazione. «Era un nostro corista da oltre 20 anni, un tenore primo di notevole valore - ricorda Mauro Pedrotti, direttore
del Coro della SAT - tutti noi perdiamo una voce importante, ma anche un amico, una persona
sempre estroversa ed allegra». La passione per il canto ha attraversato tutta la sua vita. Il 16
ottobre scorso in occasione del concerto a L'Aquila disse che uno dei suoi primi concerti con
il Coro della SAT lo aveva eseguito nella Cattedrale di Montalto Marche il 25 ottobre 1997.
Nel dopo concerto, nella sede del Coro La Cordata, deliziò tutti i presenti con i suoi Jodel...era un grandissimo esecutore di questo genere, tipico del Tirolo. Lascia tutti con un buon
ricordo: una persona, garbata, pulita e sincera.

Stefano Bottura al centro, nella sezione dei Tenori Primi del Coro della SAT di Trento.

Pagina 34

Il Cantar Bene

Convenzione Cori Associati
Mr Studio di Pedaso

La nuova sala Concerti - 160 m2 di pura acustica

MR Studio è lieto di annunciare la seguente tariffa speciale, con sconto
del 33% riservata ai soli soci ARCOM, per la registrazione in studio di
corali: una giornata di noleggio studio con fonico (min. 8 ore) alla tariffa
speciale di € 40,00 all’ora invece che di € 60,00.
Dopo ogni singola registrazione è possibile, in sede di studio, operare un lavoro di editing per correggere eventuali cali di intonazione, imprecisioni ed errori di esecuzione.
Info: mrstudio@mrstudio.it
segreteria telefonica / fax : 0734 933039

Pubblicizzare il proprio evento corale
Ogni coro potrà pubblicare la propria attività sul nostro sito www. corimarche.it, dopo aver aderito al censimento proposto dalla FENIARCO.
Dal 2011 il sito web dell’ARCOM è costruito nella hosting della FENIARCO, favorendo un collegamento di informazioni ed un'uniformità procedurale alle quali ogni singola società corale può contribuire direttamente.
Come? Con le proprie credenziali di accesso al nostro sito o a quello della FENIARCO, credenziali rilasciate dalla stessa federazione a tutti i cori
censiti che hanno compilato la modulistica relativa al progetto "Non solo
coralità". Per saperne di più, si consulti l'apposita sezione nel sito
www.feniarco.it alla voce Progetti e si richieda la relativa documentazione.
Affrettatevi dunque ad ottenere le credenziali per poter rendere visibili le
vostre iniziative, tramite questo canale privilegiato.

ARCOM
Associazione
Regionale
COri
Marchigiani
Presidente:
Massimiliano Fiorani
tel. 335 - 7299961
presidenza@corimarche.it
Segretario:
Federico Vita
tel. 0734 - 967026
371 - 1391254
segreteria@corimarche.it

Il Cantar Bene

L’ A.R.Co.M. nasce con lo scopo di far crescere vocalmente e musicalmente i
cori marchigiani, fornendo loro anche utili informazioni sull’organizzazione e
sulla corretta amministrazione della vita corale, attraverso corsi di formazione,
convegni, concerti e laboratori corali. L’ Associazione conta ben 92 cori iscritti,
provenienti dalle 5 provincie marchigiane.
Il Cantar Bene nasce per coadiuvare il lavoro dell’Associazione, come strumento di crescita e di informazione a cadenza trimestrale.

Vice Presidente:
Pietro Di Pietro
Stefano Ricci
Consiglieri:
Stefano Ricci
Pietro Di Pietro
Nicoletta Sabatini
Cinzia Natali
Claudio Laconi
Katy Fogante
Luigi Gnocchini
Roberto Renili
Giuseppe Franchini
Sindaci Revisori:
Tarcisio Paoletti
Vittoriano Gabrielli
Commissione Artistica
Emiliano Finucci (Presidente)
Sauro Argalia
Mario Giorgi
Francesco Santini
Michele Bocchini
Giulio Fratini
Laura Ricciotti
Paola Curzi
Gianluca Paolucci

Il Cantar Bene
Direttore Responsabile
Patrizio Paci
tel. 349 - 8346640
pianof@libero.it

Comitato di Redazione
Emiliano Finucci
Simone Spinaci
Valentina Tomassoni
Mario Giorgi
Michele Bocchini

Il M° Massimiliano Fiorani

Regione Marche

E’ ormai arrivata la fine del 2016, con l’arrivo di uno dei mesi più belli ed intensi
per la coralità. Dicembre rappresenta un pò il culmine dell’attività corale, si concentrano gli impegni, i concerti, le prove. Tutto è in fermento in un'atmosfera magica,
di festa, di allegria e di preparazione. Questo periodo induce anche a guardare indietro, per riflettere sui principali eventi trascorsi. Nel 2016 è cresciuta in tutto il
mondo la tensione, con un conseguente scenario poco rassicurante, mentre la nostra terra marchigiana è stata devastata dal terribile terremoto del 24 agosto scorso. Molte persone vivono nell'ansia, lontani dal proprio paese, nella disperazione di
aver perso la casa, nell'incertezza di un futuro. Immerso in un contesto così difficile
e problematico, il lavoro dei cori diventa ancora più significativo ed importante. La
musica unisce e non innalza muri, è da sempre linguaggio universale di pace e di
fratellanza. Oggi più che mai, c'è bisogno di coralità in tutte le sue forme. Tutti i
cori svolgono un'attività di grande valore sociale che mette in contatto persone di
diverse culture e di diversa età creando un'armonia consonante e costruttiva. Spesso si ha la sensazione di essere come la "cicala" della fiaba in mezzo a tante
"formiche" che lavorano, ma non è affatto così: bisogna continuare con passione ed
impegno, per dimostrare quanto di buono si possa fare per questa società. L'augurio per tutti i cori, direttori e presidenti è quello di non perdersi d'animo di fronte
alle tante difficoltà e di proseguire nell'attività corale, nella piena convinzione di fare
la cosa giusta. Non si puo’ cambiare il mondo, ma certamente si puo’ contribuire a
renderlo migliore.
Il Presidente Massimiliano Fiorani

La Bacheca delle Partiture
www.corimarche.it

Il portale del canto popolare

http://labachecadellepartiture.blogspot.it/search/label/Canti%20popolari%20marchigiani



Parole chiave correlate