File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Regolazione chimica del corpo sistema acidi basi.pdf


Anteprima del file PDF regolazione-chimica-del-corpo-sistema-acidi-basi.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12

Anteprima testo


provocando alla fine l’indurimento e la perdita di elasticità. I vasi allora si possono
rompere in qualsiasi momento (aneurismi, ecc.).

Capelli, cuoio capelluto e acidi
Il cuoio capelluto con le sue sostanze minerali e oligoelementi, è la squadra di
pronto intervento della neutralizzazione degli acidi. Questo deposito viene
consumato da acidi e tossici continuamente oppure in maniera improvvisa.
Acidi e veleni ininterrottamente si muovono verso il cuoio capelluto, per essere
neutralizzati. Ma l’organismo è perfetto ed elimina quante più tossine possibili
prima che raggiungano la testa, ecco perché gli uomini sudano nel collo, nella nuca,
nel viso e sulla fronte.
Soprattutto l’acido lattico (eccessivo sforzo fisico) determina una precoce perdita di
capelli, ma non solo, anche l’acido tannico e muriatico (caffè), l’acido urico (proteine
animali), l’acido acetico (dolci, cereali e zuccheri raffinati), l’acido solforico (carne di
suino), l’acido carbonico (bevande gassate e scarsa respirazione), acido dei farmaci,
ecc.
Il cuoio capelluto è di regola il primo organo investito dalla perdita di sostanze
minerali. In seguito alla neutralizzazione degli acidi si formano sali: urato di calcio,
solfato di calcio, lattato di magnesio, ecc. che devono essere espulsi dal corpo.
Il grosso guaio è che una volta che le sostanze minerali sono state consumate per
neutralizzare gli acidi, esse non sono più a disposizione per alimentare i capelli: la
conseguenza è la loro caduta!

Menopausa, mestruazioni e acidi
Dopo la menopausa, quando cessano le mestruazioni che purificavano l’organismo e
il sangue, la donna è in piena emergenza acida.
Le sudorazioni notturne, le ondate di calore, dette vampate, sono una febbre
artificiale messa in atto dalla sapienza perfetta del corpo per purificare l’organismo
dalle tossine e dagli acidi.
La santa tedesca Ildegarda von Bingen già nel 1150 insegnava che “durante gli anni
fertili, la donna espelle una volta al mese i suoi succhi maligni”.
L’espulsione mensile degli acidi spiega perché la donna vive di media 10 anni più
dell’uomo.
Nell’uomo, a causa della mancanza del ciclo, ogni milligrammo di acido, tossina e
veleno deve essere metabolizzato ricorrendo alla neutralizzazione.
Nella donna, durante il periodo fertile, quello che non fuoriesce dal corpo con le
mestruazioni, viene parcheggiato in tre zone ben precise: sangue e linfa, la placenta