File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



MEDIACOMdocIT.pdf


Anteprima del file PDF mediacomdocit.pdf

Pagina 1 23428

Anteprima testo


Media-Com _2

REMECOM, Rete europea di provvedimenti per la
caratterizzazione dei rifiuti solidi urbani 1, convalida una
metodica d’analisi e quantificazione dei rifiuti urbani a
livello locale
Remecom
La rete REMECOM è nata nel 1995 su iniziativa dell’ADEME2 (vedi riquadro) e dalla
volontà dei partner del progetto – diciotto enti locali provenienti da 6 Stati
membri dell’UE – d’incrociare le rispettive esperienze in tema di campionamento
ed analisi dei rifiuti solidi urbani.

Documenti su REMECOM disponibili
presso l’ADEME:
- il sistema di riferimento metodologico
«Come valutare la risorsa dei rifiuti
solidi domestici ? Procedure e strumenti
derivati dalla Rete europea di
provvedimenti per la Caratterizzazione
dei rifiuti solidi urbani» è disponibile in
inglese (referenza : 3158), in spagnolo
(referenza : 3159) e in italiano
(referenza : 3160)
- il dossier di presentazione della rete
REMECOM è disponibile in inglese
(referenza : 2393)
presso Andre Gaillard
Service Communication de l’ADEME
27 rue Louis Vicat – FR-75015 PARIS
Tel : +33 1 47 65 24 61
Fax : +33 1 46 45 52 36
E-mail : Andre.gaillard@ademe.fr
Sito web dell’ADEME: http://www.ademe.fr

Per le città che hanno partecipato durante 3 anni ai lavori della rete REMECOM,
si trattava di:
- approfondire la composizione delle rispettive produzioni di rifiuti solidi urbani,
valorizzandoli meglio,
- valutare l’efficacia delle rispettive raccolte differenziate,
- incrociare e raffrontare i risultati ottenuti armonizzandone i dati.
Questo progetto ha ottenuto il sostegno della Commissione europea attraverso
LIFE, strumento finanziario comunitario destinato all’ambiente.
Per valorizzare i suoi rifiuti e predisporre raccolte differenziate, una città deve
stabilire un bilancio generale dei flussi dei rifiuti solidi urbani, e stimarne la
composizione e la valorizzazione. Conoscere i tipi di materiali trattabili e la loro
qualità consente di definire modalità di raccolta, oltre a prevedere modi più
adeguati di trattamento dei rifiuti.
Il disporre di provvedimenti armonizzati consente di verificare l’efficacia delle
raccolte differenziate, rispetto agli obiettivi fissati. L’attuazione di provvedimenti
armonizzati agevola quindi il raffronto continuativo dei risultati nel tempo.
Il sistema di riferimento metodologico REMECOM (vedi riquadro) prodotto
dall’ADEME e dai suoi partner alla fine di questo progetto LIFE, presenta quindi i
risultati degli incroci d’esperienze e di sperimentazioni tra i partner in tema di
convalida delle metodiche di campionamento ed analisi dei rifiuti solidi urbani.
Questo sistema offre racommandazioni e modus operandi dettagliati per il
campionamento, l’analisi, l’interpretazione dei risultati ed i raffronti di dati, alle
città che desiderano predisporre raccolte differenziate di rifiuti.
Il sistema costituisce uno strumento utile per le città che vogliono realizzare un
piano di gestione dei rifiuti oppure rendere efficaci le rispettive raccolte
differenziate.
Media-Com
Nel 1999, l’ACR – Associazione delle città per il riciclaggio, Energie-Villes e Agrital
Ricerche hanno imbastito, in associazione con l’ADEME, il progetto MEDIA-COM,
sostenuto dalla DG ambiente della Commissione europea, il cui obiettivo è di
promuovere, presso gli enti locali e gli organi di stampa, questo sistema di
riferimento metodologico per la caratterizzazione dei rifiuti solidi urbani, e, più in
generale, per la gestione dei rifiuti solidi, fondata sull’elaborazione di piani e sul
raffronto di dati armonizzati.
1

Cos’è la caratterizzazione dei rifiuti solidi urbani ?
La caratterizzazione dei rifiuti solidi urbani è un metodo che consente – al di là della conoscenza
quantitativa della produzione di rifiuti – di conoscerne il contenuto qualitativo, ossia per tipo di
rifiuti. Partendo da una serie d’operazioni (campionamento, selezione, trattamento dei dati, ecc.), è
possibile progettare, attuare e valutare con efficacia le raccolte differenziate di rifiuti solidi urbani.
Il contenuto dei rifiuti è subordinato alle specificità nazionali, regionali ed anche locali.
2

The ADEME
l’Agenzia per l’ambiente e il controllo dell’energia è un organismo statale francese posto sotto il
patrocinio dei Ministeri per l’Ambiente, l’Industria e la Ricerca. Questa Agenzia comprende 26
delegazioni regionali ed interviene specialmente nei settori del controllo dell’energia, delle fonti
energetiche rinnovabili, della gestione dei rifiuti, dell’inquinamento (aria, suolo, rumore) e della
ricerca e degli sviluppi tecnologici.