File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Tarlazio.pdf


Anteprima del file PDF tarlazio.pdf

Pagina 1 2 3 4 5

Anteprima testo


- di tutti gli atti connessi e coordinati, anteriori e conseguenti, in particolare, ove occorra, del
decreto 5 agosto 2008 del Ministro dell’Interno e della direttiva del Ministero per i Beni e le
Attività Culturali 10 ottobre 2012.

Visto il ricorso con i relativi allegati;
Visti gli atti di costituzione in giudizio di Roma Capitale e delle amministrazioni statali intimate;
Vista la domanda di sospensione dell'esecuzione dei provvedimenti impugnati, presentata in via
incidentale dalla parte ricorrente;
Visto l'art. 55 cod. proc. amm.;
Visti gli atti tutti della causa;
Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;
Relatore alla camera di consiglio del giorno 26 aprile 2017 il Cons. Silvia Martino;
Uditi gli avvocati di cui al verbale;

Considerato che le ordinanze contingibili ed urgenti rappresentano il rimedio approntato
dall'ordinamento per far fronte a situazioni di emergenza impreviste;
Ricordato che deroghe alla normativa primaria, da parte delle autorità amministrative munite di
potere di ordinanza, sono consentite solo se «temporalmente delimitate» (ex plurimis, sentenze n.
127 del 1995, n. 418 del 1992, n. 32 del 1991, n. 617 del 1987, n. 8 del 1956) e, comunque, nei
limiti della «concreta situazione di fatto che si tratta di fronteggiare» (Corte Cost., sentenza n. 115
del 2011);
Rilevato che, nel caso di specie, gli episodi richiamati nelle relazioni depositate in atti, non
appaiono di entità tale da configurare una vera e propria “emergenza”, non altrimenti fronteggiabile
(cfr. Cons. St., sez. III, sentenza n. 2697 del 29.5.2015) e non giustificano, pertanto, il divieto
indiscriminato e più volte reiterato, di svolgere un’attività lecita e comunque avente caratteristiche
analoghe a quella dei c.d. “artisti di strada”, oggetto di specifica regolamentazione da parte di Roma
Capitale;
Considerato, altresì, che permane tuttora il dovere dell’amministrazione di adottare la disciplina
organica anche dell’attività svolta dai c.d. centurioni, la quale richiede, quantomeno, il rilascio di un
previo titolo autorizzativo;
Rilevato che, dall’istruttoria disposta dal Collegio, è emerso come l’iter di approvazione di siffatta
regolamentazione, non sia stato nemmeno avviato;
P.Q.M.