File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Programma Angeloni .pdf



Nome del file originale: Programma_Angeloni.pdf
Titolo: Microsoft Word - Programma_Angeloni.docx
Autore: Angeloni

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da PScript5.dll Version 5.2.2 / GPL Ghostscript 8.15, ed è stato inviato su file-pdf.it il 17/05/2017 alle 19:40, dall'indirizzo IP 2.227.x.x. La pagina di download del file è stata vista 782 volte.
Dimensione del file: 243 KB (9 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


-

Già Referente del Sindaco di Avezzano in materia di Agenda Digitale e Innovazione
tecnologica
Componente del gruppo di lavoro “ Progetto Marsica “

Slogan
• Aprire varchi agli innovatori
• La cultura dell’agricoltura (ripartire dal primario con l’innovazione….)
• Far emergere le bravure del territorio
Motivazione della candidatura: dare un contributo in prima persona in termini di idee e
contenuti per dare forza al programma di mandato del Sindaco Giovanni Di Pangrazio.
Cose fatte, cose in fase di attuazione e cose che saranno realizzate.

Partire dal concetto di Intelligenza territoriale
INNOVAZIONE

Intelligenza territoriale motore per uno sviluppo competitivo
Inserita pienamente nel contesto della società della conoscenza, l'intelligenza territoriale
mette in primo piano lo stretto legame esistente tra produzione di conoscenza e azione
territoriale, l'importanza che il capitale umano e sociale riveste nel processo di innovazione
e la necessità di un approccio globale ai bisogni delle persone per promuovere uno
sviluppo sostenibile anche da parte delle future generazioni.
In questo contesto, Avezzano città-territorio deve fungere da propulsore per l’intera
Marsica.

1

Sviluppare l'intelligenza territoriale significa raccogliere informazioni e dati sui diversi
processi e fenomeni attivi sul territorio, utilizzare strumenti per la loro analisi e diffusione,
con l'obiettivo di accrescere il livello di know-how delle persone e delle organizzazioni
presenti sul territorio, e utilizzare questo know-how nella ricerca di strategie per la
governance
territoriale
e
lo
sviluppo
competitivo
del
territorio.
Si tratta di una organizzazione innovativa, di rete, che agisce sulla base delle conoscenze e
delle risorse umane disponibili sul territorio, al fine di raggiungere scopi e obiettivi
condivisi dalla comunità. Fondamentale è la valorizzazione delle risorse, estendendone la
consapevolezza attraverso forme di comunicazione che coinvolgono i diversi soggetti attivi
sul territorio.

Accordo

( FATTO )

“ Rete per la Cultura, la Formazione e le Competenze Digitali della Marsica “
Quello delle competenze digitali è uno dei pilastri fondanti dell’Agenda Digitale Italiana e di
quella europea.
Per rilanciare l’economia e predisporre gli strumenti necessari ad accedere alle numerose
opportunità offerte dal mondo del digitale, è necessario avviare un progetto di diffusione
della cultura digitale della popolazione per incrementare e potenziare l’uso delle ICT.
Lo sviluppo della cultura e delle competenze digitali è un tema chiave per la crescita : è
urgente creare competenze digitali per rispondere alla domanda crescente di professionisti
con alto profilo ICT, ai fabbisogni in continua evoluzione delle imprese e delle industrie e
alla necessità che tutti i cittadini, nel corso della loro vita, acquisiscano la necessaria
consapevolezza digitale.
Attenzione deve essere rivolta a sostenere interventi per la diffusione della formazione di
base e per l’acquisizione di competenze specifiche in materia ICT.
In questo quadro rientra l’accordo siglato lo scoro 4 Dicembre 2016 tra il Comune di
Avezzano, l’Università dell’Aquila, il Polo di Innovazione ICT Abruzzo e gli Istituti di
Istruzione Superiore “ Galilei “, “ Pollione “ e “ Majorana “ di Avezzano.
Il progetto intende costruire un modello di cooperazione tra Comune, mondo accademico,
scuole e imprese che a vario titolo possono contribuire al miglioramento e adeguamento
della offerta formativa nelle scuole del territorio in modo da affrontare le sfide che la
trasformazione digitale pone e che avrà impatti significativi in tutti i settori della nostra
società.
Preparare a queste sfide i nostri studenti che saranno domani cittadini attivi e consapevoli
delle opportunità che questa rivoluzione può offrire.
2

Tutto questo a partire dalla scuola, poiché naturale luogo per la creazione di conoscenza e
competenze e acceleratore d’innovazione e di futuro.
Le azioni promosse nell’ambito dell’Accordo, mirano ad arricchire le competenze di base e
le opportunità di formazione degli studenti, integrando nei programmi scolastici argomenti
legati alle competenze digitali.
Un’azione importante riguarda interventi di raccordo tra il mondo della formazione e il
mondo delle imprese, tramite seminari e stage formativi presso aziende e progetti di
alternanza scuola-lavoro, soprattutto se si vanno a trattare i fattori abilitanti di Industria
4.0 e delle Smart Cities.
La proposta avanzata è che, oltra alla parte formativa pura che tratti alcuni trend
tecnologici ( Internet of things, cloud, big data, cyber security,... ), si possa dare
applicazione alla integrazione di queste tecnologie, anche come stimolo e partecipazione
attiva degli studenti, in progetti in ottica Smart City, Industria 4.0 e Agricoltura di
precisione.
Infine, per attuare pienamente la “Scuola digitale“, è imprescindibile dotare tutte le scuole,
di ogni ordine e grado, di connessione a banda ultralarga che permetta l’acceso
superveloce a Internet.
Riguardo il tema della quarta rivoluzione industriale, la formazione rappresenta una delle
direttrici d’intervento del Piano Nazionale “Industria 4.0“ presentato dal Governo, proprio
in considerazione dell’importanza di una continua capacità di stare al passo con
trasformazioni, non solo tecnologiche, sempre più veloci e che richiedono nuove
professioni.
La rete partecipa al Bando del Miur su “Cittadinanza digitale”, che pone l’attenzione sulle
competenze digitali, sempre più riconosciute come requisito fondamentale per lo sviluppo
sostenibile del nostro Paese e per l’esercizio di una piena cittadinanza nell’era
dell’informazione.
In tal modo Avezzano prosegue l’azione che mira a centrare l’obiettivo di diventare città
smart, puntando sulle nuove generazioni, che saranno i cittadini attivi e consapevoli di
domani.

3

Avezzano Città Digitale e Smart
( In fase di ideazione progettuale )
Oggi le nuove tecnologie dell'informazione stanno rivoluzionando non solo il nostro modo
di vivere e di lavorare ma soprattutto il nostro modo di comunicare. Questi cambiamenti
investono direttamente la città cambiandone la struttura e ridisegnandone le future linee
di sviluppo.
Parlare di «smart city» significa pensare alla città del futuro in maniera integrata:
ambiente, persone, tecnologie. Rendere l’innovazione tangibile e diffusa nella città.
La Smart City è una proiezione astratta di comunità del futuro, un perimetro applicativo e
concettuale definito da un insieme di bisogni che trovano risposte in tecnologie, servizi e
applicazioni riconducibili a domini diversi: smart building, inclusion, energy, environment,
government, living, mobility, education, health, e molto altro ancora. Le tecnologie digitali
si prestano in maniera particolare a rendere più efficienti sistemi complessi e
geograficamente compatti come le città.
Al centro della sfida vi è la costruzione di un nuovo genere di bene comune, una grande
infrastruttura tecnologica e immateriale che faccia dialogare persone e oggetti, integrando
informazioni e generando intelligenza, producendo inclusione e migliorando il nostro
vivere quotidiano.
Per questo è necessario che le città siano sempre più intelligenti, ‘smart’, perché per
gestire, organizzare e far funzionare tale complesso organismo materiale e immateriale,
serve una rete di comunicazione estesa e capillare su cui far viaggiare i flussi di dati, ma
anche accessibile e inclusiva.
L’effettivo sviluppo di una Smart City implica, quindi, un percorso continuo di innovazione
che si traduca nell’erogazione di nuovi servizi e nella fruizione di nuovi prodotti, con
l’obiettivo di migliorare la qualità della vita, anche attraverso un più attento
coinvolgimento dei cittadini nei processi di governo e un monitoraggio puntuale dei
bisogni reali. Avviare una campagna di sensibilizzazione e di promozione all’uso delle
tecnologie digitali e stimolare la domanda di servizi innovativi.
Diventare Smart City rappresenta in primo luogo un’opportunità di sviluppo e un modo per
accrescere il proprio vantaggio competitivo di “sistema Città”.
Per raggiungere questo obiettivo è fondamentale collaborare per accrescere la
consapevolezza di come le tecnologie innovative possano sostenere lo sviluppo di una città
in ottica "smart city”, permettendo di gestire al meglio sfide relative alla mobilità,
all’ambiente, alla pubblica sicurezza, alla qualità della sanità e all’istruzione.

4

Avezzano Broadband Ready
per una città digitale e intelligente
( In fase di attuazione )
Presupposto per disegnare una “ città intelligente “ è Internet superveloce su cui costruire
il “ sistema nervoso “ della città.
Si parla tanto di nuove reti digitali, ma ancora non se ne conoscono le vere potenzialità.
Cosa significa per una città sfruttare una rete internet ad alta velocità? Quali sono i reali
vantaggi?
La realizzazione di infrastrutture ultrabroadband e la diffusione dei servizi che esse
abilitano costituiscono un formidabile motore di sviluppo del territorio.
Le vecchie reti in rame, così come quelle oggi presenti in Italia, costituiscono uno dei
maggiori limiti alla capacità di Internet, dove il traffico cresce in modo esponenziale specie
per la condivisione di file multimediali come il webcasting, il Video-on-Demand, la Internet
TV.
Solo il passaggio alla rete di nuova generazione in Fibra Ottica (Next Generation Network),
permetterà un netto miglioramento della velocità e dei volumi di trasmissione dati, anche
per la banda mobile di quarta e quinta generazione (4G e 5G).
La Commissione europea ha definito i nuovi obiettivi per il 2025 (100 Mbps al 100% della
popolazione e 1 Gbps ai punti di interesse socio-economico, inclusi esercizi commerciali,
poli di trasporto, ospedali e scuole) che alcuni Stati membri hanno già incorporato nelle
proprie strategie, in alcuni casi eccedendoli.
Rendere Avezzano città-territorio “ Broadband Ready “ ed essere protagonista nell’era
della “ Gigabit Society “.
Il 05/04/2016 è stato sottoscritto un accordo tra la Regione Abruzzo, il Ministero dello
Sviluppo Economico e Infratel Italia ( società in-house del Mise e attuatore del piano
nazionale sviluppo banda ultralarga ) per lo sviluppo della banda ultralarga sul territorio
regionale.
In data 7 Marzo 2017, Infratel Italia ha ufficialmente aggiudicato a Open Fiber i cinque
lotti della prima gara per realizzare infrastrutture a banda ultralarga nelle aree bianche
del Paese. Per il Lotto 1 ( Abruzzo e Molise ) sono previsti investimenti pari a 123 milioni.
La rete sarà data in concessione per 20 anni e rimarrà di proprietà pubblica.
A seguito della aggiudicazione della gara da parte di Open Fiber si entra nella fase
esecutiva degli interventi previsti. Interventi che prevedono il coinvolgimento, oltre che
della Regione Abruzzo, anche dei comuni interessati, tra cui Avezzano.
Un discorso specifico riguarda la città-territorio di Avezzano essendo, escludendo i quattro
capoluoghi di provincia, la prima beneficiaria di un intervento che sviluppi una rete
5

di nuova generazione attraverso la quale raggiungere velocità di 1 Gb/s, in linea con gli
obiettivi prefissati dalla Agenda Digitale Europea.
L’architettura della rete prevede collegamenti di accesso in fibra ottica, FTTH ( Fiber-tothe-home ) fino all’unità abitativa.
La presenza di una rete internet super veloce aumenta l’attrattività della città come
localizzazione per aziende, residenti e istituzioni e contribuisce alla crescita generale
dell’economia e del PIL locale ed è fattore abilitante per realizzare una città intelligente.
La realizzazione di infrastrutture ultrabroadband e la diffusione dei servizi che esse
abilitano costituiscono un formidabile motore di sviluppo del territorio.

La rete FTTH
I vantaggi della connessione FTTH (Fiber-To-The-Home)

Il sistema adottato per la rete cittadina arriva fino a case e uffici (Fiber-To-The-Home) e
rappresenta l’unica tecnologia in grado di sfruttare tutto il potenziale di Internet con una
trasmissione dati efficiente e più veloce, a partire da 100 Megabit/s e fino a 1Gb/s.
La tecnologia FTTH permette di sfruttare tutto il potenziale di Internet con una
trasmissione dati molto più veloce ed efficiente, perché è interamente in Fibra Ottica.
Con la rete di nuova generazione Internet entra in una nuova dimensione, amplificando le
sue potenzialità e permettendo così l’accesso a tutti i nuovi servizi digitali.

La Fibra per la Smart City
Vivere in una città intelligente capace di rendere l’innovazione tangibile e diffusa
nella città
La Fibra Ottica viene spesso definita a “prova di futuro” perché, grazie alla sua banda
larghissima, rende possibile nel tempo l’accesso ai servizi Internet più avanzati e di nuova
generazione.
Smart City: quali sono i vantaggi reali per i cittadini?
Grazie alle nuove applicazioni digitali si migliorerà lo spazio e la qualità della vita dei propri
cittadini e la competitività delle imprese, rinnovando i servizi pubblici e la governance
cittadina.
I servizi di nuova generazione elaborano dati in tempo reale, conoscenza e informazione e
renderli pubblicamente accessibili sulla mobilità urbana e gestione del traffico in tempo
reale, ambiente, la raccolta rifiuti, la gestione energetica, cultura, turismo proveniente sia
dagli utenti e dai social networks, che dai sensori nell’ambiente urbano e negli oggetti (
Internet of Things), oltre ai servizi essenziali come sanità, educazione e governance. Una
Smart City prevede quindi l’integrazione e la condivisione di dati e applicazioni nei settori
6

strategici per il funzionamento dei servizi pubblici facendo si che la città diventi una
piattaforma a beneficio dei cittadini, capace di offrire opportunità attraverso utility che
migliorano l’efficienza, semplificano la burocrazia, aumentano la coesione sociale e quindi
un miglioramento della qualità della vita.


E-Government
L’amministrazione digitale o 'E-government' è il sistema di gestione digitalizzata della pubblica
amministrazione, che consente di trattare con efficienza la documentazione con sistemi informatici,
allo scopo di offrire ai cittadini ed imprese rapidità, trasparenza e servizi a domicilio. La digitalizzazione
dei rapporti con cittadini e imprese permetterebbe un significativo snellimento dei processi
burocratici, con un rilevante impatto economico.



Territorio
Corretta ed aggiornata gestione del territorio, attraverso: monitoraggio e sicurezza, mobilità
urbana, controllo e prevenzione stato di calamità in aree critiche, razionalizzazione della
illuminazione pubblica, gestione produzione di rifiuti, ottimizzazione delle emissioni industriali e
civili.


Wi-Fi Pubblico
Città ‘aperta’ con internet accessibile a tutti



Energia

Gestione ottimizzata dei consumi elettrici delle città, impatto ambientale e risparmio dei consumi.
Fonti di energia rinnovabili, Razionalizzazione della illuminazione pubblica.



Edilizia
Efficienza energetica degli edifici e verifica piano urbanistico



Sanità
Telemedicina per la cura e la prevenzione della salute, costante monitoraggio e assistenza in

remoto



Mobilità Urbana
Ottimizzazione del traffico, posteggi e trasporto pubblico



Ambiente e Risorse
Gestione suolo, acqua e rifiuti, rilievi, previsione ed allerta emergenze ambientali

7

Avezzano : la città intelligente che vorrei
( bando definito – avviso dal prossimo anno scolastico )
"Avezzano: la città intelligente che vorrei" è un concorso di idee per le scuole secondarie
di II grado di Avezzano che offre la possibilità di sensibilizzare le giovani generazioni alle
tematiche sociali legate ai concetti di città intelligente, di cittadini che diventano
protagonisti dei propri spazi di vita comune, di qualità di vita e benessere, per una
comunità sostenitrice di cultura e di crescita sostenibile.
L’obiettivo è coinvolgere i giovani su argomenti fondamentali per lo sviluppo del territorio,
con i connessi benefici educativi; ottenere indicazioni innovative da chi dovrà progettare,
pianificare e vivere le città di domani. Ampia libertà metodologica ed espressiva vuole
essere lasciata all’iniziativa di docenti e studenti, ai quali si richiede di realizzare un
percorso progettuale di formazione interdisciplinare sul tema. Il lavoro dovrà essere
capace di mostrare la visione della città intelligente, efficiente, che gli studenti
immaginano per il futuro in cui vorrebbero vivere.
Una città-territorio aperta, dinamica, inclusiva e attrattiva.
La crescita di un territorio e una migliore qualità della vita della sua popolazione passa
attraverso un nuovo modo di pensare gli spazi urbani, focalizzando l’attenzione sulle
necessità dei cittadini, attraverso un utilizzo più razionale delle risorse e fornendo servizi
più efficienti. Grazie all’innovazione tecnologica è oggi possibile “pensare” scenari che fino
ad un decennio fa apparivano inimmaginabili.

Banda Larga nelle zone industriali regionali
( Masterplan Abruzzo )
Gli interventi sono contenuti nel Masterplan Abruzzo per un importo complessivo di Euro
10.000.000. L’ente attuatore è l’ ARAP ( Agenzia Regionale Attività Produttive ).
L’intervento ha l’obiettivo di dotare le aree di insediamento industriale dell’accesso alla
banda ultra larga.
Nella Marsica le due aree di insediamento principali sono quelle di Avezzano e di
Carsoli/Piana del Cavaliere.
Tale intervento è ritenuto strategico e fattore abilitante in ottica Industria 4.0.
8

Fucino Smart Agriculture
( Innovazione settore agroindustria )
Crescita dell’agricoltura di precisione in collegamento con Industria 4.0 .Rafforzare
investimenti nella banda ultralarga, perché per una vera agricoltura 4.0 è necessaria una
infrastruttura Internet veloce e capillare.
Come le tecnologie digitali possano trovare applicazione in ambito agro-industriale. Un
macro ambito potrebbe essere quello della "Smart Agriculture", in cui monitorare
parametri ambientali a supporto dell’agricoltura per migliorare la qualità dei prodotti,
ridurre le risorse utilizzate e l’impatto ambientale.
Fucino come un living lab ove sperimentare e applicare tecnologie digitali innovative a
supporto dell’agricoltura.

9



Parole chiave correlate