File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



L'Adige 1 47 20170531000000 .pdf


Nome del file originale: L'Adige_1_ 47_20170531000000.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da Debenu Quick PDF Library 9.13 (www.debenu.com), ed è stato inviato su file-pdf.it il 31/05/2017 alle 14:51, dall'indirizzo IP 188.12.x.x. La pagina di download del file è stata vista 321 volte.
Dimensione del file: 1 KB (2 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Il
peso
politico
dei
sindaci
in
Trentino
MAURIZIO
PETROLU
In
vista
delle
elezioni
amministrative
maturano
sempre
più
iniziative
fuori
dai
partiti,
e
qualche
volta
anche
per
estromissione
dagli
stessi
partiti,
unificate
nell'espressione
«lista
civica»
con
forti
caratterizzazioni
identitarie
che,
nella
maggior
parte
dei
casi
registrano
un
corto
respiro
operativo
del
tutto
coincidente
e
dipendente
dalla
loro
leadership.
CONTINUA
A
PAGINA
Sindaci,
oggi
hanno
più
peso
politico
MAURIZIO
PETROLLI
Circoscritta
entro
tale
ambito,
perlomeno
secondo
i
primi
commenti
politici
riportati
dal
giornale,
deve
essere
apparsa
anche
la
preannunciata
nuova
iniziativa
politica,
extrapartitica
e
per
un
ruolo
maggiore
del
territorio,
da
parte
di
un
gruppo
di
Sindaci
il
cui
portavoce
è
anche
primo
cittadino
della
città
di
Rovereto.
La
nuova
iniziativa
«civica»,
fondata
principalmente
su
un
ruolo
maggiore
del
territorio
tendente
a
modificare
l'agenda
politica
tradizionale
con
l'introduzione
di
temi
e
metodi
dai
contenuti
nuovi,
non
poteva
riscontrare
esordio
peggiore
giacché
ha
anteposto
la
pregiudiziale
politica
della
«governance»
anziché
esplicitare
prioritariamente
gli
asset
valoriali-programmatici
cui
dovrebbe
corrispondere
proprio
la
miglior
governance.
Tuttavia,
tale
apparente
macroscopico
difetto
di
marketing
politico
è
tanto
più
perdonabile
quanto
più
è
sincero
il
desiderio
di
una
proposta
d'offerta
politica
preaffrancata
da

PAESE :Italia

L'Adige (ITA)
(ITA)
Tipo
Tipo media:

-- it

AUTORE :Maurizio Petrolli
Print

PAGINE :1, 47
Stampa locale

Publication
Publication date:

SUPERFICIE :75 %

Pagina:
Pagina:

Tiratura:
Tiratura:

30.339

31.05.2017

Diffusione:

1,
1, 47
47

Spread:
Spread:

23.539

Readership:

182.000
182.000

31 maggio 2017

aviciEDELEZIONI
Il pesopolitico
dei sindaci in Trentino
MAURIZIO PETROW
fl

vista delle elezioni

maturano sempre
Ipiùamministrative
iniziative fuori dai partiti, e
qualche volta anche per
estromissione
dagli stessi partiti,
unificate nell'espressione
lista
civica» con forti caratterizzazioni
identitarie
che, nella maggior parte
dei casi registrano
un corto respiro
operativo
del tutto coincidente
e
dipendente
dalla loro leadership.
CONTINIJAA
PAGINA

47

Provindali: il ruolo delleliste dviche
Sindaci, oggi hanno più peso politico
MAURIZIO PETROLLI
Circoscritta
entro tale ambito, perlomeno
secondo i primi commenti
politici
riportati
dal giornale, deve essere
apparsa anche la preannunciata
nuova
iniziativa
politica, extrapartitica
e per un
ruolo maggiore del territorio,
da parte di
un gruppo di Sindaci il cui portavoce
è
anche primo cittadino
della città di
Rovereto.
La nuova iniziativa
civica,
fondata
principalmente
su un ruolo maggiore del
territorio
tendente a modificare
l'agenda
politica tradizionale
con l'introduzione
di
temi e metodi dai contenuti
nuovi, non
poteva riscontrare
esordio peggiore
giacché ha anteposto
la pregiudiziale
politica della »governance» anziché
esplicitare
prioritariamente
gli asset
valoriali-programmatici
cui dovrebbe
corrispondere
proprio la miglior
governance. Tuttavia, tale apparente
macroscopico
difetto di marketing
politico è tanto più perdonabile
quanto
più è sincero il desiderio
di una proposta
d'offerta politica preaffrancata
da ogni
aspirazione
di potere, ancor peggio se
conquistabile
con una scorciatoia
populista.
Per contro, annoto come tra tutti i
personaggi politici
nostrani, che hanno
espresso un loro parere sull'argomento,
solo l'ex presidente
della provincia
Lorenzo Dellai ha colto, a mio giudizio e
al netto dei contenuti
per ora solo

promessi, l'essenLa di unì nuovo,
ruolo che sta assumendo
l'intero

diverso
sistema

Circoscritta
entro tale ambito, perlomeno
secondo i primi commenti
politici
riportati
dal giornale, deve essere
apparsa anche la preannunciata
nuova
iniziativa
politica, extrapartitica
e per un
ruolo maggiore del territorio,
da parte di
un gruppo di Sindaci il cui portavoce
è
anche primo cittadino
della città di
Rovereto.
La nuova iniziativa
'civica,
fondata
principalmente
su un ruolo maggiore del
territorio
tendente a modificare
l'agenda
politica tradizionale
con l'introduzione
di
temi e metodi dai contenuti
nuovi, non
poteva riscontrare
esordio peggiore
giacché ha anteposto
la pregiudiziale
politica della
governance
anziché
esplicitare
prioritariamente
gli asset
valoriali-programmatici
cui dovrebbe
corrispondere
proprio la miglior
governance. Tuttavia, tale apparente
macroscopico
difetto di marketing
politico è tanto più perdonabile
quanto
più è sincero il desiderio
di una proposta
d'offerta politica preaffrancata
da ogni
aspirazione
di potere, ancor peggio se
conquistabile
con una scorciatoia
populista.
Per contro, annoto come tra tutti i
personaggi politici nostrani, che hanno
espresso un loro parere sull'argomento,

Tutti i diritti riservati

PAESE :Italia

AUTORE :Maurizio Petrolli

PAGINE :1, 47
SUPERFICIE :75 %

31 maggio 2017

solo l'ex presidente della provincia
Lorenzo Dellai ha colto, a mio giudizio e
al netto dei contenuti
per ora solo
promessi, l'essenza di un nuovo, diverso
ruolo che sta assumendo l'intero sistenia
politico locale inserito operativamente
all'interno
di una rinnovata
relazione
centro -periferia in cui a prevalere è la
reciproca autonomia.
Vero è che il partito oggi non recluta più i
sindaci, né i sindaci, al netto di ogni
valore condiviso
o meno, sentono e
vivono l'appartenenza
partitica,
allo
stesso modo i partiti devono tener conto
del proprio indebolimento
internamente
alla società e i sindaci devono tener
conto di essere gli unici responsabili
della politica municipale
di fronte ai
cittadini.
Ne consegue, che la debolezza
strutturale
dei partiti e il crescente ruolo
dei sindaci impone loro di divenire una
sorta di imprenditore
cli policy»
competente
e non improvvisata.
D'altronde
oggi i partiti sono collocati
in
modo diverso all'interno
della società
avendo perso soprattutto
la tradizionale
capacità di radicarsi in essa. Attenzione,
però, non vuoI dire che i partiti siano
scomparsi o abbiano abbandonato
i
presidi locali. Rimangono pur sempre i
padroni della delega con un potere quasi
assoluto sulle nomine pubbliche.
E allora il vero problema è chiedersi
sul
come oggi viene condotta la mediazione
degli interessi in una generale
ridefinizione
dei ruoli imposta dai
processi di governance.
Infatti, proprio all'interno
ditale
ridefinizione
dei ruoli, si impone il
protagonismo
dei nuovi> sindaci,
soprattutto
dei più giovani, che a tutti gli
effetti rappresentano,
prescindendo
in
ogni caso dai partiti di appartenenza,
gli
interlocutori
primari della comunità
locale,
Ne consegue che anche il loro impegno
sul versante dello stimolo alla
partecipazione
attraverso
l'attivazione
di
nuovi e diversi meccanismi
di relazione
attivati con i cittadini,
quali forme di
inclusione
nei processi decisionali:
assemblee pubbliche,
riunioni e consigli
allargati, bilanci partecipati,
forum web,
rappresenta
una inequivocabile
tendenza
verso una democrazia
partecipata
sempre meno mediata e che accresce il
ruolo dei cittadini
nei processi
decisionali,
premessa verso un regime
pluralista
del governo locale
caratterizzato,
pertanto, da sindaci più
forti e da una comunità
altrettanto
forte
nei gruppi e formazioni
Il nuovo protagonismo
testimonia
e conferma,

sociali.
dei sindaci
nonostante

diverso predominio
dei partiti, la fine del
sindaco di partito», ma anche, in
Trentino, l'insufficienza
dell'attuale
ruolo
sindacale del Consiglio delle autonomie.
Dunque, è maturo un nuovo ruolo del
Comune, ergo anche dei Sindaci, e non
solo per le prerogative
istituzionale
assegnate con la riforma costituzionale
del 2001 ma anche per quelle
doverosamente
da inserire nel progetto
di revisione in corso del III Statuto di
Autonomia,
ruolo che deve essere di
cornpartecipazione
nelle scelte, priorità e
decisioni socio -politico
e
programmatiche
di livello provinciale
da
strutturare
in una quota di
rappresentanza
nell'esecutivo,
al pari di
una componente
tecnica, con una
specifica legge di riforma istituzionale
locale.
Dal ragionamento
esposto diventa,
pertanto, ancor più ininfluente,
anzi del
tutto fuorviante,
se tale nuovo apporto di
offerta politica debba rientrare
o meno
nell'ambito
dell'attuale
maggioranza
politica di centro -sinistra autonomista,
se
non invece, in una nuova piattaforma
politica programmatica
sviluppata con la
compartecipazione
delle componenti
e
agenzie socio -politiche
del territorio
a
partire dalla sintesi proposta dai Sindaci
e gestita nella sua attuazione
dalla
compagine
politica che preliminarmente
la condivide chiederidone
la
legittimazione

popolare

con il voto.

il

Tutti i diritti riservati


L'Adige_1_ 47_20170531000000.pdf - pagina 1/2
L'Adige_1_ 47_20170531000000.pdf - pagina 2/2

Parole chiave correlate