File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



presentazione tesi di laurea 2017 06 26 10 50 46 147 .pdf



Nome del file originale: presentazione_tesi_di_laurea_2017_06_26_10_50_46_147.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato inviato su file-pdf.it il 26/06/2017 alle 10:59, dall'indirizzo IP 87.5.x.x. La pagina di download del file è stata vista 619 volte.
Dimensione del file: 3.6 MB (20 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Corso di studi in Scienze della
Natura e dell’ Ambiente

La dimensione della famiglia come fattore
di stress nella crescita staturale: le liste di
leva della Val Susa tra ‘800 e ‘900.
Candidato: Sandro Pasquali
Relatore: Sergio De Iasio
Anno accademico 2014-15
Robert Capa, Troina (En), 1945

Transizione demografica e transizione epidemiologica
Transizione
demografica

Transizione
epidemiologica

Cambiamento dei parametri di mortalità e
di natalità instauratosi (in Italia) a partire
dalla seconda metà del XIX secolo
Passaggio da un regime sanitario dominato dalla mortalità (25% mortalità infantile,
50% morti in età preriproduttiva) ad uno caratterizzato dalla morbilità (persistenza delle
malattie nella popolazione ma con minore letalità )

Trasformazioni sociali e comportamentali
nell’atteggiamento verso la salute e la malattia

Transizione demografica e transizione epidemiologica

Un semplice ma efficace indicatore del cambiamento
del quadro socio-sanitario di una comunità consiste
nell’analisi delle variazioni della statura, intesa come
indicatore del benessere in un determinato periodo
storico (Komlos, 1993; Federico, 2003).

Scarsità e disomogeneità delle
informazioni sulla condizione sanitaria
successivamente all’unità d’Italia

Distribuzione della statura nelle popolazioni
In tutte le popolazioni la statura è distribuita in modo
normale (gaussiano) con un intervallo di variazione
maggiore nei maschi.

Meccanismi epigenetici ed eredità della statura

IPOTESI DI LAVORO:
Per il passato, la disponibilità di risorse alimentari
pro-capite per i componenti di ciascun nucleo
famigliare dovrebbe essersi rivelata in
diminuzione man mano che il nucleo si
accresceva, determinando uno stress alimentare
in progressiva crescita. L’ipotesi base del presente
lavoro è pertanto quella che, all’aumentare
dell’ordine di nascita, si verificava un calo di
statura all’interno della stessa famiglia, con una
accentuazione particolare durante i periodi di
maggiore crisi economica.

La crescita è avvenuta in tutte le zone
dell’Italia con ritmi più o meno analoghi

L’evoluzione delle classi di statura.
Italia, leve militari, 1861-1920
100
90
80
>180

70

175-180
60

170-175
165-170

50

160-165
155-160

40

150-155
145-150

30

<145
20

10
0
1861

1871

1881

1891

1901

1911

1920

Sono aumentate soprattutto le classi di statura da
170 cm in avanti e crollate quelle sotto 155 cm

Comunità studiate e finalità
Dinamica staturale entro fratrie
di coscritti al passaggio del
secular trend in tre comuni
della Val Susa (TO)

VENAUS
GIAGLIONE
CHIOMONTE

Media Val Susa

TO

Erano comuni di circa
1500-2000 residenti a
prevalente economia
agricola-pastorale.

Registri delle Leve
militari classi di nati
1866-1891

Fonte dei dati

Consistenza del campione.
Nelle liste di estrazione sono indicati sia i coscritti effettivamente presentatisi alla visita di leva che quelli
renitenti e talvolta anche i deceduti. La maggior parte degli individui in possesso di titolo per essere
esonerati dal servizio di leva non venivano neppure visitati (per lo più si trattava di figli unici di madri
vedove, di primogeniti di padri inabili al lavoro o in età avanzata, di individui con altri fratelli già in servizio
volontario etc…) per cui, raggruppando per contingenti quinquennali di nascita, si ottiene la consistenza
campionaria nella tabella sotto, per un totale di 1352 soggetti. Per la maggior parte dei visitati sono
riportati la statura, il perimetro toracico, il colore e la forma dei capelli, la pigmentazione della pelle, lo
stato di salute dei denti e l’indicazione di eventuali malattie, inabilitanti o meno.
PERIODO COSCRITTI
CHIOMONTE GIAGLIONE VENAUS
TOTALE
1866-70 VISITATI
91
77
41
209
NON VISITATI
23
6
3
32
TOTALE
1871-75 VISITATI
NON VISITATI

114
98
18

83
75
7

44
69
9

241

TOTALE
1876-80 VISITATI
NON VISITATI

116
96
19

82
79
11

78
61
16

276

TOTALE
1881-85 VISITATI
NON VISITATI

115
76
15

90
74
7

77
58
6

282

TOTALE
1886-91 VISITATI
NON VISITATI

91
122
20

81
94
17

64
55
9

236

142

111

64

483
95

399
48

284
43

317
1166

578

447

327

TOTALE
TOTALE VISITATI
NON VISITATI
TOTALE

242
34
236
46
208
28
271
46

186

1352

La dinamica della statura
ANNO

CHIOMONTE

GIAGLIONE

VENAUS

TOTALE

1866
1867
1868
1869
1870
1871
1872
1873
1874
1875
1876
1877
1878
1879
1880
1881
1882
1883
1884
1885
1886
1887
1888
1889
1890
1891

164.3
166.0
164.3
165.6
165.8
166.8
164.1
168.4
165.0
164.5
164.9
164.2
164.7
165.5
167.0
165.8
166.8
165.4
168.1
164.6
166.8
163.6
166.0
166.1
166.3
166.8

162.6
162.1
165.3
166.9
163.8
165.8
164.0
165.8
164.5
164.4
165.1
163.1
164.5
167.1
168.6
164.5
165.4
165.6
166.0
165.3
168.9
164.7
165.2
166.6
167.5
165.1

162.4
155.6
158.5
168.8
159.9
163.2
158.4
161.7
162.6
159.2
164.5
162.0
161.8
160.8
162.0
162.7
163.6
162.8
165.5
161.3
163.8
162.3
155.8
157.7
157.5

163.3
162.3
163.1
166.5
163.9
165.7
162.1
165.5
164.1
163.0
164.9
163.3
163.6
164.5
166.8
164.2
165.5
164.9
166.7
163.9
166.9
163.5
164.7
163.9
164.6
166.1

TOTALE *)

165.6

165.5

161.3

164.5

STATURA MEDIA PER ANNO E COMUNE
170,0
167,5
165,0
162,5
160,0
157,5

155,0

1866
1867
1868
1869
1870
1871
1872
1873
1874
1875
1876
1877
1878
1879
1880
1881
1882
1883
1884
1885
1886
1887
1888
1889
1890

152,5

CHIOMONTE

GIAGLIONE

VENAUS

TOTALE

Figura : Medie staturali, per comune e anno

(*) non comprende il 1891

Tabella : Medie staturali, per comune e anno

La dinamica della statura nel tempo
1,67
Piemonte
Nord Ovest
Nordest Centro
Sud
Italia (totale)

1,66
1,65
1,64
1,63
1,62

LEVE

CHIOMONTE

GIAGLIONE

VENAUS

TOTALE

1866-70
1871-75
1876-80
1881-85
1886-90

89
98
96
76
95
454

77
75
79
74
78
383

41
69
61
58
55
284

207
242
236
208
228
1121

TOTALE

1,61

Periodi di crisi
economica

1,6
1,59
1861

1871

1881

1891

1901

1911

1921

Fonte: ISTAT,
modificata

Visitati con indicazione della statura, per comune e
quinquennio

Figura : il trend in Piemonte e nel resto d’Italia
167
165

CHIOMONTE
163

GIAGLIONE
VENAUS

161

TOTALE

159

LEVE

CHIOMONTE

GIAGLIONE

VENAUS

TOTALE

1866-70
1871-75
1876-80
1881-85
1886-90

165.2
165.7
165.2
166.2
165.6
165.6

164.3
165.1
166.0
165.4
166.6
165.5

159.9
161.1
162.0
163.0
160.1
161.3

163.8
164.2
164.6
165.0
164.6
164.5

TOTALE
157
1866-70 1871-75 1876-80 1881-85 1886-90

Figura 4: il trend in Val Susa per quinquenni

Tabella: Medie staturali dei visitati con indicazione
dell’altezza, per comune e quinquennio

Il calo di statura nelle classi 1886-90 a Venaus è dovuto
all’aumento inusitato dei coscritti di statura inferiore a 155 cm
Venaus
1881-85
20
1886-90

18
16
14
12
10
8
6
4
2
0

LEVE

CHIOMONTE
% <155

1866-70
1871-75
1876-80
1881-85
1886-90

6.7
5.1
1.0
3.9
6.3

GIAGLIONE

VENAUS

% >=175 % <155 % >=175 % <155 % >=175

5.6
7.1
7.3
5.3
9.5

6.5
6.7
5.1
5.4
3.8

5.2
6.7
5.1
5.4
10.3

29.3
20.3
9.8
6.9
30.9

2.4
5.8
1.6
0.0
0.0

Tabella : Frazione di coscritti di bassa e di alta statura, per comune e
quinquennio

Emblematica appare la dinamica delle basse stature (<155 cm) nei tre comuni,
ovunque in diminuzione fino all’ultimo periodo, quando si osserva per
Chiomonte un certo trend di aumento dei brevilinei e per Venaus la citata
impennata al 30.9%, in entrambi i casi dovuti agli effetti del reclutamento
post-Caporetto.
La proporzione di soggetti di alta statura (>=175 cm) è progressivamente in aumento sia a
Chiomonte che a Giaglione, quasi raddoppiando nel breve volgere di 25 anni . Viceversa a
Venaus scompaiono del tutto, dal 1880 sino al termine della rilevazione.

Test di normalità della
distribuzione delle stature
Servono per vedere se esistono
anomalie nella distribuzione,
cercando di interpretarle e di
dar loro un significato.

Il fatto che non ci sia “fitting” con la
curva di Gauss potrebbe essere
dovuto agli effetti di aumento della
statura dovuti al secular trend

Fratrie e stature secondo l’ordine di genitura.
L’algoritmo di ricostruzione delle fratrie.
Per l’individuazione dei fratelli si usa una tecnica di linkage dei record individuali analoga a quella
generalmente utilizzata per la ricostruzione delle famiglie (Fleury e Henry 1976).
Per ogni coscritto si ricercano i fratelli, utilizzando come “chiavi di ricerca” il nome e il cognome del padre
e della madre. Man mano che essi vengono reperiti li si toglie dall’elenco. Il lavoro è stato svolto in
automatico con applicazioni scritte ad hoc.

COSCRITTO
PADRE
MADRE

NO

Ricerca nell’elenco
dei coscritti di
eventuali fratelli

REGISTRI
DI LEVA:
Compatibilità nelle date
ordine di
nascita

E’ un fratello ?

SI
Viene accoppiato al coscritto
e tolto dall’elenco

Il database delle fratrie (162/2; 71/3; 21/4; 6/5)
Le fratrie ricostruite sono state riarrangiate in modo da ottenere un database operativo con un unico
record per famiglia, con i nomi dei genitori, l’anno di nascita di ciascun figlio militare e le relative
stature, come mostrato nella tabella di esempio in cui STAT_n=statura del figlio di ordine n.
N°fam
1
2
3
4
5
7
11
12
18
19
21
22
23
25
26
27
28
29

COMUNE
CHIOMONTE
VENAUS
VENAUS
VENAUS
VENAUS
GIAGLIONE
GIAGLIONE
GIAGLIONE
GIAGLIONE
CHIOMONTE
GIAGLIONE
GIAGLIONE
GIAGLIONE
GIAGLIONE
GIAGLIONE
GIAGLIONE
CHIOMONTE
VENAUS

COGNOME
ABBA'
ARMANDO
ARMANDO
ARMANDO
ARMANDO
ARRIGHINO
ASCHIERIS
ASCHIERIS
BAR
BELLET
BELLETTO
BELLETTO
BELLETTO
BELLETTO
BELLETTO
BELVISO
BERNARD
BERTONCINO

PADRE_NOME
PIETRO
GIOVANNI BATTISTA
GIOVANNI GIUSEPPE
GIUSEPPE
GIUSEPPE
FRANCESCO
VINCENZO
VINCENZO
BATTISTA
ANTONIO
GIOVANNI
GIOVANNI BATTISTA
GIUSTO PIETRO
VINCENZO
VINCENZO
VINCENZO
AUGUSTO
LUIGI

MADRE_COGN
RICHARD
PALUELLO
CAFFO
BALPO
CAFFO
OLIVERO
BAROZ
PIC-BOTA
MARINO
SIBILLE
GALLASSO
MARTINA
BELLETTO
MARTINA
PLANO
GIORS
MEYER
CAFFO

MADRE_NOME ANNO_NASC
NCOMPON
STAT_1
STAT_2
STAT_3 STAT_4 STAT_5
LUCINA
1869
5
156.00
156.75
161.00 160.00 163.50
MARIA
1868
2
161.00
157.00
CAROLA
1866
2
150.00
161.17
CLEMENTINA
1883
2
167.25
170.50
MODESTA
1868
3
152.50
145.00
156.33
MARIANNA
1875
2
160.25
161.00
MARGHERITA
1868
3
163.50
162.50
167.00
MARIA
1889
2
172.83
169.00
MARGHERITA
1880
3
160.00
171.50
166.00
ANNA
1868
3
163.00
159.83
158.00
MARIANNA
1870
4
162.67
158.00
165.00 162.25
MARIANNA
1879
3
161.50
171.50
175.00
MARGHERITA
1881
4
151.50
159.00
170.50 164.00
GIOVANNA MARIA 1881
3
165.00
162.00
177.00
0.00
MARIA
1869
4
164.00
163.00
154.75 153.50
MARGARITA
1876
3
168.50
163.50
159.50
0.00
FRANCESCA
1869
3
155.50
161.67
155.50
0.00
AGATA
1875
5
138.50
158.50
162.33 166.00 151.00

IPOTESI DA TESTARE PER VALIDARE CHE ALL’AUMENTO DELLE DIMENSIONI DELLA
FRATRIA LA STATURA DIMINUISCE

1)
2)

media(STATURA1) > media(STATURA2 ) … > media(STATURAN)
STATURA1 > STATURA2 … > STATURAN

(entro fratria)

La statura nelle fratrie ricostruite
La statura media in funzione delle dimensioni della fratria

Dimensione Numero
delle fratrie di fratrie

2
3
4
5

162
71
21
6

Più di 5

3

Statura
media

165.5
163.4
164.4
161.5

Tabella: Statura media nelle varie fratrie

CONCLUSIONI
1) La statura media è più bassa all’aumentare delle dimensioni delle fratrie

media(STATURA1) > media(STATURA2 ) … > media(STATURAN)
Si conferma nei confronti di 2 vs 3 e 4 vs 5 fratelli mentre nel confronto 3 vs 4
la statura media non diminuisce perché incidono pesantemente sulle stature
medie delle fratrie da 3 le basse stature di Venaus dell’ultimo quinquennio
Quando a dividersi le risorse sono più soggetti la statura media diminuisce
2) All’interno delle fratrie la statura è in diminuzione all’aumentare dell’ordine di genitura
STATURA1 > STATURA2 … > STATURAN

(entro fratria)

Si verifica solo nelle fratrie da 2. Nelle altre si ha un’alternanza aumento/diminuzione dell’altezza a favore degli aumenti staturali.
E’ possibile ipotizzare un progressivo aumento delle risorse pro-capite per
i nuovi soggetti via via che il nucleo famigliare si allarga.
Con l’aumentare delle dimensioni della famiglie sembra innescarsi un
meccanismo comportamentale virtuoso consistente nella capacità di
reperire risorse crescenti man mano che le necessità si fanno sempre più
pesanti e incalzanti (lavoro minorile degli altri fratelli?)

Bibliografia essenziale:
E. ARCALENI (2006) Secular trend and regional differences in the stature of Italians 1854-1980, Economics and
Human Biology, 4, 1, 24-38

C. CORSINI (2008) Per una storia della statura in Italia nell’ultimo secolo, in (a cura di ) C. Corsini “Statura, salute,
migrazioni: le leve militari italiane”, Forum, Editrice Universitaria Udinese, Udine, 9-28.
FEDERICO, G., 2003. Height, calories and welfare: a new perspective on Italian industrialization, 1854–1913. Econ.
Human Biol. 1 (3), 289–308
KOMLOS.J 1993, The secular trend in the biological standard of living in the United Kingdom, 1730-1860,
«Economic History Review», XLVI:1, 115-144.
PEMBREY ME, BYGREN LO, KAATI G, ET AL.. Sex-specific, male-line transgenerational responses in humans. Eur J Hum
Genet 2006; 14: 159-66.
M. PROST, M.GIROTTI, R.BOANO, E. RABINO, S. DE IASIO (2013) Biodemography and Alpine Populations: The Human
Isolate of the Queyras (1670-1830), in «Journal of Biological Research», LXXXVI/1, 47-53.

P. SIMEONE , S.ALBERTI (2014) Epigenetic Heredity of Human Height. Physiological Reports, 2, e12047

Grazie per
l’attenzione

SLIDES DI RISERVA (SE MI FANNO DELLE DOMANDE QUELLI DELLA COMMISSIONE)

Il Secular Trend della statura dei maschi
in Italia (leve militari, 1860-1980)
178

176

174

175,6

Altezza media

172

170

168

166

164

162

162,3

160

1860

1880

1900

1920

1940

Anno di nascita

Fonte: ISTAT

1960

1980

 Miglioramento della qualità della
alimentazione (>proteine)
 Miglioramento delle condizioni
igieniche e adozione di politiche di
assistenza sanitaria (vaccinazioni di
massa…)
 Miglioramento delle condizioni
economiche, del livello di istruzione
e dello stile di vita (atteggiamenti
nuovi verso le cure)
 Diminuzione della pressione selettiva verso gli individui più alti (con
aumento della loro sopravvivenza) e
verso la mortalità perinatale e
infantile
 Aumento dell’esogamia con effetti
fenotipici tipo eterosi
 Altre cause tra cui la diminuzione
della fecondità e dello stress legato
alle dimensioni delle famiglie

Perché proprio a Venaus nell’ultimo periodo erano presenti così
tanti soggetti al di sotto del metro e 55 e nessun soggetto al di sopra
del metro e 75?
Perché il reclutamento post-Caporetto ha fatto abbassare la statura.
L’arruolamento straordinario di truppe successivo alla disfatta di Caporetto
(1917) portò al richiamo di quasi tutti coloro che erano stati dichiarati inabili
alla prima visita, compresi coloro che presentavano deficit staturali. Inoltre può
essere che per il paese di Venaus, i giovani aitanti e prestanti si arruolassero
tutti come volontari e in questo caso sarebbe questo il motivo per cui non
compaiono nelle liste di estrazione.

Che cos’è l’epigenetica?

E’ la branca della genetica che studia tutte le modificazioni ereditabili che
variano l’espressione genica (fenotipo) pur non alterando la sequenza
nucleotidica del DNA (genotipo).
Alla base dei meccanismi epigenetici, vi sono dinamiche di metilazione,
ovvero di aggiunta di un gruppo metilico da parte di specifici enzimi; tale
aggiunta può avvenire sia sul DNA che sulle proteine.
L’epigenetica sembra confermare in parte la teoria di Lamarck, poiché i segni
delle modificazioni epigenetiche acquisite durante l’esistenza sono
trasmissibili a più di una generazione successiva.

La statura dei maschi in Italia. Medie regionali, 2006

176,48
175,14

175,45

175,60

174,58

173,02

E. Arcaleni (2006)

Andamento della popolazione fine ‘800 inizio ‘900
2300

CHIOMONTE
GIAGLIONE

2100

VENAUS
1900
1700
1500
1300

1100
900
700
500
1861

1871

1881

1901

1911

1921

1931

1936

Come per buona parte dei comuni di montagna, anche il numero di residenti nei
comuni della media Val Susa è in leggera crescita fino all’inizio del ‘900 per poi
iniziare il processo di spopolamento.

Classi di statura. Chiomonte. Tutto il periodo 1866-91

La distribuzione delle stature nel solo
paese di Chiomonte si adatta alla curva
gaussiana con il test del Chi2. Ciò non
avviene con Shapiro-Wilk: la distribuzione
appare carente nelle due code,
specialmente in quella minore.

Classi di statura. Venaus. Tutto il periodo 1866-91

Le stature nel paese di Venaus presentano una
distribuzione bimodale nelle classi 160-162.5 e 165167.5 con frequenze molto al di sopra delle attese.
Sottorappresentate sono invece le classi di statura
adiacenti quelle bimodali. Di conseguenza non si ha il
“fitting” con la curva gaussiana attesa.
E’ possibile che l’anomala distribuzione bimodale sia
dovuta ad “arrotondamenti” nella rilevazione delle
misure da parte del personale medico addetto,
arrotondamenti che non necessariamente inficiano il
calcolo della media delle stature (se essi sono “casuali”
possono distribuirsi in ugual misura prima e dopo il
valore medio) mentre incidono notevolmente sulla
variabilità delle altezze.

Classi di statura. Giaglione. Tutto il periodo 1866-91

Le stature a Giaglione presentano una distribuzione
unimodale con picco nella classe 165-167.5 che risulta
essere sovrarappresentata rispetto all’atteso. Anche in
questo caso è possibile che i rilevatori abbiano
arrotondato la misurazione (a 165 cm).
Per il resto la curva risulta piuttosto fedele alla
gaussiana attesa.

Il calo di statura nelle classi 1886-90 a Venaus e Chiomonte
Venaus
20
18
16
14
12
10
8
6
4
2
0

Chiomonte

1881-85
1886-90

A Venaus, nel quinquennio 1886-1890 si
osserva un numero inusitato di soggetti di
statura molto bassa, inferiore a 155 cm: 17
su un totale di 55 coscritti (=31%).
Nel quinquennio precedente la proporzione di coscritti alti meno di 155 cm era
del 7% soltanto.
Una diminuzione consistente si osserva
anche tra le stature medio-alte che
appaiono sotto rappresentate rispetto al
1881-85.

35
'1881-85

30

'1886-90

25
20
15
10
5
0

30

Qualche arrotondamento di
troppo?

Giaglione
'1881-85

25
'1886-90
20
15
10
5

0


Documenti correlati


Documento PDF tesi file unico pasquali sandro corretta
Documento PDF presentazione tesi di laurea 2017 06 26 10 50 46 147
Documento PDF comunicato per sandro e bruno
Documento PDF curriculum aggiornato
Documento PDF tesi di laurea alessio costanzo architetto
Documento PDF tutta la tesi ricorretta


Parole chiave correlate