File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Grafici VACCINI nascosti e danni.pdf


Anteprima del file PDF grafici-vaccini-nascosti-e-danni.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

Anteprima testo


I TASSI DI MORTALITÀ SONO DIMINUITI PRIMA DELLA VACCINAZIONE. NEL CASO DELLA SCARLATTINA E DI
ALTRE MALATTIE INFETTIVE, I DECESSI SONO DIMINUITI QUASI A ZERO, SENZA ALCUNA VACCINAZIONE SU
LARGA SCALA.

PURTROPPO, QUESTE CREDENZE ERRATE, HANNO DA SEMPRE PORTATO A FIDARSI DELLA VACCINAZIONE,
CREDENDO A TUTTO CIÒ CHE CI VIENE DA SEMPRE PROPINATO,NON CHIEDENDO E NON VISIONANDO MAI
DATI,GRAFICI O TABELLE COME QUESTE.
DA SEMPRE SI CREDE NELLA VIRTÙ DELLA VACCINAZIONE,LA QUALE HA DEBELLATO LE MALATTIE,SENZA
RIFLETTERE SU ALTRI FATTORI,CHE IN REALTÀ HANNO CAUSATO LA MORTALITÀ A DIMINUIRE.
QUESTI FATTORI SONO L’IGIENE, I SERVIZI IGIENICO-SANITARI, LA NUTRIZIONE, IL DIRITTO DEL LAVORO,L’
ELETTRICITÀ, LA CLORAZIONE, LA REFRIGERAZIONE, LA PASTORIZZAZIONE, E MOLTI ALTRI ASPETTI CHE
OGGI GENERALMENTE DIAMO PER SCONTATI COME PARTE DELLA VITA MODERNA.
IL MIGLIORAMENTO DEL TASSO DELLA MORTALITÀ AVEVA MOLTO POCO A CHE FARE CON LA MEDICINA.
UN RAPPORTO 1977 HA STIMATO CHE, NEL MIGLIORE DEI CASI, CIRCA IL3% DEL DECLINO DELLA
MORTALITÀ PER MALATTIE INFETTIVE POTREBBE ESSERE ATTRIBUITO ALLE CURE MEDICHE MODERNE.
“In generale, le misure mediche (sia chemioterapici e profilattici) sembrano aver contribuito poco al calo
generale della mortalità negli Stati Uniti dal 1900 circa-avendo in molti casi stati introdotti diversi decenni
dopo un netto calo si era già messo in e non avere influenza rilevabile nella maggior parte dei casi. Più in
particolare, con riferimento a questi cinque requisiti (influenza, polmonite, difterite, pertosse, la
poliomielite e) per i quali il calo della mortalità appare sostanziale dopo il punto di intervento e sul
presupposto improbabile che tutto questo calo è attribuibile alla intervento. . . si stima che al massimo 3,5
per cento del declino totale della mortalità dal 1900 potrebbe essere attribuita a misure mediche
introdotte per le malattie considerate qui. “ [5]