File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Grafici VACCINI nascosti e danni.pdf


Anteprima del file PDF grafici-vaccini-nascosti-e-danni.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11

Anteprima testo


Guardando i dati di incidenza più completi, possiamo vedere un calo di incidenza nel 1963 in concomitanza
all’introduzione del vaccino contro il morbillo.

L’incidenza del Morbillo ha subito un calo dopo 1963. Visionando il grafico ci chiediamo se questo calo
abbia a che fare con l’introduzione e l’uso del vaccino.
Il primo vaccino contro il morbillo, conteneva il virus “ucciso”, ed era un vaccino contenente alluminio e
formaldeide.
Uno studio del 1967 ha rivelato che il vaccino potrebbe causare la polmonite così come
l’encefalopatia(infiammazione del cervello).
“La polmonite è un riscontro comune. La febbre è grave e persistente e il grado di mal di testa (quando
presente), suggerisce un coinvolgimento del sistema nervoso centrale. In effetti è stato trovato un paziente,
esaminato con EEG, e constatando un’attività anormale e disturbata del cervello (encefalopatia). I risultati
spiacevoli riguardanti la suddetta vaccinazione erano imprevisti,ma il verificarsi di questi casi avrebbero
dovuto imporre un maggiore controllo ed una restrizione sull’uso del medesimo. Ora il vaccino con virus
inattivato per il morbillo,non dovrebbe essere più consigliato e somministrato”. [10]
I vaccini contenenti virus “uccisi” sono stati rapidamente accantonati. [11]
C’erano tuttavia dei problemi significativi anche con i vaccini contenenti virus “vivi”, verificando l’eruzione
cutanea della malattia in circa la metà dei riceventi la vaccinazione (constatando sostanzialmente
l’equivalente di un caso di morbillo).
Il 48% delle persone ha avuto eruzioni cutanee, e l’83% ha contratto febbre alta successiva all’iniezione.
Qui la domanda che ci chiediamo da tempo: Come mai un calo d’incidenza dei casi di morbillo così drastico
dopo l’introduzione del vaccino nel 1963 ?
Nel 1960, ci si aspettava attraverso la vaccinazione l’immunità permanente; sappiamo bene che così non è
mai stato.