File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



JUVETORO n. 6 JUVE BARCELLONA OK bassa.pdf


Anteprima del file PDF juvetoro-n-6-juve-barcellona-ok-bassa.pdf

Pagina 1 2 3 45616

Anteprima testo


4

www.juvetoro.it

amcsrls@yahoo.it

La Partita

Poco Allegri, molto fragili: una squadra che non sa reagire
Contro il Barcellona serve una grande prestazione per passare il turno e scacciare, almeno in parte, gli incubi

L

a Juventus che riceve
la visita del Barcellona nella tana dell'Allianz
Stadium è un rebus dalla
difficile soluzione. Se da
un lato l'infermeria si è a
poco a poco svuotata, eliminando la necessità di
scelte obbligate, dall'altro
si è innescata una spirale di
risultati altalenanti, figli di
una situazione mentale fragile, che preoccupa in modo
pesante. Non è stato sicuramente un buon viatico il
capitombolo
inaspettato,
quanto rovinoso, di Genova
contro una Sampdoria fresca e cinica. Sono brutti segnali le ripetute segnature
subite alla prima occasione
e che costringono la squadra ad affannose rincorse.
È successo col Benevento,
si è ripetuto con lo Sporting in Champions League,
cosiccome a Genova. E se è
vero che tre indizi formano
una prova, siamo di fronte
all'evidenza di una difesa
perforabile largamente, an-

che perché per nulla protetta da un centrocampo debole nel filtro e non efficace
nella gestione della palla.
Difetti che la Juventus di
quest'anno si porta appresso e di cui non si riescono
ad identificare i rimedi. A
meno che Allegri non provveda ad un cambio di modulo, come da tante parti
invocato, ed abbandoni il
4.2.3.1 che ha dato ampi
successi, ma che appare
logoro e soprattutto mal interpretato da attori non più
all'altezza dei Dani Alves
volatilizzati e dei Mandzukic in calo di rendimento.
Per non tacere dei Bonucci
approdati alla concorrenza.
Non si dormono sonni tranquilli sotto la Mole, piaccia
o non piaccia. Il distacco dal
Napoli capolista si è dilatato, ma il cammino è lungo.
Il problema semmai è che
non è soltanto una corsa a
due e ciò complica le cose,
anche se fa aumentare la
suspence e l'interesse del

torneo nostrano. In Champions League il sentiero è
assai più breve ed impervio.
Dopo il pareggio sofferto in
terra lusitana, la Juve non
può più sbagliare. I bonus
sono finiti e con loro anche
la tentazione di gestire la
situazione. Occorre vincere
contro il Barça: i tre punti
sarebbero certezza aritmetica del secondo posto e
dunque dell'avere il nome
nell'urna di Nyon per i sorteggi degli ottavi di finale.
Un pareggio qualificherebbe i catalani, ma non la
Juve che si troverebbe costretta a centrare l'obbiettivo in terra di Grecia, dove
le imprese si ottengono in
ambienti disagevoli. In altri
termini, meglio chiudere la
pratica in casa subito, che
rimandarla all'ultimo respiro. È vero che il Barcellona che viene a fare visita
allo Stadium è praticamente qualificato, ma il blasone
non gli permette di giocare
sottotono. I blaugrana sono
reduci da una nitida vittoria
esterna ai danni del Leganes e comandano la classifica della Liga. Dovranno
fare a meno di Mascherano
infortunato e si dovranno
soprattutto
rammentare
della lezione ricevuta a Torino sette mesi fa. E' sul ricordo di quella serata che
invece la truppa bianconera dovrà fare riferimento,
per trovare l'ispirazione ad
una grande gara e per ri-

prendere il filo del discorso
interrotto sotto la Lanterna. Paradossalmente è un
bene che ci si debba subito
cimentare con un grande
avversario: le motivazioni
spuntano facilmente, come
pure il desiderio dell'impresa. Il Barça può essere
l'occasione giusta per passare una serata dal sapore
dolce e dal valore di lunga
gittata. Ai 40.000 dello Stadium l'obbligo di crederci,
ai protagonisti alimentare
la certezza.
Marco Sanfelici

(A sinistra i tifosi della Juve che
riempiranno lo Stadium per
sospingere la squadra; a destra
tre protagonisti della gara di
andata: Dybala, Messi, Pjanic.
Dalle invenzioni dei tre fantasisti
dipenderanno le sorti
della partita)

CARROZZERIA TOMMY CAR
Via Tommaso Gulli, 42 - Torino

REDAZIONALE

Vent'anni di esperienza al servizio
del cliente, massima cura nei
servizi forniti: forno e lucidatura
accuratissima, vettura sostitutiva,
soccorso stradale, recupero danni.
Carrozzeria Tommy Car per il
tifoso più esigente!

Cristian e la sua equipe vi aspetta in via Tommaso Gulli 42 a Torino.
Tel. 011 6989819 - Cell. 389 4485182
www.carrozzeriatommycar.it - carrozzeria.tommycar@gmail.com