File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



GUIDA PER REALIZZARE DEJA VU .pdf



Nome del file originale: GUIDA PER REALIZZARE DEJA-VU.pdf
Titolo: GUIDA PER REALIZZARE DEJA-VU
Autore: enzo comin

Questo documento in formato PDF 1.3 è stato generato da Microsoft Word / Mac OS X 10.6.8 Quartz PDFContext, ed è stato inviato su file-pdf.it il 14/12/2017 alle 23:44, dall'indirizzo IP 151.51.x.x. La pagina di download del file è stata vista 148 volte.
Dimensione del file: 12.5 MB (4 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


ENZO COMIN
Pordenone. Italia
Tel.: +39 3493796421
contact@enzocomin.com
www.enzocomin.com

GUIDA PER REALIZZARE DEJA-VU

Tutti sappiamo cosa sia un déjà-vu... seppure siamo in difficoltà quando si tenta di darne
una spiegazione. Il motivo è che per definizione un déjà-vu è un’illusione. Si ha la
sensazione di aver già vista un’immagine oppure che l’esperienza che si propone davanti
ai nostri occhi sia già stata vissuta, anche quando non sia così. Pure quando una tale
sicurezza venga smentita o che sia razionalmente impossibile l’aver già provato quella
circostanza... si rimane con il sospetto che da qualche parte, nei ricordi, si possa trovarne
una corrispondenza.
In realtà, nella nostra memoria, abbiamo tutti dei falsi ricordi. Lo stesso déjà-vu viene
spiegato come un istantaneo richiamare alla mente situazioni molto simili come “sistema”
di riconoscimento o di protezione della nostra mente; oppure un mero mescolamento di
vari ricordi (anche di fantasia) che per impercettibili rimandi, emergono allacciandosi a
ciò che si ha di fronte...
Rielaborando i propri ricordi, si è quindi nella condizione di inserire qualcosa di
inaspettato nella propria memoria creando così un’alternativa a quanto si è già vissuto.
Intervenire come artista su foto che hanno già avuto una storia è per me, infatti, la
modalità per essere padrone del tempo. Quando poi giungerò a sperimentare qualcosa di
nuovo nel mio futuro, avrò la sensazione di averlo già percepito, come un déjà-vu
appunto... ma in questo caso, sarà perché io l’avevo creato.
1

Vuoi provare anche tu a creare il tuo futuro? Oppure vuoi creare una memoria di quanto stai vivendo nel presente?
Costruisci i tuoi déjà-vu.

2

1. Di solito, è nei ricordi che si può trovare la carica
emotiva più forte, in un episodio dell’immenso archivio
della tua memoria. E’ quell’emozione che devi evocare.
2. Ricerca in una fotografia, una corrispondenza con
l’emozione individuata. Che sia file o foto cartacea, non
importa; potrebbe anche non essere stata fatta da te o
raffigurare qualcosa di non direttamente collegato.
L’importante è che la connessione esista per te.
3. Dopo aver individuato la foto, separala dall’archivio di
immagini in cui stavi cercando; lasciala per qualche
giorno da parte: ora hai guardato troppe scene di vari
ricordi...

Questa foto deve diventare la matrice per una nuova immagine, nuova anche nel senso che deve provenire dalla tua memoria ma anche apparire
estranea: la formula per creare un déjà-vu, un rinnovato futuro. Pertanto:

•

Immagina su quale parete della tua casa potrebbe comparire: scegli la parete così potrai visualizzare dove appenderla, che dimensioni avrà,
con quali colori attorno.

•

Pensa ad una frase o anche solo una parola per poter descrivere quella foto per te. Ma non pensare all’aspetto che potrebbe avere la nuova
immagine che da essa potrebbe sorgere: devi mantenerti suscettibile all’inaspettato.

•

Prepara una cartella (fisica o virtuale) contenente la fotografia che hai scelto (o una copia), un’immagine della parete sulla quale
probabilmente la esporrai, la frase che hai pensato come didascalia.

3

SU COSA STAMPARE UNA FOTOGRAFIA
•
•

•
•

•

•

•

Carta fotografica. Scegliere la carta a seconda dell’immagine: la marca se
si tratta di foto a colori, in bianco e nero, molto contrastata; la trama se
influenza il fatto che si cerca lucentezza o opacità.
Sotto vetro. La foto stampata su carta può essere allestita con un vetro
acrilico che la protegge. Il vetro esalta la brillantezza dei colori e tutela
dalla temperatura; per aumentare gli effetti di profondità e di brillantezza
basta aumentarne lo spessore. La stampa può essere fissata su un supporto
(alluminio, bilaminato, forex...) per conferire solidità.
Alluminio. Le sfumature cromatiche sono accentuate se si stampa
direttamente sull’alluminio, materiale che accende i colori. Il Dibond è
quello scelto: più strati di stampa che inoltre proteggono dal tempo.
Tela. La stessa che viene usata dal pittore, infatti l’effetto della foto
stampata sarà la più vicina possibile al dipinto. Una sorta di
plastificazione o l’utilizzo di resine permettono una forte protezione senza
smorzare i colori. Si può scegliere lucida o opaca.
Tessuto. Si avvicina all’effetto della tela, specialmente se si preferisce
fissare questi supporti su telai. Il tessuto, tuttavia, estende l’esperienza al
tattile, infatti la trama resiste al tocco; altra caratteristica data dalla
trama è un luccichio che fa splendere i colori.
Forex®. Il forex è un pannello in espanso bianco, ottimo per dare stabilità
seppure è quasi invisibile. Se si stampa direttamente su forex, inoltre, si
trova un supporto che opacizza l’immagine e non permette il riflesso.
Ideale per esporre all’esterno.
Legno. Usare il legno, non per fissarvi le foto ma come supporto dove
stamparle direttamente vuol dire aumentare l’unicità in quanto le venature
saranno visibili e si mescoleranno in modo imprevedibile all’immagine
scelta.

Il materiale raccolto in questa cartella è importantissimo per dare inizio
all’atto creativo. Contattami e mostrami la cartella: insieme costruiremo il
déjà-vu.
Quando lo farai, sappi che puoi decidere molte cose, perché si andrà a
creare qualcosa di inedito, che non ha precedenti e quindi nessun
elemento è pre-impostato. Potresti decidere:

•
•
•

dimensioni;
colori;
supporto (ad esempio il tipo di carta)...

4


GUIDA PER REALIZZARE DEJA-VU.pdf - pagina 1/4
GUIDA PER REALIZZARE DEJA-VU.pdf - pagina 2/4
GUIDA PER REALIZZARE DEJA-VU.pdf - pagina 3/4
GUIDA PER REALIZZARE DEJA-VU.pdf - pagina 4/4

Documenti correlati


Documento PDF guida per realizzare deja vu
Documento PDF sistema easy speed il report
Documento PDF guida genitori 1
Documento PDF guida la lavoro regolare4
Documento PDF j25it
Documento PDF statuto 20141119 proposta definitivo


Parole chiave correlate