File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



JUVETORO n. 10 Juve Roma bassa.pdf


Anteprima del file PDF juvetoro-n-10-juve-roma-bassa.pdf

Pagina 1...11 12 1314 15 16

Anteprima testo


amcsrls@yahoo.it

www.juvetoro.it

13

Sport Vari / Basket

Auxilium, sconfiggere Reggio Emilia per festeggiare bene il Natale
Un vero peccato la contemporaneità con la partita di calcio Juve-Roma: i tifosi dovranno scegliere...

U

na serata speciale quella di sabato 23 dicembre. Se all'Allianz Stadium
la Juventus sarà di scena
nel big match contro la
Roma, in contemporanea, al
PalaRuffini, l'Auxilium Torino si contenderà i due punti
del campionato di basket
con la Grissin Bon Reggio
Emilia. Davvero un'occasione sprecata per la città di
Torino i cui tifosi dovranno
decidere se recarsi all'impianto della Continassa oppure a quello di Parco Ruffini. Una contemporaneità
che di sicuro non fa bene
al basket torinese. Si sarebbe potuto immaginare un
anticipo o un posticipo per
permettere agli appassionati di assistere ad entrambi gli eventi trasformando
l'antivigilia di Natale in una
ricca giornata di sport. Ha
vinto invece la miope cura

del proprio orticello come
purtroppo spesso capita sul
suolo italico. Passiamo però
alle questioni tecniche del
match che attende l'Auxilium Torino. A farle visita
una Reggio Emilia che l'anno scorso aveva frequentato
le parti alte della classifica
e che quest'anno era stata protagonista di un avvio
shock che l'aveva relegata
al fondo della classifica per
le prime giornate con addirittura sei sconfitte su sei.
Purtroppo per Torino però
la Grissin Bon che si presenterà al Palaruffini non è
più quella di inizio stagione.
Un filotto di 4 vittorie su 5
la fa invece essere una delle squadre più in forma del
momento. Pericolo pubblico
della squadra Reggiana è
una giovane / vecchia conoscenza del basket piemontese: quel Amedeo del-

la Valle, temibile cecchino
dalla media e soprattutto
lunga distanza. In questa
prima vera stagione per
lui da giocare protagonista
con tanti minuti in campo,
Amedeo sta ripagando le
attese e completando il suo

In Libreria
David Trezeguet, una vita di gol
«Quando gioca segna sempre Trezeguet». Quante volte abbiamo sentito questo coro allo stadio? David captava il messaggio e segnava,
segnava e segnava. A raffica, 171 volte, tanto da diventare il bomber
straniero più prolifico della storia della Juventus. Per i tifosi bianconeri è sempre stato Trezegol. E “Je suis Trezegol” è proprio il titolo della
sua autobiografia, scritta in collaborazione con il giornalista Florent
Torchut e ora tradotto per il mercato italiano. Edito da Edizioni Effedì
e impreziosito dalle foto di Salvatore Giglio. I primi 40 anni di David,
raccontati in prima persona con aneddoti, episodi e naturalmente
i gol. Dai primi calci in Argentina, all’esplosione in Francia, fino alla
consacrazione in Italia, con addosso la maglia bianconera numero 17.
Il percorso di un campione che ha lasciato il segno, accompagnato
da importanti compagni di viaggio che hanno lasciato la loro testimonianza: da Del Piero a Zidane, da Montero a Camoranesi, da Deschamps al suo grande amico Henry. Trezeguet ha smesso di giocare,
ma continua a segnare nella memoria di tutti gli juventini.

Lo Scudetto dei record raccontato
da Salvatore Giglio
Questione di capolavori: la Gioconda sta a Leonardo come la foto di Platini disteso sul prato di Tokyo
sta a Salvatore Giglio. Un’immagine simbolo, scattata nella finale di Intercontinentale del 1985, che
ha fatto il giro del mondo. Una delle innumerevoli
scattate dal più celebre dei fotografi bianconeri in
oltre 40 anni a bordo campo. In ogni parte del mondo, sempre a seguito della Juventus. Salvatore Giglio
ne ha immortalati tanti di trionfi bianconeri. Ultimo,
in ordine di tempo, lo Scudetto dei record conquistato lo scorso maggio. Il sesto consecutivo, come
mai nessuno prima era riuscito nel campionato italiano. E che potrebbe essere irripetibile. Un’intera
stagione di emozioni, la 2016/17, percorsa con le spettacolari fotografie, scattate partita dopo partita.
Dal ritiro estivo, fino alla sfortunata finale di Champions League, a Cardiff, contro il Real Madrid. Un ko
doloroso che non può cancellare la storica impresa di Buffon e compagni. Quasi 350 pagine di emozioni,
edito da Edizioni Effedì, un vero pezzo da collezione per chi ama la Juventus.

cammino di crescita cestistica. Sempre dal perimetro
Markoishvili dovrà essere
un altro osservato speciale.
Importanti anche i centimetri ed il peso sotto le plance.
Non stiamo parlando dello
strapotere fisico di Mila-

no ma di certo la presenza di Julian Wright, abile
anch'egli nel tiro da tre, e
Jalen Reynolds darà del filo
da torcere ai centrali torinesi. Un piacevole ritorno
sul parquet del PalaRuffini è quello del neoacquisto
reggiano Chris Wright. Di
lui, oltre alle buone prestazioni in maglia gialloblu, si
ricorda la forza e la dignità
con cui affronta la terribile
malattia da cui è affetto, la
sclerosi multipla. Se quindi
Reggio Emilia ha tutto per
continuare nel cammino di
risalita verso le parti alti
della classifica, altrettanto
vero è che il risultato del
23 dicembre dipenderà in
gran parte dal roster di Torino. Con una prestazione
di squadra come le ultime
in cui è stata vista all'opera,
anche la fatal Bologna dove
il risultato finale è stato

purtroppo una sconfitta, e
con una ritrovata vena realizzativa da parte di Vujacic
che difficilmente ripeterà lo
0 su 10 dell'ultimo match,
l'Auxilium ha a disposizione tutto quanto le serve
per poter uscire vincitrice
e festeggiare il Natale con
2 punti in più in classifica.
Da Bologna si torna poi con
un ritrovato minutaggio da
parte di Mazzola che si spera possa confermare quanto di buono fatto vedere. Un
buon Natale quindi a tutti:
a quelli che dallo Juventus
Stadium tenderanno un
orecchio per essere aggiornati sul risultato dell'Auxilium Torino e a quanti dal
PalaRuffini butteranno un
occhio per vedere cosa succede nel big match tra Juventus e Roma.
Dan Morino