File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



JUVETORO n. 10 Juve Roma bassa.pdf


Anteprima del file PDF juvetoro-n-10-juve-roma-bassa.pdf

Pagina 1 23416

Anteprima testo


2

www.juvetoro.it

amcsrls@yahoo.it

3 domande a... Bruno Bernardi

“La Juve resta la squadra da battere!”
“Dybala sa bene quale valore aggiunto sia per i compagni ma deve spingere sempre sull'acceleratore”

B

runo Bernardi, l'ultima partita dell'anno
solare, allo Stadium, coincide con il big-match JuveRoma. Si sfidano due contendenti per lo scudetto,
con i bianconeri reduci dal
convincente successo di

Bologna e la qualificazione
ottenuta in coppa Italia a
spese del Genoa...
“Sì, la Juve arriva in buona
salute dopo aver sbancato
agevolmente Bologna con
una prova di grande perso-

nalità. Peccato per l'infortunio che ha colpito qualche
giocatore, vedi Mandzukic e
De Sciglio. Infortuni che non
ci volevano perché il croato
aveva dimostrato una volta
in più il suo peso determinante nell'attacco juventino
e la qualità delle sue giocate ; il difensore ex-Milan
aveva dimostrato di sapersi
adattare bene agli schemi e
al gioco del suo allenatore.
Dopo le ultime prestazioni
positive stava dimostrando
di poter essere una pedina
molto utile e aveva tolto
parecchi dubbi ai più scettici circa le sue qualità. E'
stato fortemente voluto da
Allegri e farà del suo meglio anche per dare ragione
all'allenatore. A Bologna si
è vista una Juve tonica che
ha dimostrato non soltanto
la voglia di proporsi ancora nelle zone altissime della

classifica ma anche di aver
eliminato gran parte di quei
problemi tecnici, tattici e
fisici di qualche elemento
che impedivano ai campioni di esprimere tutta la loro
potenzialità. In Emilia si è

rivista una squadra che ha
alternative di qualità che
hanno dato un'energia tale
alla squadra per dare corposità ad una vittoria molto
importante dal punto di vista della classifica e sul piano mentale. La Juve resta la
favorita per lo scudetto. È
sempre la squadra da battere e la vittoria di Bologna
è la conferma.”
Veniamo al caso-Dybala.
Due panchine consecutive
in campionato, poi è tornato titolare in coppa Italia e
ha subito segnato una rete
bella e importante.
“L'argentino ha potuto capire che per diventare fenomeni bisogna anche saper
soffrire e lottare come se
si fosse gregari. Le qualità
tecniche di Dybala non si discutono e proprio su queste
colonne ho più volte sottolineato le sue doti immense,
la similitudine, sotto molti
aspetti, tra lui e un altro
grande argentino: Omar Sivori. Dybala sa bene quale è
il suo valore aggiunto nella
Juve e sa quanto questo valore possa fare la differenza in ogni partita e in ogni
competizione. Ma nel calcio
bisogna spingere sempre
forte sull'acceleratore se
si vogliono ottenere grandi
risultati. È una riflessione
vecchia come il calcio ma
sempre utile. Quando è entrato in campo nella ripresa, a Bologna, la gara era
già segnata ma Dybala ha
comunque tirato fuori due
o tre colpi dei suoi che hanno fatto capire a tutti che
la... riflessione era servita.
In Coppa Italia altro nume-

ro di alta scuola con il gol
che ha sbloccato il risultato
conto il Genoa. Presto, molto presto, tornerà a tempo
pieno anche in campionato
a fare sempre la differenza,
per la 'joya' sua, di Allegri
e di tutti i tifosi bianconeri.
Ad iniziare magari proprio
con la Roma...”
Roma che non ha entusiasmato nelle ultime uscite
in campionato ed è stata
eliminata in Coppa Italia
ma è saldamente nel gruppo delle pretendenti al tricolore. Senza dimenticare
l'ottimo cammino disputato fino ad ora in Champions
League dai giallorossi, con
un girone vinto sovvertendo tutti i pronostici.
“La Roma viene a Torino
per misurarsi alla pari con
la Juve. E ci viene con un
biglietto da visita importante come il successo nel

girone di qualificazione in
Champions League, dove ha
superato due squadroni europei come il Chelsea e l'Atletico Madrid. Un risultato
straordinario per la Roma e
per il calcio italiano. Campionato e Champions sono
due competizioni diverse,
è vero, ma con un denominatore unico: il gruppo

sapientemente forgiato dall'ottimo tecnico giallorosso
Di Francesco. La gara di
sabato sera allo Stadium
quindi, non è decisiva per lo
scudetto ma sarà un esame
estremamente importante
per entrambe le squadre.”
Roberto Grossi

L'arbitro di Juve-ROMA ai raggi X
TAGLIAVENTO Paolo
Nato a Terni il 19/09/1972
Sezione AIA Terni
* Internazionale
Esordio Serie A - 16/05/2004 Chievo-Bologna 2-1
Assistenti:
ASS1: Costanzo Alessandro - Sez. Orvieto (TR)
ASS2: Manganelli Lorenzo - Sez.Valdarno
IV°: Damato Antonio - Sez. Barletta
VAR: Irrati Massimiliano - Sez. Pistoia
AVAR: Pinzani Riccardo - Sez. Empoli
Partite dirette in A: 212
Vittorie interne: 99
Pareggi: 46
Vittorie esterne: 67
Rigori assegnati: 97
Espulsioni: 76

Precedenti (A/B )con Juventus: 23
Vittorie: 10
Pareggi: 5
Sconfitte: 8
Precedenti con la Roma: 34
Vittorie: 22
Pareggi: 4
Sconfitte: 8
Precedenti in Coppa Italia
Vittorie: 2
Pareggi: 0
Sconfitte: 2

(a cura di Ermanno Vittorio)

Via Carlo Alberto, 30 • 10123 TORINO • Cell. 328 0055286