File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



JUVETORO n. 10 Juve Roma bassa.pdf


Anteprima del file PDF juvetoro-n-10-juve-roma-bassa.pdf

Pagina 1...4 5 67816

Anteprima testo


6

www.juvetoro.it

amcsrls@yahoo.it

Forum Giornalisti e Opinionisti

“Juve, sei più forte della Roma! E arriverà anche il 7° scudetto...”
“Troppe tensioni nella Capitale, bianconeri più abituati a vincere e con un organico migliore.
Benatia decisivo per la difesa ma contro i giallorossi occorrerà giocare con intelligenza”
A

due
settimane
dal
derby d’Italia, le luci
dell’Allianz Stadium tornano ad accendersi per
un’altra gara di cartello. In
programma sabato sera c’è
Juventus-Roma, un anticipo
di Natale con i fiocchi per
tutti i tifosi bianconeri, ai
quali la formazione di Massimiliano Allegri ha già regalato il passaggio del turno in Coppa Italia, con tanto
di derby nei quarti in programma il 3 gennaio. Quello contro i giallorossi sarà
un altro crocevia importante per lo scudetto, dopo gli
scontri diretti con Napoli e
Inter. Sui temi della sfida
fra bianconeri e giallorossi
“JuveToro” ha interpellato
alcuni prestigiosi giornalisti, di tv e carta stampata,
al seguito delle partite della
squadra bianconera.

Per Gianni Balzarini, inviato delle reti Mediaset,
la Juve si presenta all’appuntamento di sabato sera
con i favori del pronostico,
anche per effetto della Coppa Italia, che in settimana
ha avuto un esito differente
per le due compagini: “Se
vale il teorema di Allegri,
ovvero che chi fa bene in
Coppa Italia ne trae benefici anche in campionato,
allora i bianconeri arrivano
all’appuntamento in condizioni migliori rispetto ai
giallorossi. La forza della
Juve di Allegri è stata che

ha saputo affrontare ogni
impegno, compresa la Coppa Italia, senza trascurare
nulla. Dagli umori che sento pervenire dalla capitale,
per la Roma questa partita
sta già assumendo toni della partita della vita, mentre
per i bianconeri è 'soltanto' una partita importante. E’ stato così anche per
Napoli-Juventus ed è un altro dei tratti che distinguono la Juve da tutte le altre
pretendenti allo scudetto.
Fatte queste dovute considerazioni, la Roma di Di
Francesco mi ha sorpreso.
Il giovane tecnico giallorosso è stato molto bravo
ad imporre lo stile di gioco
che aveva a Sassuolo anche
in un ambiente complicato
come quello della Capitale,
dove all’inizio c’era molto
scetticismo nei suoi riguardi. Sarà molto interessante
assistere al confronto tra il
miglior attacco del campionato, che è quello dei bianconeri, e la miglior difesa,
ovvero quella giallorossa.
Sono rimasto colpito dalle
dichiarazioni di Allegri, che
sostiene di non avere mai
visto compiere un intervento da Allison, segno che
i romanisti evidentemente
concedono poche occasioni
agli avversari. Sarà comunque una bella sfida tra due
serie candidate alla vittoria
dello scudetto”.

Per Stefano
Tallia della
redazione
torinese della Rai “l’eliminazione
dalla Coppa Italia subita
dai giallorossi ad opera del
Toro può essere un segnale
incoraggiante per i bianconeri, nonostante i giallorossi abbiano affrontato
l’impegno di coppa con i
granata con una formazione ampiamente rimaneggiata. Viceversa, la Juve mi
sembra che abbia preso a
marciare a ritmo sostenuto
dopo un inizio con qualche
difficoltà, dovute all’inserimento di giocatori importanti come Douglas Costa e
Matuidi, che adesso si stanno integrando nel gioco di
Allegri. D’altronde la forza
della Juve è proprio quella
di avere in rosa tanti giocatori di valore, in modo da
poter sopperire anche alle
presunte crisi, avvenute in
tempi comunque diversi, di
due fuoriclasse del calibro
di Higuain e Dybala”.

Dopo essere stato per tanti anni l’inviato alle partite
della Juve sulle pagine del
Corriere dello Sport, Antonio Barillà è recentemente
passato sulle colonne del
quotidiano torinese 'La
Stampa': “La Roma è un’ottima squadra, indipendentemente dall’eliminazione
subita in Coppa Italia. Ma
per lo scudetto continuo a
vedere favorita la Juve. Se

i bianconeri ci mettono la
giusta voglia non ce n’è per
nessuno...”
Oltre
ai
giornalisti
al seguito
della squadra bianconera abbiamo interpellato
anche alcuni opinionisti
televisivi di 'Telenova', la
storica emittente lombarda
dove il settimanale 'JuveToro' - insieme all'emittente
torinese 'Rete7' - è sovente
ospite con le sue firme più
prestigiose.
Domenico Marocchino, indimenticato esterno destro
alto della Juve primi anni
'80, cresciuto nel vivaio
bianconero, vede così la
sfida di sabato sera: “JuveRoma non è scontata, sarà
una gara aperta a qualsiasi
risultato, con una leggera
prevalenza per una vittoria bianconera. La Juve, se
vuole portare a casa i tre
punti, deve giocare con intelligenza. Come ha fatto ad
esempio contro il Napoli al
San Paolo, dove i bianconeri hanno vinto centrando
un'impresa non semplice
per nessuno, giocando una

PER LA TUA PUBBLICITÀ SU
TELEFONA

011 0371291

SCRIVI amcsrls@yahoo.it

bellissima gara, gestendo
il vantaggio e concedendo
praticamente nulla ai padroni di casa. Altrettanto
contro l’Inter dove avrebbe
potuto anche ottenere di
più. La squadra di Allegri
ha poi giocato bene anche
a Bologna ma la prossima
gara con la Roma, seppur
sconfitta in coppa Italia
contro il Toro, non sarà sicuramente facile perchè i
giallorossi vanno presi con
le dovute cautele. La Juve
la vedo più forte delle altre
sugli esterni ed è questa
una caratteristica che la
porterà a vincere il campionato”.
Anche Gigi Balestra (giocatore del Milan degli anni
'50 e poi allenatore delle
giovanili rossonere) propende per una vittoria da
parte di Higuain e compagni: “La Juve ha trovato la
quadra nel reparto difensivo. Benatia è stato il segreto
di questa ricrescita. Partito
Bonucci sembrava che la
Juve avesse perso molto
ma in realtà Benatia è in
grande spolvero e sta crescendo di gara in gara. La
Juve è favorita perché non
vuole lasciare spazio a nessuno: prevedo una vittoria
bianconera contro i rivali di
sempre...”.
Stessi pensieri positivi per
la Vecchia Signora anche da
parte di chi vede il mondo
in rossoneroazzurro. Sentite Massimo Canta, giornalista della radio 'MilanInter': “La differenza tra

Juve e Roma c’è nel gruppo
e nella qualità dei giocatori,
inoltre la Juve ha ripreso a
macinare gioco e risultati.
Vedo una squadra ben assortita anche dagli scambi
tra i titolari e gli uomini di
panchina,
assolutamente
competitivi su tutti i fronti.
Contro la Roma non credo
che la Juve possa perdere il
confronto...”.

L'unico che va controcorrente – ma è una sua caratteristica che lo rende 'appetibile' come opinionista
televisivo - è Enzo Gambaro, ex di diverse squadre
tra cui Sampdoria, Parma,
Milan e Napoli: “La Juventus ha un parco giocatori sicuramente superiore
alla Roma ma credo che,
alla fine, a vincere questo
confronto diretto saranno
i giallorossi. Dunque vedo
favorita la squadra di Di
Francesco, che reputo un
ottimo allenatore”.
Giovani Rolle / Marco Venditti
(Nelle foto Domenico Marocchino
ed Enzo Gambaro)