File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



SHELTON Assistenza Igienica ai bambini .pdf



Nome del file originale: SHELTON-Assistenza Igienica ai bambini.pdf

Questo documento in formato PDF 1.3 è stato generato da LaTeX with hyperref package / dvips + ESP Ghostscript 8.15, ed è stato inviato su file-pdf.it il 26/04/2018 alle 13:25, dall'indirizzo IP 185.183.x.x. La pagina di download del file è stata vista 698 volte.
Dimensione del file: 2.7 MB (391 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


m
“Conoscere la verit`a e` un diritto di tutti” . . . Enjoy

ä

INTRODUZIONE
Tutti amano i bambini; siamo tutti cos`ı gentili verso i pi`u piccoli e cos`ı male informati su ci`o di cui hanno veramente bisogno, che “con tutto il cuore”, spesso
favoriamo lo spegnersi delle loro vite in maniera perfettamente legittima e “regolare”. Non c’`e niente di pi`u bello al mondo che un bambino in piena salute, ben
sviluppato, felice e contento. Niente ci muove pi`u a compassione di un bambino
che soffre. La freschezza e la gioia dei bambini sani, la purezza e la bont`a delle
loro menti e dei loro cuori, la purezza ed il candore delle loro anime sono motivi
di gioia per tutti. Non a caso Ges`u predicava che si sarebbe potuti accedere al
Regno dei Cieli solo se puri come i bambini.
Si potrebbe avere una nazione di bambini sani e ben sviluppati se si ponessero
i loro interessi al primo posto e si relegassero all’ultimo le motivazioni commerciali. Gli uomini in genere sono forti, e di bell’aspetto; le donne belle e delicate.
Il fatto che la nostra sia una nazione di cartoni animati e di personaggi da fumetto, dimostra che sicuramente c’`e qualcosa di sbagliato nelle condizioni che
determinano o influenzano il nostro sviluppo.
Si potr`a costruire una nazione di Veneri ed Apolli, di persone con corpo e
mente ben sviluppati, con caratteri positivi e di alta moralit`a, solo quando noi,
in qualit`a di nazione e di genitori, riusciremo a sviluppare un interesse verso il
benessere dei nostri bambini, sufficiente a farci imparare la maniera esatta per
rispondere alle loro esigenze.
Alcune tra le influenze pi`u nocive durante il periodo dell’infanzia vengono
provocate dai genitori, dagli insegnanti e dai medici. L’ignoranza e la testardaggine di questi precludono al bambino ogni opportunit`a di compiere un normale
sviluppo fisico, morale e sociale. Queste persone costituiscono un cattivo esempio nei confronti del bambino, impongono su di lui la loro volont`a, e lo abituano
e lo educano secondo abitudini errate.
Un genitore medio pretende che il suo bambino sia alimentato, vestito ed
abituato nella stessa maniera di tutti gli altri bambini. Allo stesso modo l’in–1–

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

–2–

segnante medio e` legato, mani e piedi, alle tradizioni del passato, alle convenzioni
del presente ed alle proprie abitudini sbagliate. Queste ultime, presto si trasformano in un cappio che sempre di pi`u si stringe intorno al collo dei bambini. In
queste condizioni lo sviluppo naturale della vita del bambino risulta impossibile.
Aggiunto a tutto questo, troviamo anche l’ignoranza e le pratiche nocive
messe in atto dal medico. La sua ignoranza riguardo alle questioni alimen` Detari e` notevole; quella relativa alle nozioni sul corpo lo e` ancora di piu.
plorevole e` la sua insistenza a voler a tutti i costi rimuovere le tonsille e le
adenoidi del bambino, a volergli inoculare vaccini, sieri ed antitossine oltre
ad avvelenarlo in continuazione con farmaci.
Vi sono molti libri che trattano l’alimentazione e le cure da rivolgere ai neonati, ma la maggioranza di questi consiste in una ripetizione degli sbagli del
passato. Sono molto pochi i consigli in essi contenuti da ritenersi utili per un
genitore che intende occuparsi del proprio bambino nella migliore maniera possibile. Questi libri contengono quelle teorie che con il passare degli anni si sono
dimostrate errate o nocive.
Costantemente mi accorgo, che i bambini educati seguendo i consigli di questi
libri, non posseggono mai le caratteristiche di un bambino veramente sano. Infatti,
di solito, sono proprio i bambini sottoposti alle cure degli specialisti quelli che
soffrono di pi`u.
La scusa e` che ci si rivolge allo specialista perch`e il bambino soffre; ma dopo
oltre 50 anni di osservazioni accurate, io sono convinto, che le cause della sofferenza sono proprio da attribuirsi alle cure sbagliate dello specialista. In assenza
di un esperto di Igienistica Naturale, la cosa migliore che una madre pu`o fare, e`
di cercare il migliore pediatra, ascoltare i suoi illustri consigli e poi comportarsi esattamente nella maniera opposta. Essendo i suoi consigli complicati,
innaturali, nocivi se non addirittura letali, sarebbe una follia il metterli in pratica.
Nessun genitore intelligente vorrebbe fare del proprio figlio un handicappato;
ma, a causa dell’ignoranza e dei pregiudizi della classe medica, orientata verso i
propri interessi, i genitori spesso rovinano i propri figli in vari modi.
Ugualmente dannose, per la crescita e lo sviluppo dei bambini, dei rimedi
innaturali suggeriti dai medici moderni, sono le abitudini antiche e piene di pregiudizi della gente, che derivano quasi sempre dai consigli dei medici del passato.
A questo punto vorrei enfatizzare due punti che, secondo me, bisognerebbe tenere
a mente. Il primo e` che gran parte delle delusioni che la gente sperimenta oggi,
deriva da quelle che i nostri nonni sperimentarono gi`a al tempo loro, a causa della
professione medica. Il secondo e` che la medicina oggi e` pi`u distruttiva che nel
passato.
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

–3–

L’accusa pi`u grande che io rivolgo alla professione medica, accusa che va oltre il problema dell’ignoranza e degli interessi commerciali, e` quella di essere
innaturale ed artificiale sotto ogni punto di vista. E` un immenso sistema basato
sull’ignoranza e sull’antinaturalismo ed appoggiato dalla legge e dal commercialismo.
Riguardo ai bambini, la professione medica e` distaccata completamente dalla
natura, ed i bambini soffrono proprio per questo motivo. Il suo cosiddetto programma di “immunizzazione” e` una delle cose pi`u innaturali esistenti al mondo.
Questo programma e` stato giustamente definito come “un mondo di finzione biologica”. Ma non sarebbe grave se ci si fermasse l`ı. La biologia comprende due
aspetti, la salute e la malattia. I sieri ed i vaccini sono tutti patogeni e la loro devastante influenza sulla vita del bambino non conosce limiti. Nelle gare di bellezza
tra i bambini, spesso ne troviamo alcuni giudicati perfetti al 100%, a cui viene
negato il primo premio perch`e non sono vaccinati, e quindi rovinati per sempre.
Tutto questo e` un crimine.
Il programma alimentare suggerito dalla medicina ignora la natura fino ad
un livello sorprendente. E` uno schema complesso e completamente innaturale, che troppo spesso trascura le necessit`a fisiologiche del bambino e che quasi
costantemente ignora la chimica della digestione.
Ci si pu`o solo rammaricare quando si riconosce il grande valore che la medicina conferisce al latte di vacca per l’alimentazione del bambino, e poi ci si accorge
che e` la stessa medicina ad affermare che nessun bambino deve mai consumare
latte di vacca per quanto in salute e ben nutrito esso possa essere.
Il Golden Age del 16 aprile 1930 sostiene: ≪II Dr. Morris Fishbein dell’American
Medical Journal, ha sottolineato alla Nebraska Millers Association il valore del
pane bianco≫. A quel tempo Fishbein era il portavoce ufficiale dell’American
Medical Association e, anche se sembra che alcuni membri di questa associazione
disapprovassero il suo comportamento reazionario e bigotto, un fatto reale e` che
tutti tacquero e continuarono ad incoraggiarlo mantenendolo nell’associazione.
Rimane, quindi, il fatto che la grande massa dei medici, incluso quasi il 100%
dei pediatri, nelle diete dei bambini di ogni et`a, inclusi i neonati, usavano allora
ed usano oggi i prodotti derivanti dalla farina bianca e dai cereali denaturati.
Molti altri sono poi i prodotti denaturati impiegati dai medici nelle diete dei
bambini.
La loro opposizione ai bagni di sole sta lentamente diminuendo, ma sono stati
necessari pi`u di cento anni per arrivare a questo punto. Negli anni in cui e` comparso questo libro, tuttavia, molti erano i medici che consideravano i bagni di sole
inutili e nocivi. Vi sono persone della professione medica che li ritengono utili ma
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

–4–

non li consigliano mai come cura, ignorandoli, come se questi non esistessero o
non possedessero alcun valore.
Se prendiamo in considerazione un bambino malato, ci accorgiamo che la
medicina e` altrettanto innaturale ed artificiale, ma pi`u dannosa di quando viene
applicata su un bambino in discrete condizioni di salute. Medicine velenose, sieri
infetti, vaccini settici, operazioni chirurgiche, eccessi alimentari e la suddetta
dieta denaturata: ecco l’armamentario del medico.
Se consideriamo gli abusi che genitori e medici infliggono ai bambini, c’`e da
meravigliarsi non per il fatto che sono tanti quelli che muoiono, ma che anzi, sono
troppo pochi. Ci si accorgerebbe che il bambino entra in conflitto contro sinistri
nemici dal giorno in cui nasce, sempre dando per scontato che non sia costretto a
farlo addirittura prima della nascita.
Per compensare, ostacolare, mitigare e sopprimere i risultati di questi crimini
contro la vita dei bambini, siamo in possesso di un enorme esercito di poliziotti, di
prigioni, sedie elettriche, patiboli, chiese ed ospedali, ricoveri, e tutto il personale
e le pretese e le ingiustizie che si accompagnano a queste cose. Tutto ci`o non serve
altro che aggiungere al danno, la beffa. E` come porre una barriera in un corso di
acqua, agitare le acque e distruggere i raccolti su entrambe le sue sponde.
Il trattamento e le attenzioni rivolte a questi bambini indifesi sono cos`ı nocivi, cos`ı universali sono le loro lacrime ed i loro lamenti, e cos`ı comune la loro
morte, che in genere i genitori si preoccupano molto poco del problema della mortalit`a infantile, al punto che le sofferenze ed i pericoli a cui vanno incontro queste
piccole creature diventano motivo di battute scherzose e di ilarit`a.
Genitori, insegnanti, infermiere, medici e tutti quelli che si occupano di bambini dovrebbero imparare a trattare con questi in maniera da renderli felici e sani.
Il fatto che i nostri bambini siano preda oltre che dell’ignoranza anche del commercialismo senza scrupoli e` una delle rovine della nostra gloriosa civilt`a. Case
farmaceutiche, medici pseudocriminali, industrie alimentari, sfruttatori di minori
che si avvalgono del lavoro di poveri bambini, vivono sul corpo e sulla vita di
questi piccoli esseri. Alla maniera dei vampiri essi succhiano l’essenza vitale dei
bambini, rendendoli sofferenti ed infelici ed uccidendone a migliaia.
Il nostro sistema scolastico rappresenta la vergogna della societ`a civile e la
rovina dei bambini. Non solo risulta carente in se stesso, ma e` la preda di demoni
commerciali privi di scrupoli: medici, politici, teologi, produttori, militari, ecc.
Anche la Chiesa e` la rovina del bambino. Il crimine pi`u grosso della religione
organizzata e` il suo metodo di inculcare nelle menti dei bambini la paura verso
Dio, il diavolo, il purgatorio e l’inferno e di sopravvalutare l’importanza del so¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

–5–

prannaturale. Con la sua dottrina basata sull’oscenit`a della vita terrena, la
religione ha rappresentato e rappresenta uno dei mali piu` grandi che abbia
mai colpito una razza. Ha nascosto la verit`a. Ha diffuso ed insegnato una bugia.
Ha rovinato molte pi`u vite umane di quante ne ha salvato.
Riassumendo il tutto in poche parole, il mio concetto e` il seguente: la rovina
dei bambini al giorno d’oggi e` rappresentata dalla sinistra unione dell’ignoranza e
degli interessi commerciali, politici, medici e religiosi e dallo sfruttamento privo
di scrupoli che tutti questi compiono sui bambini.
Contro queste forze del male e queste abitudini distruttive io istituir`o un sistema di Igienistica Naturale e di educazione naturale (non di pratica) che non
potr`a essere sfruttato o commercializzato. Lascer`o alle mie spalle gli sbagli del
passato e del presente, e mi baser`o sulle leggi naturali e le necessit`a fisiologiche
del neonato e del bambino.
Riguardo le attenzioni da rivolgere al bambino malato, abbandoner`o completamente i metodi professati dalle scuole e vi offrir`o un sistema di igienistica riparatrice che rispetta gli istinti della vita e riconosce il carattere ortopatico della
“malattia”. I principi e le pratiche igienistiche riportati in questo libro si sono
formati durante gli ultimi centocinquanta anni e durante questo tempo sono sempre stati accuratamente verificati nella pratica. I nomi Jennings, Trall, Graham,
Taylor, Shew, Page, Dewey, Walter, Oswald, Densamore, e Tilden in America, di
Combe in Inghilterra, di Rikili e Lahmann in Germania, di Berg in Svezia e di
Bircher-Benner in Svizzera meritano un particolare riconoscimento in relazione
allo sviluppo di questi principi e pratiche.
Il manuale igienistico per la neo-mamma di Trall, 1874; Come alimentare il
bambino, Page, 1882; Igienistica Naturale, Lahmann, 1898; L’educazione fisica,
Oswald, 1901; La cura dei bambini, Tilden, 1916; e, I bambini, la loro salute e
la loro felicit`a, Tilden, 1928; sono i libri migliori per ci`o che riguarda la cura dei
bambini. Tutti questi libri sono oggi esauriti.
Ho attinto liberamente da queste splendide opere delle altre, altrettanto splendide, che non riguardano direttamente l’argomento delle cure ai bambini, oltre ad
aver fatto uso anche della mia esperienza e degli studi compiuti. Vorrei manifestare la mia gratitudine agli autori dei suddetti libri, a tutte le persone che ho
precedentemente menzionato che hanno allargato il nostro campo di conoscenza
dell’Igienistica Naturale, e a tutti quelli che non ho menzionato.
Dopo questa breve introduzione, prima di procedere allo sviluppo vero e proprio del libro, vorrei fornire al lettore alcune definizioni.
L’igienistica e` quel ramo della biologia che si riferisce alla conservazione
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

–6–

ed al ristabilimento della salute. Esistono due tipi di Igienistica: l’Igienistica
naturale e l’Igienistica artificiale o falsa. L’igienistica Naturale rappresenta l’utilizzazione istintiva ed intelligente delle forze e degli elementi della natura allo
scopo di conservare e ristabilire buone condizioni di salute. Comprende quelle
eterne e sempre presenti necessit`a della vita, della salute, della crescita, dello sviluppo e dell’attivit`a: la luce, l’aria, l’acqua, il cibo, il riposo, il sonno, l’esercizio
fisico, la pulizia, la letizia, la speranza, il coraggio, la tranquillit`a e la liberazione
dalle abitudini nocive. Per convenienza si e` divisa l’Igienistica Naturale in:
Igienistica conservatrice, o igienistica della conservazione di una condizione
salutare, con cui si intende l’utilizzazione istintiva ed intelligente dei principi,
delle forze e degli agenti igienistici allo scopo di conservare l’integrit`a funzionale
e strutturale e di facilitare la crescita e lo sviluppo;
Igienistica riparatrice, o Igienistica del ristabilimento della salute con cui si intende l’utilizzazione istintiva ed intelligente dei principi, delle forze e degli agenti
igienistici allo scopo di ristabilire buone condizioni di salute. Essa studia la vita
e la salute. Tutto questo viene compreso nel termine “Ortobionomia”. La bionomia e` la scienza delle leggi delle funzioni viventi, o quel ramo della biologia che
tratta le abitudini e l’adattamento. “Ortobionomia” e` un termine creato da me per
definire il corretto adattamento dell’ambiente alla vita. L’ortobionomia e` l’igienistica naturale. “Ortotrofia” e` una parola da me creata per descrivere quella branca
dell’ortobionomia che si riferisce al cibo e all’alimentazione in salute e in malattia. La parola, comunque, ha pi`u specificamente il significato di alimentazione
corretta.
Per Igienistica Artificiale o falsa s’intende l’uso artificiale e innaturale dei
principi, delle forze e degli agenti, nel tentativo di prevenire e “curare” la malattia.
Studia le malattie e la morte. Utilizza, come mezzi per prevenire e curare le malattie, prodotti chimici tossici di origine minerale, animale e vegetale, vaccini settici,
sieri infetti, procedimenti di sterilizzazione, antisettici, procedure chirurgiche, e
poi paura, apprensione, panico, ecc. E` divisa in:
Profilassi, la prevenzione della malattia.
Terapeutica, che e` l’applicazione dei rimedi nel trattamento della malattia.
Profilassi e Terapia costituiscono la scienza medica moderna. Una medicina
rappresenta un agente riparatore. Da queste definizioni il lettore si accorger`a che
il nostro interesse verso gli argomenti che impegneranno le pagine seguenti, e`
diametralmente opposto a quello tradizionale. Questo diventer`a ancora pi`u palese
durante la lettura dei vari capitoli.
La mia unica richiesta, caro lettore, e` quella che tu non condanni quelle parti
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

–7–

del libro che potrebbero essere nuove per te e che potrebbero apparirti rivoluzionarie o radicali, fino a che non le avrai studiate approfonditamente, sezionate e
viste sotto ogni aspetto. Evita un giudizio affrettato. I preconcetti ed i pregiudizi
non dovrebbero impedirti di vedere nuove verit`a. Verifica ogni cosa e poi ricorda
solo quelle che corrispondono alla tua verit`a.

¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

Capitolo 1
LA STRAGE DEGLI INNOCENTI
Questa terra e` travolta da un uragano di lamenti,
le gemme sono battute da temporali di lacrime;
dolore si attarda su bambini, morenti,
su culle vuote, su anni senza figli!
Silenzio! O padri, siate mute o madri!
A poco serviranno i vostri lamenti. . .
Sono le vostre mani incuranti a soffocare le giovani vite,
il vostro egoismo ad aprire la strada verso la tomba.≫

≪

H. Mitchell Watchet
Si sa molto poco sul tasso di mortalit`a infantile delle civilt`a del passato, ma
sembra altamente improbabile che possa essere avvicinato anche lontanamente a
quello dell’Europa durante il Medio Evo e dopo, o che fosse allo stesso livello di
quello dell’India, della Cina e di altri paesi moderni. I bambini che nascono in India hanno poco pi`u di una possibilit`a su quattro di sopravvivere al loro primo anno
di vita. Se sopravvivono a questo periodo la possibilit`a di raggiungere la maturit`a
e` del cinquanta percento. Questo spaventoso tasso di mortalit`a tra i giovani riduce
a cifre molto basse, circa 26 anni di et`a, la durata media della vita in quel paese.
In Cina ed in altri paesi del mondo le condizioni sono ancora peggiori di quelle
dell’India.
Nel suo Appunti di infermeria, 1860, Florence Nightingale racconta che a quel
tempo ≪in questa terra civilizzata d’Inghilterra, un bambino su sette muore prima
di aver raggiunto un anno di vita≫; che a Londra ≪due bambini su cinque muoiono
prima del quinto anno di et`a≫; e che ≪nelle altre grandi citt`a d’Inghilterra muore
–8–

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

–9–

un bambino su due≫. Ella sostiene: ≪A Londra ogni anno muoiono pi`u di 25.000
bambini sotto i dieci anni di et`a≫. Nel suo Chiudi la bocca, 1870, George Catlin
afferma: ≪Dai certificati di morte che vengono prodotti annualmente nel mondo
civilizzato, ci accorgiamo che, in media, a Londra ed in altre grandi citt`a del
continente, met`a della razza umana muore prima dei cinque anni di et`a, met`a
delle rimanenti persone muore prima dei venticinque anni, lasciandoci cos`ı solo
una possibilit`a su quattro di vivere dai venticinque anni in poi fino a raggiungere
un’et`a avanzata≫.
Cifre statistiche di non molti anni or sono, mostrano che a Londra met`a dei
bambini muore prima dei tre anni, a Stoccolma met`a dei bambini muore prima dei
due anni ed a Manchester, prima dei cinque anni≫.
≪

Una tale mortalit`a, quale quella mostrata da Catlin, e` enorme se paragonata
al quasi inesistente tasso di mortalit`a infantile che egli trov`o durante il suo lavoro
etnografico tra le 150 trib`u di Indiani Americani del Nord e del Sud. In una nota
a pi`e di pagina Catlin sottolinea che a Londra si verificavano 10, 15 ed a volte
20 morti di bambini a settimana perch`e soffocati dai genitori mentre dormivano
insieme nello stesso letto. Egli cita un articolo apparso sul Times nel maggio 1860
dove si riportava che ≪un certo Mr. Wakley ha condotto un’indagine sulla morte
di pi`u di cento neonati avvenuta l’inverno scorso per la stessa causa: venivano
schiacciati dai genitori ed erano impossibilitati a respirare≫. Egli cita, inoltre, un
rapporto dell’anagrafe in cui si dichiarava: ≪il soffocamento che avviene a letto,
impedendo che giunga aria al bambino, in Inghilterra e` la causa pi`u frequente di
morte violenta≫. Molti bambini muoiono soffocati dalle lenzuola appena nati.
Circa 100–130 anni fa era abitudine somministrare ai bambini appena nati,
melassa ed acqua, olio di ricino, tisane, ed a volte anche farragine o medicine pi`u
potenti. Con il trattamento per la difterite in uso durante l’ultimo secolo, il tasso di
mortalit`a era molto alto, fino a toccare livelli, in alcune localit`a, del 100 percento
dei casi. Il trattamento del morbillo, della scarlattina e di altre cosiddette malattie
infantili dava pi`u o meno gli stessi risultati per quello che riguardava il tasso di
mortalit`a. I medici erano il pericolo maggiore per la vita: ≪le loro medicine – fu
dichiarato da personaggi in vista della professione – uccidevano pi`u di una guerra,
di una pestilenza e di una carestia messe insieme≫. Fasciature, soffocamento,
alimentazione smisurata, somministrazione indiscriminata di farmaci e condizioni
poco igieniche erano tra le cause principali dell’alto tasso di mortalit`a infantile
degli ultimi due secoli. Anche se alcuni bambini sono cos`ı attaccati alla vita da
sopravvivere, nonostante tutti gli abusi alimentari a cui vengono sottoposti, molti
altri vengono uccisi da tali abusi.
Fortunatamente morti di questo genere appartengono al passato. I genitori
non soffocano pi`u i loro bambini con un eccesso di lenzuola e coperte, non li
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 10 –

schiacciano durante il sonno e non li fasciano.
Oggi i bambini ricevono pi`u aria e sole e vengono alimentati in maniera migliore. La professione medica e` stata costretta ad abbandonare l’abitudine di abusare di medicinali, cosicch`e, anche se sempre micidiale, non fa pi`u stragi come
prima. Il tasso di mortalit`a infantile si e` notevolmente ridotto.
Anche se molti milioni di genitori americani hanno abbandonato i metodi tossici suggeriti dalla classe medica, la maggioranza di essi somministra ancora veleni ai bambini malati e rovina quelli sani con vaccinazioni e inoculazioni varie.
E` dovuto passare molto tempo prima che i genitori affettuosi imparassero a non
soffocare i propri bambini nel letto e cos`ı dovr`a ancora passare molto tempo prima che i genitori “affettuosi” dei nostri bambini cessino di uccidere i loro, in altri
modi. Abbiamo una nazione di semi-invalidi dove il tasso di mortalit`a infantile
e` enorme, ma osserviamo costantemente i genitori alimentare, somministrare farmaci e preoccuparsi (in eccesso) dei figli in una maniera tale da provocare in essi
sofferenze e persino la morte, e poi vediamo gli stessi genitori chiudere gli occhi
e le orecchie rifiutandosi di affrontare la verit`a, che i loro bambini, gli stessi che
loro dichiarano di amare, sono stati uccisi.
Il valore della vita infantile non ha mostrato alcuna crescita durante l’ultima
met`a del diciannovesimo secolo. A Philadelphia, durante un periodo di cinque
anni fino al 31 dicembre 1870, si registr`o la nascita di 85.957 bambini in buona
salute. Di questi, 25.636 morirono prima di raggiungere i due anni, ed un totale
di 31.662 prima di cinque anni, per una cifra di circa il 37%.
Nel 1904 si stim`o che in questo paese nascevano circa 1.500.000 bambini.
Tra questi, pi`u di 50.000 venivano uccisi prima dei cinque anni di et`a. Il Dr.
W.R.C. Latson racconta che in una citt`a, secondo il bollettino dell’Ufficio dell’Igiene emesso il 7 settembre, 1910, si registrarono 1.418 morti di ogni et`a, di queste
775 erano uomini e 643 donne. Durante questo stesso periodo vi furono 1.475 nascite, tra queste 122 bambini nacquero morti e 143 morirono per deformazione
congenita.
Sempre nel nostro paese, nella terza decade di questo secolo, ogni 1.000 bambini che nascevano si registravano 77 morti durante il primo anno di vita: un tasso
di mortalit`a infantile pi`u alto di quello che era presente in Belgio e in Francia subito dopo la prima guerra mondiale. Confrontate queste cifre col tasso di mortalit`a
registrato durante la prima guerra mondiale, quando, nell’esercito americano, in
media solo dieci uomini su mille venivano uccisi in battaglia o in seguito a ferite
riportate. Il nostro modo di occuparci dei bambini e` pi`u nocivo di una guerra.
In questo paese di prosperit`a e civilt`a, ogni anno muoiono duecento bambini, e
le vite di quei quattrocento che riescono a superare il primo anno di et`a, vengo¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

– 11 –

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

no poi cancellate prima dei dieci anni. Le molte migliaia che raggiungono la
maturit`a, portano i segni (malattie, debolezza, deformazione, arresto nella
crescita, ecc.) di cure sbagliate durante i primi anni di vita. E` un’autentica
strage degli innocenti. Dei 9.973 bambini che nel 1870 morirono nel Massachussets prima di aver compiuto cinque anni, pi`u della met`a mor`ı a causa di disordini
digestivi. Degli 11.382 bambini sotto i dodici anni di et`a, curati nel dispensario
per bambini malati della citt`a di New York tra il 1867 e 1869 compreso, 3.243
soffrivano di malattie all’intestino.
Nel 1870 il Dott. E. Ballard, inglese, pubblic`o un articolo molto dettagliato
sulla “mortalit`a infantile” in cui illustrava come in Inghilterra, in cinque anni (dal
1863 al 1868) si fossero verificati 314.242 decessi di bambini al di sotto di un anno
di et`a, di cui 27.852 dovuti a malattie del tratto digestivo. La seguente tavola sulla
mortalit`a infantile indica il tasso di mortalit`a in bambini al di sotto di due anni
registrata a New York dal 2 luglio al 3 settembre dei 1910, diviso in settimane. Le
cause sono divise in diarroiche o altre.

Settimana terminante il. . .
2 luglio
9 luglio
16 luglio
23 luglio
30 luglio
6 agosto
13 agosto
27 agosto
3 settembre
TOTALE

Cause diarroiche Altre cause
172
43
265
559
424
709
373
622
384
656
288
559
270
520
246
494
220
447
2886

5456

Nel 1909 il tasso di mortalit`a per bambini al di sotto di due anni fu: cause
diarroiche 5.126, altre cause 20.716. Presumendo che il tasso di mortalit`a sia
stato approssimativamente lo stesso nelle grandi citt`a, otteniamo che, per i mesi di
luglio e di agosto nelle dieci citt`a pi`u grandi di America, il tasso di mortalit`a era
di diecimila bambini. Basando le sue stime su queste cifre e riportandole al paese
intero, Eugene Christian afferma: ≪Ogni anno nei mesi di luglio e agosto abbiamo
un funerale per 90.000 bambini a causa di disturbi gastrici e intestinali i quali
costituiscono, tra tutte le cosiddette malattie dei bambini, il genere di affezione pi`u
facilmente controllabile e prevenibile. Questo esercito di piccoli e` vittima di una
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 12 –

imperdonabile ignoranza≫. E prosegue: ≪Se a New York scoppiasse un’epidemia
di colera, vaiolo o febbre gialla, e se pi`u di cinquemila persone adulte morissero
a causa di una di queste malattie, l’intera citt`a e lo Stato si farebbero prendere
dal panico. Dottori, Ministri, Chiese, Istituti di Igiene, gente famosa e giornalisti
curiosi combatterebbero corpo a corpo≫.
Aveva ragione, ma perch`e la gente non si preoccupa allo stesso modo di salvare
i propri bambini? Credo che la verit`a in tutta questa questione risieda nel fatto che
noi siamo interessati pi`u a sostenere qualche ridicolo dogma medico o religioso
che a preoccuparci del benessere dei nostri bambini. Li uccidiamo con l’aiuto dei
medici.
Durante il periodo di tempo trascorso dallo scritto di Christian ad oggi, il tasso
di mortalit`a infantile nel nostro paese si e` in qualche modo ridotto, pur rimanendo
sempre molto elevato. Paragonandoci agli altri paesi, per quello che riguarda il
tasso di mortalit`a siamo al 17â—¦ posto. Ed ancora le malattie diarroiche causano ogni
anno un gran numero di decessi, tra neonati e bambini. Forse, nelle cause della
mortalit`a, la leucemia si e` sostituita alla difterite, mentre le malattie cardiache
mettono in evidenza i notevoli sforzi a cui viene sottoposto il giovane organismo
e che sono il risultato del diverso tipo di crescita.
Nell’antica Sparta, sotto le leggi di Licurgo, i bambini malati o deboli venivano affogati. Leggendo queste cose noi inorridiamo e consideriamo gli Spartani
un popolo crudele e spietato perch`e uccideva i bambini. Ma guardate quello che
facciamo noi! Noi prendiamo i nostri piccoli che nascono forti e sani e poi li
uccidiamo a migliaia e migliaia! Con lenti e dolorosi processi distruggiamo le
loro piccole vite, mentre i bambini condannati dell’Antica Sparta morivano senza
soffrire ed in maniera immediata.
Qualcuno deve essere responsabile di questo terribile stato di cose. La sofferenza e la morte prematura non sono insite nella natura delle cose. Genitori,
insegnanti, politici, teologi, produttori alimentari, istituti di igiene, medici: tutti
devono essere accusati di omicidio.
Grosse somme di denaro vengono spese dalle amministrazioni di citt`a, stati,
nazioni, da genitori per migliorare la qualit`a delle attenzioni da rivolgere ai neonati e ai bambini, ma il risultato lascia ancora molto a desiderare. Troppo spesso,
proprio quei bambini che ricevono cure “scientifiche” migliori e piu` nuove
sono quelli che stanno peggio. Ed e` questo un fatto cos`ı reale che io continuo a
suggerire alle madri ed a quelle che lo diventeranno e che vogliono essere informate su quale sia la maniera migliore per occuparsi del bambino, di interpellare
il migliore specialista in pediatria, ascoltare i suoi consigli, e poi comportarsi in
maniera opposta ad ogni cosa che lui suggerisce.
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 13 –

Ogni estate il tasso di mortalit`a infantile dovuto a dissenteria, diarrea del lattante, colera (malattie diarroiche) e` enorme, mentre si e` aggiunta la poliomielite (paralisi infantile) alle malattie conosciute dai nostri antenati. Ogni anno si
compie una notevole strage di neonati e di bambini.
L’infanzia e` pi`u o meno uno stato di disperata dipendenza. Le attenzioni e la
protezione dei genitori sono essenziali affinch`e il giovane essere possa superare
questo periodo. Nelle forme di vita inferiore, dove i piccoli non appaiono cos`ı
dipendenti, le cure parentali sono assenti o comunque ridotte all’essenziale. Il tasso di mortalit`a e` , comunque, enorme. Risalendo la scala della complessit`a delle
forme viventi, osserviamo un estendersi del periodo infantile, una crescente dipendenza del giovane essere, un incremento nella necessit`a di cure parentali, fino
a che tra le forme superiori, sia il maschio che la femmina collaborano nella cura del neonato. Questa eguale distribuzione delle responsabilit`a viene riscontrata
negli uccelli e nei mammiferi, sebbene ci siano delle eccezioni. Ed e` proprio tra
questi animali che si osservano unioni durature in relazione all’allungamento del
periodo di dipendenza ed alla complessit`a delle attenzioni che la giovane creatura
richiede; vale a dire che, se si vuole soddisfare il bisogno di cure parentali poliedriche e perduranti, la famiglia deve trionfare. Con il termine poligamia s’intende
la famiglia composta. Perch`e maggiori cure parentali non implicano, negli esseri
umani, un maggiore tasso di sopravvivenza come invece si osserva nelle forme di
vita inferiori? L’intero mondo animale alleva i propri figli con la certezza che questi arriveranno alla maturit`a senza incorrere in malattie di alcun genere. I neonati
ed i bambini non se la cavano cos`ı bene. Sono costretti a sopportare sofferenze
crudeli ed inutili, e solo poco pi`u della met`a riesce a raggiungere l’et`a adulta. La
principale causa di morte nel mondo animale e` la violenza. I piccoli possono morire di fame a causa dell’uccisione della propria madre. Che i piccoli muoiano e`
piuttosto raro.
Il dott. Oswald sostiene: ≪L’infanzia dovrebbe essere il periodo della salute
assoluta; i giovani degli altri esseri viventi sono pi`u sani, pi`u belli, pi`u puri e pi`u
felici degli adulti, mentre l’infanzia dell’animale uomo e` il periodo delle malattie
pi`u dolorose; le statistiche indicano che tra le popolazioni caucasiche gli uomini
di trent’anni hanno pi`u possibilit`a di raggiungere la vecchiaia, di quelle che un
neonato ha di raggiungere il secondo anno di vita≫.

¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

Capitolo 2
LE CURE PRIMA DELLA
NASCITA
La vita del nuovo essere non inizia al momento del concepimento, come si crede
comunemente, ma molto prima. Infatti, si pu`o correttamente affermare che la vita
del bambino non ha inizio. Al momento del concepimento si uniscono due cellule,
le quali a loro volta, erano i prodotti di altre cellule viventi nel passato, un passato che non conosce et`a. Queste cellule, infatti, discendono, generazione dopo
generazione, dall’inizio della vita umana sulla terra. A scopi pratici, comunque,
riferendoci ad un bambino in particolare e non all’oceano di plasma germinale,
dobbiamo riconoscere l’inizio della vita del bambino al momento del concepimento, al momento, cio`e, in cui la cellula uovo femminile viene fecondata dallo
spermatozoo maschile. E` proprio in quel momento che inizia la formazione di un
nuovo essere e dopo poco tempo vengono prodotti il plasma somatico ed i primi
organi vitali.
L’ereditariet`a del nuovo essere oltrepassa di gran lunga i due genitori e, per
questa ragione, l’insieme della famiglia e` molto pi`u importante di quello che siamo disposti a credere. L’ereditariet`a e` il mezzo attraverso il quale i caratteri dei
genitori o degli antenati vengono fatti rivivere nel nuovo essere. Le caratteristiche del bambino sono un mosaico di quelle dei suoi antenati, ma sfortunatamente,
spesso si verifica una fusione squilibrata e sproporzionata di questi due insiemi
di caratteristiche, cosicch`e il nuovo individuo non e` affatto un bambino fin dal
momento del concepimento. In questo volume inizieremo ad occuparci del bambino da questo momento in poi. Ci occuperemo anche delle cure prenatali, cio`e
antecedenti la nascita.
Il bambino che si sta sviluppando nel grembo materno e` quasi totalmente alle
– 14 –

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 15 –

dipendenze della madre. Durante l’intero periodo del suo sviluppo intrauterino,
dipende dalla madre, per tutte le materie nutritive, di sviluppo e di crescita e per la
protezione dalle influenze esterne. Deve contare sulla madre per la sua necessit`a
di alimentazione adeguata, di ossigeno, acqua, calore e raggi solari. La natura
ha posto ogni possibile misura di sicurezza intorno all’embrione ed al feto ed in
caso di necessit`a non esita a sacrificare la madre per il bene del nuovo essere; ma,
nonostante ci`o, e` cos`ı grande la dipendenza del bambino dalla madre che il suo
futuro dipende principalmente dalle sue abitudini di vita.
In questo paese, migliaia di donne muoiono al momento del parto. Molte di
pi`u muoiono a causa di condizioni collegate alla gravidanza. Questi fatti mettono
in risalto la presenza di una deplorevole condizione fisica nella nostre donne.
Come possono tali donne mettere al mondo bambini sani? L’osservazione del
Dott. Oswald che ≪ogni nascita rappresenta una rigenerazione igienica≫ contiene
molta verit`a e spesso e` sorprendente constatare la perfetta condizione fisica dei
bambini nati da madri malate; rimane comunque il fatto che i migliori esemplari,
dal lato fisico, possono essere generati solo da donne dalla salute eccellente.
Ogni anno migliaia di bambini muoiono durante il primo mese di vita. Alcuni, al momento della nascita, sono cos`ı deboli da non riuscire a vivere pi`u di
poche ore. E` stato calcolato che, in questo paese, ogni anno si verificano circa
100.000 nascite di bambini morti. Queste morti, dovute in gran parte alle deplorevoli condizioni fisiche delle madri e alla mancanza di cure appropriate durante
la gravidanza, dipendono anche dall’assistenza ostetrica comprendente anestesie,
strumenti e medicinali che contribuiscono ad accelerare le contrazioni e quindi la
nascita.
Per cultura prenatale si intende l’utilizzazione di metodi che proteggano e
mantengano, nella madre, una condizione che sviluppi nel nascituro uno stato di
salute migliore. Il suo scopo e` di garantire la nascita di un bambino sano e ben sviluppato agendo sulla madre e, quindi, indirettamente sul bambino. Direttamente,
invece, produce un buono stato di salute nella madre. Dovrebbe essere compreso
che nulla pu`o far raggiungere questa meta all’infuori di quelle condizioni naturali
che permettono di vivere una vita normale e sana. Le medicine, i sieri, i vaccini, ecc., non trovano posto in una razionale cultura prenatale. Nonostante il cibo
sia, forse, il fattore principale che influenza lo sviluppo del bambino prima della
nascita, non bisogna dimenticare che tutte le componenti della vita, che influenzano la salute della madre, sia positivamente sia negativamente, coinvolgeranno in
maniera simile la salute e lo sviluppo del feto.
La capacit`a di parlare a lungo e consapevolmente su un argomento di cui non
si possiede la bench`e minima conoscenza, e` un’abitudine comune a molte persone, sia in campo medico che non. I giornalisti sono famosi per questo. A tale
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 16 –

riguardo, possiamo considerare gli uomini della medicina alla stessa stregua dei
giornalisti. Per mascherarsi dietro una facciata di “conoscenza approfondita” queste porsene hanno inventato un gergo molto elaborato che pochi profani riescono
a comprendere. Proprio in questi anni i medici stanno coltivando la capacit`a di
parlare approfonditamente delle diete, un argomento di cui sono “esperti” tanto
quanto potrebbero esserlo discutendo di “macchie solari”. Le donne non possono fare affidamento sui medici se vogliono approfondire l’argomento della
dietetica.
Le nascite premature e quelle di bambini nati morti sono molto comuni tra le
donne che appartengono a razze sottosviluppate. Ed anche quando il feto di una
donna sottosviluppata e malnutrita riesce a compiere il suo sviluppo ed a nascere
vivo, esso appare in genere debole e sottopeso e di solito muore entro i primi
dieci giorni di vita a causa dell’impossibilit`a, da parte delle donne malnutrite di
produrre latte per i propri bambini, questi, dopo la nascita, iniziano un tipo di vita
gi`a sbagliato. Molti muoiono negli ultimi stadi della prima infanzia.
Duecentocinquanta anni fa, uno scrittore inglese scopr`ı che in Inghilterra circa la met`a dei casi di gravidanza si concludeva con aborti spontanei. Egli attribu`ı
tale fatto agli “eccessi alimentari, alle carni troppo condite, alle salse ed ai condimenti, ai corsetti troppo stretti” ed agli “approcci irragionevoli, troppo frequenti e
calorosi del marito verso la moglie durante il periodo iniziale della gravidanza”.
A causa di ci`o, egli afferma, ≪la met`a degli esseri generati viene distrutta nella
conchiglia, schiacciata nel nido, uccisa in embrione e non giunge a vedere la luce≫. Della met`a che riesce a nascere egli afferma: ≪la met`a dell’altra met`a viene
soffocata ed avvelenata dal cibo sbagliato e muore durante l’allattamento≫.
Durante la gravidanza, le madri devono svolgere esercizio fisico, ma una
donna super-affaticata metter`a al mondo bambini deboli e malnutriti. Non e`
strano che i contadini, i quali non farebbero mai lavorare una cavalla gravida se
desiderano la nascita di puledri sani e forti, costringano invece le proprie mogli a
lavorare fino all’impossibile causando cos`ı la nascita di bambini deboli e malaticci? La stessa mancanza di considerazione nei riguardi della donna viene osservata
anche per quello che concerne il lato sessuale. Il contadino che per nulla al mondo
permetterebbe allo stallone di infastidire la cavalla incinta, non esita a rivolgere
continue richieste di tipo sessuale alla moglie che aspetta un bambino. La classe
medica favorisce questo atteggiamento, anche se in natura e` una regola universale
il fatto che la femmina incinta non debba avere rapporti sessuali con il maschio.
Vi sono molte ragioni per credere che il coito durante la gravidanza provochi quello strato di vernice caseosa riscontrato in molti neonati e che un coito frequente,
durante la gravidanza, aumenti i dolori del parto.
Vi sembra necessario dover dire che una madre malata e storpia non pu`o met¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 17 –

tere al mondo bambini sani? Le responsabilit`a della madre, a tale riguardo, sono
maggiori di quelle che esse stesse vogliono ammettere. Infatti, per esperienza, sono convinto che questo libro raggiunger`a solo una minoranza di future madri. La
maggioranza di esse non bader`a ai miei consigli. Si diceva in passato che se una
futura mamma fosse stata informata dei suoi doveri e delle sue responsabilit`a e se
le fosse stato insegnato come curare se stessa durante la gravidanza, il suo amore
ed istinto materno l’avrebbero guidata verso quegli atteggiamenti pi`u idonei per
lo sviluppo di una buona salute e forza nel bambino, e l’avrebbero allontanata da
quelli che sarebbero stati a lui nocivi. Il tempo e l’esperienza hanno dimostrato
che questa teoria era sbagliata. Durante la gravidanza, la donna non possiede
una forza di volont`a ed un autocontrollo maggiori rispetto ad altri momenti
della vita. La gravidanza non la rende meno pigra od indolente; infatti, al contrario, spesso questa condizione viene usata come giustificazione ad un’eccessiva
pigrizia. Una donna che possiede abitudini di vita sbagliate, sicuramente non le
abbandoner`a mentre aspetta un bambino. Una donna che fuma, durante la gravidanza non smette di farlo. Poche sono le donne che si assumono completamente
il ruolo di vera madre prima e dopo la nascita del bambino.
Sia le donne considerate importanti in campo letterario, religioso, sociale ed
etico e sia quelle che appartengono alle masse pi`u ignoranti, trascurano i diritti
del bambino e non lo circondano, prima della nascita, di quelle attenzioni di cui
avrebbe bisogno. Troppo spesso sono dedite al soddisfacimento della propria
sensualit`a e dei propri vizi quali il mangiare, il bere, il fumare ed agiscono
secondo la sciocca credenza che i desideri di una donna incinta debbano comunque essere soddisfatti per evitare “voglie” nel nascituro. La donna che non
e` disposta a sacrificare questi ed altri vizi nocivi per il bene del proprio bambino,
non merita il nostro rispetto. Molte di queste madri si sentono molto orgogliose
di non prendere in considerazione le proprie necessit`a, anzi di trascurarle; si atteggiano a martiri, facendo credere che si tratti di una scelta, tra le proprie reali
necessit`a e quelle ipotetiche del bambino. Tutto questo non e` necessario in quanto
i bisogni del bambino vengono soddisfatti in maniera migliore quando lo sono anche quelli della madre. Troppi di questi “sacrifici” che le madri fanno per i propri
bambini sia prima che dopo la nascita, sono dannosi fisicamente e moralmente.
E` un dovere della futura madre quello di informarsi e di agire in conformit`a
alle regole di un vivere sano.
Le donne hanno bisogno di sani esercizi all’aria aperta, di aria pulita, di
riposo e di sonno, di bagni di sole, di essere libere da paure, ansiet`a ed altre influenze devitalizzanti. Non devono affaticarsi. Durante la gravidanza non devono essere costrette a soddisfare i desideri sessuali del marito. Ma soprattutto hanno bisogno di una giusta alimentazione. Parliamo proprio dell’argomento
che riguarda il cibo.
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 18 –

Se durante la gravidanza la donna si alimenta e vive in maniera corretta, non
solo riuscir`a a salvaguardare la propria salute ed i propri denti ed a mettere al
mondo un bambino sano, ma faciliter`a il parto e, semprech`e la donna in questione
sia di costituzione normale ed abbandoni completamente ogni abitudine nociva,
lo render`a piacevole, eliminandone i dolori.
La donna non solo deve fornire il calcio o i sali e fosfati di calcio essenziali allo
sviluppo dei denti e delle ossa nel bambino, sia prima della nascita che durante il
periodo dell’allattamento, ma deve essere in grado di fornire tutti gli altri elementi
di cui il bambino ha bisogno. Gli deve permettere di godere dei raggi di sole, e se
lei stessa non vi si espone, anche il bambino ne sar`a privato.
Sembra che i cereali, in particolar modo, producano denti difettosi specialmente quando non sono integrati da grandi quantit`a di verdure e frutta fresca. Gli
effetti di un’alimentazione carente si estendono a piu` di una sola generazione. Le cagne alimentate con una dieta che produce rachitismo faranno nascere
cuccioli predisposti a questa stessa condizione, i quali anche se alimentati per un
lungo periodo di tempo con cibo adatto, non riusciranno ad annullare la tendenza
al rachitismo. Le carenze alimentari, inoltre, aumentano la sensibilit`a dei piccoli
verso le malattie respiratorie, quali la presenza di catarro (che spesso danneggia il tratto digestivo) e la poliomielite. McCollum ha messo in evidenza come
una dieta leggermente carente, consumata per generazioni, possa diminuire la vitalit`a, predisporre all’invecchiamento precoce ed abbreviare la durata della
vita. Grant e Goettsch scoprirono che una dieta leggermente carente consumata per un lungo periodo di tempo produce condizioni patologiche mai presenti in
conseguenza di carenze alimentari assai pronunciate. Scoprirono che gli animali
giovani sono soggetti al rachitismo e lo manifestano solo quando il regime alimentare della madre e` tale da permettere la formazione di questa malattia. Essi
provarono che la dieta della madre governa in maniera totale l’aumento o
la diminuzione di resistenza agli effetti delle carenze alimentari da parte del
neonato. Si accorsero che nei casi in cui la dieta dell’animale era carente di materiale osseo, il rachitismo non si sviluppava, semprech`e si trattasse di animali nati
da madri ben nutrite. La rapidit`a e la gravit`a del modo in cui il rachitismo si sviluppa negli animali giovani, dipendono in grande misura dalle carenze nutritive
della madre durante il periodo della gravidanza.
Madri ben nutrite (il che non significa sovralimentate) mettono al mondo
bambini altrettanto ben nutriti e di conseguenza ben sviluppati. Nei risultati
di un regime alimentare inadeguato sono coinvolti non solo le ossa, i denti e gli
organi respiratori, ma ogni tessuto del corpo appare indebolito o rinforzato secondo le condizioni alimentari della madre. La nutrizione di quest’ultima nel periodo
prenatale rappresenta il reale fattore che influisce nello sviluppo del bambino.
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 19 –

Secondo gli antropologi ed i genetisti, qualcosa sta cambiando nella fertilit`a delle famiglie americane. Per questa ragione pochi nuclei familiari riescono a sopravvivere oltre la quarta generazione. La razza americana piano
piano tende a diminuire. Naturalmente vi sono delle eccezioni, ma molte famiglie sono prive di figli e molti ceppi familiari si estinguono dopo la prima o la
seconda generazione. Un uomo o una donna che, nonostante le abitudini di vita sbagliate, posseggono energia sufficiente per raggiungere “l’et`a matura”,
metteranno al mondo degli individui che non saranno in grado di ripetere le
gesta compiute dai propri genitori.
L’infertilit`a nei ratti, in altri piccoli animali e nei leoni pu`o dipendere da una
nutrizione inadeguata. Una piccola carenza in alcuni elementi essenziali della nutrizione produce o la totale incapacit`a di riprodursi, o qualche tipo di deficienza
nelle generazioni successive. Questo fatto vale anche per il mondo vegetale. La
fertilit`a di una pianta dipende dalla presenza, nella terra, degli elementi essenziali alla sua nutrizione in giusta proporzione ed in una forma assimilabile. Alcuni
esperimenti hanno dimostrato che la fertilit`a di una pianta pu`o essere aumentata, utilizzando fertilizzanti minerali adatti, fino a tre volte rispetto a quella di una
pianta cresciuta su un terreno concimato a letame o con i fertilizzanti composti da
tre elementi che si trovano oggi in commercio. Le piante concimate in maniera
idonea riescono quasi completamente a resistere agli attacchi degli insetti. Crescono pi`u rigogliose, pi`u resistenti e pi`u salde oltre a sopportare meglio delle piante
concimate, come si usava fare nel passato, i cambiamenti del tempo, le intemperie
ed i forti venti. L’uomo rientra nelle “Leggi della Natura”. Senza dubbio, gran
parte della sterilit`a delle famiglie americane e` dovuta a carenze nutritive. Gran
parte della predisposizione alle malattie ed il progressivo deterioramento fisico e
mentale osservato nel succedersi delle generazioni dipendono dalla stessa causa.
Vi sono condizioni di carenze alimentari, quali i casi avanzati di sprue per
esempio, in cui la deficienza risulta talmente seria e la resistenza del corpo ai veleni talmente inesistente che, una volta prodottasi l’infiammazione, essa tende a
persistere nel tempo. Posso affermare senza ombra di dubbio che le diete insufficienti, consumate dalle madri durante la gravidanza sono spesso le cause
di molte malattie infiammatorie persistenti, presenti nei bambini. Se la dieta
del genitore raggiunge il suo plasma germinale e quello del nascituro, non si pu`o
dubitare che raggiunga anche il plasma somatico di quest’ultimo. Dando quindi per scontato, la necessit`a di un’alimentazione appropriata prima e durante la
gravidanza, e` dovere di una madre intelligente studiare nei particolari e poi
mettere in pratica tutto ci`o che riguarda l’argomento di una dieta salutare.
Questo servir`a a migliorare se stesso tanto quanto i suoi figli e nipoti.
E` quanto meno folle mangiare smodatamente durante la gravidanza e poi ten¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 20 –

tare, dopo la nascita, di eliminare nel bambino i danni prodotti da un tale comportamento. Date al bambino un buon inizio nella vita fornendogli la migliore
alimentazione possibile. Il momento di maggiore crescita e sviluppo del cervello e dei nervi, si verifica durante il periodo prenatale e durante i primi due
anni di vita. E` questo il momento migliore per gettare le fondamenta di un
buon sistema nervoso e di un buon cervello. Si sostiene che l’intero futuro di
un individuo viene stabilito nel momento in cui esso giunge al quarto anno di
et`a, proprio come il futuro di un vitello si compie ai sei mesi di vita. Quanto e`
importante che la madre fornisca al nascituro la migliore nutrizione possibile!
Le donne non possono scaricare sui medici le loro responsabilit`a riguardo a tale argomento. Il programma medico prevede frequenti visite e frequenti
analisi delle urine, dal momento in cui si scopre lo stato di gravidanza fino al suo
termine. Questa pratica non e` molto buona per le madri, anche se si dimostra molto redditizia per il medico. Il New York World (16 ottobre, 1928) citando Chas V.
Craster, medico, direttore dell’Istituto d’Igiene di Newark, N.J., afferma: ≪Speravamo che l’aumento di consulenza ospedaliera su richiesta delle donne gravide
avrebbe ridotto il tasso di mortalit`a durante la maternit`a. Ma, con grande sorpresa,
abbiamo osservato che da quando l’ospedalizzazione e` aumentata, anche il tasso
di mortalit`a ha registrato una crescita≫. La casa e` il posto piu` sicuro dove far
nascere un bambino. Il dott. Whitredge, professore di ostetricia alla John Hopkins University, afferma: ≪I tassi di mortalit`a infantile e materna nel nostro paese
superano di un terzo quelli dei resto del mondo≫. Egli sostiene che, ≪in parte ci`o
e` dovuto agli insegnamenti e al training sbagliato a cui i nostri laureati vengono
sottoposti specialmente se lo paragoniamo a quello europeo≫. Ma in alcuni paesi
europei e sudamericani il training a cui vengono sottoposti i laureati in medicina
non e` assolutamente pari a quello americano. D’altro canto, nella maggioranza
dei paesi europei, la figura della levatrice e` molto pi`u popolare che in America.
Ed e` importante notare che in questo paese, dove si utilizzano i medici invece
delle levatrici, il tasso di mortalit`a infantile e materna e` molto piu` alto che
non nel resto del mondo.
Il servirsi sempre pi`u dei medici e dei loro metodi e trattamenti innaturali
provoca un aumento nel tasso di mortalit`a e nello sviluppo di malattie croniche.
A che servono le analisi delle urine? Riescono a scoprire i disturbi (soltanto
alcuni) solo dopo che questi sono ben sviluppati. Non possono prevenire il
formarsi delle malattie. Non possono essere un rimedio. Interessano gli effetti,
non le cause. Se le analisi delle urine riescono ad individuare il problema, vengono
subito fatte seguire delle prescrizioni di medicine ed iniezioni, ma non si pensa a
rimuovere le cause. Tutti i tipi di esami clinici possono considerarsi simili. Le
donne non dovrebbero pensare che i medici possono salvarle.

¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 21 –

Devono acquisire le conoscenze necessarie a potersi curare da sole. Devono imparare a vivere bene ed a prevenire lo sviluppo dei disturbi che i medici
pretendono di individuare per mezzo delle analisi delle urine. Il fatto che il medico
non ritenga necessario che la donna prevenga lo sviluppo dei distrubi e` testimoniato dal suo continuo insistere affinch`e questa si sottoponga a frequenti esami
ed analisi. Le donne hanno bisogno di una conoscenza approfondita e non di
quella stereotipata e poco dettagliata offerta loro dal medico generico, dagli
ospedali e dalle cliniche.
Se la donna e` sana e ben sviluppata, e se durante il periodo della gravidanza si comporta come dovrebbe, non c’`e bisogno che consulti il medico ogni due
settimane o che si sottoponga ad analisi delle urine ad intervalli frequenti, proprio
come il cervo della foresta o l’ape non ne ha bisogno. I medici controllano le urine,
controllano la pressione del sangue, controllano l’eventuale manifestarsi di emorroidi, di vene varicose e di rigonfiamenti alle gambe, di eclampsia, ecc. ma tutti
questi disturbi potrebbero essere evitati vivendo una vita normale. Vita normale
non vuol dire, comunque, una vita vissuta nella maniera convenzionale.
Le donne dovrebbero rendersi conto che la preparazione alla maternit`a
ha inizio fin dal periodo dell’infanzia! Oggi le nostre figlie vengono abituate
a tutto, fuorch`e a questo compito supremo. Il dott. Tilden osserva: ≪E` patetico
assistere ai tentativi disperati di una madre tubercolotica che cerca di fortificare
il proprio bambino il quale e` stato gi`a danneggiato in partenza≫. Egli aggiunge
inoltre; ≪Queste madri chiedono di continuo: perch`e il mio bambino non pu`o essere forte come il figlio della signora tal dei tali? Nonostante la madre gli dia poco
da mangiare e quasi lo ignori, il bambino cresce sano e vigoroso. C’`e una grande
differenza, fisicamente ed energicamente, tra i due bambini. Le attenzioni, possono far prosperare il bambino forte, ma uccidere rapidamente quello debole. Le
donne malate dovrebbero evitare di mettere al mondo dei figli; nonostante ci`o,
ne ho conosciute molte che non solo lo hanno fatto, ma che durante la gravidanza,
hanno trascurato completamente qualsiasi regola igienica. E dopo che hanno fatto
soffrire il proprio bambino fino alla morte, se la prendono con il resto del mondo
invece che con s`e stesse, per questa “disgrazia” che e` loro capitata≫.
Attraverso le membrane fetali, amnios ed allantoide, si verifica un completo
passaggio di nutrimento anche se, tra la madre ed il bambino, non c’`e passaggio
di sangue. L’embrione riceve dalla madre acqua, ossigeno e materiali nutritivi;
la madre elimina le sostanze di rifiuto dell’embrione. Dall’embrione ella riceve
anche alcuni ormoni da cui trae beneficio. Purtroppo la bellezza della composizione della placenta nei mammiferi viene spesso macchiata dallo svilupparsi, in
particolar modo nelle donne, di malattie uterine e mammarie, che in molti casi
provocano conseguenze tragiche per la vita della donna e dei bambini. Il rapporto
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 22 –

tra queste malattie e le abitudini di vita della donna e del bambino, innaturali e
nocive, dovrebbe risultare evidente agli occhi di tutti. Una volta compreso in pieno il significato del fatto che e` la donna stessa la causa delle proprie malattie,
possiamo sperare che queste diminuiscano o addirittura scompaiano per mezzo di
una igiene razionale, basata saldamente sulle leggi della vita e sui suoi principali
bisogni naturali.
Questa meravigliosa composizione non e` immune contro la “follia”. Alcuni
veleni quali il mercurio, l’alcol, la nicotina, ecc. arrivano fino al feto. I medici sono molto imprecisi quando dichiarano che le bevande alcoliche danneggiano
nella stessa misura tanto i genitori quanto il nascituro. Poich`e, secondo loro, l’alcol non e` nocivo per gli adulti, non lo e` neanche per il bambino. Questa teoria
e` falsa. Il paese e` pieno di giovani, donne e uomini, che, sulla strada dell’alcol,
si avviano verso l’inferno patologico e la morte prematura, incoraggiati in questa
follia dalla classe medica.
Nonostante i medici sappiano molto bene che alcuni farmaci passano attraverso la placenta e raggiungono il bambino, sembrano ignorare totalmente
questo fatto e credono che la cosiddetta barriera placentale sia sufficiente a proteggere il bambino. L’olocausto provocato dalla talidomide ha infine messo in
discussione le loro certezze. E` risaputo come molti farmaci possano causare la
nascita di bambini con malformazioni e difetti, come molti bambini possano
nascere alcolizzati, tossicodipendenti o possano addirittura morire “in utero”
in seguito ad assunzione di farmaci da parte della madre. I medici sostengono
che il fumo non nuoce al bambino. Ma come possono affermarlo? Nuoce alla
madre. Pu`o essere il bambino talmente al sicuro nel suo ambiente che i fattori che
danneggiano la salute della madre non lo raggiungono? Non sia mai detto! In natura non esistono compartimenti stagni. Il tabacco, infatti, danneggia seriamente
il bambino. Perch`e i medici incoraggiano le madri a fumare e a bere? Curano
forse gli interessi di chi produce alcol e sigarette o pensano solo ad aumentare i
propri profitti? Qualunque sia la risposta a questa domanda, non vi sono dubbi
sul fatto che la professione medica rappresenti l’influenza pi`u immorale che esiste
oggi al mondo. Essa approva, perdona ed incoraggia la sensualit`a ed il vizio, di
qualsiasi genere questi possano essere.
I medici si preoccupano di difendere e giustificare i vizi nocivi, comuni
a loro e ad altre persone, quali il tabacco, l’alcol, il caff`e, il t`e. La professione medica non si schiera mai fermamente dalla parte delle sane abitudini
di vita n`e mai sostiene alti valori di salute. Considera “normale” il deplorevole stato dell’umanit`a quale appare oggigiorno, respinge ogni tentativo di
stabilire standards migliori per quello che riguarda la vita e la salute e incoraggia
le abitudini dannose. Questo e` solo un aspetto che dimostra come la professione
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 23 –

medica rappresenti l’influenza pi`u degradante nella vita dell’uomo contemporaneo. Il suo offrire vaccini e farmaci come “cure” per queste situazioni e` altrettanto
degradante.

2.1 LE IMPRESSIONI DI UNA MADRE
Questo capitolo non sarebbe completo se non si accennasse anche alla quasi universale e molto antica credenza che una madre pu`o “marcare” il proprio figlio.
Molte madri vivono il periodo di gravidanza in uno stato di angoscia costante
a causa delle numerose storie sulle impressioni materne che si sentono ovunque. La gente sembra provare piacere nel raccontare storie inventate riguardanti i
terribili risultati che si sono manifestati, durante la gravidanza, in seguito a visioni
angoscianti. Ascolta con attenzione ogni storia e poi la ingigantisce come si fa in
genere. Ognuno cerca di colpire gli altri con queste storie terrificanti. Vi sono
libri in cui molti capitoli sono dedicati appunto alle impressioni delle madri con
“esempi” su questo argomento. Non mi meraviglio che la gente prenda sul serio
queste cose. Non posso biasimarli. Nonostante ci`o, io e quelli che conoscono
l’argomento sappiamo che tutto questo e` falso e ridicolo. Nella storia non esiste
alcun caso reale di una madre che abbia marcato il proprio figlio. Il fatto che non
vi siano prove che dimostrano l’esistenza di casi di questo genere e` perch`e essi
non esistono. L’unica ragione per cui l’argomento viene discusso in questa sede e`
per rassicurare quelle donne che ancora credono nella leggenda e ne hanno paura.
Che cosa sono le “impressioni materne”? Secondo la credenza popolare un’impressione materna e` l’impressione esercitata dallo stato mentale della madre
sul corpo e la mente del bambino. Si sostiene che pensando intensamente alla
musica, all’arte, alla guerra, ecc., una madre possa rendere il proprio figlio un
grande musicista, un artista o un famoso generale. Ci dicono che Napoleone fu
reso quel gran capo militare che e` stato dalla madre, prima che lo mettesse al mondo. Si dice che prima che egli nascesse, la madre abbia accompagnato il marito in
alcune spedizioni militari. Si dice anche che ella abbia vissuto con piacere gli orrori della guerra. Questa teoria e` molto antica. Viene menzionata nella Bibbia. Gli
Spartani, credendo che ogni influenza negativa, a cui una madre venisse sottoposta
durante la gravidanza provocasse effetti disastrosi sul bambino, la circondavano
di statue, disegni e rappresentazioni artistiche raffiguranti la forza. Per secoli ci
hanno detto che le madri greche mettevano al mondo geni artistici contemplando
per ore, durante la gestazione, le meravigliose statue e scene che decoravano i
templi greci. Albert Edward Wiggam, riguardo a questo argomento, molto pertinentemente si chiede: ≪Le madri degli scultori e degli artisti che crearono quelle

¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 24 –

opere d’arte, che cosa avevano contemplato?≫. Viene asserito che la morale ed il
carattere del bambino possano essere predeterminati dallo stato mentale della madre durante il periodo della gravidanza; che le sue abitudini future possano essere
prestabilite. Dipenderebbe dalla nostra volont`a mettere al mondo un ladro o un
santo. Si dice che la madre di Dante, pochi attimi prima della nascita dell’illustre
figlio abbia avuto una meravigliosa visione. Forse, per`o, si parla di pi`u dei “segni” fisici nei bambini che non delle altre forme di “impressioni materne”, e quasi
sempre questi segni sono rappresentati da malformazioni e difetti. Da queste storie sembrerebbe che il bambino sia quasi completamente alla merc`e di sua madre
durante i primi mesi della sua esistenza.
Tornando ai tempi di Giacobbe, nella Genesi (XXX, 29-43), si legge che egli
abbia influenzato i colori e le macchie del suo bestiame ponendo delle ‘scale di
legno’ ed altre cose davanti agli animali. Troviamo qui un riscontro delle impressioni materne. Ma quello che e` successo al bestiame di Giacobbe non e` mai
successo a nessun altro. L’esperimento di Giacobbe e` stato ripetuto centinaia di
volte nelle stazioni sperimentali agricole americane e non si sono mai ripetuti gli
stessi risultati.
Viene sostenuto che ogni bellezza fisica desiderata, ogni qualit`a geniale, tutte
le disposizioni morali e le tendenze spirituali possono essere conferite dalla madre al proprio figlio. Ecco un esempio di M.me Louise Mason tratto dall’Arena.
Quando la signora Mason venne a conoscenza del fatto che i propri figli potevano
essere “marcati”, decise di marcare il suo nel migliore dei modi possibile. Ella
racconta: ≪Sedevo da sola nella mia stanza, contemplando scene piacevoli, e, in
una pacifica predisposizione mentale perfettamente passiva, desideravo che il mio
bambino fosse una femmina; che fosse magra, che avesse capelli castani ed occhi
bellissimi; che diventasse una musicista, una cantante e che avesse successo in
qualsiasi cosa facesse; che fosse migliore di tutti quelli che conoscevo. Ecco il risultato: una bella donna nella mente e nel corpo, con capelli castani, fisico magro
ed una voce fenomenale da contralto; e` una filosofa, una studiosa di Delsarte, di
astronomia ed astrologia, ed ha successo negli studi; e` una buona parlatrice ed ha
un carattere amabile≫.
Quando le madri cominciano a desiderare un sesso per il bambino che deve
nascere, o a desiderare il colore dei capelli pensano di poter svolgere un lavoro
di creazione. Rivolgo quest’affermazione soprattutto a coloro che non conoscono
i meccanismi dell’ereditariet`a; il colore dei capelli, la costituzione ed il colore
degli occhi vengono determinati nel plasma germinale. La disposizione mentale
della madre non ha niente a che fare con questi elmenti. Wiggam commenta:
≪Se la madre potesse creare dei caratteri meravigliosi nei propri figli, rendendoli
artisti, geni, musicisti, santi, ecc., allora, anche i desideri di un mendicante
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 25 –

dovrebbero avverarsi≫.
Un caso di malformazione fisica che ho trovato in uno di questi libri e` quello
di un bambino nato privo di dita ad una mano. La spiegazione a ci`o era che nei
primi mesi della gravidanza, la madre fu avvicinata da un mendicante il quale
chiedendo l’elemosina “nel nome di Dio, sollev`o la mano mostrandola priva delle
dita”. L’arto deformato del bambino era lo stesso di quello del mendicante “ed
alla madre sembrava che ricordasse in tutto e per tutto quello del mendicante”.
Una donna incinta fu molto preoccupata quando il marito torn`o a casa con la
faccia gonfia a causa di un colpo di freddo. Ella “mise al mondo una bambina
con un rigonfiamento rosso sullo stesso lato della faccia”. Un’altra donna incinta
durante un temporale si spavent`o a causa di un fulmine improvviso. “Il suo bambino sulla fronte presenta una striatura a zig-zag che si pensa sia stata provocata
dalla paura”. Una donna mentre visitava una fiera di paese not`o un bambino di
circa quattro anni che indossava una maschera da vecchio. A quella visione prov`o
un senso di “repulsione” ma decise di essere forte e non marcare il bambino che
aspettava. Nonostante la sua determinazione, quando il bambino nacque, di sette
mesi, “presentava una testa incredibilmente grande e aveva le sembianze di un
uomo anziano”. Lo “studioso” indica questo caso in cui la donna si era sforzata
con la volont`a di non marcare il bambino; la domanda di Wiggam e` allora: ≪se la
volont`a della madre e` abbastanza potente da produrre le cosiddette voglie, perch`e
non le pu`o anche prevenire?≫.
Un altro caso curioso e` quello di una donna che, mentre coltivava il giardino,
rimase colpita da un cetriolo doppio che le capit`o tra le mani. Si convinse che
era destinata a mettere al mondo una coppia di gemelli, invece il bambino che le
nacque possedeva solo le dita dei piedi doppie. Se le impressioni materne possono
creare dita, distruggerle, perch`e non possono anche creare teste o “scalpi”? Non
vi sono casi di bambini nati senza testa solo perch`e la madre aveva assistito ad una
decapitazione. Le donne americane del passato hanno assistito a molte scene in
cui gli Indiani asportavano lo scalpo di altri uomini, eppure nessuno dei loro bambini e` nato senza il cuoio capelluto. Un caso molto triste di cui ho sentito parlare
qualche anno fa, e` quello di una donna che durante la gravidanza fu spaventata da
una talpa. Alla nascita il bambino non possedeva braccia e mani. All’attaccatura
delle braccia, alle spalle, possedeva delle piccole “spatole” che ricordavano quelle di una talpa. Nonostante ci`o non ho mai sentito parlare di bambini nati con il
corpo di un elefante o il collo di una giraffa.
Durante la prima guerra mondiale, in Francia e Belgio, le scorribande di Zeppelin erano all’ordine del giorno e le donne incinte erano spesso testimoni di terribili delitti, tuttavia non si hanno testimonianze di bambini nati con segni particolari. Le autorit`a francesi che controllavano le nascite a Parigi, riportano che nel
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 26 –

1918, l’anno pi`u terribile di quella guerra, i bambini che nascevano erano pi`u sani
e pi`u grassi del solito.
Si sostiene che se una donna che aspetta un bambino viene spaventata e si
tocca in alcune parti del corpo, sulle parti corrispondenti del corpo del bambino
appariranno dei segni. Molte madri hanno paura di scacciare una mosca o un
insetto dal viso per paura che un segno a forma di insetto appaia sul viso del
bambino. E` una delle teorie pi`u ridicole, ma riesce a turbare la pace mentale di
molte donne incinte.
Esiste un’altra credenza popolare riguardo a questo argomento ed e` quella
che se una donna desidera intensamente qualcosa che non pu`o ottenere, questa
voglia apparir`a sul bambino. Questa credenza viene spesso usata come scusa per
eccedere nei peccati di gola. Nonostante non abbia mai sentito questo tipo di storie
nel sud, Wiggam racconta che ≪nel sud una donna di colore che mette al mondo un
bambino bianco spesso giustifica tale fatto con un suo intenso desiderio di neve≫.
Si vedono spesso donne di colore con bambini bianchi ma noi lo spieghiamo in
una maniera pi`u semplice. Nonostante i principi e le tradizioni del sud, e` difficile
che qui nascano bambini da donne vergini, cos`ı quando vediamo un bambino
bianco immaginiamo la presenza di un antenato bianco.
Le “voglie”, tuttavia, sono relativamente rare, e ad una madre che teme di
“marcare” il proprio bambino sembra di dover vedere cose orribili ogni giorno.
Bambini ed adulti malformati la circondano continuamente. E` impossibile per
qualsiasi donna vivere i nove mesi di gravidanza senza vedere alcunch`e di impressionante. Se queste credenze fossero vere, i nostri bambini sarebbero le vittime,
senza speranza, del caso e nessun bambino nascerebbe mai normale. A dispetto
di ci`o molte donne dal carattere impressionabile, testimoni di incidenti terribili,
mettono al mondo bambini normali. Consideriamo brevemente alcuni fatti.
Primo i bambini non vengono prodotti dalle cellule del corpo dei genitori. Vengono prodotti, infatti, dal plasma germinale della famiglia, rappresentato
dalle cellule germinali: le cellule uovo e gli spermatozoi. Queste non fanno
parte del corpo dei genitori, sono solo racchiuse in essi. Furono trasferite
ai genitori dai propri genitori, i quali a loro volta le ricevettero dai propri
genitori e cos`ı fino ad arrivare ad Adamo ed Eva o a chiunque inizi`o tutto
quanto. I caratteri ereditari non vengono conferiti dai genitori. Queste cellule ricevono dai genitori solo una sistemazione per continuare a vivere, ma
sono completamente separate nell’organizzazione. Anche se vivono dentro
di essi non sono parte del corpo dei genitori e non sono prodotte dal corpo
o dalle cellule del corpo di questi. Dio crea le cellule germinali e conferisce

¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 27 –

loro le caratteristiche ereditarie. Egli non lascia a noi il compito di creare, in
quanto se lo facesse rovineremmo tutto in una settimana. E questo e` tutto.
Una volta incontrai due sorelle che venivano da Cuba. Una era di carnagione bianca simile ad un giglio, con occhi blu e capelli biondi; l’altra di pelle
scura, con occhi castani e capelli nero corvino. In queste due sorelle non vi
erano dubbi sulla questione dei “segni”. Il padre era bianco, la madre indiana; in un caso avevano predominato le caratteristiche bianche; nell’altro
quelle indiane. Quando, come accade occasionalmente, nasce un bambino
con un occhio scuro ed uno chiaro, non si tratta di un caso di “voglie”, ma
di ereditariet`a mista.
Secondo non esiste un legame nervoso tra la madre ed il bambino. Dal momento del concepimento il bambino e` un essere indipendente verso il quale e`
anatomicamente impossibile che la madre indirizzi impressioni o impulsi
mentali o nervosi. Oggi e` abbastanza comune tra i sostenitori di tali idee,
attribuire le “voglie” alla “telepatia”. Cos`ı facendo si colloca il problema
nell’ambito delle scienze occulte togliendolo da quello biologico. Non esistono prove per sostenere la tesi della telepatia e non vi sono ragioni per
credere, pur ammettendolo possibile tra due menti che si sforzano e che si
sono sottoposte a lunghi allenamenti, che questa comunicazione telepatica sia creativa e possa produrre i capelli rossi o le braccia somiglianti alle
spatole di una talpa. Wiggam osserva giustamente che se fosse possibile influenzare telepaticamente il bambino, sia il padre sia qualsiasi altra persona
potrebbero farlo, e l’influenza telepatica non cesserebbe al momento della
nascita. Una madre che si spaventa alla vista di un uomo senza un braccio
dovrebbe provocare nel suo bambino, anche se di tre anni, la perdita del
braccio.
Un bambino non ancora nato e` esterno al corpo della madre tanto quanto un
pulcino nell’uovo e` esterno alla gallina. L’utero non e` niente di pi`u di una
cavit`a nel corpo della donna, come la bocca, ed il bambino nel corpo della
madre non e` niente di pi`u di un qualcosa racchiuso in bocca. Pu`o pensare
al suo bambino come una gallina potrebbe pensare ai pulcini racchiusi nelle
uova che sta covando. Sono d’accordo con Wiggam quando afferma: ≪Non
vi rendete conto che se il Buon Signore avesse permesso che il bambino
nel grembo materno venisse anche remotamente sfiorato da tali influenze
contradditorie (le influenze telepatiche del padre, della madre e del resto
del mondo) sin dal momento del concepimento egli non sarebbe altro che
un insieme grottesco di assurdit`a?≫
Terzo non esiste uno scambio di sangue tra la madre ed il bambino. Il bambino
possiede sangue e circolazioni propri. Il bambino dipende dalla madre solo
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 28 –

per quello che riguarda l’ossigeno e l’alimentazione. Tali elementi vengono
estratti per mezzo dei meravigliosi processi di interscambio che avvengono
nella placenta. La madre trasferisce nel figlio il nutrimento e non le influenze mentali o nervose. La natura ha fatto s`ı che il bambino fosse protetto
contro i “segni” provocati dalle impressioni mentali, disponendo in modo
tale che non esiste un legame nervoso e sanguigno tra la madre ed il bambino. Il sangue della madre non si trasferisce nel feto perch`e non passa
attraverso la placenta. La placenta agisce da filtro attraverso le membrane
che trasferiscono il nutrimento necessario, tutto ci`o che potrebbe danneggiare il bambino viene bloccato fuori. Alcuni veleni tuttavia, passano e
infatti raggiungono il bambino; ma nel complesso il bambino e` abbastanza
protetto dalle sostanze nocive e persino la violenza fisica lo raggiunge solo
raramente. (Incidenti ferroviari, stradali, rumori improvvisi, shock, ecc.).
Una persona che sostiene la teoria delle ‘impressioni materne’ afferma che
≪esiste un continuo scambio tra il corpo del bambino e quello della madre≫ e che ≪pertanto la madre, come e` gi`a stato dimostrato, pu`o trasmettere
attraverso il suo sangue alcune caratteristiche mentali e fisiche≫; tutte le
impressioni nervose che hanno prodotto un’alterazione temporanea o permanente del carattere vengono comunicate al bambino per mezzo della circolazione sanguigna della madre. Se questo implicasse soltanto delle alterazioni nutritive, questa persona sarebbe nel giusto; altrimenti, non esistono
prove che confermino le sue dichiarazioni.
Quarto lo sviluppo del bambino viene determinato in maniera definitiva durante
le prime sei settimane della gravidanza e non pu`o venire alterato successivamente. Al termine della sesta settimana il feto e` praticamente un essere
umano completo. Nella maggioranza dei casi le “impressioni avvengono
dopo questo periodo quando gi`a non e` pi`u possibile trasformare le braccia
e le mani in spatole alla maniera di una talpa, o non e` pi`u possibile formare
dita dei piedi doppie. Difetti e malformazioni nello sviluppo si verificano durante le prime sei settimane ed in genere durante le prime due o tre
settimane successive al concepimento.
Come possiamo allora spiegare le voglie che ogni tanto ci capita di notare?
Dobbiamo ammettere che non tutte possono trovare una spiegazione. Alcune sono il risultato di fattori ereditari, altre di “incidenti”. Qualunque sia il
segno o la voglia, si cerca sempre un qualcosa a cui lo si possa attribuire,
ma spesso e` solo una coincidenza. Gli incidenti che accadono prima della
nascita sono relativamente rari, infatti in quel momento la maggioranza dei
bambini e` normale.
Pu`o accadere che il bambino si avvolga al cordone ombelicale e la circola¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 29 –

zione in alcune parti del corpo ne soffra. A causa di ci`o, lo sviluppo di un
braccio o di una gamba pu`o risultare danneggiato.
La mancanza di sufficiente liquido amniotico pu`o provocare una pressione
sul bambino e ledere lo sviluppo di alcune sue parti. In genere, un ripiegamento nell’utero, che impedisce al sangue di circolare, e` la causa pi`u
comune dell’assenza di mani o piedi. In quel caso, il bambino non ha mai
posseduto la mano o il piede. Un piede o una mano storta possono essere causati da una piega nell’utero o dalla maniera in cui il bambino viene
aiutato ad uscire dal corpo della madre. Un bambino di nove mesi che nasce senza mani non e` tale perch`e la madre un mese prima aveva assistito alla
scena di un cavallo che perdeva le zampe anteriori. I veleni possono alterare
in maniera dannosa lo sviluppo.
Cibi alterati, cattive condizioni di salute della madre, ecc., tendono semplicemente a produrre nel bambino una condizione di vitalit`a e resistenza inferiori
rispetto al normale. La natura del bambino dipende dall’ereditariet`a delle sue cellule germinali. Un difetto nella cellula germinale all’inizio, si manifester`a in un
difetto nel bambino.
Una volta nacque un bambino con un occhio di “colore grigio-blu” e l’altro
“marcato dal colore e dal fuoco degli occhi di uno spagnolo” che la madre incontrava quasi ogni giorno durante il periodo della gravidanza. ≪Egli appariva
all’improvviso e sempre col suo sguardo tenebroso e passionale≫. In apparenza,
questo sembr`o un caso evidente di impressione materna in quanto i genitori del
bambino non presentavano tale caratteristica nello sguardo. Tuttavia, uno studio
pi`u approfondito rivel`o che i genitori della madre del bambino avevano gli stessi
suoi occhi. Era un altro caso di ereditariet`a.
Il sig. Wiggam ha studiato migliaia di casi di presunte “voglie” o di segni,
ma fino ad ora dice di non averne riscontrato neanche uno che sia tale. Il dott.
Erasmus Darwin, nonno di Chas chiese a 11.000 donne ricoverate in un reparto
maternit`a quali pensavano fossero le voglie che si sarebbero presentate sul proprio
bambino ed in quale parte del corpo si sarebbero manifestate. Si segn`o tutte le
risposte. I bambini, al momento della nascita, non presentarono alcuna voglia, e
nei pochi casi in cui appariva un segno, questo non si trovava nella parte del corpo
che la madre aveva previsto.
Le “voglie” vengono attribuite a cause immaginarie nello stesso modo in cui
si crede che una mucca bianca, vista al buio, sia un fantasma. L’immaginazione
gioca un grosso ruolo a tale riguardo. Una voglia comune e` rappresentata da una
bolla rossa o dal tumore di una vena provocati da un allargamento dei capillari in
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 30 –

una particolare zona del corpo. L’immaginazione ci fa pensare che tale macchia
rossa sia una “voglia” di fragola o qualche altra cosa dello stesso colore.
Le donne che aspettano un bambino dovrebbero ricordare che gli incidenti prima della nascita sono molto rari, che le leggi naturali ed il meccanismo che Dio
ha preparato per la protezione del bambino, affinch`e all’inizio della vita possa godere del meglio che la natura pu`o offrirgli, possono senz’altro garantire il meglio
al bambino. Non importa quanti possano tentare di dimostrare la validit`a delle
“voglie”, non dovete ascoltarli e non dovete permettere che tali fatti disturbino la
vostra quiete. Il vostro stato mentale pu`o danneggiare il bambino solo se quello
nutritivo risulta alterato perch´e in tale maniera non si permetterebbe al bambino
di ottenere il giusto nutrimento. Si pu`o aiutare il nascituro solo migliorando le
condizioni di salute e adottando un regime alimentare sano.

¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

Capitolo 3
LA DIETA DELLA MADRE
A scopi pratici, il periodo della gravidanza, durante il quale la donna fornisce
il nutrimento all’embrione direttamente attraverso il flusso sanguigno, e quello
dell’allattamento, durante il quale fornisce il nutrimento al bambino attraverso il
seno, vengono considerati identici per ci`o che riguarda i bisogni nutritivi della
` letteralmente vero che la donna che aspetta un bambino o che allatmadre. E
ta deve mangiare “per due”; ma le donne che seguono questo principio nella
maniera piu` comune e cio`e mangiando per quattro o sei persone, ingrassano, manifestano dolori allo stomaco, rigonfiamenti alle gambe, vene varicose,
bruciore ai reni, utero ingrossato, catarro e spostamenti uterini, fibroma, difficolt`a nel parto e, successivamente, cancro. Invece di riempirsi con grandi
quantit`a di cibo in maniera pi`u o meno sconsiderata, le madri dovrebbero alimentarsi in modo da produrre e mantenere un ottimo stato di salute. Tutto questo
oltre ad assicurare una gravidanza e un parto pi`u facili, garantirebbe abbondanza
di latte sano al bambino.
Durante la sua vita intra-uterina, il feto trae sostentamento dal sangue della
madre. Dopo la nascita, in genere, ottiene il suo nutrimento dal latte che riceve
dal seno materno. Il latte e` una secrezione reale, essendo il prodotto dell’attivit`a
cellulare degli alveoli delle ghiandole mammarie. La sua produzione non richiede
un grosso dispendio di energie, ma utilizza molte scorte alimentari della donna.
Sfortunatamente per la madre, se la dieta non contiene gli elementi nutritivi
necessari all’embrione o al feto o al bambino che allatta, la natura chiama in
causa i suoi tessuti per supplire alle carenze alimentari al fine di nutrire nella
maniera piu` appropriata possibile il nuovo essere. Ecco perch`e in questi due
periodi il regime alimentare risulta adatto, ma si verifica ugualmente un impoverimento dei tessuti della madre. Non e` raro osservare come una donna che abbia
appena interrotto di allattare il proprio figlio ingrassi immediatamente. Una gatta,
– 31 –

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 32 –

mentre svezza i gattini, perde peso e dimagrisce anche se i suoi pasti rimangono
abbondanti. (In questo caso, a differenza degli esseri umani, la madre deve allattare contemporaneamente pi`u creature). Ingrasser`a di nuovo al momento in cui
sar`a pronta per una nuova gravidanza. I suoi tessuti vengono utilizzati per nutrire
i suoi piccoli.
E` stato giustamente dichiarato che il cibo e` “una condizione essenziale per la
vita e per la salute”, pertanto, rappresenta “un mezzo per controllare sia la salute
che la vita”. Non discuteremo in questa sede l’alimentazione dell’embrione in
relazione al futuro sviluppo e benessere del bambino, ma non tralasceremo di sottolineare come essa rappresenti un fattore di massima importanza a tale riguardo.
La madre, pertanto, e` in gran parte responsabile del futuro del proprio figlio.
Pu`o facilitare o annullare la sua vita prima che egli nasca.
Le “autorit`a” mediche tendono ad enfatizzare il ruolo delle proteine, del
calcio, del ferro, delle vitamine C e D nella dieta della madre. Non ripeteremo
mai abbastanza che le scuole di medicina non insegnano la dietologia e che
i medici in genere sono completamente ignoranti riguardo a tale argomento.
Il medico che fornisce consigli dietetici e` alla stessa stregua di un profano che
prescrive medicine. Entrambi tentano di svolgere un compito verso il quale non
sono qualificati. Sono dei ciarlatani della peggiore specie. Il fatto ovvio e` che
durante i periodi della gravidanza e dell’allattamento sono importanti tutti i fattori
nutritivi essenziali, e la dieta dovrebbe essere tale da produrre le giuste quantit`a di
tutti i fattori alimentari nutritivi e complementari.
Ma nella nostra ignoranza abbiamo esagerato l’importanza delle proteine nella dieta, ed abbiamo raddoppiato o persino triplicato la quantit`a che
ne sarebbe necessaria, esaltando l’importanza dei cibi ricchi di proteine. In particolar modo abbiamo evidenziato l’importanza della carne magra. Una donna
incinta o che allatti giornalmente ha bisogno di poche piu` proteine rispetto
ad una donna che non si trovi in queste condizioni. Tuttavia se consideriamo il
fatto che una donna di “abitudini moderate” in media consuma regolarmente da due a tre volte la quantit`a di proteine di cui ha bisogno, ci accorgiamo
che ogni aumento sproporzionato nella quantit`a di proteine da consumare, dovuto
all’aggiunta di cibi quali carne, uova, formaggio, risulter`a dannoso.
Un lieve aumento nei bisogni proteici ed in quelli di alto valore biologico e`
essenziale ai fini della riproduzione. Ma un tale aumento non e` necessario se
la quantit`a consumata abitualmente costituisce gi`a un eccesso. Noci, nocciole,
avocado, germogli di soia, semi di girasole e verdure fresce forniranno ad
una donna vegetariana ed alla sua creatura proteine ad alto valore biologico.
Bircher-Benner sostiene che ≪la sostanza proteica delle piante verdi e` di grande
valore, ed e` persino migliore della proteina del latte per integrare le imperfette
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 33 –

proteine dei semi (quali il grano, i fagioli, le lenticchie, i piselli)≫. Egli sottolinea
il fatto che ≪l’equilibrio tra gli elementi nutritivi viene disturbato dal consumo
eccessivo di carne. . . ≫
Quindi, il continuo insistere dei medici sul consumo di alimenti a base di
carne, e` visto come uno sbaglio serio che provoca molti disturbi. E` stato dimostrato che e` impossibile allevare dei cuccioli di leone con una dieta solo a base
di carne fresca e di ossa, in quanto mancano almeno tre minerali e tre vitamine. E`
significativo il fatto che si possono allevare dei giovani leoni in cattivit`a solo con
una dieta a base di piccoli animali interi. Essi hanno bisogno dell’intero animale e
non solo di grasso e di muscoli. Gli indolenti Eschimesi, spinti all’azione solo dall’impulso della fame, si alimentano con l’animale intero, crudo. La carne magra
non costituisce un alimento ‘completo’ e da sola non pu`o permettere la crescita,
lo sviluppo e la vita. E` solo un frammento dell’animale, una parte del tutto che
svolge compiti particolari e che pu`o soddisfare solo aspetti particolari.
Le uova consigliate spesso nella dieta delle madri e dei bambini provocano la putrefazione intestinale e sono poco adatte alla nutrizione degli esseri
umani. La frequenza con cui si manifestano i cosiddetti fenomeni allergici in
seguito al consumo di uova, dimostra il fatto che non possono essere considerate
un cibo adatto all’uomo. Quando alcuni equipaggi che dovevano partecipare ad
una gara nautica durante l’allenamento tentarono di nutrirsi solo a base di uova,
dovettero consumarne a dozzine ogni giorno. Le uova, come alimento nutritivo,
si dimostrarono inferiori alle banane.
Il latte, come alimento nutritivo, e` sicuramente migliore della carne o delle uova, ma il latte di oggi, pastorizzato, omogeneizzato, scremato, prodotto da
vacche male alimentate e vaccinate e prodotto troppo spesso in condizioni poco
igieniche, e` carente delle sostanze necessarie all’alimentazione dell’uomo.
I grassi animali, ad eccezione del burro e della panna, sono molto meno digeribili dei grassi vegetali, di quelli della frutta e delle noci ed in pi`u contengono
anche scarti animali. In questi ultimi anni si e` molto parlato e scritto sulla maniera
in cui il DDT risulta presente nel grasso dell’animale. Questo si verifica al fine
di impedire che tale sotanza passi nella circolazione sanguigna, dove molto difficilmente potrebbe essere eliminata. Poi, quando la vacca dimagrisce, il DDT dal
grasso si riversa nel latte. Un simile accumulo di altri veleni e sostanze di rifiuto
nel grasso avviene quando questi superano la capacit`a di eliminazione dell’animale. Si dovrebbe evitare il consumo dei grassi animali. Ma con questo non intendo
consigliare l’uso della margarina in sostituzione del burro. La margarina e` un
grasso raffinato di varia origine, con aggiunta di ‘vitamine sintetiche’ a carattere
tossico, di conservanti affinch`e non diventi rancida. Esiste una grande variet`a di
oli gustosi e genuini: l’olio di oliva, di soia, di semi di girasole, di noccioline e di
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 34 –

avocado, ecc., che potrebbero fornire la piccola quantit`a di grasso necessaria,
senza dover ricorrere alla margarina.
L’abitudine di somministrare pillole di calcio, di ferro, di fosforo, ed altri
minerali o farmaci di tale natura alle madri ed ai bambini, e` molto dannosa.
Pur somministrando ai leoni dello zoo di Londra un’acqua ricca di sali di calcio, non si riusc`ı a fornire a questi animali lo stesso apporto di materiali nutritivi
che traggono dalle ossa. Fu necessario aggiungere all’alimentazione anche delle
ossa. La nutrizione e` stata descritta come uno scambio di sostanze provenienti
dalla terra, il che e` vero solo in parte, in quanto non si menziona il carbonio e l’azoto che derivano dall’aria e dall’acqua. Ricordando ci`o, e` necessario mettere in
evidenza che, nel caso dell’animale, la nutrizione dipende dalle sostanze elaborate
dalle piante. L’animale non pu`o ricorrere direttamente alla terra per trarre il suo
nutrimento. I medici ed i chimici che tentano di scavalcare il mondo vegetale somministrando carbonio, azoto, calcio, ferro, magnesio, rame, iodio, arsenico, ecc.
sotto forma di composti inorganici, compiono un grave sbaglio: non forniscono al
corpo il nutrimento, ma introducono in esso delle sostanze velenose.
A volte i biochimici dichiarano come “fatto recentemente scoperto” che “i sali trovati nelle cellule dei tessuti viventi sono assai diversi dai campioni usati in
laboratorio”. Il prof. Sherman afferma: ≪non e` conforme con l’uso comune che
si fa della chimica e della mineralogia, considerare gli ‘elementi minerali’ come
‘minerali’ quando questi elementi possono essere presenti in parte come composti
organici≫. Dopo aver sottolineato che gli animali ≪non sono in grado di sintetizzare i composti organici di fosforo nella maniera in cui dovrebbero≫, Berg sostiene:
≪e
` essenziale, pertanto, che il bisogno corporeo di fosforo in combinazione organica sia giornalmente soddisfatto≫. Non dovrebbe essere necessario aggiungere
che l’unica fonte dalla quale questo bisogno di fosforo in combinazione organica viene soddisfatto a dovere, e` rappresentata dai cibi naturali. I miscugli
artificiali preparati dai chimici non sono sufficienti, anzi risultano dannosi.
Il fatto che un minerale venga assorbito dal tratto digestivo, non garantisce
che verr`a utilizzato per la costruzione di tessuti. Al contrario, e` risaputo che i sali
organici vengono espulsi dal corpo rapidamente; o, per quelli che non consentono
l’eliminazione immediata, si verifica un loro accumulo nei tessuti e nelle cavit`a
per evitare che entrino in circolazione. Un caso molto comune e` rappresentato
dall’accumulo di sale da cucina (cloruro di sodio) nei tessuti sottocutanei, in` anche risaputo che il ferro, lo iodio,
sieme a notevoli quantit`a di acqua. E
l’arsenico, il fosforo, sono sostanze velenose e producono diversi disturbi.
Tutte le sostanze non utilizzabili, anche se sotto altre forme costituiscono degli
elementi essenziali del corpo, sono veleni. Il carattere tossico delle “vitamine”
sintetiche viene riconosciuto anche da quelli che le consumano con regolarit`a. Il
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 35 –

valore reale delle due vitamine che “arricchiscono” la farina bianca fu rivelato da
alcune prove condotte da Agnes Fay Morgan un’esperta ricercatrice in campo alimentare presso l’Universit`a della California e riportato nella rivista Science (93,
261, 264, 1941). Gli animali alimentati con una dieta “arricchita” morirono, e
quelli alimentati con una dieta “impoverita” divennero storpi. Essi in poco tempo
persero vitalit`a ed invecchiarono proprio a causa dell’arricchimento artificiale. Il
dott. Morgan avverte che questo tipo d falso “arricchimento” pu`o “provocare un
peggioramento del disturbo originale”. Anche se le “vitamine” sintetiche avessero
qualche valore, cosa che non hanno, aggiungerle alla farina bianca non basterebbe
a ricreare i sali minerali, il 75 percento dei quali viene eliminato dal processo di
macinatura. La farina bianca rimarrebbe un prodotto estremamente innaturale.
Nessuna dieta artificiale, del tipo che la maggioranza degli americani segue
regolarmente, “arricchita” con sali e “vitamine” provenienti dal laboratorio, pu`o
fornire un’adeguata nutrizione alle madri e ai bambini e a qualsiasi altro individuo. E` importante consumare alimenti naturali, quegli alimenti, cio`e, che non
sono stati trattati, impacchettati, imbottigliati e privati di gran parte dei loro elementi nutritivi. Gli elementi denaturati, demineralizzati, devitaminizzati, colorati,
conservati, sofisticati ed ossidati sono altamente nocivi per la nutrizione.
Mai come nell’era moderna, forse, l’uomo si e` distaccato dalla natura. Gli
ultimi centotrenta anni hanno rappresentato l’era del boom del progresso meccanico e dell’industrializzazione, dello sviluppo delle grandi citt`a e dell’abbandono
della terra da parte del consumo, cosicch`e oggi, per usare la definizione di McCollum, la dieta delle nazioni civili e` del tipo che ≪nella storia, nessuna razza ha mai
tentato di sopravvivere con un simile regime alimentare≫. I processi di sofisticazione e denaturazione degli alimenti portano, secondo lui, ≪ad un esperimento
che coinvolge nazioni intere≫. Oggi gli effetti disastrosi provocati dagli alimenti
consumati appaiono talmente evidenti, che persino gli scienziati “ortodossi” sono
in grado di riconoscerli, sebbene un centinaio di anni fa solo pochi igienisti siano
stati capaci di prevederli.
La dieta comune degli americani, (a base di pane bianco ed altri prodotti derivati dalla farina bianca, di riso bianco e di altri cereali denaturati, di pane di
mais demineralizzato e degerminato, di zucchero bianco, di frutta secca solforata ed inscatolata, di verdure confezionate, di alimenti a base di carne conservate
e con additivi, di latte pastorizzato, di sciroppi solforati, di cetrioli in salamoia,
di conservanti, di dolci, caramelle, torte, bevande analcoliche gassate, e priva di
frutta e verdure fresche), non pu`o produrre dei fisici forti e sani, con vista ed udito
normali, e non permette ad una madre di produrre un latte nutriente per il proprio
bambino. Bisogna ritornare ad un’alimentazione naturale, non solo per le madri e
per i bambini che devono crescere, ma per tutti i membri della societ`a.
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 36 –

Il calore provoca l’indebolimento e la distruzione degli elementi nutritivi.
A seconda della sa intensit`a e durata, i cibi arrostiti, bolliti, cotti a fuoco vivo,
al forno, fritti e cotti in altri modi perdono chi pi`u chi meno il proprio valore. I
sali minerali, le vitamine ed altre sostanze si disperdono nell’acqua in cui viene
cotto il cibo o negli estratti che fuoriescono dal cibo e che rimangono nel letame.
Basandosi sull’andamento di peso raggiunto da alcuni animali studiati, si e` giunti
alla conclusione che il cibo cotto riduce il suo valore nutritivo di almeno un
terzo. Naturalmente, questa dichiarazione e` soggetta a modifiche; primo perch`e
l’aumento di peso non implica necessariamente il valore nutritivo e secondo perch`e vi sono differenti metodi di cottura ed i generi alimentari possono essere cotti
per periodi di tempo e a temperature diversi. Bisogna comunque tenere presente
che i vai risultati immediati della cottura non sono significativi del processo che
sta attuandosi. Lo sviluppo delle carenze avviene lentamente, spesso non si
manifesta fino alla seconda o terza generazione. Quando Francis M. Pottenger alimentava i suoi gatti con latte pastorizzato e carne cotta, osserv`o che questi,
dopo due o tre generazioni, non riuscivano pi`u a riprodursi.
Gli amminoacidi sono dei componenti delle proteine. Questo vuol dire che le
proteine sono costituite, in combinazione e proporzioni varianti, da questi corpi
“ammini”. La cottura tende a deamminizzare alcuni amminoacidi, distruggendone, cos`ı, le propriet`a nutritive. La lisina, ad esempio, spesso descritta come il
piu` importante tra tutti gli amminoacidi, e la glutammina, un altro amminoacido importante, vengono distrutte con la cottura. Poich´e il corpo animale non
e´ in grado di sintetizzare i propri amminoacidi dalle materie grezze, e` essenziale
che questi vengono consumati integri.
Oltre a danneggiare negli alimenti alcune parti importanti delle proteine, la
cottura distrugge alcune vitamine importanti e trasforma certi sali organici in sostanze inutilizzabili. Pertanto e` necessario, ogni giorno, consumare una quantit`a di cibi crudi. Per la verit`a, la dieta ideale dovrebbe essere composta solo
di cibi crudi. Tuttavia, poich´e oggi la maggioranza delle persone non e` pronta a
questo tipo di innovazione, il mio consiglio e` che almeno i tre-quarti della dieta
siano composti da cibi crudi ed il rimanente da quelli cotti. La cottura di questi
ultimi dovrebbe essere quella tradizionale.
Manomettendo gli alimenti forniti dalla natura, l’uomo e` riuscito a distruggere l’equilibrio naturale della sua alimentazione. Non sarebbe tuttavia corretto
affermare che il tipo di alimentazione moderno e´ la causa di tutte le malattie che
affliggono l’uomo di oggi. L’aria viziata e l’acqua inquinata delle citt`a, il non
esporre il corpo ai raggi del sole (un’abitudine che sta scomparendo grazie al diffondersi della moda dei bagni di sole e dei costumi succinti), le poche ore di sonno
ogni notte, la mancanza di un’attivit`a fisica adeguata, il consumo di sostanze in¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 37 –

tossicanti e stimolanti, la fretta e la frenesia che caratterizzano la vita moderna,
le incomprensioni familiari, le preoccupazioni nell’ambiente del lavoro, le difficolt`a economiche, il superlavoro e molti altri elementi anormali che costituiscono
il modo di vivere moderno, hanno tutti una grossa influenza sulla salute dell’uomo. Non tutte le sostanze consumate come cibo e bevande sono nutritive. Una
parte di esse consiste in bevande velenose ed in sostanze stimolanti ed irritanti sotto forma di cibo, ma nessuna di queste possiede alcun valore nutritivo.
Appartengono a questa categoria i condimenti, il sale, le spezie, le salse piccanti, l’aceto ed altre sostanze simili. La birra, il vino, il brandy, il whisky ed
altre bevande alcoliche, il t`e, il caff`e, il cioccolato, il cacao, il mate (bevanda
eccitante che contiene caffeina molto in uso in America Meridionale) e molte
altre “bevande analcoliche” sono tra le sostanze velenose piu` consumate. Le
cosiddette “bevande analcoliche”, contenenti acqua, coloranti artificiali (a base di
carbonio artificiale), gusti artificiali, zucchero bianco, acido fosforico, acetanilide, caffeina ed altre droghe, non solo provocano avvelenamenti, ma danneggiano
anche la nutrizione. Sembra esistere un rapporto reciproco tra il tipo di dieta seguito e l’uso di queste sostanze non nutritive: pi`u la dieta e` carente, e pi`u forte
e` la necessit`a di consumare sostanze intossicanti, pi`u si consumano queste, e pi`u
la combinazione degli alimenti si distacca dalla norma. Purtroppo, questi fatti
risaputi svolgono un effetto sempre pi`u deteriore nella dieta dei bambini. Molto
spesso osservo madri che stappano una bottiglia di Coca-Cola, vi applicano sopra
una tettarella di gomma e la porgono al proprio bambino affinch`e egli la succhi.
A questo punto ci si pu`o solo domandare che fine abbia fatto l’intelligenza delle
madri.
Le necessit`a alimentari di una madre che allatta, non devono essere determinate dal valore nutritivo del suo latte. Nello stesso tempo che ella produce il latte,
accumula anche materiali nei propri tessuti. In assenza di tale accumulo, accade
che la produzione del latte cessa o che la donna inizia a perdere peso. E` essenziale
anche ricordare che la produzione del latte, da parte della madre, non e` interamente un processo post-nascita. La preparazione per la funzione dell’allattamento comincia proprio all’inizio della gravidanza. Durante la gravidanza, normalmente,
la donna accumula nei tessuti delle scorte di materiale nutritivo, semprech`e questo
sia presente nel suo regime alimentare. Persino il seno, ingrossandosi ed accumulando materiale nutritivo, si prepara al momento in cui inizier`a l’allattamento. Se
la dieta della donna appare inadeguata qualitativamente e quantitativamente, o se i
suoi processi nutritivi non risultano normali, la preparazione all’allattamento non
sar`a appropriata e potrebbe accadere che ella non sia in grado di allattare il proprio
bambino.
I danni nutritivi causati dall’incapacit`a della madre di accumulare sufficiente
materiale nutritivo durante la gravidanza, difficilmente saranno eliminati dopo la
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 38 –

nascita, anche se si ricorre al pi`u accurato programma alimentare. Ad esempio, un
bambino la cui madre durante la gravidanza sviluppa un indebolimento delle ossa
(osteomalacia), probabilmente risulter`a rachitico nonostante gli sforzi da parte
della madre di consumare una dieta completa durante il periodo dell’allattamento.
Non voglio che i miei lettori credano che le diete prescritte dai medici in queste
condizioni siano “soddisfacenti”. Questi uomini pensano di poter sostituire agli
alimenti denaturati, le pillole di calcio, l’olio di fegato di merluzzo, i preparati a
base di ferro, le vitamine sintetiche ed avere come risultato una dieta completa.
Nessuna dieta pu`o considerarsi soddisfacente se composta anche solo in parte da
cibi denaturati.
La tendenza, assai frequente delle donne in stato di gravidanza o che allattano,
a diventare anemiche e` attribuita ad una carenza di ferro nella dieta. Anche se in
pochi casi questa spiegazione pu`o apparire vera, e` pi`u probabile che la carenza in
queste condizioni sia provocata dalle stesse cause che originano l’anemia anche in
persone che non allattano o non aspettano un bambino, anche se in queste situazioni, la condizione risulta aggravata dall’uso che la donna fa di piccole quantit`a
di ferro al fine di secernere il latte. La donna che aspetta un bambino presenta un
bisogno maggiore di ferro, in quanto non solo il feto che si sta sviluppando ne richiede per i suoi bisogni immediati, ma una certa quantit`a deve essere accumulata
anche nel fegato. L’unica fonte dalla quale la madre pu`o trarre ferro, e attraverso
lei anche il bambino, e` il cibo.
A Edimburgo, in Scozia, durante gli anni della guerra, tra il 1943 ed il 1944,
nonostante i razionamenti alimentari si verific`o un aumento progressivo del livello
di emoglobina nei bambini e nelle donne incinte. Tale crescita fu attribuita alla
produzione, avvenuta nell’anno precedente (1942) di una farina nazionale che
conteneva pi`u ferro rispetto alla farina bianca. Sempre in questo paese si ottennero
risultati simili con l’uso della farina integrale. I risultati ottenuti, aumentando
la combinazione organica di ferro nella dieta, erano nettamente in contrasto con
quelli negativi che seguivano l’introduzione di sali di ferro inorganici.
Una volta che il ferro e` entrato nel corpo, non viene espulso facilmente. L’organismo tende a trattenerlo, accumulandolo in gran parte in depositi particolari,
affinch`e possa essere utilizzato di nuovo. Ad esempio, il ferro presente nei globuli rossi viene usato in continuazione. E` talmente vero che il corpo trattiene
il ferro, che si sostiene che ad eccezione di perdite di ferro in seguito ad incidenti (perdita di sangue), a mestruazioni, a gravidanza, all’allattamento, in
stato di salute non e` necessario assumerne quantit`a extra. Viene assorbito
solo quando e` necessario e, anche quando il cibo abbonda di tale elemento, il
corpo non aumenta la quantit`a trattenuta. Il prof. Sherman afferma che delle
prove recenti sulla presenza del ferro dimostrano ≪una forte evidenza che quando
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 39 –

la dieta generale pu`o considerarsi buona, il bisogno nutritivo normale di ferro e`
nettamente inferiore ai dati precedenti≫. Questo coincide con la conclusione che
il consumo di cibi nutritivamente validi garantisce una quantit`a di ferro adeguata
a tutti gli scopi fisiologici in una condizione di salute.
Anche se la fonte migliore da cui trarre il ferro per l’organismo e` rappresentata dalle sostanze alimentari naturali, raramente si presenta la necessit`a di dover
consumare cibi ricchi di tale elemento. ≪Hai gi`a preso la tua pillola di ferro,
oggi?≫ reclamizza uno slogan pubblicitario, ma in realt`a non esiste un bisogno
nutritivo di questo genere in una dieta normale.
Altri elementi che raramente risultano carenti nei regimi alimentari comuni
tra la gente del nostro paese sono il cloruro e lo zolfo. Di fosforo ve ne e` in
abbondanza nella dieta comune dell’uomo civile. Il calcio spesso risulta carente,
anche se e` contenuto in abbondanza in molti cibi relativamente economici
quali il cavolo, la lattuga, il grano integrale, nel crescione, nelle insalate verdi,
in tutte le noci, in tutta la frutta, in tutte le bacche, nei meloni, nella cipolla,
negli asparagi, nel cavolo rapa, ecc. Il latte contiene calcio solo se non e`
pastorizzato e se consumato senza sottoporlo a cottura. Somministrare latte
pastorizzato alla madre o al bambino con lo scopo di supplire alle carenze di
calcio vuol dire fallire completamente l’obiettivo. Anche la somministrazione di
pillole a base di calcio e` inutile. Per la verit`a, e` assai peggio dell’essere inutile in
quanto, come fu dimostrato da Berg, tutti i miscugli artificiali di sali inorganici
di calcio, producono acidit`a e distruggono il calcio nell’organismo, causando
osteoporosi e l’osteomalacia. Anche lo zucchero bianco distrugge il calcio.
Sicuramente, se la nostra dieta contenesse i sali minerali di cui il corpo necessita, e questo pu`o avvenire solo consumando cibi interi o naturali (non sarebbe molto difficile consumare una dieta composta in abbondanza da tali cibi!),
non vi sarebbe bisogno di affollare le farmacie alla ricerca dei prodotti adatti.
Normalmente il feto accumula nei suoi tessuti una scorta di calcio, cosicch`e dopo la nascita, la carenza di tale elemento non risulta evidente immediatamente.
Nell’alimentazione dei neonati le madri dovrebbero ricordare questo fatto.
Nei circoli e negli ambienti non-commerciali si sostiene che, per usare le parole dello scienziato americano Dott. Whipple, ≪bisogna trasformare le scoperte
di laboratorio in termini di prodotti alimentari≫. Il prof. Sherman e` d’accordo con
questo quando afferma: ≪Nella nutrizione umana, l’aggiunta di calcio alla dieta
non dovrebbe provenire dall’uso dei sali di calcio, ma dal consumo di alimenti
ricchi di calcio, ed in particolar modo di latte, insalate verdi e verdure fresche≫.
Come ho gi`a detto, il latte pastorizzato, forse l’unico tipo che si trova a disposizione in America, e` una misera fonte di calcio e di molti altri elementi nutritivi.
Perfino il migliore tipo di latte potrebbe essere eliminato dalla dieta di una donna
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 40 –

che aspetta un bambino.
Il fatto e` che, e vorrei sottolineare questo punto, tutti gli elementi nutritivi
necessari sono presenti nei cibi pi`u comuni allo stato naturale, vale a dire crudi
ed interi e questo dovrebbe essere la fonte da cui estrarli. Una pianta intera,
o comunque la parte commestibile di una pianta particolare non contiene
tutti i fattori alimentari necessari all’uomo. Solo consumando una grande
variet`a di vegetali, selezionati in modo che in totale le noci, la frutta e le
verdure possano fornire i fattori alimentari necessari, possiamo assicurarci
l’adeguato nutrimento. Una dieta a base di un solo elemento, e questa vale per
lo meno per gli animali di classe superiore, e` errata. Per combinare insieme i
vegetali fino a formare una dieta completa, abbiamo a disposizione l’esperienza
di millenni nonch`e i risultati della ricerca moderna.
Sappiamo che almeno il sessanta percento del cibo consumato giornalmente
dovrebbe consistere in frutta e verdura, preferibilmente crude. L’equilibrio, in una
dieta, pu`o essere composto da carboidrati, grassi e proteine. Queste ultime, specialmente nei casi di una donna incinta o che allatta, dovrebbero essere proteine di
grado superiore. La fonte migliore per i carboidrati e` la frutta dolce: datteri,
fichi, uva passa, uva, cachi, banane ben mature, ecc. Anche le mele e le pere
sono fonti eccellenti di zuccheri, ma ne contengono in minore quantit`a. Tutta
la frutta fresca di stagione, comprese le bacche, i pomodori, le pesche, le prugne,
le ciliegie, le albicocche, le pesche noci, i cachi, ecc. pu`o essere aggiunta alla
dieta con la certezza di benefici alla salute. Per la dieta invernale si pu`o ricorrere
alla frutta secca, mai utilizzare quella solforata. Gli agrumi, quali gli ananas, ecc.,
sono ottime fonti di minerali e vitamine.
In questo capitolo non e` possibile trattare anche le combinazioni tra gli alimenti, ma i cibi dovrebbero essere consumati in quelle combinazioni che permettono
la migliore digestione.

¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

Capitolo 4
I BAMBINI DOVREBBERO
NASCERE IN PRIMAVERA
Il prof. Westermark, nel suo La storia delle unioni tra gli uomini, espone la
seguente teoria generale riguardo il periodo degli accoppiamenti negli animali:
≪Nonostante un’apparente irregolarit`
a, il periodo di accoppiamento in ogni specie animale viene regolato da una legge inderogabile. Avviene prima o dopo a
secondo che il periodo di gestazione sia pi`u breve o pi`u lungo, cos`ı che gli esseri giovani possano nascere in un momento dell’anno in cui sia permessa loro la
sopravvivenza. In questo modo, la maggioranza dei mammiferi partorisce all’inizio della primavera, e nei paesi tropicali, invece, al cominciare della stagione
delle pioggie. Nelle regioni montuose, gli animali si accoppiano pi`u tardi rispetto
a quelli che vivono in zone pi`u basse, e quelli delle regioni polari e delle zone
temperate generalmente si accoppiano pi`u tardi di quelli che vivono ai tropici≫.
Sembra che la natura agisca sempre in maniera da salvaguardare gli interessi ed il benessere degli elementi pi`u giovani. Gli studiosi invece sembrano
preoccupati solo del piacere degli adulti.
Il sig. Westermark, inoltre, riporta una lista di fatti e di statistiche da tutte
le parti del mondo che dimostra come l’uomo, originariamente, era solito accoppiarsi solo in periodi dell’anno stabiliti e che, nonostante le numerose perversioni sessuali esistenti al giorno di oggi, egli segue ancora questo suo istinto
primitivo pi`u di quanto immagini. Infatti: ≪Il numero delle nascite in Sardegna,
in Belgio ed in Svezia e` soggetto ad un aumento regolare due volte all’anno, il cui
massimo viene raggiunto durante i mesi di febbraio o marzo, mentre l’altro in settembre o ottobre; nell’Italia del sud vi e` un solo aumento all’anno, ma al nord se
ne verificano due, in primavera ed in autunno. In Germania, si toccano due livelli
– 41 –

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 42 –

massimi, uno in febbraio-marzo, e l’altro in settembre; nelle otto citt`a pi`u grandi
della Scozia, si registrano pi`u nascite legali durante il mese di aprile; in Svezia,
il primo aumento annuale delle nascite presenta il suo massimo durante il mese
di marzo; in Belgio, Spagna, Austria ed Italia a febbraio, in Grecia, a gennaio;
in questo modo, l’aumento delle nascite avviene prima al sud dell’Europa che al
nord≫.
La distribuzione disuguale delle nascite durante i mesi dell’anno e` da attribuire, secondo gli statistici, a diverse cause. Viene comunque generalmente riconosciuto che il massimo a febbraio e marzo (in Cile, settembre), e` dovuto, almeno
in gran parte, al fatto che l’istinto sessuale appare pi`u intenso a maggio e a giugno
(in Cile a dicembre). Probabilmente questa e` la spiegazione se si considera anche
che specialmente le nascite illegittime sono relativamente numerose. (Bisogna ricordare che il Cile si trova nell’emisfero inferiore e pertanto la sua primavera si
manifesta a settembre)≫.
≪

Cos`ı, paragonando i dati su riportati, troviamo che tra diverse razze umane,
l’istinto sessuale aumenta alla fine della primavera o piuttosto all’inizio dell’estate≫.
≪

Egli continua: ≪Sembra pertanto logico dedurre che l’aumento dell’istinto
sessuale alla fine della primavera o all’inizio dell’estate, sia una reminiscenza dell’antico periodo dell’accoppiamento, che dipende dalle stesse leggi che governano
il resto del regno animale≫.
Durante questo periodo, il risveglio dell’istinto sessuale generalmente assopito, permette di far nascere i bambini in primavera, cio`e a febbraio, marzo o aprile.
E questo e` proprio il miglior periodo dell’anno per far nascere i bambini. E` l’inizio della stagione piu` ricca di frutta e verdure fresche, quando il bambino,
attraverso la madre, pu`o ricevere i cibi migliori che la natura offre. Nel latte materno trova un ottimo materiale per un’ancora migliore formazione delle ossa. Il
clima e` mite, nelle case si tengono le finestre aperte e la gente passa lunghe ore
fuori. Questo vuol dire che anche il bambino godr`a dell’aria aperta.
Nelle condizioni di vita moderne, i raggi di sole non dovrebbero essere trascurati. I bambini che nascono alla fine dell’autunno o all’inizio dell’inverno,
quasi inevitabilmente, e a livelli piu` o meno accentuati, sviluppano il rachitismo. Sono molto pochi i casi di rachitismo osservati tra i bambini che godono
regolarmente dei raggi del sole e che vengono alimentati con cibi naturali durante
i primi mesi di vita. Il fatto che il sole sia assolutamente essenziale alla normale
utilizzazione ed assimilazione del calcio o forse anche del ferro e di altri elementi,
e` fuori dubbio. Questo vale per le piante e per gli animali. ≪In primavera ed in
estate – sostiene Berg – quando le piante sono nella fase pi`u rigogliosa del loro svi¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 43 –

luppo, contengono quantit`a relativamente cospicue di vitamina C; d’altro canto,
la maturazione del fieno avviene man mano che la vitamina C in esso contenuta
si riduce gradualmente, fino a raggiungere a volte proporzioni non sufficienti≫.
Non importa se le “vitamine” rappresentino la spiegazione al fatto che, a seconda
delle stagioni, il latte possa considerarsi adatto o meno, la cosa importante e` che
in primavera ed in estate la produzione del latte e` la migliore e la primavera,
pertanto, e` il momento migliore per far nascere i bambini.
Il prof. R. Pinter ed il dott. Feriano, del Teachers’ College di New York City,
riportarono, come risultato dell’analisi di 17.500 bambini, che nati in gennaio,
febbraio e marzo (i mesi invernali a quella latitudine), in media, posseggono un
livello di intelligenza inferiore rispetto a quelli nati nei mesi estivi. Anche se con
delle ulteriori ricerche si potesse confermare questi risultati ed accettarli come
regola, bisogna considerare che ci saranno sempre delle eccezioni; l’intelligenza,
e` il risultato composto di molti fattori, tra i quali l’influenza stagionale, sul
suo svilupparsi, e` solo uno dei tanti, ma secondo noi e` uno dei piu` importanti.
Al nord, e` molto importante far nascere i bambini durante i mesi primaverili. Questo sicuramente li aiuter`a a combattere malattie quali rachitismo,
scrofolosi, scorbuto, ecc., pi`u di quanto sia in grado di fare il nauseante olio di
fegato di merluzzo. Fateli nascere in un momento in cui non debbano trascorrere
i primi mesi di vita nel freddo invernale, nell’aria viziata dei riscaldamenti artificiali e senza il benefico aiuto dei raggi del sole. Se vivete al nord, forse i mesi
migliori in cui far nascere i bambini sono dalla met`a di aprile alla fine di giugno.
Al sud, dalla met`a di febbraio alla fine di aprile e` un periodo splendido.
Potete far si che questo accada, se realmente lo volete. Basta pensare alla
pianificazione ed al controllo delle nascite; non date retta a coloro che considerano il controllo delle nascite un peccato. Il peccato, come l’inferno, e` un’invenzione dei teologi, e viene utilizzato come strumento per mantenere l’umanit`a in
sottomissione e soggezione.
Fate in maniera che i vostri bambini nascano in primavera. Attenetevi al primitivo e pertanto corretto istinto sessuale, nei riguardi dell’accoppiamento in funzione delle stagioni. Accoppiarsi nella stagione giusta ed anche in quelle non
considerate adatte pu`o essere l’abitudine dei perversi, ma non degli esseri normali.

¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

Capitolo 5
UN BAMBINO IN BUONA
SALUTE
Esistono alcune caratteristiche tipiche di un bambino normale, sano e ben nutrito
che ogni genitore dovrebbe conoscere in quanto una mancanza di tali condizioni
indica un danneggiamento della salute. Le seguenti sono le prove di una salute
buona.
• Prontezza mentale ed intelligenza brillante.
• Carattere allegro e contento.
• Occhi ben aperti, lucenti e ridenti.
• Assenza di vomito e di rigurgito di cibo.
• Movimenti intestinali normali, feci di colore e consistenza normali.
• Assenza quasi totale di manifestazioni di pianto.
• Aumento regolare di peso dovuto ad un modo di crescere sano e non ad
accumulo di grasso.
• Tessuti elastici ma fermi, con muscoli scattanti.
• Sonno profondo per tutta la notte.
• Crescita costante in altezza ed intelligenza, con aumento di circonferenza
dovuto ad una crescita sana.
• Sviluppo simmetrico dei tessuti muscolari senza presenza di grasso.
– 44 –

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 45 –

• Pelle trasparente con colorito che ricorda le “pesche e la panna”.
• Assenza di dimagrimento e di stati di indebolimento.
• Nessun segno di dolori o disturbi.
• Uno sviluppo normale, secondo i criteri enunciati nel capitolo riguardante
“Lo sviluppo del Bambino”.
I segni di un indebolimento nello stato di salute sono molto numerosi. Vi sono
molti sintomi di malattia talmente comuni ed accettati dalla civilt`a moderna,
che l’ignoranza li considera naturali o normali. L’essere gonfi di grasso e l’abitudine di sputare sono fra questi. Il seguente e` un elenco dei sintomi iniziali che
indicano uno stato di indebolimento nella salute dei neonati.
• Stupidit`a e ottusit`a mentale.
• Irritabilit`a, scontentezza, malumore.
• Occhi con palpebre abbassate e con espressione poco vivace.
• Costituzione molle ed “opaca”.
• Mancanza di appetito, indifferenza verso i cibi.
• Vomito e rigurgito del cibo.
• Singhiozzo.
• Flatulenza con eruttazioni di gas e con emissione di gas dall’intestino, in
genere di odore sgradevole.
• Stitichezza.
• Diarrea; feci acquose di colore verde o di altro colore anormale, contenenti
grumi di latte. Le feci sono di odore sgradevole.
• Coliche.
• Raffreddori, naso otturato, catarro nasale.
• Stati di pianto e di lamenti frequenti.
• Perdita di peso, indebolimento.
• Eccesso di grasso.
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 46 –

• Sonno disturbato. Sonno poco profondo ed interrotto. Sonno che non
perdura fino al mattino.
• Pianti e lamenti durante il sonno. Difficolt`a nell’addormentarsi. Irrequietezza, difficolt`a nell’essere “coccolato”.
• Disturbi e dolori.
• Congestioni alle guance (eccesso di colorito rosso).
• Bocca aperta durante il sonno.
• Respirazione attraverso la bocca.
• Crescita lenta o addirittura arresto nella crescita.
• Mancanza di simmetria nello sviluppo.
• Muscoli deboli e molli.
• Eruzioni cutanee.
• Uno sviluppo troppo lento o persino troppo rapido, secondo criteri enunciati
nel capitolo dedicato allo “Sviluppo del bambino”.
L’epurazione, l’enuresi notturna, l’eccesso di secrezioni nasali e l’emissione
di bava sono gli sforzi che la natura compie nel tentativo di eliminare gli eccessi.
≪Se un bambino, da sveglio, appare di cattivo umore ed apparentemente chiede
cibo ogni due ore o addirittura pi`u spesso – afferma il dott. Tilden – allora quel
bambino e` malato e va curato≫.
Sono proprio i bambini sovralimentati, nei quali lo stomaco infiammato manifesta una continua richiesta di cibo, a percepire la sensazione di “morsi della
fame” allo stomaco. Ed e` proprio quel tipo di bambino che sviluppa un appetito
morboso e dispeptico e che chiede in continuazione cibo.
Le guance rosse, considerate in genere segno di buona salute, indicano, invece,
congestione ed irritazione e denotano una predisposizione alle malattie febbrili. E`
solo una congestione delle guance non un segno di buona salute, come non lo sono
gli arrossamenti alle guance che indicano la polmonite.
I primi segni che indicano che un bambino sta avendo dei disturbi, sono in
genere l’irritabilit`a ed il malumore. Spesso si manifesta un’indifferenza verso il
cibo e poi, in breve tempo, un aumento di temperatura. In genere si verifica anche
¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y

ASSISTENZA IGIENICA AI BAMBINI
del dott. H.M. Shelton

– 47 –

un eccesso di secrezione nasale. Il bambino appare svogliato e desidera stare
sdraiato. Da questo momento in poi, se si continua ad alimentarlo, egli peggiora
di molto. Se si continua a somministrare al bambino cibo e farmaci, quella che
poteva essere solo una leggera indisposizione, in breve tempo si trasformer`a in
una malattia grave che potrebbe provocare persino la morte.

¤dizioniPDF - www.ed-pdf.it
. . . come una foglia nel vento. . .

Y


Documenti correlati


Documento PDF shelton assistenza igienica ai bambini
Documento PDF volantino offerte myo
Documento PDF web madis promo 6 18 novembre
Documento PDF libretto 2013 14
Documento PDF scheda informativa assistenza
Documento PDF onorevoli


Parole chiave correlate