File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Assistenza Contattaci



Clima della Calabria 1°parte .pdf



Nome del file originale: Clima della Calabria 1°parte.pdf

Questo documento in formato PDF 1.4 è stato generato da Writer / OpenOffice.org 3.0, ed è stato inviato su file-pdf.it il 14/06/2018 alle 11:53, dall'indirizzo IP 80.182.x.x. La pagina di download del file è stata vista 218 volte.
Dimensione del file: 31 KB (4 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


CLIMA DELLA CALABRIA
Il Clima della bassa Calabria dal punto di vista termometrico e nivometrico: vibonese, Ionio
reggino, Piana di Gioia Tauro, basso Tirreno reggino e Stretto di Messina
Il clima della bassa Calabria è di tipo subtropicale con andamento termico e pluviometrico
mediterraneo. Abbiamo un clima differente in base all'esposizione, all'altitudine e al versante.
Infatti in Calabria ritroviamo numerosissimi microclimi. Si può dire con certezza assoluta che a
parità di latitudine il versante tirrenico è molto più caldo e meno freddo rispetto al versante
ionico. Invece il clima più mite lo si ha nell'area dello stretto dove alcune stazioni riescono a
competere come temperature minime alte con il versante tirrenico; naturalmente però hanno
temperature massime inferiori. Comunque l'andamento termico e pluviometrico dipende molto
dall'altezza (in basso l'altitudine fin dove arriva il clima mediterraneo nelle diverse zone):
Regione
Altitudine
vibonese

700 mslm

Alto Ionio reggino (da Monasterace a Gioiosa
Ionica)

600 mslm

Basso Ionio reggino (da Siderno a Palizzi)

500 mslm

Piana di Gioia Tauro

900 mslm

Basso Tirreno reggino

850 mslm

Stretto di Messina
800 mslm
Per confrontare il clima tra le diverse regioni prese in considerazione abbiamo scelto diverse
stazioni meteorologiche (litoranee e interne di pianura):
LITORANEE:
Medi Genn Febbr Marz
e
aio
aio
o
19712000

Aprile Magg Giug
io
no

Lugli
o

Agost Sette Ottob Novem Dicembre
o
mbre re
bre

Mona 13.8/ 14.1/ 15.4/ 18.0/ 23.0/ 27.7/ 31.0/ 31.5/ 27.5/ 23.1/ 17.8/1
stera 6.8° 6.5° 8.4° 10.0° 14.0° 17.5° 20.6° 21.1° 18.5° 15.1° 0.8°
ce
Marin
a

15.0/9.0

Pizzo 14.2/ 14.4/ 15.8/ 17.9/ 23.4/ 26.1/ 28.8/ 29.6/ 26.8/ 24.0/ 18.8/1
10.1° 9.9° 10.7° 12.3° 16.1 19.8° 22.3° 23.0° 20.5° 17.3° 4.0°

15.6/11.5°

Branc 14.0/ 14.3/ 15.7/ 18.7/ 24.1/ 28.7/ 32.1/ 32.5/ 28.5/ 24.1/ 19.0/1
aleon 6.0° 5.7° 7.9° 9.1° 13.3° 16.1° 19.1° 20.1° 17.5° 14.5° 0.0°
e
Marin
a

15.5/8.3°

Reggi 14.4/ 14.7/ 15.7/ 18.3/ 22.5/ 26.6/ 29.3/ 29.5/ 26.8/ 23.3/ 18.6/1
o
10.0° 9.7° 10.7° 12.3° 16.1° 19.6° 22.5° 22.9° 20.6 16.9° 3.8°
Calab
ria

15.5/11.2°

Bocal 13.9/ 14.2/ 14.9/ 17.2/ 21.2/ 24.8/ 27.3/ 27.9/ 25.0/ 21.8/ 18.2/1
e
9.9° 9.8° 10.7° 12.2° 16.0° 19.4° 22.1° 22.9° 20.8° 17.2° 4.0°

14.8/11.4°

Gioia 16.1/ 16.2/ 18.4/ 21.8/ 25.0/ 29.1/ 32.3/ 33.1/ 29.5/ 26.3/ 22.0/1
Tauro 10.5° 10.2° 10.8° 13.2° 16.8° 20.1° 22.7° 23.5° 21.5° 18.7° 4.2°

18.1/11.7°

Favaz 15.6/ 15.8/ 17.6/ 20.5/ 23.9/ 27.8/ 30.9/ 31.4/ 28.0/ 25.0/ 20.6/1
zina 10.4° 10.1° 10.8° 13.1° 16.9° 20.4° 23.1° 23.8° 21.8° 18.7° 4.3°

17.5/11.8°

Dunque dall'aspetto termico è evidente come il versante tirrenico è più caldo e meno rigido di
quello ionico; invece la differenza è meno netta se viene rapportato allo stretto: infatti località
come Pizzo, Bocale e Reggio Calabria hanno pressappoco le stesse temperature medie; distanti
da queste invece abbiamo Favazzina e Gioia Tauro che hanno temperature sensibilmente più
elevate (soprattutto le massime). Per quanto riguarda il versante ionico si può notare che
Brancaleone (quindi il basso Ionio reggino) ha temperature massime relativamente alte ma
minime molto basse rispetto all'alto Ionio reggino.
PIANURA INTERNA:
Medi Genn Febbr Marz
e
aio
aio
o
19712000

Aprile Magg Giug
io
no

Lugli
o

Agost Sette Ottob Novem Dicembre
o
mbre re
bre

Gioio 14.2/ 14.5/ 16.1/ 19.6/ 24.2/ 29.0/ 32.1/ 32.6/ 28.4/ 24.2/ 18.9/9. 15.5/8.1°
sa
5.8° 5.1° 7.7° 9.0° 12.8° 16.2° 19.3° 20.2° 17.4° 14.0° 9°
Ionic
a
Cont
ura

14.4/ 14.7/ 16.5/ 19.9/ 24.6/ 28.2/ 30.2/ 30.9/ 28.5/ 24.9/ 19.9/1
9.2° 8.9° 9.9° 11.5° 15.6° 18.8° 21.4° 22.3° 19.9° 16.5° 2.9°

16.4/10.4°

Sant' 14.8/ 15.1/ 16.7/ 20.1/ 24.5/ 29.6/ 32.7/ 33.0/ 28.9/ 24.7/ 19.7/9. 16.0/7.6°
Anna 5.2° 4.5° 6.9° 8.3° 11.7° 14.8° 17.9° 19.0° 16.1° 12.8° 1°
Gallic 14.7/ 14.9/ 16.2/ 18.8/ 22.8/ 27.0/ 31.1/ 31.2/ 27.1/ 23.6/ 19.1/1
o
8.3° 7.8° 9.2° 10.8° 14.8° 18.0° 21.5° 22.0° 19.0° 15.8° 2.5°

16.0/9.8°

Rosar 16.4/ 16.8/ 19.0/ 22.4/ 26.0/ 30.1/ 33.1/ 34.0/ 30.4/ 27.0/ 22.6/1
no
10.0° 9.6° 10.2° 12.6° 16.0° 19.5° 22.1° 22.8° 20.8° 18.0° 3.8°

18.7/11.3°

Piale

15.9/ 16.0/ 17.9/ 20.9/ 24.3/ 28.1/ 31.5/ 31.9/ 28.8/ 25.4/ 21.0/1 17.9/11.3°
9.9° 9.8° 10.3° 12.7° 16.3° 19.7° 22.3° 22.9° 21.0° 18.2° 3.6°
Anche nelle pianure interne le zone più calde e meno fredde sono la Piana di Gioia Tauro e il
basso Tirreno reggino.
La temperatura media più bassa a bassa quota (dove abbiamo il clima mediterraneo
consultabile nella tabella sopra) appartiene al basso Ionio reggino, in particolare a Bianco
(media annua +17.1°, media Febbraio +9.4°, media Agosto +25.4°).
Invece per quanto riguarda la media più alta, questa c'è l'abbiamo a Feroleto della Chiesa
Fiumara (media annua +21.7°, media Febbraio +14.1°, media Agosto +30.9°C). La media delle
minime più bassa appartine a Sant'Anna con +11.1°, mentre quella più alta a Feroleto della
Chiesa Fiumara con +17.3°. Invece la temperatura media massima più bassa è a Bianco con
+20.9°, mentre la più alta sempre a Feroleto della Chiesa Fiumara con +26.1°. Inoltre c'è da
dire che Feroleto della Chiesa Fiumara non è un'eccezione nella Piana di Gioia Tauro rispetto ad
altre zone, perchè gli si avvicinano alcune località come Oppido Mamertina, Feroleto della
Chiesa (paese), Varapodio e fuori dalla Piana Scilla Fiumara.
Ecco I dati climatici della zona (ovviamente dove è presente una stazione meteorologica, infatti
è possibile che ci sia qualche altra zona ancora più calda) più calda di tutto il territorio
regionale:
1973- Genn Febbr Marz Aprile Magg Giug Lugli Agost Sette Ottob Nove Dice Anno
2002 aio
aio
o
io
no
o
o
mbre re
mbre mbre
(medi
e)
19732018
(estr
emi)
Temp 17.2° 17.3° 19.5° 23.6° 26.9° 31.6° 36.0° 36.6° 32.0° 28.8° 23.8° 19.5° 26.1°
.

max.
med.
Temp 11.8° 10.9° 11.9° 14.4° 17.9° 20.8° 24.6° 25.2° 22.8° 19.8° 15.2° 12.5° 17.3°
. min.
med.
GG
Max
>=3
0°

0,0

0,2

0,7

0,9

4,8

17,8

28,8

30,0

20,5

8,4

2,0

0,5

114,6

GG
0,0
Max>
=35°

0,0

0,0

0,2

1,8

12,1

20,1

22,5

14.3

3,0

0,2

0,0

74,2

GG
0,0
Max>
=40°

0,0

0,0

0,0

0,1

0,8

5,0

6,8

0,9

0,5

0,0

0,0

14,1

GG
2,0
Min<
=10°

2,5

1,5

0,1

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,7

6,8

GG
0,5
Min<
=5°

0,7

0,1

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,0

0,1

1,4

Prec

58.2

50,0

15,2

8,0

0,0

0,0

0,0

5,5

40,9

52,0

56,8

346,5

59,9

Temp 30.5° 32.8° 36.0° 38.2° 43.4° 47.5° 48.6° 49.7° 46.7° 45.5° 38.2° 34.5° 49.7°
.
(1988 (1977 (2001 (1985 (1994 (1982 (1998 (1999 (1988 (1999 (2004 (1989
max. )
)
)
)
)
)
)
)
)
)
)
)
ass.
Temp 2.8° 0.9° 4.5° 8.9° 11.4 15.3° 18.8° 19.5° 16.0° 12.4° 9.2° 3.0° 0.9°
.min. (2017 (2015 (1987 (2003 (2014 (2006 (1992 (2013 (1977 (2007 (2013 (2014
ass. )
)
e
)
)
)
)
)
)
)
)
)
2011)
Temp 7.6°
.
med.
min.a
ss.

7.0°

8.9°

10.5° 12.1° 17.2° 19.9° 20.6° 18.1° 15.0° 11.2° 9.7°

6.5°

Temp 25.5° 25.8° 27.5° 29.4° 36.2° 39.4° 42.8° 43.2° 39.4° 36.4° 29.4° 26.6° 43.6°
.
med.
max.
ass
Le Nevicate:
la neve non è troppo frequente a bassa quota (al di sotto dei 500 mslm) calabresi, ma non è
neppure un evento eccezionale (tranne in alcuni punti). Le neve si presenta in modo diverso a
seconda del versante:
Senza accumulo
Con accumulo
Alto Ionio reggino

1-3 anni

2-5 anni

Vibonese

2-10 anni

5-20 anni

Basso Ionio reggino

2-4 anni

5-9 anni

Stretto

2-5 anni

5-15 anni

Piana di Gioia Tauro

7-20 anni

12-25 anni

Basso Tirreno reggino
7-17 anni
12-23 anni
Come si può osservare dalla tabella, la zona più nevosa è l'alto Ionio reggino con estremi di 1
nevicata senza accumulo all'anno (per esempio Riace Marina) e una nevicata senza accumulo
ogni 3 anni (per esempio Punta Stilo); per quanto riguarda il vibonese abbiamo estremi di una
nevicata senza accumulo ogni 2 anni (per esempio Vibo Valentia) e una nevicata senza
accumulo ogni 10 anni (per esempio Tropea o Capo Vaticano); per il basso Ionio reggino invece
abbiamo estremi di una nevicata senza accumulo ogni 2 anni (per esempio Bianco) e una ogni 4
anni (per esempio Locri, Siderno); per lo stretto abbiamo estremi di una nevicata senza
accumulo ogni due anni (per esempio Motta San Giovanni) e una ogni 5 anni (per esempio
Reggio Sud); per la Piana di Gioia Tauro abbiamo estremi di una nevicata senza accumulo ogni
7 anni (per esempio Cittanova) e una ogni 20 anni (per esempio Oppido Mamertina o Feroleto
della Chiesa paese); infine per quanto riguarda il basso Tirreno reggino abbiamo estremi di una
nevicata senza accumulo ogni 7 anni (per esempio Bagnara) e una ogni 17 anni (per esempio
Scilla).
Invece per quanto riguarda la neve con accumuli di almeno 1 cm abbiamo: estremi di 1
nevicata ogni due anni (per esempio Riace Marina) e una nevicata ogni 5 anni (per esempio
Gioiosa Marina); per quanto riguarda il vibonese una nevicata ogni 5 anni (per esempio Vibo
Valentia) e una nevicata ogni 20 anni (per esempio Tropea o Capo Vaticano); per il basso Ionio
reggino invece una nevicata ogni 5 anni (per esempio Bianco) e una ogni 9 anni (per esempio
Locri, Siderno e Ardore Marina); per lo stretto una nevicata ogni 5 anni (per esempio Motta San
Giovanni) e una ogni 15 anni (per esempio Reggio Sud, Melito di Porto Salvo e Bova Marina); per
la Piana di Gioia Tauro una nevicata ogni 12 anni (per esempio Cittanova e Molochio) e una ogni
25 anni (per esempio Oppido Mamertina e Feroleto della Chiesa paese); infine per quanto
riguarda il basso Tirreno reggino una nevicata ogni 12 anni (per esempio Bagnara) e una ogni
23 anni (per esempio Scilla e Cannitello).
Dunque si può concludere che la neve non sia un fenomeno anomalo in quasi nessuna zona
della bassa Calabria. Infatti la neve non è difficile che cada sino a bassissime quote. Anche nelle
zone più calde della regione abbiamo delle nevicate non troppo infrequenti: queste sono il
basso Tirreno reggino e la Piana di Gioia Tauro. Nel primo la neve è frequente ad alte quote,
mentre via via scendendo verso Scilla diventa rara e ancor di più a Scilla Fiumara (una nevicata
con accumulo ogni 18 anni); invece per quanto riguarda la Piana di Gioia Tauro la neve è
frequente oltre I 1000 metri, già sotto quella quota le nevicate sono più occasionali ma non rare
(per esempio Delianuova a circa 600-800 mslm la neve con accumulo fa la sua comparsa una
volta ogni 5 anni); tuttavia al di sotto dei 500 mslm la neve comincia a farsi sempre più rara (a
Santa Cristina d'Aspromonte e Palmi una nevicata con accumulo ogni 14 anni); quando si arriva
al di sotto dei 400 mslm la neve è un evento rarissimo (a Gioia Tauro, Rosarno, Rizziconi,
Taureana, Taurianova, Lido di Palmi una nevicata con accumulo ogni 24 anni, ma
precedentemente al 2017 era ogni 25 anni); infine diviene un evento unico (ad Oppido
Mamertina, Varapodio e Feroleto della Chiesa abbiamo una nevicata con accumulo ogni 25 anni,
ma prima del 2017 era ogni 33 anni) e addirittura a Feroleto della Chiesa Fiumara la neve con
accumulo appare una volta ogni 34 anni, ma prima del 2017 ogni 50 anni.


Clima della Calabria 1°parte.pdf - pagina 1/4
Clima della Calabria 1°parte.pdf - pagina 2/4
Clima della Calabria 1°parte.pdf - pagina 3/4
Clima della Calabria 1°parte.pdf - pagina 4/4

Documenti correlati


Documento PDF clima della calabria 1parte
Documento PDF circolare
Documento PDF battaglina richiesta riesame 2
Documento PDF d 1 test misti
Documento PDF ondata di freddo marzo 1829
Documento PDF il clima nella piana di gioia tauro


Parole chiave correlate