File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



JUVETORO n. 20 Juve Toro Derby bassa OK.pdf


Anteprima del file PDF juvetoro-n-20---juvetoroderbybassaok.pdf

Pagina 1 23416

Anteprima testo


2

www.juvetoro.it

amc_juvetoro@yahoo.com

Punto Juve

Signora quasi sfavorita, ma l'orgoglio cittadino è da difendere
F

inalmente la Lega
Calcio ha raggiunto
una sintesi di tutto
il bailamme sulla data in
cui disputare il derby di ritorno per questa stagione
che volge al termine. Viene partorita e determinata
una data che non ha alcun
senso logico o forse sì, se
per logica si considera il
continuo e costante piagnisteo che l'editore dei maggiori giornali italiani, nonché presidente della parte
presunta inferiore, riversa
sulla carta stampata sotto
forma di proclami alla pancia della sua tifoseria. Non
era forse il caso di lasciare
inalterata la data iniziale,
dato che alla Juventus non
interessa più preservare i
giocatori in vista di una semifinale sfumata? È vero
che si gioca allo Stadium,
ma il nemmeno tanto velato
timore che, tra motivazioni di classifica a favore dei
granata, la tranquilla situazione juventina priva di ob-

biettivi da raggiungere e la
ricorrenza del 70° della tragedia di Superga, l'inerzia
penda dalla parte torinista
è assai concreta. Detto questo, c'è un numero notevole
di protagonisti di derby tra
le fila bianconere, per pensare anche lontanamente
che l'impegno venga preso
sottogamba. La gara è in
sé una battaglia che esula
chiaramente dalle logiche
contingenti. Non ci sono
ingredienti occasionali che
aumentino la già corposa

sapidità dell'evento. Il derby è derby, bellezze. La Juve
è attesa dalla seconda delle
5 partite finali nelle quali,
per la combinazione di un
calendario singolare e quasi simile a qualcosa di preconfezionato, assurge ad
arbitra delle sorti altrui, in
chiave piazzamento in Europa. Che si tratti della porta principale o della porta
secondaria. Così è stato
al cospetto dell'Inter, così
sarà contro il Toro e poi affrontando Roma ed Atalan-

®

Autentica piadina Romagnola
Via Genova, 35/b - Torino - Tel. 349 3935304
www.piadineriacusle.it - info@piadineriacusle.it

ta. Con buona pace per la
chiusura nella Genova blucerchiata, in una specie di
“amichevole” di lusso. Buon
per la truppa di Allegri che
lo scudetto sia vinto. La
produzione industriale di
infortunati, lungodegenti ed
operati ha dell'incredibile, a
tal punto da non avere precedenti. Che questo sia uno
dei motivi della non perfetta condizione con la quale
si siano giocati i quarti di
finale Champions è fuori di
dubbio. Se mancassero ancora dei punti al traguardo,
la situazione attuale non
concederebbe certo sonni privi di incubi. Prima di
ingegnarsi in qualsiasi formazione, Allegri fa la conta
degli uomini a disposizione,
saggia la forma ed il ruolo,
trae le conclusioni in modo
obbligato. Se Szczesny continua a dare affidamento,
la difesa fa miracoli se si
considera che non viene
schierata la stessa linea per
2 partite di fila. Il ritorno di

capitan Chiellini dà sicurezza all'intero reparto, sganciando Emre Can da compiti difensivi, per tornare nel
mezzo del campo. Il centrocampo resta coriaceo, al di
là degli infortuni. In attacco
le punte sono 3, anzi 2. Bernardeschi si è decisamente ibridizzato, mentre CR7
non molla mai, forse anche
perché a lui l'obbiettivo della classifica marcatori non
manca. Kean apre la pista
ad altri giovani “primavera”
che riempiono i vuoti dei titolari. Come già Nicolussi
tempo fa, è stata la volta di
Pereira a San Siro e non è
detto che qualche sorpresa
si concretizzi anche nella
stracittadina. Toro dunque
più motivato, per una volta
quasi favorito, Juve per il
blasone e per l'imperativo
categorico di non perdere il
derby. Se il popolo juventino
facesse pace con se stesso e
con la società, potrebbe essere un elemento che sposta gli equilibri, ma non è

il caso di scommettere sui
decibel in uscita dalla curva
e dai vari settori. La Mole,
come sempre, sta a guardare dal centro città, mentre
la Basilica di Superga può
attendere, almeno fino al
giorno dopo.
Marco Sanfelici

Giornale sportivo per i tifosi di Juventus e Torino

Direttore Responsabile
Roberto Grossi
rogro@inwind.it
Hanno collaborato
Antonio Catapano, Alessandro Costa,
Salvino Cavallaro, Massimo Fiandrino,
Ezio Maletto, Paolo Rachetto,
Marco Sanfelici, Giuseppe Livraghi,
Ermanno Vittorio
Segreteria di redazione
Cristina Zecchino
amc_juvetoro@yahoo.com
Impaginazione e grafica
Silvana Scarpa - Tel. 011 0201860
Servizi fotografici
Salvatore Giglio, Manuela Viganti
Editore
AMC - Art Media Communication
Direttore Editoriale
Gianni Castaldo
amc_juvetoro@yahoo.com
Pubblicità
amc_juvetoro@yahoo.com
Stampa
I.T.S. SpA
Distribuzione gratuita agli ingressi esterni degli stadi torinesi,
eventi e canali commerciali

Autorizzazione Trib. di Torino n. 30 del 27/11/2015.
Tutti i diritti riservati
Responsabile del trattamento dei dati personali: Gianni Castaldo

CHIUSO IN REDAZIONE ALLE ORE 17.30
DI MARTEDì 30 APRILE 2019