File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Rke 11&12 2018.pdf


Anteprima del file PDF rke11122018.pdf

Pagina 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

Anteprima testo


Fig. 4

Inoltre effettuando un test di comparazione tra le due antenne HF
Crossed Loops e Crossed Loops
Maxi, ho riscontrato che quest’ultima fornisce in uscita dei livelli
di segnale più elevati.
(Naturalmente nell’arco delle
frequenze ove il confronto è stato
possibile ovvero da 3,5 MHz a 8,2
MHz)
Ciò si realizza per la positiva
combinazione tra le minori perdite dei nuovi circuiti di adattamento (Figg. 2 e 3) e il maggior
diametro dei due elementi loop
impiegati.
Come possiamo notare dallo
schema di figura 2 i due circuiti
di adattamento impiegano quattro diodi varicap doppi del tipo
KV1590NT.
Ogni singolo varicap delle quattro coppie può assumere una capacità massima di circa 650 pF
con una tensione di sintonia applicata prossima allo zero.
Per sintonizzare l’antenna Crossed Loops Maxi da 1,7 MHz a 8,2
MHz, ogni coppia di varicap è
collegata in parallelo.
Per questo la sintonia sulla frequenza più bassa di 1,7 MHz si
ottiene con una capacità massima di circa 1.300 pF inserita su
ciascun ramo dei due circuiti.
Con i quattro jumper (JPA1, JPA2,
JPB3 e JPB4) collocati in prossimità dei doppi diodi varicap si
può isolare uno dei due diodi di
ciascuna coppia modificando
così la curva di variazione della
sintonia dei due moduli.

In questo modo si eleva la minima frequenza sintonizzabile fino
al limite più basso di 2,45 MHz
mentre la frequenza massima
tocca i 10 MHz.
In figura 4 sono rappresentate le
curve di variazione della tensione di sintonia di quest’antenna;
la curva continua “A” si riferisce
all’escursione di sintonia dei moduli con le coppie di varicap in
parallelo mentre la curva tratteggiata “B” alla variazione che si

ottiene con gli jumper sopra citati aperti, impiegando in questo
modo un solo varicap delle coppie
contenute
nei
diodi
KV1590NT.
La realizzazione dei due circuiti
di adattamento prevede la semplice incisione, con adeguato
utensile, di due rettangoli di vetronite mono faccia che misurano
75 x 30 mm con spessore di 1,6
mm (Figg. 3 e 5).
Una certa attenzione è richiesta
per la costruzione dei trasformatori impiegati nei due circuiti di
adattamento; in particolare, per
T1 e T2 che sono costruiti con
due toroidi del tipo T50-2 dal tipico colore rosso, si dovranno avvolgere su ognuno di essi complessivamente 36 spire (ovvero
18+18 spire) con due coppie di
fili in rame smaltato da 0,22 mm.
Per favorire il miglior accoppiamento possibile, le due coppie di
fili dovranno essere intrecciate
prima di essere avvolte sul toroide.
In considerazione del fatto che i
due trasformatori dovranno essere per quanto possibile uguali è
bene preparare anzitempo le
quattro coppie di fili, intreccian-

Fig. 5
Rke 11/2018

17