File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



MCLA 2019 ADDENDUM 2 .pdf



Nome del file originale: MCLA_2019_ADDENDUM_2.pdf
Titolo: Microsoft Word - MCLA_2019_ADDENDUM_2.docx
Autore: AEMME TELEMATICA

Questo documento in formato PDF 1.7 è stato generato da PDF24 Creator / GPL Ghostscript 9.27, ed è stato inviato su file-pdf.it il 06/07/2019 alle 23:57, dall'indirizzo IP 79.36.x.x. La pagina di download del file è stata vista 138 volte.
Dimensione del file: 5.5 MB (9 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


NOTE RIGUARDANTI LA REALIZZAZIONE SPERIMENTALE
“MAXI CROSSED LOOPS ANTENNA 1,7 ~ 8,2 MHz”
RADIO KIT ELETTRONICA 11 / 2018 E 12 / 2018

A) -------------------------------------------------------------------------------------Terminata la lunga fase sperimentale proprio nei mesi in cui il lavoro
editoriale stava per essere pubblicato si è presentata l’occasione
propizia per costruire una nuova versione con qualche piccola
modifica che rende l’antenna Maxi Crossed Loops ancora più
leggera e funzionale. Inizialmente è stato necessario sostituire i due
elementi loop al fine di soddisfare tre parametri fondamentali:
1) il corretto rapporto tra l’induttanza degli elementi loop e i
trasformatori “Guanella” posti all’ingresso delle reti di adattamento
al fine di minimizzare le perdite su tutto l’arco di sintonia previsto;
2) ottenere la massima larghezza di banda conservando un fattore
1

di merito “Q” elevato anche agli estremi
estre della sintonia a beneficio
della selettività;
3) ridurre al minimo necessario l’ingombro dell’antenna in funzione
della minima frequenza sintonizzabile.
Nella nuovaa versione
ver
“2019” non ho
h utilizzato
connettori coassiali tra gli
elementi loop e il
contenitore della base ma
dei semplici passacavi
pas
in
ottone tornitii e cromati
dello stesso tipo adoperato
alla sommità dell’asta
dell’
centrale in fibra di vetro,
ovvero adatti per cavi con
diametro esterno 8 mm max.
Questa piccola variazione ha
consentito di alleggerire gli
elementi
enti da una massa
complessiva che vale circa 220
grammi,
mi, portando il peso
dell’antenna da 2,2 kg a poco
meno di 2 kg ma ha avuto
soprattutto l’effetto di migliorare
la resistenza al vento e di minimizzare, per quanto possibile, le
vibrazioni
ibrazioni che inevitabilmente e possiamo ben dire
incessantemente interessano l’intera struttura esposta.

2

Inoltre, dal punto di vista
elettrico, eliminando
iminando i
connettori si evitano anche
possibili incertezze di
contatto che con il tempo e
le intemperie potrebbero
degradare l’intrinseca
ottima conduttività
conduttivi degli
elementi in rame,
rame che
adesso sono connessi con
quattro normali conduttori
in treccia di rame isolata
direttamente saldati alle
all
estremità e all’interno dei
tubi da 6 mm dei due
elementi.
Da notare che i passacavo
hanno soltanto la funzione
di impedire l’ingresso
dell’acqua
ll’acqua perché il
bloccaggio meccanico degli
elementi avviene subito
dietro i passacavo per
mezzo di un anello in ottone
con foro interno da 7 mm,
mm
filettatura e vite ricavato da
un morsetto volante (facile
da reperire ed economico).
economico)
Quest’ultimo è saldato a tre
capocorda
rda ad occhiello che
si fermano alle tre
re viti in acciaio tra un’ampia rondella che poggia
sulla plastica ed una seconda con diametro inferiore prima del dado
3

(tutto INOX) su ogni foro di fissaggio degli stessi passacavo “a
paratia” allo scatolo in plastica ABS della base.
Le foto che seguono descrivono le modifiche in dettaglio.

4

5

B)

---------------------------------------------------------------------------------------

REPERIBILITA’ DELLA COMPONENTISTICA
In alcuni casi, per imponderabili ragioni commerciali, la reperibilità
dei componenti in elenco può venire meno.
E’ il caso dei doppi diodi varicap della TOKO KV1590NT che
sembrano ormai introvabili!
Al loro posto si possono impiegare i diodi varicap singoli della
TOSHIBA 1SV149 che offrono buone caratteristiche, senz’altro
accettabili per questo particolare impiego e sono ancora oggi
facilmente reperibili.
Altra nota importante per coloro che hanno portato avanti la
costruzione del “Tuning Control”.
Alcuni amici hanno lamentato la difficile reperibilità dei trasformatori
d’ingresso e d’uscita dei moduli preamplificatori ad alta dinamica
descritti in dettaglio nel progetto “Crossed Loops Antenna” Radio
Kit Elettronica - Maggio 2013, Giugno 2013 e Luglio / Agosto 2013.
I nuclei impiegati ANRA 42 sono del tipo “binoculare” e
posseggono una permeabilità magnetica µi=650 la sostituzione è
possibile adoperando i nuclei binoculari della Amidon BN 43-202
con µi=850 mantenendo lo stesso numero di spire e lo stesso
diametro di filo in rame smaltato consigliato. Le variazioni
apprezzabili riguarderanno la risposta in frequenza alle frequenze
estremamente basse (f =<1MHz) ed in maniera meno accentuata
quelle più alte dello spettro HF (f =>24 MHz) lasciando comunque
inalterato il guadagno su tutto l’arco delle frequenze HF di nostro
interesse.
Per completare la descrizione dei due preamplificatori Quad-Fet
aggiungo di seguito due foto inedite dei moduli sistemati nei due
contenitori in lamierino stagnato.

6

7

8

C)

-------------------------------------------------------------------------------------------------

RINGRAZIAMENTI
Ringrazio la redazione e tutto lo staff di Radio Kit Elettronica per
aver sempre mostrato una indiscussa professionalità editoriale e
una competente sensibilità verso la sperimentazione nel campo
della radioelettronica e nei confronti del vasto mondo delle
radiocomunicazioni.
Ringrazio tutti i radio-appassionati che mi hanno scritto e
continuano a farlo informandomi dei loro progressi, ed anche chi
lo ha fatto per le “vie brevi” con una semplice, cordiale e gradita
telefonata.
73 de IZ8DMS Massimo.

MCLA_2019_ADDENDUM
Massimo Ancora
06/07/2019

9



Parole chiave correlate