File PDF .it

Condividi facilmente i tuoi documenti PDF con i tuoi contatti, il Web e i Social network.

Inviare un file File manager Cassetta degli attrezzi Ricerca PDF Assistenza Contattaci



Model+of+Biological+Quantum+Logic+in+DNA.en.it .pdf



Nome del file originale: Model+of+Biological+Quantum+Logic+in+DNA.en.it.pdf

Questo documento in formato PDF 1.7 è stato generato da PDFium, ed è stato inviato su file-pdf.it il 28/09/2020 alle 15:04, dall'indirizzo IP 79.52.x.x. La pagina di download del file è stata vista 79 volte.
Dimensione del file: 600 KB (8 pagine).
Privacy: file pubblico




Scarica il file PDF









Anteprima del documento


Vita 2013, 3, 474-481; doi: 10.3390 / life3030474
ACCESSO LIBERO

vita
ISSN 2075-1729
www.mdpi.com/journal/life
Articolo

Modello di logica quantistica biologica nel DNA
F. Matthew Mihelic
Dipartimento di Medicina di Famiglia, Università del Tennessee Graduate School of Medicine, 1924 Alcoa
Highway, U-67, Knoxville, TN 37920, USA; E-mail: fmihelic@utmck.edu ; Tel .: + 1-865-305-9352; Fax: +
1-865-305-6532

Ricevuto: 3 giugno 2013; in forma rivista: 4 luglio 2013 / Accettato: 19 luglio 2013 / Pubblicato: 2
agosto 2013

Astratto: La molecola di DNA ha proprietà che le consentono di agire come un processore logico
quantistico. È stato dimostrato che esiste una conduzione coerente degli elettroni longitudinalmente
lungo la molecola di DNA attraverso interazioni di impilamento pi delle basi nucleotidiche aromatiche,
ed è stato anche dimostrato che gli elettroni che si muovono longitudinalmente lungo la molecola di
DNA sono soggetti a un effetto di filtraggio dello spin degli elettroni molto efficiente poiché l'elicità della
molecola di DNA interagisce con lo spin dell'elettrone. Ciò significa che, nel DNA, gli elettroni sono
condotti in modo coerente lungo un filtro di spin molto efficiente. Lo spin dell'elettrone coerente è
mantenuto in una simmetria chirale reversibile logicamente e termodinamicamente tra gli enantiomeri
C2-endo e C3-endo della porzione desossiribosio in ciascun nucleotide, il che consente a ciascun
nucleotide di funzionare come un gate quantistico.

Parole chiave: logica quantistica; DNA; coerenza quantistica

1. Introduzione

Nel 1944 Schrödinger intuì che i processi quantomeccanici inerenti a un sistema biologico devono aver luogo nel
materiale genetico di controllo del sistema, e che quel materiale genetico deve quindi essere sotto forma di una sorta di
“cristallo aperiodico” [1]. Nel 1953, quella genetica “aperiodica

Vita 2013, 3

475

crystal ӏ stato caratterizzato da Watson e Crick come la doppia elica della molecola di DNA. Watson e Crick furono fortemente influenzati
da Schrödinger, ma la logica della meccanica quantistica che costituiva la base di quell'influenza fu dimenticata. Gli ultimi sessant'anni
hanno portato a un enorme aumento delle informazioni riguardanti la meccanica quantistica e gli acidi nucleici, quindi è ora possibile
descrivere un modello praticabile del meccanismo della logica quantistica nel DNA che è coerente con l'intuizione logica di Schrödinger.

In breve, la molecola di DNA ha proprietà che le consentono di agire come un processore logico quantistico. Un elettrone o il suo stato
quantistico può essere condotto coerentemente o teletrasportato quantistico longitudinalmente lungo la coerenza fornita dall'impilamento pi
delle basi nucleotidiche della molecola di DNA [2]. Quando un elettrone o il suo stato quantistico viene condotto o teletrasportato
longitudinalmente lungo la molecola di DNA, è simultaneamente soggetto a un effetto di filtrazione dello spin elettronico che è determinato
dall'interazione dell'elicità della molecola del DNA con lo spin dell'elettrone [3], e ciò fornisce i mezzi per la deposizione selettiva di un
singolo elettrone, o la lettura di un singolo stato di elettrone, in una specifica porta quantica del singolo nucleotide come determinato dalla
direzione di spin dell'elettrone e dalla distanza di coerenza lungo la molecola di DNA. Le operazioni logiche quantistiche nel DNA
avvengono tramite una capacità di porta logica quantistica in ciascun nucleotide che è fornita da una funzione del motore di Szilard
logicamente e termodinamicamente reversibile [4] della porzione desossiribosio attraverso la quale lo spin elettronico coerente è
mantenuto in una simmetria enantiomerica tra C2-endo ed enantiomeri C3-endo nel nucleotide. La rottura di simmetria che prevede la
decisione quantistica nel sistema è determinata dalla direzione di spin di un elettrone che ha un momento angolare orbitale sufficiente a
superare la barriera energetica del potenziale del doppio pozzo che separa gli enantiomeri C2-endo e C3-endo desossiribosio . La barriera
energetica di quel potenziale del doppio pozzo [5] è appropriata al limite di Landauer dell'energia necessaria per randomizzare un bit di
informazione, consentendo così la determinazione della chiralità mediante spin degli elettroni a un livello di energia appropriato per il
funzionamento logico quantistico. Le porte quantiche dei singoli nucleotidi sono mantenute in concatenazione coerente attraverso le
interazioni di impilamento pi delle basi nucleotidiche nella molecola di DNA e le distanze di coerenza longitudinale possono essere
influenzate dalla selezione enantiomerica del desossiribosio che può determinare un cambiamento nell'orientamento della base del
nucleotide da parte di un variazione dell'angolo di legame N-glucosidico. La natura cristallina della molecola di DNA consente una
coerenza temporale estesa del sistema attraverso il suo nanospazio progettato con precisione che limita i gradi di libertà su cui possono
avere effetto fattori entropici come la temperatura o la solvatazione, e all'interno della quale logica quantistica topologica intrinsecamente
tollerante ai guasti le operazioni possono aver luogo.

Dovrebbero esistere determinate condizioni affinché si verifichino processi logici quantistici. Un sistema logico quantistico deve avere un percorso
di coerenza attraverso il quale i qubit di informazioni sovrapposte possono essere condotti e mantenuti in sovrapposizione, così come un meccanismo
di decisione quantistica mediante il quale tale coerenza può essere spezzata, e anche una porta quantistica mediante la quale quei qubit di le
informazioni sovrapposte possono interagire in modo coerente. Questi componenti di un sistema logico quantistico sono proprietà del DNA e come tali
forniscono la funzione logica quantistica della molecola di DNA.

La conduzione coerente degli elettroni lungo l'impilamento pi delle coppie di basi nucleotidiche nel DNA è stata dimostrata da diversi
ricercatori [2,6], e ciò consentirebbe che le informazioni contenute nella sequenza della coppia di basi nucleotidiche siano mantenute
coerentemente tra quei nucleotidi che sono coinvolti in quella conduzione coerente. Inoltre è stato dimostrato che l'elicità della molecola
di DNA fornisce un effetto di filtraggio dello spin degli elettroni molto efficiente sugli elettroni che si muovono longitudinalmente lungo la
molecola di DNA [3]. Ciò significa che nel DNA gli elettroni sono condotti in modo coerente lungo un elettrone

Vita 2013, 3

476

filtro di spin che può discriminare tra i loro stati di spin, e quindi filtrare selettivamente gli elettroni di una particolare direzione di spin
fuori dal percorso di conduzione se hanno viaggiato abbastanza lontano lungo la molecola da generare una forza elettromotrice
sufficiente come sarebbe necessaria per tale selezione [7 , 8]. Ciò consentirebbe la filtrazione di un elettrone o del suo stato in un
punto selettivo che è determinato dal suo stato di spin e dalla distanza che è condotto in modo coerente lungo la molecola di DNA, e
quel punto selettivo è un singolo nucleotide che funziona come un quanto cancello.

Un motore Szilard utilizza le informazioni per convertire la quantità di moto di una particella in lavoro utile, ed è stato teoricamente
dimostrato come un motore Szilard possa essere costruito fisicamente dalle informazioni mediante le quali funziona in modo tale da
renderlo simultaneamente reversibile sia logicamente che termodinamicamente , e quindi funzionano come una porta logica quantistica [4].
Il DNA è un polimero che costituisce fisicamente l'informazione che definisce il concetto e la funzione del sistema biologico in cui si trova, e
poiché la molecola di DNA è la fisicità dell'informazione genetica mediante la quale funziona un sistema biologico, dovrebbe essere
considerata come potenzialmente possedere tale funzione di porta logica quantistica reversibile logicamente e termodinamicamente se la
funzione del motore di Szilard dovesse aver luogo al suo interno [9,10]. Si può teoricamente dimostrare che tale funzione reversibile del
motore di Szilard ha luogo in ciascun nucleotide di una molecola di DNA, consentendo ai nucleotidi di funzionare come porte quantistiche
concatenate mediante le quali i qubit di spin dell'elettrone possono interagire in modo coerente. È così che una funzione di porta logica
quantistica del motore di Szilard reversibile teorica nel DNA si combina con le proprietà dimostrate del DNA di conduzione elettronica
coerente e filtrazione dello spin elettronico per effettuare la funzione logica quantistica all'interno e attraverso la molecola di DNA.

2. Anello furanoso "Pseudorotazione"

La funzione di porta quantistica che abilita la funzione logica quantistica nel DNA si verifica nella porzione desossiribosio del
nucleotide del DNA. Il desossiribosio deriva dalla molecola del furanosio ed è uno zucchero ciclico a 5 atomi di carbonio che ha una
struttura ad anello "raggrinzita". La struttura ad anello mostra una "pseudorotazione" attorno a una serie di cambiamenti
conformazionali in quel "pucker di zucchero" e le barriere energetiche tra i cambiamenti conformazionali sono relativamente basse. Di
particolare importanza sono le conformazioni degli enantiomeri C2-endo e C3-endo che sono separate da una barriera energetica di 0,6
kcal / mole [5]. (Si noti che questo articolo si occuperà principalmente degli enantiomeri C2-endo e C3-endo, ma che anche altre
conformazioni di pseudorotazione dell'anello furanoso non discusse qui possono avere rilevanza per i processi logici quantistici del
DNA). La barriera energetica tra questi due enantiomeri è abbastanza bassa da consentire un facile spostamento conformazionale
avanti e indietro tra di loro, e quando un tale spostamento si verifica nell'anello desossiribosio della molecola di DNA ha effetto altri
significativi cambiamenti conformazionali nel nucleotide di cui fa parte . In particolare, quando l'enantiomero C2-endo si sposta
sull'enantiomero C3-endo, si verifica una rotazione attorno al legame C3-C4 che può determinare uno spostamento negli orientamenti
del carbonio C3 e del carbonio C5, e questo determina un spostamento conformazionale locale nella spina dorsale di DNA fosfato che
cambia l'orientamento e la distanza tra i rispettivi atomi di fosforo attaccati. Allo stesso tempo questo spostamento enantiomerico tra
C2-endo e C3-endo può determinare un cambiamento significativo nell'angolo del legame N-glucosidico che cambia l'orientamento
della base nucleotidica che è attaccata al carbonio C1 della porzione desossiribosio del nucleotide. Quindi nella porzione desossiribosio
del nucleotide del DNA un cambiamento conformazionale a bassa energia tra C2-endo

Vita 2013, 3

477

e gli enantiomeri C3-endo possono provocare cambiamenti significativi nella conformazione di una porzione dello scheletro fosfato e
anche nell'orientamento della base nucleotidica [11].
3. Un QuantumGate nella frazione desossiribosio

Esiste effettivamente una simmetria o un tipo di equilibrio quantistico che esiste attraverso ciò che equivale a un
doppio pozzo potenziale tra le conformazioni C2-endo e C3-endo desossiribosio, e la selezione enantiomerica tra
questi due isomeri conformazionali è in definitiva determinata dallo spin dell'elettrone. Lo spin dell'elettrone è noto per
determinare la chiralità degli stereoisomeri a causa dell'accoppiamento spin-orbita in un centro chirale, e quindi ne
seguirebbe che da qualche parte nel nucleotide c'è un legame covalente in un centro chirale che determinerebbe
questa conformazione enantiomerica dell'anello desossiribosio . La posizione probabile per un tale legame covalente
enantiomerico desossiribosio che determina la chiralità nel nucleotide è il legame covalente tra il carbonio C2 e il
carbonio C3, che si trova tra l'ovvio centro chirale in C3 e il non così evidente centro chirale atropisomerico in C2. Il
momento angolare orbitale di un elettrone può fornire l'energia necessaria per superare la barriera di energia
relativamente bassa tra le conformazioni C2-endo e C3-endo, e la direzione dello spin dell'elettrone può fornire la
direzione per determinare la selezione chirale tra i due enantiomeri . Questa conversione del momento angolare
orbitale di una particella e della direzione di spin nel lavoro utile di selezione fisica tra due enantiomeri effettua una
rottura di simmetria, ed è essenzialmente la funzione di un motore di Szilard [12] che si sta verificando all'interno
della fisicità dell'informazione che è DNA,

Sebbene il motore Szilard tradizionalmente teorizzato non sia termodinamicamente reversibile, è stato teoricamente dimostrato che un
motore Szilard sarà logicamente e termodinamicamente reversibile se il suo meccanismo è limitato in parte dalla fisicità delle informazioni
con cui funziona in modo tale che quell'informazione è disponibile simultaneamente su entrambi i lati del muro di delimitazione del motore, e
che un tale motore Szilard reversibile sarebbe quindi in grado di funzionare come una porta quantistica [4]. Lo spostamento enantiomerico
tra le conformazioni C2-endo e C3-endo nella parte desossiribosio della molecola di DNA si verifica perché il momento angolare orbitale
dell'elettrone (insieme alla direzione dello spin dell'elettrone) viene convertito nell'utile lavoro di selezione enantiomerica, e questa è
essenzialmente la funzione del motore di Szilard perché l'essenza della funzione del motore di Szilard è che l'informazione è usata per
convertire la quantità di moto delle particelle nel lavoro utile di una rottura di simmetria [12]. I nucleotidi svolgono questa funzione di rottura
della simmetria della determinazione della chiralità utilizzando le informazioni di sequenza della coppia di basi che sono coerentemente
trattenute all'interno e tra di loro a causa delle interazioni di impilamento pi delle basi nucleotidiche aromatiche, e poiché quell'informazione
forma fisicamente parte del suo confine, quel meccanismo del motore di Szilard è logicamente e termodinamicamente reversibile e quindi
funziona come una porta quantistica.

Se il legame C3-C4 è vincolato nell'anello desossiribosio del DNA, le conformazioni enantiomeriche C2-endo e C3-endo
sono separate da una barriera energetica di 0,6 kcal / mole in quello che può essere considerato un doppio pozzo potenziale [5]
. È da notare che questo 0,6 kcal / mole si converte matematicamente a circa 0,0260 eV per molecola, e questo è significativo
perché è simile, ma appropriatamente superiore a 0,0178 eV per bit, che è il cosiddetto "limite di Landauer" (kT ln2) dell'energia
necessaria per cancellare un bit di informazione a 25 ° C. Pertanto, la barriera energetica rappresentata

Vita 2013, 3

478

dal potenziale doppio pozzo tra le conformazioni enantiomeriche C2-endo e C3-endo può essere superato dal momento angolare
orbitale di un elettrone che è appropriato al limite di Landauer dell'energia necessaria per randomizzare un bit di informazione, e una
volta che quel bit è randomizzato il la direzione dello spin dell'elettrone può determinare la conformazione enantiomerica. Quindi
l'energia necessaria per rompere la simmetria di quello che è essenzialmente un doppio pozzo potenziale impostato tra le
conformazioni enantiomeriche C2-endo e C3-endo, è appropriata all'energia teorica necessaria per randomizzare un bit di
informazione, che consente una conservazione molto efficiente e manipolazione delle informazioni come sarebbe appropriato alla
funzione di una porta quantistica (Figura 1).

Figura 1. Quando la rotazione attorno al legame C3-C4 è vincolata, esiste un potenziale doppio pozzetto in cui gli
enantiomeri C3-endo e C2-endo sono separati da una barriera energetica di
0,6 kcal / mole, e questa barriera energetica è opportunamente leggermente superiore al limite di Landauer dell'energia
necessaria per randomizzare un bit di informazione. Questa barriera energetica può essere superata dall'energia
associata al momento angolare orbitale di un elettrone condotto in modo coerente che è passato longitudinalmente
attraverso il filtro di rotazione elicoidale della molecola di DNA. Con la barriera energetica superata e quindi
essenzialmente "randomizzata", la direzione di spin di quell'elettrone può determinare la selezione / decisione
enantiomerica tra C3-endo e C2-endo.

4. Trasporto di elettroni coerente nel DNA

Le informazioni contenute nella sequenza della coppia di basi della molecola di DNA forniscono le informazioni mediante le quali
funziona un gate quantistico del motore di Szilard degli acidi nucleici (NASE) perché tale informazione è essenzialmente condivisa
tra i nucleotidi collegati in modo coerente e le rispettive porte quantistiche NASE. La molecola di DNA ha dimostrato di essere sia un
conduttore coerente di elettroni che un filtro di spin di elettroni, e queste due qualità si combinano per consentire la concatenazione
e la funzione coerente delle porte quantistiche NASE. La conduzione elettronica coerente dimostrata avviene longitudinalmente
lungo la molecola di DNA, teoricamente a causa delle interazioni coerenti tra gli orbitali pi elettroni delle basi nucleotidiche
aromatiche impilate [2,6]. Questo "impilamento pi" fornisce la coerenza necessaria per consentire la conduzione elettronica e / o il
potenziale per il teletrasporto quantistico dello stato quantistico di un elettrone. Poiché questa conduzione coerente o teletrasporto di
elettroni avviene, è soggetta agli effetti di filtrazione dello spin della molecola di DNA. A causa dell'interazione dello spin
dell'elettrone con l'elicità della molecola di DNA, un elettrone condotto longitudinalmente lungo l'elica può

Vita 2013, 3

479

essere “filtrato” dall'elica dalla forza di una forza elettromotrice generata da un'interazione dello spin dell'elettrone e da un effetto simile all'induttanza
dell'elica del DNA [7,8]. La forza della forza elettromotrice generata in tale interazione dipende in parte dalla distanza alla quale l'elettrone sarebbe condotto
lungo l'elica del DNA, e quindi un elettrone che ruota nella direzione appropriata verrebbe "filtrato" dall'elica del DNA a qualunque distanza sarebbe
necessario sviluppare una forza elettromotrice sufficiente perché avvenga la filtrazione [3]. Un elettrone che non gira nella direzione appropriata non
verrebbe "filtrato" e continuerebbe lungo il percorso coerente dell'elica del DNA fino a quando tale coerenza non fosse interrotta. La coerenza fornita
dall'impilamento pi delle basi nucleotidiche del DNA dipende dall'orientamento geometrico di tali basi e tale orientamento può essere influenzato da un
cambiamento nell'angolo di legame N-glucosidico causato dallo spostamento enantiomerico tra C2-endo e Conformazioni C3-endo della frazione
desossiribosio del nucleotide. Pertanto, la distanza di coerenza e la filtrazione di spin degli elettroni associata possono determinare, o essere determinati,
dai cambiamenti conformazionali nella porzione desossiribosio che sono controllati attraverso la porta quantistica NASE. Inoltre, la distanza di coerenza e la
filtrazione di spin degli elettroni associata possono determinare in quale porta quantica NASE del nucleotide un elettrone (o il suo stato) verrà depositato (o
letto). e tale orientamento può essere influenzato da un cambiamento nell'angolo di legame N-glucosidico causato dallo spostamento enantiomerico tra le
conformazioni C2-endo e C3-endo della porzione desossiribosio del nucleotide. Pertanto, la distanza di coerenza e la filtrazione di spin degli elettroni
associata possono determinare, o essere determinati, dai cambiamenti conformazionali nella porzione desossiribosio che sono controllati attraverso la porta
quantistica NASE. Inoltre, la distanza di coerenza e la filtrazione di spin degli elettroni associata possono determinare in quale porta quantica NASE del

nucleotide un elettrone (o il suo stato) verrà depositato (o letto). e tale orientamento può essere influenzato da un cambiamento nell'angolo di legame N-glucosidico causato

5. Misurazione e coerenza degli elettroni intrecciati
L'azione di un elettrone che passa attraverso il filtro di spin elicoidale del DNA costituisce essenzialmente una "misura" dello
spin di quell'elettrone, tuttavia, se la distanza percorsa da quell'elettrone non è sufficiente a generare una forza elettromotrice
sufficiente a "filtrare" quell'elettrone, quindi nessuna "misura" è fatta dello spin di quell'elettrone. Se quell'elettrone "non misurato"
è un membro di una coppia entangled, e se anche il secondo membro di quella coppia di elettroni entangled rimane "non
misurato", allora gli stati di spin di entrambi gli elettroni nella coppia entangled rimarrebbero non dichiarati e la coppia di elettroni
entangled manterrebbe la sua coerenza non locale. Se lo (stato del) primo elettrone della coppia entangled, con il suo spin "non
misurato", dovevano essere condotti e depositati in (o letti in) il legame covalente che determina la chiralità della porta quantica
NASE di un nucleotide, allora nessuna determinazione della chiralità sarebbe o potrebbe essere fatta in quel legame perché
nessuno spin era stato ancora determinato per quell'elettrone, e ci sarebbe una flessibilità coerente nella topologia della molecola
di DNA nella posizione di quel nucleotide. Quella flessibilità sarebbe rimasta finché il secondo elettrone della coppia entangled
non fosse stato in qualche modo "misurato" e il suo spin così "dichiarato", il che avrebbe immediatamente portato alla
"dichiarazione" dello spin del primo elettrone che era stato depositato (o letto in ) il legame covalente che determina la chiralità
enantiomerica desossiribosio della porta quantica NASE del nucleotide, il che porterebbe ad una “dichiarazione” chirale nel
legame e conseguente selezione enantiomerica tra le conformazioni C2-endo e C3-endo. La simmetria tra gli enantiomeri
C2-endo e C3-endo esiste all'interno della funzione di un motore Szilard logicamente e termodinamicamente reversibile, che
serve a mantenere la coerenza dell'elettrone "non dichiarato" nel legame covalente che determina la chiralità della porta quantica
NASE del nucleotide , fino a quando tale coerenza non viene interrotta da una misurazione dello spin dell'altro elettrone della
coppia entangled, che costituirebbe una decisione quantistica che provocherebbe una rottura nella simmetria enantiomerica e
"bloccherebbe" la parte desossiribosio in entrambi i C2-endo o enantiomero C3-endo.

Vita 2013, 3

480

6. Simultaneità della logica quantistica

La natura della logica quantistica è tale che i processi logici quantistici del DNA avvengono simultaneamente l'uno con l'altro
all'interno e attraverso la coerenza del sistema fino a quando tale coerenza non viene interrotta da una misurazione. È così che il
potenziale del doppio pozzo che esiste tra gli stati energetici enantiomerici C2-endo e C3-endo in ciascun nucleotide fornisce l'equilibrio
quantistico che consente a più porte quantistiche NASE di mediare simultaneamente e in modo coerente più trasferimenti di potenziali
elettroni lungo l'elica di filtraggio dello spin della molecola di DNA. Questa è una simmetria reversibile fino a quando una particolare
selezione enantiomerica non viene determinata in una particolare porta quantica NASE in un particolare nucleotide. Il filtraggio di spin
che si verifica durante la conduzione coerente longitudinalmente lungo la molecola di DNA fornisce la misura che è la decisione
quantistica della selezione enantiomerica. Tale selezione enantiomerica all'interno di un sistema di porte quantistiche NASE collegate in
modo coerente costituisce la decisione quantistica che determinerebbe la decoerenza di quella (parte del) sistema.

7. Coherence Stability

Il tempo di durata della coerenza appropriato alla funzione della logica quantistica nel DNA è fornito dalle qualità
del DNA stesso e la natura cristallina del DNA fornisce una stabilità coerente che è stata intuita da Schrödinger.
Come accade nel DNA, il design regolare e preciso del nanospazio di un cristallo limita i gradi di libertà su cui
possono avere effetto fattori entropici come la temperatura o la solvatazione [13], perché se c'è un solo grado di
libertà in una situazione allora c'è zero entropia che può essere indotta in quella situazione. Quindi la logica
quantistica nel DNA per sua natura implica un processo di cambiamento topologico nella molecola del DNA e la
logica quantistica topologica per sua natura è un processo tollerante ai guasti.

La stabilizzazione della coerenza degli stati di spin dell'elettrone entangled ma "non dichiarato" nella flessibilità coerente del
potenziale del doppio pozzo che separa la simmetria enantiomerica tra le conformazioni C2-endo e C3-endo fornisce una funzione di
porta quantistica che, in congiunzione con le qualità di DNA che in modo coerente e selettivo conducono e fanno ruotare gli elettroni del
filtro, costituisce la base delle operazioni logiche quantistiche nella molecola del DNA. Il design preciso del nanospazio in cui ciò si
verifica annulla gli effetti entropici della temperatura e della solvatazione e consente quindi la coerenza a lungo termine necessaria nei
sistemi biologici.

8. Conclusioni
Questo documento ha presentato un modello finora non riconosciuto di logica quantistica che si svolge nella molecola di DNA
che è scalabile a un gran numero di qubit e si verifica a temperatura ambiente. I punti chiave del modello sono che le proprietà del
DNA della conduzione coerente degli elettroni e il filtraggio di spin degli elettroni funzionano insieme simultaneamente per leggere
selettivamente i qubit di spin degli elettroni nella funzione di porta quantistica di una simmetria enantiomerica nella parte
desossiribosio dei singoli nucleotidi selezionato specificatamente per interazione di filtrazione con spin elicoidale e distanza di
coerenza longitudinale lungo la molecola di DNA. Perturbazioni del sistema logico quantistico del DNA

Vita 2013, 3

481

molecola può derivare da molecole incontrate dal sistema, come le proteine che si legano alla molecola di DNA, e queste
perturbazioni possono provocare cambiamenti topologici nella molecola di DNA che sono mediati / coordinati attraverso le capacità di
elaborazione della logica quantistica della molecola di DNA. Questa comprensione della logica quantistica biologica che ha luogo nella
molecola del DNA può aprire nuove prospettive di comprensione biologica e può fornire un modello concettuale per l'architettura
dell'informatica quantistica artificiale.

Conflitto d'interesse
L'autore dichiara di non avere conflitti di interesse.

Riferimenti

1.

Schrödinger, ER Cos'è la vita? L'aspetto fisico della cellula vivente; Cambridge University Press: Cambridge, Regno Unito, 1944.

2.

Rieper, E .; Anders, J .; Vedral, V. Entanglement quantistico tra le nuvole di elettroni degli acidi nucleici nel DNA. 2011, arXiv:
1006.4053v2.

3.

Göhler, B .; Hamelbeck, V .; Markus, T .; Kettner, M .; Hanne, G .; Vager, Z .; Naaman, R .; Zacharias, selettività H. Spin
nella trasmissione di elettroni attraverso monostrati autoassemblati di DNA a doppia elica. Scienza 2011, 331, 894–897.

4.

Mihelic, reversibilità del motore FM Szilard come funzione di porta quantistica. SPIE Proc. 2012, 8400, 84000C. Levitt, M .; Warshel,

5.

A. Estrema flessibilità conformazionale dell'anello furanoso nel DNA e RNA.
Marmellata. Chem. Soc. 1978, 100, 2607–2613.

6.

Dekker, C .; Ratner, MA Proprietà elettroniche del DNA. Disponibile online: http://www.ceesdekker.net/ files / PW_DNA.pdf
(consultato il 3 giugno 2013).

7.

Gutierrez, R .; Diaz, E .; Naaman, R .; Cuniberti, G. Trasporto selettivo di spin attraverso sistemi molecolari elicoidali. Phys.

Rev. B 2012, 85, 081404.
8.

Guo, A .; Sole, Q. Trasporto selettivo di elettroni nella doppia elica del DNA. Phys. Rev. Lett. 2012,
108, 218102.

9.

Mihelic, FM Un modello teorico di calcolo quantistico multi-agente. SPIE Proc. 2011, 8057, 80570P. Mihelic, FM Un

10.

meccanismo teorico della funzione del motore di Szilard negli acidi nucleici e le implicazioni per la coerenza quantistica nei
sistemi biologici. Conf. AIP Proc. 2010, 1316, 287–290. Blake, RD Biopolimeri informativi di geni ed espressione genica; University

11.

Science Books: Sausalito, CA, USA, 2005; pagg. 275–276.

12.

Parrando, JMR Il motore Szilard rivisitato: entropia, casualità macroscopica e transizioni di fase di rottura della simmetria.

Caos 2011, 11, 725–733.
13.

Maeda, R .; Wada, T .; Kusaka, A .; Mori, T .; Iwamoto, M .; Inoue, Y. Ruolo dell'entropia nella fotochirogenesi
supramolecolare: fotoisomerizzazione enantiodifferenziante dei ciclootteni in cavità MCM-41 immobilizzate con
sensibilizzatore chirale. Fotochem. Photobiol. Sci. 2011, 10, 1390–1392.

© 2013 dagli autori; licenziatario MDPI, Basilea, Svizzera. Questo articolo è un articolo ad accesso aperto distribuito
secondo i termini e le condizioni della licenza Creative Commons Attribution (http://creativecommons.org/licenses/by/3.0/).


Documenti correlati


Documento PDF sedra microelectronic circuits 6th c2010 txtbk
Documento PDF application francesco valerio
Documento PDF ironcrowns beta version
Documento PDF eicc study report on indian companies in eu 21032013
Documento PDF 2012 16 nissan nv passenger van bbgv1
Documento PDF twd faq and errata


Parole chiave correlate